Prestiti bancari in Tunisia

Buongiorno,

Banca e finanze possono dare filo da torcere quando si vive all’estero, soprattutto in fatto di prestiti.

E’ facile per un espatriato ottenere un prestito bancario in Tunisia e quali sono i requisiti necessari per ottenerlo?

Quali tipologie di prestito sono disponibili per gli espatriati? (prestito finalizzato/non finalizzato, prestito ai dipendenti, prestito agevolato, prestito con delega …).

Ci sono degli istituiti bancari in Tunisia più propensi a rilasciare prestiti ai residenti stranieri?

Se avete ancora un conto da non residenti aperto nella città di origine, sapete se è possibile fare domanda di prestito personale in quella banca?

Cosa succede in caso di mancato pagamento delle rate o in caso di rimpatrio?

Grazie per la condivisione,

Francesca
Team Expat.com

Francesca mica ci avevo fatto caso che avevi messo questa discussione che è stata ignorata da tutti.
Premetto che sono contrario a qualsiasi forma di rateazione/prestito ma ne ho sentito parlare da conoscenti quindi riferisco quel poco che mi è stato detto.
Le banche, di norma non fanno storie per la concessione di finanziamenti a italiani provvisti di un reddito, specie se questo è in euro. Vengono erogati mutui per acquisto casa a tassi agevolati e prestiti per acquisto auto.
Presumo che se non paghi le rate e te ne scappi in Italia non possano farti nulla, a meno che non decida di tornare in Tunisia, in quel caso si viene arrestati direttamente al controllo passaporti. Qui si paga molto con gli assegni e questi vengono accettati un po' da tutti, ma un assegno scoperto qui è un reato penale quindi… attenzione!
Di più non so :)

Purtroppo Francesca o sono stato fino adesso sfortunato io o devo contraddire anto sulla facilità di avere prestiti o finanziamenti che si voglia. Nonostante da pensionato ho ovviamente un reddito fisso e neanche da buttare via, le tre banche che ho interpellato per avere un piccolo finanziamento di 15.000 dinari (non euro) Biat, STB e Habitat, mi hanno risposto che non sono previsti finanziamenti per europei. Concedono soltanto mutui non inferiori a 100.000 dinari per acquisto casa o terreno. Alla fine ho prelevato i contanti dal mio conto e via.

Francesca poneva però pure la domanda a sapere se...al paese di origine ecc.(leggete pf voi stessi, sto sulla tastiera del telefonino).

Non ho ignorato l'apertura di questa discussione. Ma non ho nessunissima esperienza in merito, né idea alcuna     :)

laviniavirginia :

Francesca poneva però pure la domanda a sapere se...al paese di origine ecc.(leggete pf voi stessi, sto sulla tastiera del telefonino).

Non ho ignorato l'apertura di questa discussione. Ma non ho nessunissima esperienza in merito, né idea alcuna     :)

Giusto! Anche se con il senno di poi non so se abbia senso la mia domanda... a questo punto non credo che una banca italiana conceda un prestito a chi ha un conto da non residente.

A meno che, amici che ci leggete e avete fatto esperienza di averlo ottenuto con successo - o, nel caso in cui vi abbiano negato la richiesta - ci vogliate illuminare sulla questione.

Un saluto a tutti  :cheers:

Beh, andando per supposizioni, SE qualcuno ha  entrate regolari su quel conto da non residenti, potrebbe pure essere possibile. Per quello che ne so in generale, si tratta pur sempre di accordi fra una banca specifica e il cliente tenutario del conto. Talune banche magari si negano, altre no.

Chiaro che come residente fiscale in Tunisia, si è tenuti a ricevere qui l'importo pensionistico al completo; pena altre condizioni che non sarebbero più  quelle di una defiscalizzazione all'80% della pensione.
Però, su quel conto da non residente ci potrebbero ancora essere delle entrate di altro tipo. Per cui... o non se ne ha bisogno proprio per questo, di mutui, oppure il cliente accede ev. proprio grazie al fatto di "essere bene in carne" e quindi ...  interessando alla banca tenere il cliente, accordargli quanto richiesto e ... guadagnandoci.

:D  Lo sappiamo bene: viene dato a chi ha, non a chi non ha   :unsure   E, senza offesa per i "testi sacri", non posso fare a meno di ricordare una frase del Vangelo....  ;)  Vi si diceva che verrà dato a chi ha e invece (addirittura:) tolto a chi non ha. Ma quella è ben'inteso tutt'un'altra storia (e... noi si vive invece in uno strano sistema di auto-legittimato ladrocinio da parte di certi Enti...).  Perché nel Vangelo si intendeva dire che chi ha ricevuto molto, ma senza poi mettere a frutto i doni ricevuti, si vedrà privare di quanto non avrà saputo o non avrà voluto sviluppare (per paure e/o "altre amenità", tipo l'avarizia per es. -che però pure è paura-) e senza quindi metterlo a disposizione (moltiplicando il bene ricevuto). Ecc. ecc. e ... "Amen" !  Perdonate l'intermezzo.... Ma... essendo che oggi 14 gennaio, in Tunisia è la Festa dell'Indipendenza, io da un lato mi considero oggi indipendente dalle regole canoniche e, dall'altra, la Tunisia è indipendente dalla Francia in un certo senso ma... divenuta dipendente da quello che sarà un progressivo "strozzinaggio" da parte dell' FMI , ma tant'è.... (e vedremo giorno per giorno come andare avanti...)      :thanks:

Ripeto, il mio papà mi ha insegnato a non fare il passo più lungo della gamba, spero di non aver mai bisogno nella mia vita di avere un piccolo prestito ma di aspettare e fare le spese quando è possibile… conosco persone che li hanno avuti piccoli prestiti in Tunisia, altri hanno avuto i mutui e altri niente, dipende dalla banca, dal direttore e dagli accordi tra banca e cliente come ha detto qui sopra Lavinia. Penso comunque che una volta regolarizzate le pratiche il conto corrente sia stato trasformato in conto residente, s'intende se rimane conto corrente per non residenti è normale che non viene dato il prestito.

In questa discussione veniva posta la domanda -considerandola dunque io pure nella risposta- per la parte concernente il conto -non più da residenti- al proprio paese.

Nuova discussione