Immatricolazione

Salute a tutti. Ho una curiosità. Conosco tutti i passi x immatricolare un'auto in Pt x evitare l'Isv, ma, se ipoteticamente mi trasferissi a febbraio e avessi comprato un'auto usata in It. a gennaio e avessi vissuto gli ultimi due anni ospite, come potrei dimostrare di aver vissuto in It. e la proprietà  di un anno dell'auto. Nn mi rispondete " vai a piedi". L'ho immaginato. Ciao

Tutto dipende da quando e dove hai/avrai la residenza. Per immatricolare una vettura con targa italiana, hai un anno di tempo dal momento in cui prendi la residenza in Portogallo.
L'auto deve essere di tua proprietà da almeno sei mesi.
Questo e tanto altro ancora è a tua disposizione (e di tutti) sul nostro gruppo*

Moderato da Francesca il mese scorso
Motivo : In questo forum non Ŕ consentito fare promozione a gruppi esterni

Ho letto da chi ha già passato questo iter che passati i sei mesi molto l'isv molto caro. Approfitto della tua disponibilità, hai notizie dell'agenzia * So che opera preferibilmente in Algarve ma anche a Lisbona, Porto e dintorni.Grazie

Moderato da Francesca il mese scorso
Motivo : *il nome dell'agenzia di servizi Ŕ stato oscurato

L'immatricolazione della propria vettura italiana risulta conveniente se fatta nei termini, altrimenti di pagare la tassa ISV non se ne parla proprio.
Considera che per la mia Toyota Auris, del 2008, ho usufruito di una esenzione di 7.734 euro.
* a parer mio è un'ottima soluzione.
* è una persona molto scrupolosa e professionale.
Il suo metodo permette di separare in due parte l'iter del trasferimento.
La prima parte (NIF, ricerca casa, contratto, certificato di residenza europeo, NIF definitivo, apertura conto e, se necessario utenze domestiche) si può tranquillamente fare da soli (al massimo con l'aiuto di qualche persona sul posto).
La seconda parte, che richiede una certa dimestichezza con il portoghese, un minimo di conoscenza dei siti dell'Autorità Tributaria, il disbrigo delle pratiche per le varie richieste, un Patronato viene svolta dall'Agenzia ad un costo onestissimo. Per finire è possibile far presentare la domanda all'INPS da in Italia.
Ciò detto, non ha importanza dove intendi risiedere, tutto viene fatto online e per posta.

Moderato da Francesca il mese scorso
Motivo : Nome agenzia e contatto di terzi sono stati oscurati

Grazie per la tua disponibilità

Nuova discussione