Combattere la solitudine in Portogallo

Buongiorno a tutti,

L’espatrio è un’avventura emozionante, ma ogni tanto fa capolino la solitudine.

Vi siete mai sentiti soli dopo il trasferimento in Portogallo? E’ uno stato d’animo che vi appartiene?

Come riuscite a superare i momenti di sconforto?

E’ facile instaurare nuove amicizie in Portogallo?

Nella città dove vivete, si organizzano eventi o attività per socializzare?

Grazie per la condivisione,

Francesca

Sentirmi sola non è nelle mie corde ... tuttavia ci sono momenti in cui si puö provare un senso di fragilità. Il Portogallo è un paese particolare da questo punto di vista. A me pare che la gente sia più affettuosa, rispetto all'Italia. Niente a che fare con i formalismi; mi sembra proprio un modo diverso di 'sentire' gli altri. Da questo punto di vista il Portogallo è un paese speciale.
Io vivo sola, avendo figli e nipoti in Italia; la mia solitudine è, per  così dire, meditativa. Disegno e scrivo  per questo ho bisogno di indipendenza, silenzio e ... sì!, solitudine. Quella buona, quella sana, che aiuta a capire e capirsi. Anche a questo serve stare da soli. Non tutti lo sentono o lo capiscono, però non tutti ci provano. Io ho imparato, da altri: stare sola mi aiuta anche ad apprezzare fino in fondo la buona conpagnia, quella che non si cerca per rimediare a un vuoto; quella che ha da dirmi cose che non so immaginare.

Sig.ra Silvanik complimenti per la dolcezza con cui ha parlato della solitudine che, sì è vero può essere pesante  a volte,  ma se la si vive in serenità fa sentire in pace con il mondo.
Grazie delle belle parole che ci ha regalato..

Buongiorno Francesca,
a Porto per iniziativa del sempre entusiasta simpatico ex console e la cortesissima disponibiltà in particolare di uno dei residenti, Mario, é stata creata nell'ambito della scuola d'Italiano Dante Alighieri, l'ASCIPDA, un club di residenti, principalmente italiani, ma anche con portoghesi che frequentano la scuola
é un bel circolo, al secondo piano del bel consolato, ci si conosce, si organizzano ogni venerdi sera spaghettate, feroci partite a carte, ci sono sovente iniziative culturali, musica, spettacoli all'interno ed all'esterno del circolo
inoltre ci si conosce e nascono cosi' altre iniziative singole
insomma non si é mai soli
un caro saluto a tutti ed un invito a chi é in zona di informarsi dell'iniziativa presso il consolato
Dario

ottimo Dario

questa me la segno!

da Tavira a Faro il tragitto è breve

Cara Silvanik. Vivo anche io in Portogallo esattamente in Algarve dal dicembre scorso e  sono  divorziato quindi single con figli e nipoti in Italia.
Devo dire che la tua risposta sulla solitudine che hai scritto sul forum mi è molto piaciuta .
Mi pare tu abbia trovato il gistologico equilibrio e mi compiaccio con te .
Per me invece abituato un po ad una vita con amici e parenti trovarmi da solo qui mi provoca di sicuro un po di solitudine e di malinconia .
Non è che avessi chissà cosa di amici o parenti ma non mi è facile anche se ti assicuro mi impegno molto .trovare  delle cose da fare che mi distraggono dalla malinconia di  essere lontano
E chiaro che alla cosa  sono stato costretto sia per l'alto costo della vita a Milano  ma anche per il  suo pessimo inverno
Si ho qualche amico /a con i quali gioco  a burraco e leggo molto ma quello che secondo me manca qui è l'aggregazione che invece osservo molto nelle  comunità di pensionati di altre nazioni.
Manca un punto di riferimento per dare la possibilità di incontrarsi .
Mi capita per farti un esempio vedere al ristorante od anche in un semplice bar  tavolate di francesi o inglesi che si divertono molto .
Bene termino sperando che tu voglia  scrivere cosa ne pensi perché mi piacerebbe conoscere la tua opinione .
Con i più cordiali saluti
Roberto

