Close

Gestire lo stress da trasloco in Portogallo

Buongiorno,

Traslocare all'estero Ŕ un' impresa stressante sia dal punto di vista fisico che mentale.

Allĺinizio i punti di riferimento vengono a mancare. Come gestire questa situazione di disorientamento?

Quali sono gli aspetti che vi hanno creato pi¨ tensione prima e dopo il trasferimento in Portogallo: trafila burocratica, barriera linguistica, adattamento culturale, spostamento con famiglia al seguitoů

Eĺ possibile evitare che il trasloco diventi motivo di preoccupazione?

Avete dei consigli da condividere?

Come avete gestito o in che modo state fronteggiando la situazione?

Grazie per raccontare la vostra esperienza,

Francesca

Fare un  trasloco sia che si faccia nella stessa città di residenza e sia che si faccia per altra città o altra regione è sempre piuttosto faticoso e anche molto complicato, immaginiamoci poi se il trasloco deve  risolversi all'estero.
Io proprio in considerazione di quanto appena detto, nel momento in cui decisi di recarmi a vivere in Portogallo  ho preferito non affrontare le difficoltà di un trasloco, e ho pensato che sarebbe stato opportuno portare con me in auto solo le cose necessarie. Cioè a dire, abiti e biancheria a sufficienza e qualche oggetto e i piccoli utensili per cucina e per bagno un apparecchio tv e qualche libro.
E' chiaro che recandosi all'estero è necessario reperire in anticipo un appartamento arredato e completo di elettrodomestici.
Questa per me è stata una bella esperienza che si è risolta positivamente.
Oggi alle tante persone che intendono trasferirsi in Portogallo e che si rivolgono a me in cerca di  assistenza e consigli, propongo la mia ricetta e dico semplicemente di fare come ho fatto io.
Fa piacere sapere che tutte le persone che hanno seguito i miei consigli non hanno avuto grosse difficoltà e hanno risolto il problema del trasloco molto positivamente e senza grossi traumi.

Buongiorno a Tutti e a Sasopt,
potrei condividere in toto quanto suggerito ma, parlo a titolo personale, non é  questa la corretta soluzione per coloro che si trasferiscono (faccio riferimento a me medesimo) definitivamente in Portogallo.
Allora é lecito domandarmi " ma si viene in Portogallo " solo per usufruire delle agevolazioni dell'uno e dell'altro paese " e non per...!!!???, lascio a ciascuno di voi trarre le proprie conclusioni.
Molto cordialmente,
alfredo luigi caruso

Credo che sia Sasapt e Alfredo Luigi abbiate ragione entrambi, che come sempre sia una questione di scelte personali.

Noi stiamo per trasferirci (definitivamente, no casa italia) entro due mesi ed abbiamo adottato una metodologia mista:
_come logistica  immediata e pratica poichè saremo in aereo abbiamo optato per 4 valigie grandi con accurata valutazione di quello che consideriamo almeno per i primi mesi una vacanza lunga (riferito alla scelta degli abiti e degli oggetti)

_come logistica nel lungo tempo abbiamo predisposto un numero abbastanza ristretto di scatoloni da farci consegnare sul posto dopo l'arrivo avendoli anche suddivisi in 2 parti (1 quasi immediata, 1 quando avremo un contratto un po' piu lungo dell'annuale ed eventualmente una casa anche da ammobiliare a nostro gradimento)
All'arrivo avere una casa completa fà certamente comoda...pero' riempirla di scatole ..ferme...che crea confusione anche che no.

Nel fare questa scelta abbiamo e stiamo terminando una selezione molto decisa di parecchie cose escludendo mobilia ed oggetti che davvero si possono riacquistare sul posto senza difficoltà.

Prendersi il tempo utile prima di partire per selezionare con accuratezza cosa tenere,
quali documenti portarsi per utilità future dalla sanità a doc.personali
noi abbiamo iniziato a metà gennaio e adesso che il timeline scorre rapido ci sembra di essere sulla buona strada per non arrivare al termine troppo stressati.

Certamente una volta stimato il numero di scatole, avere preventivi diversi farebbe valutare meglio cosa portarsi specialmente perchè se il primo appartamento è annuale si dovrà mettere in conto un'altro trasloco sul territorio portoghese.

Ps. al 30giugno pubblichero' un'aggiornamento in merito, sperando che le nostre 4 valigie arrivino intatte...in caso contrario...in Portogallo si troverà cio' ci abbisogna..
Ps. a forse no..la macchinetta per fare i passatelli alla Bolognese...imprescindibile  :D

Buonasera,

Avete esperienze in merito da condividere su gestione della barriera linguistica e adattamento culturale?
Oltre al trasloco fisico delle cose, mi piacerebbe sapere come avete fronteggiato il "dopo trasferimento".

Grazie

Parte burocratica: dunque diciamo che essendo nei primi step la parte italiana sta confermando quanto siano ottusi i funzionari dei piccoli comuni.
Noi abbiamo scelto di appoggiarci ad una agenzia che parecchi utenti del forum conoscono e ne siamo ben felici, perchè navigare a vista nei meandri burocratici...c'è un rischio concreto di incagliarsi in scogli davvero imprevisti specie per stupidità.

