una giornata normale , senza corrente , a las terrenas

ho deciso di condividere una parte dei miei pensieri con gli amici che ci seguono, ogni tanto accadono cose che ti fanno nascere il desiderio di scrivere e riflettere "a voce alta". quindi da oggi scrivero'qualche articolo quando sento di poterlo fare, oggi e'una di quelle giornate normali in repubblica dominicana, ci siamo alzati alle 8 per rispondere alle mail di amici e clienti ma alle 8.15 e'saltata la luce, senza internet non si risponde alle mail.

Nulla di cio che accade in repubblica dominicana accade come tu lo hai programmato.

Da qualche settimana ci siamo trasferiti a los puentes , un piccolo pueblo sulle colline alle spalle di las terrenas, los puentes dista 3km dal mare ed e'a 400 metri s.l.m. , los puentes e'un pueblo povero , ci passa la linea elettrica 1 di luz y fuerza e spesso manca la luce........

in fondo e'ragionevole che la compagnia elettrica privilegi la zona turistica e ricca di las terrenas a discapito di questa zona povera ed abitata principalmente da dominicani, tuttavia non c''e'nessuna sfumatura polemica in me perche'qui la luce costa molto meno , paghiamo infatti 6 pesos in meno al kw/h rispetto alla costosissima linea 3 di las terrenas e a volte i black out serali fanno riflettere o ti regalano momenti incredibili

proprio stasera in occasione di uno dei soliti black out siamo rimasti estasiati dallo spettacolo che si e'presentato davanti al nostro terrazzo, appena dopo il tramonto e'iniziata la danza delle lucciole, centinaia e centinaia di lucciole nei prati illuminavano la collina, a intermittenza , e la sensazione era chela collina si fosse trasformata in un gigantesco albero di natale , in settembre..................

e cosi al buio hai modo di riflettere su quanto la nostra testa sia occupata o inquinata a ricercare il superfluo, qui la gente e'povera, moltissimi dominicani non hanno la luce collegata a casa, qui moltissimi non hanno quindi l'acqua corrente e nei momenti di black out si comportano come sempre, per loro non avere la luce e'la regola non e' l 'eccezione, anche quelli piu'benestanti che hanno la baracca collegata a luz y fuerza fino a pochi anni fa non avevano la luce perche non esisteva in queste zone un fornitore di corrente quindi per loro non e'una cosa sconvolgente stare qualche ora senza luce. non so'come trasmettere la sensazione che da'questo semplice dato di fatto. vivendo qui abbiamo realizzato che se scoppiasse una grande guerra e un impulso elettromagnetico friggesse le centrali elettriche qui si vivrebbe lo stesso , qui la gente non ha ancora imparato a dipendere da essa, qui la gente si siede al buio come 15 anni fa'quando non esisteva. qui la gente per comunicare si parla, non twittano, e la spesa si fa aspettando il furgoncino che passa davanti casa , carico della frutta appena colta dagli alberi, qui non c é' la OGM qui si arrampicano su una grande pianta di mango raccolgono il frutto e nel giro di due ore e'sulla tua tavola, non esistono conservanti sulla frutta.......... non saprebbero che farsene tanto non hanno il frigorifero , che te ne fai di un frigorifero se non hai la luce in casa??? la frutta a km zero te la mangi appena colta perche'domani marcisce , eppure queste persone non si ammalano di cancro, ci sono pochissimi casi in repubblica dominicana  e questo mi da'una grandissima serenita' visto che dopo averlo provato sulla mia pelle desidero starne davvero alla larga da tutto cio che potrebbe farmi riammalare, mi sento finalmente a casa, nel posto giusto

Nuova discussione