Caro Alfredo .
Se me lo consentì ti do del tu .anche perché se non ricordo male .abbiamo già avuto uno scambio di messaggi sul Forum .
Leggo quello che scrivi a Silvanik .alla quale ho risposto anche io . ti dirò prima  di aver  letto la tua .di risposta.
Quanto siete riusciti a fare a Porto e ' quello che manca qui  ed è  quello che intendevo quando parlo che qui in Algarve mancano luoghi e momenti di aggregazione .
Bravi voi che attraverso la Dante Alighieri ed il console siete riusciti a creare un "circolo " con tutto quanto descrivi .
Questo è. secondo me quello che ci vorrebbe ad Olhao dove vivo e dove .sono sicuro .si potrebbe fare.
Ben vengano quindi  i suggerimenti di voi di lassù che vorrete suggerire.
Sempre con molta cordialità Roberto

Ma scusa se faccio un'osservazione Dario parla di Porto non funziona di Faro e Tavira Porto non sono poi così vicini .
Scusate se mi sono permesso

ciao tutti
viviamo a Faro in coppia da inizio 18.
abbiamo messo insieme un gruppetto di italiani coi quali siamo entrati in buona sintonia.
stiamo cercando di portare avanti dei contatti con alcuni portoghesi/e interessati ad approfondire la conoscenza del loro stentato  italiano così come a noi interessa il contrario.
vi terremo informati sull'esito.
ci mancano le partite di burraco.
se qualcuno abita in questa zona si faccia sentire.
ciao a tutti carlo e titti

Salve, quando molte volte si sottolinea che è...consigliabile...fare un trasferimento NON solo per un discorso economico è esattamente quello qui riportato dagli utenti. Bisogna ponderare bene soprattutto quando in un certo senso quasi costretti come è successo a me!

Ciao mi chiamo Roberto e vivo a Olhao dal dicembre passato .
Ho letto il vostro messaggio sul forum e mi piacerebbe partecipare alla vostra iniziativa  per creare  nuove amicizie con italiani e portoghesi residenti nelle vicinanze.
È quello che scrivevo proprio oggi sul forum in una risposta  a Dario italiano residente a Porto .dove .se leggi il messaggio .sono stati capaci di creare un "circolo "di italiani e portoghesi che   oltre ad  attività  molto interessanti giocano alle carte ed a me piace giocare a burraco .
Tutto ciò per dirvi che sono interessato alla vostra iniziativa e vi scrivo . se Forumi lo consente il mio numero di wapp .in modo possiate  contattarmi .
Con.molta cordialità Roberto

Moderato da Francesca 2 mesi fa
Motivo : A garanzia della privacy non inserire contatto telefonico su questo forum pubblico - puoi comunicare tramite messaggeria privata cliccando su icona a forma di busta in alto alla pagina, lato destro

per noi va bene.  manda tuo cell che ci combattiamo via Whatsapp.

Ho letto tutti i messaggi, ma mi riferisco soprattutto alla signora Silvanik.
Gentile signora, è stato un piacere leggerla e, condivido con lei il "problema" della solitudine.  Però mi creda, ci si può sentire soli anche in Italia, fra gli amici,fra i parenti, fra i colleghi. Dipende, spesso, dal nostro stato d'animo. Però ha ragione lei, io sono in Italia per il momento,  non posso quindi come affrontero' la mia "solitudine" in Portogallo. Ho deciso di scegliere Estoril, perché vicina a Lisbona e sul mare. Mi auguro di trovare altri italiani, poi darò inizio alla mia vulcanica fantasia, per combattere la malinconia! Se volesse mettersi in contatto con me, mi contatti in privato. Ho dimenticato , sono vedova da 18 anni, ho una figlia che resterà a Torino, per cui mi trasferiro' sola con la mia gatta.
A lei è a tutti coloro che mi hanno letta, i miei saluti più affettuosi

macke50 :

ciao tutti
viviamo a Faro in coppia da inizio 18.
abbiamo messo insieme un gruppetto di italiani coi quali siamo entrati in buona sintonia.
stiamo cercando di portare avanti dei contatti con alcuni portoghesi/e interessati ad approfondire la conoscenza del loro stentato  italiano così come a noi interessa il contrario.
vi terremo informati sull'esito.
ci mancano le partite di burraco.
se qualcuno abita in questa zona si faccia sentire.
ciao a tutti carlo e titti

