dove cercare info per lavoro a Shanghai

Ciao, vivendo qui da un mese ho amici dall'Italia che mi chiedono info su dove/come trovare posti di lavoro a Shanghai. Avete idea di come funzioni?
Esiste un sito in inglese dove poter trovare le offerte di lavoro?
Conoscete posti dove mi possa presentare di persona e portare i loro CV?
Grazie
Andrea

Ciao Andrea,

benvenuto sul forum!  :)

Ti passo qualche sito che forse però conosci già: linkedin.com/job/jobs-in-shanghai/, jobsinshanghai.com, jobs.echinacities.com/shanghai-jobs/, indeed.com/q-Shanghai-jobs.html.

Ti riporto anche questa testimonianza che mi è stata rilasciata da un ragazzo italiano che vive a Shangai. L'ho intervistato e gli ho fatto questa domanda proprio in riferimento al mondo del lavoro a Shangai:

A livello lavorativo, com'è la situazione a Shanghai? Quali settori potrebbero, a tuo avviso, offrire opportunità ad un italiano che volesse cercare lavoro li?
Eh, la domanda da un milione di Renminbi! Chi ha una specializzazione non dovrebbe avere troppi problemi a trovare un lavoro, soprattutto nei settori dell'ingegneria, del design e della ricerca universitaria. O almeno questo è quello che ho notato. Il massimo, ovviamente, è saper parlare anche il cinese. Però avere una laurea o parlare già la lingua non è assolutamente necessario.
Da quello che posso notare se la cavano abbastanza bene anche i parrucchieri, i pizzaioli, gli chef e i camerieri che hanno una buona esperienza. Vi è inoltre la possibilità di lavorare come insegnante di lingue. Conosco vari ragazzi che insegnano o hanno insegnato italiano. Inoltre è anche possibile insegnare inglese in quanto la domanda è sempre alta e alcune scuole private accettano insegnanti non-madrelingua, sopratutto se sei disposto a lavorare durante il fine settimana.
Insisto sull'esperienza. In Cina non vi è alcun bisogno di personale non qualificato. Per tali posti di lavoro dovrai vedertela con mezzo miliardo di migranti interni che si accontenta di guadagnare 200 Euro al mese. La Cina - e l'Asia in generale - non è il posto adatto per lavorare da McDonald o, comunque, svolgere un mestiere che non richieda alcuna qualifica. Mi sento inoltre di dire che ottenere il visto Z - l'unico che ti permette di lavorare legalmente nella Terra di Mezzo - sta diventando sempre più un problema.
In passato in tanti lavoravano con un visto business o studentesco in quanto, anche se illegale, il governo chiudeva un occhio (o anche due). Dico in "passato" ma c'è ancora tanta gente che lo fa. Di questi tempi però i controlli sono aumentati e non consiglierei a nessuno di lavorare in Cina senza prima ottenere un visto di lavoro (in effetti non l'ho mai consigliato).
Il problema principale è che tale visto si può ottenere solo a Roma o Milano (per gli Italiani). C'è chi è riuscito ad ottenerlo ad Hong Kong ma, dopo i cambi di regolamento del primo Luglio 2013, la cosa mi sembra quanto meno improbabile. Il fatto che il visto si possa ottenere solo in Italia è un deterrente importante perché molti datori di lavoro vogliono conoscerti di persona prima di assumerti. Quindi, a meno di non essere estremamente qualificato o avere le conoscenze giuste, diventa difficile competere per un posto di lavoro con gli stranieri che si trovano già in Cina. Se stai ancora studiando il metodo migliore è sicuramente quello di giocare d'anticipo, venire qui prima di diplomarti/laurearti (faccio spesso l'esempio delle borse Intercultura per i diplomandi e di quelle Erasmus Mundus per chi punta a un master), imparare la lingua e crearsi i contatti per trovare un posto di lavoro appena si finisce con la scuola.
Un metodo abbastanza utilizzato - ma rischioso in quanto bisogna investire un po' di soldini - è quello di arrivare in Cina con un visto turistico, trovare un datore di lavoro disposto a sbattersi per procurarti tutti i documenti necessari per il visto Z, tornare in Italia per richiedere il visto di lavoro e poi volare nuovamente in Cina. Lo so, non è facile ma è quel che passa il convento e, tra l'altro, quello che è spesso costretto a fare chi vuole venire a lavorare in Europa. Il problema vero è che non siamo più i padroni del mondo e dobbiamo adeguarci a leggi che abbiamo creato noi.

L'intervista per intero la trovi cliccando questo link: https://www.expat.com/it/intervista/99_ … angai.html

Saluti,

Francesca

Nuova discussione