Aspetto linguistico: abbiamo iniziato con un'applicazione Babbel per imparare qualche vocabolo in piu', quando siamo andati sul luogo prescelto abbiamo visitato 3 agenzie per corsi portoghesi e fatto una breve lezione con quella prescelta volendo si possono fare corsi intensivi anche in estate.
Sia nel 2016  che nel 2017 abbiamo constatato che i Portoghesi sono abbastanza disponibili a venirti incontro quando parli lentamente e nel giro di un mese un primo vocabolario informale ce lo siamo creati sul campo specie facendo la spesa quotidiana e chiedendo informazioni

Adattamento culturale: immagino che avverrà nel tempo quando progressivamente ci si addentra nel conoscere usi e costumi locali.

per Francesca ...

ATTENTA
a non  SVALUTARE la macchinetta per i passatelli   (parlo da emiliano) 

aiuta tantissimo anche la  "linguistica" .....    del cavo orale ...   :D    :D

Buongiorno a Tutti e a Francesca,
A titolo personale posso dire "tutto meravigliosamente", nessuna sorpresa e nessun intoppo.
Qui in Portogallo, per esperienza e mia convinzione, si affrontano, qualora ci fossero dei problemi, in maniera per risolverli efficacemente.
Non c'è a mio parere personale aggiungere altro.
Molto cordialmente,
alfredo luigi caruso

Salva cara Francesca,
il dopo trasferimento come dici tu è stato un po movimentato certamente non tanto semplice ma non così difficile da affrontare
I portoghesi e le portoghesi sono persone molto gentili e cordiali sopratutto con noi italiani.
Ho trovato accoglienza e sopratutto disponibilità da parte di tutte le persone che ho conosciuto.
Il problema della lingua è e rimane anche a distanza di un anno un po complicato. E' importante documentarsi ogni giorno di quel che capita in questo nuovo paese e lo si può fare attraverso la tv ma sopratutto attraverso la lettura dei quotidiani locali e con l'ascolto di una o più radio locali che mandano in onda dei programmi davvero molto istruttivi.
Oggi, poi, esistono anche varie applicazioni per cellulari che permetto di tradurre istantaneamente le conversazioni dal portoghese all'italiano e viceversa.
Quel che più conta comunque a mio avviso sono i rapporti interpersonali con glia abitanti che ripeto sono semplicemente fantastici.
Io personalmente ho conosciuto un professore di matematica in pensione che si è proposto di farmi delle lezioni di portoghese in cambio di altrettante lezioni da parte mia in lingua italiana Lo scambio è stato reciproco e lascio immaginare a chi legge cosa possa significare avere una opportunità di questo genere.

Buongiorno a Tutti e a Dario,
Per favore si potrebbe sapere qualcosa in più  in merito alla traduzione telefonica simultanea (?). É  di grandissimo aiuto. Grazie e molto cordialmente,
alfredo luigi caruso

per Alfredo


io ho installato  VOICE  TRANSLATOR 
ed anche Microsoft Translator

per  s.o. WINDOWS PHONE 

... non  sono  male ... sono (ovviamente)  anche per s.o. ANDROID

ma per s.o.  ANDROID  ci sono anche 
Google Translate
iTranslate
ecc

A Stefano,
Grazie di cuore, spero di riuscire,
Un abbraccio,
alfredo

Buon giorno io il prossimo anno mi trasferisco in portogallo ma sono fortunato perché io sono circa 6 anni che vado in Portogallo poi o una compagna portoghesa  ma consiglio a tutti di fare una vacanza prima di trasferirsi ma non una vacanza solita ma per conoscere il posto perché in portogallo ci sono tante  possibilità da scegliere  per rimanere ma anche per conoscere le abitudini e le usanze  per avere un idea dove si va a vivere consiglio di documentarsi sul posto che si sceglie io sono al nord a Viana do castelo un posto meraviglioso con gente molto alla mano e semplice ma ci sono posti ancora più belli per viverci non fermatevi su un posto documentati una cosa importante il cambiamento di vita e di mangiare e molto diverso

Salve a tutti.
Questa estate sarà la terza volta che vado in PT e ci starò 3 settimane per individuare la location preferita per il mio prox trasferimento in Algarve.
Non so ancora quale strategia utilizzare per il trasloco, se trovare subito un alloggio vuoto oppure stipare mobili e arredi in un magazzino portoghese in attesa di soluzione definitiva nel cado ci si debba adattare in ammobiliato per un po di tempo.
In ogni caso chi ha traslocato ha preferito servirsi di operatori italiani o portoghesi? Con quali risultati e costi?
Grazie. Roberto

Casa mobiliata e comperare piatti e pentole lo stess più grande e trovare casa in affitto, e alcuni documenti ogni freghesia applica le norme a modo suo ( come in Italia )

Buon pomeriggio Roberto
le scelte sono soggettive ed essere diverse, di certo trovare una casa con eventualmente garage e/o cantina (come anche noi abbiamo provato a fare, poichè tra meno di due mesi siamo prossimi al trasferimento) è abbastanza difficile.
Come operatori ci stiamo confrontando con diversi, alcuni internazionali ma anche con un'altro expatriato che ne ha già effettuati diverse lo trovi con il nick Nonno Martina, la comodità con lui è che considera il volume complessivo dei colli e non i kg.
Personalmente stiamo selezionando un numero ristretto di pacchi da inviarci e/o farci inviare nel breve tempo e lasciare eventuale aggiunte per il futuro presso amici, anche perchè abbiamo il contratto  annuale e la casa ammobiliata ma lo spazio non è eccessivo ed il contratto è rinnovabile di anno in anno, quindi altri cambiamenti futuri potranno aprirsi.
Se lo ritieni utile puoi contattarmi attraverso la messaggeria privata.
Cordialità, MaGi_2

Nuova discussione