Ciao, sono Daniela e mi trasferirò vicino a Faro (Moncarapacho) dall’anno prossimo. Abbiamo già comprato casa con mio marito e ci piacerebbe conoscere gente, per socializzare. A me piace giocare a carte, il burraco non lo conosco ma sono disposta a provare. Saremo in PT per tre settimane da fine agosto/inizio settembre. Se vi va di incontrarci per un caffè a Faro, ben volentieri. Daniela e Hendrik.

Roberto Cappellano :

Cara Silvanik. Vivo anche io in Portogallo esattamente in Algarve dal dicembre scorso e  sono  divorziato quindi single con figli e nipoti in Italia.
Devo dire che la tua risposta sulla solitudine che hai scritto sul forum mi è molto piaciuta .
Mi pare tu abbia trovato il gistologico equilibrio e mi compiaccio con te .
Per me invece abituato un po ad una vita con amici e parenti trovarmi da solo qui mi provoca di sicuro un po di solitudine e di malinconia .
Non è che avessi chissà cosa di amici o parenti ma non mi è facile anche se ti assicuro mi impegno molto .trovare  delle cose da fare che mi distraggono dalla malinconia di  essere lontano
E chiaro che alla cosa  sono stato costretto sia per l'alto costo della vita a Milano  ma anche per il  suo pessimo inverno
Si ho qualche amico /a con i quali gioco  a burraco e leggo molto ma quello che secondo me manca qui è l'aggregazione che invece osservo molto nelle  comunità di pensionati di altre nazioni.
Manca un punto di riferimento per dare la possibilità di incontrarsi .
Mi capita per farti un esempio vedere al ristorante od anche in un semplice bar  tavolate di francesi o inglesi che si divertono molto .
Bene termino sperando che tu voglia  scrivere cosa ne pensi perché mi piacerebbe conoscere la tua opinione .
Con i più cordiali saluti
Roberto

Ciao, sono Daniela e mi trasferirò a Moncarapacho con mio marito dall’anno prossimo. Abbiamo già casa e vorremo crearci delle conoscenze per socializzare in zona. Mi farebbe piacere coniscere qualche italiano che vive in zona tra fine agosto e inizio settembre, quando saremo in PT. Ho anche scritto agli altri due signori che abitano Faro. Se volete contattatemi. Daniela e Hendrik

buona serata a tutti

ho riletto ora questa discussione e mi sono accorto di aver frainteso.

Ho scambiato Porto con Faro!

…..sarà colpa dell'età.

Giusto per la cronaca,  mi risulta che ci siano già a Tavira e dintorni gruppi di italiani che si ritrovano in luoghi e orari prestabiliti.

Certamente è indispensabile che ci sia un personaggio aggregatore che faccia da collante….
..... fisicamente parlando:  il bosone di Higgs che aggrega le particelle e gli da massa

Cordiali saluti
Alfio

Ciao Francisca,
io sono già a Portimao ed ho disbrigato tutte le pratiche, nonchè sono già amico di tuo fratello
saluti GFranco

gfranco :

Ciao Francisca,
io sono già a Portimao ed ho disbrigato tutte le pratiche, nonchè sono già amico di tuo fratello
saluti GFranco

La Francesca a cui ti riferisci non sono io.
Io sono la moderatrice di questo forum e ho una sorella  :D
Ma fa niente, non ti preoccupare...

Cara Daniela .sono Roberto e vivo ad Olhao. Probabilmente a fine agosto saro ancora qui per cui potremmo incontrarci
Ciao Roberto

Caro Alfio .
Come scrivi giustamente occorrerebbe un luogo o una persona che facesse da aggregante
Per me sarebbe piu importante un luogo cosi come hanno fatto  gli amici italiani di Porto che si ritrovano nelle sale del consolato.
Qui a olhao non esiste niente di simile e bisognerebbe trovarlo .
Io sarei disposto a darmi da fare ma dovrei farlo con l'appoggio di almeno qualcun altro
se tu sei disponibile visto che siamo abbastanza vicini potremmo adoperarci in tal senso .
Fammi sapere ciao Roberto

Caro Roberto, ne sarò molto felice. Grazie
Se puoi scrivimi in privato, ci metteremo d'accordo
Un caro saluto
Daniela

Per Francesca le mie scuse...
Gfranco

Per chi fosse in zona Viana do Castelo, rendo noto che ogni giorno, Domeniche escluse, un gruppo informale di italiani pranza alle 12:30 al ristorante Fontes (di fronte alla nave). Si mangia, si chiacchiera e ci si aggiorna a vicenda sui vari iter burocratici o sulle scoperte locali. Si mangia bene per 6 euro e poi ognuno torna ai fatti suoi.
Sergio

Ciao a tutti da Magi2 noi siamo residenti a Povoa de Varzim (circa 35km. da Porto) dal 06 giugno 2018 e ci troviamo bene, le persone incontrate sono state tutte collaborative con noi per darci indicazioni utile dalla impiegata della Banca alla collaboratrice della piscina Insomma qui di musi lunghi ne abbiamo visti davvero pochi, solo guarda caso alla Agenzia Tributaria per la richiesta del mio Nif.

Per l'integrazione, per combattere più che la solitudine la percezione di essere in una bolla dove ancora non conosci il lessico portoghese che  tanto ci disorienta, ho quindi deciso una diversa strategia di integrazione che inizia a produrre curiose risposte e possibile amicizie: primo iscriversi in piscina, secondo cercare un centro che offra attività a costo contenuto (e si per quanto oculati il trasferimento porta sempre ad un risultativo diverso da quanto preventivato a tavolino in Italia), questo centro anzi due  l'ho trovato  guardandomi in giro e prestando attenzione alle proposte di attività fisiche ed ecco i risultati in quel di luglio: Centro di Attività Motoria (di fatto centro sociale) con frequentazione 3 volte la settimana dove si pratica anche fisioterapia al costo mensile di soli 10 eurini..  e per aggiunta merenda in aggiunta.

Ma la cosa più importante conoscere simpatiche signore :)  che mentre ti insegnano a giocare a carte in portoghese . :/ . e datemi credito  sono una frana anche con le carte italiane, inoltre già oggi dalla seconda lezione con cellulare alla mano hanno voluto leggere con noi le notizie in portoghese e farcele tradurre in italiano..insomma uno scambio allargato di parole portoghese/italiano.
Mio marito al momento è l'unico uomo presente quindi preso a ben volere dalle signore.
Il secondo centro è chiamato del Tempo Libero una associazione di over,over una sorta di Biblioteca, dove si puo' andare a prendere un libro, giocare a carte, fare lezione di Qi Gong due volte la settimana alla settimana alla mattina.

Infine siamo andati in sagrestia per proporci per momenti di volontario (lo facevamo anche in Italia), hanno apprezzato e sono stati gentilissimi ma ci hanno suggerito di imparare un po' di portoghese... post-estate se ne riparla e si vedranno le possibilità.

Conosciamo italiani mi potreste chiedere a questo punto?
Si puo' dire pochi per ora circa 4/5 alcuni conosciuti l'anno scorso nella fase del sopralluogo che hanno attività qui, un'altra coppia  proprio tramite questo forum ma abita circa a 15km. da noi ( e non abbiamo auto ma solo due bellissimi bici usate che ci siamo appena comprate, dopo un mese di pedalate....a piedi)
ed un altro che abbiamo conosciuto in lavanderia con il quale  abbiamo avuto 3/4 incontri fino ad oggi.

Personalmente sono contenta di conoscere altri italiani, pero' sono partita da subito con l'idea che se non si fà proprio il contesto nella quale si vive ogni giorno...e si allora la solitudine e il desiderio di mollare e ritornare indietro... possono destabilizzare questa bella scelta.

A disposizione per chi desidera contattarmi.

Boa Tarde a tutti.

Mia cara Magi2, tu hai un'enorme fortuna,  quella di avere con te tuo marito. L'essere in due facilita notevolmente, credimi.
Per chi si trasferisce come me,  da sola con la gatta,  probabilmente,  e lo dico perché non mi sono ancora trasferita,  per cui non ne ho la certezza,  debba prendere in considerazione  anche "la malinconia" parola che qui in Italia,  non è mai entrata nel mio vocabolario, ma in Portogallo? 
Quanto hai raccontato è senza dubbio interessante, tu e tuo marito, avete avuto ottime idee, che prenderò in considerazione,  ma il piacere, ogni tanto di scambiare due chiacchiere in italiano, mi sa che, mi accompagnerà ancora, sino a quando, trasferitami mi renderò conto della realtà portoghese.
Un caro saluto a te e a tuo marito.
Daniela

cara Daniela di Torino,

la malinconia é un sentimento tipicamente portoghese, si chiama "saudade" e deriva dal tempo in cui i marinai portoghesi lasciavano le loro famiglie per passare lunghissimi mesi in mare, in India, Cina, America, correndo il rischio probabile di non tornare mai indietro e perire fra le onde o di malattie tropicali
ed allora non c'erano i telefonini!

la solitudine é dentro di noi, basta poco per superarla, un sorriso, uno scambio di parole per superare
"l'ermo colle che che tanta parte dell'ultimo orizzonte il guardo esclude"
se impari il portoghese, vai a lezione, ti farai degli amici, e comincerai a frequentare e conoscere i locali vedrai che ti farai molti amici, un amico portoghese é amico per sempre

il sorriso e il saluto in Portogallo, anche fra sconosciuti, non é un fatto rarissimo come in Italia
i Portoghesi sono molto ben educati, purtroppo la maleducazione e la mancanza di rispetto é un fenomeno trasversale in Italia, da Aosta a Capo Passero
basta vedere la differenza nel modo di guidare: in Portogallo le strisce pedonali sono ben dipinte rinfrescate regolarmente, ed assolutamente rispettate, non si usa quasi mai il clacson, la precedenza non é un optional, al giallo del semaforo ci si ferma, il rosso non é un consiglio per rallentare passando, gli stop sono stop  e i sensi unici sono veramente unici

Qui a Porto l'associazione, la Dante Alighieri e la Ascip sono attivissime
il massimo della solitudine, benché molto più giovane, io l'ho provato a Milano, ed erano i favolosi anni '80, tante relazioni, nessun amico/a, tutte scomparse nel tempo, lacrime nella pioggia
a Porto mi sono rivisto con il mio corrispondente di lavoro dopo trent'anni ed é come fosse passato un giorno

Un caro saluto

Dario,
di Torino (la mia amata città che comunque mi manca tantissimo anche se l'ho lasciata nel 1972)

bravo Sergio!
vieni a trovarci a Porto
chiedi i programmi dell'ASCIP, puoi chiamare il consolato e chiedere di Paolo, che si occupa dell'organizzazione nell'ambito della Dante Alighieri
fai pure il mio nome
si fanno serate, conserti, ci si incontra
per te che ami la musica troveresti iniziative interessanti
questo vale naturalmente per tutti coloro che mi leggono ed abitino nella regione nord
un caro saluto
Dario

Grazie Dario, certamente imparerò il portoghese.
Anche per noi  torinesi, un amico è per sempre.
Ti saluto la nostra Torino e di lei mi portero' , tutte le emozioni che mi ha sempre dato.
Daniela

Salve Daniela
in effetti il tuo è punto di vista molto reale.
Puoi contattarmi in privato e ti invio il mio numero possiamo sentirci tramite wapp, personalmente il punto di vista e il sentire dal vivo che si era già trasferito mi ha chiarito alcuni punti nebulosi.

A presto, MaGi2

Ciao ho letto il tuo messaggio.
Mi chiamo Roberto e sono un expat italiano  che vive ad Olhao dal dicembre dell'anno scorso .
Il tuo messaggio mi è piaciuto ed anche a me piacerebbe ampliare le  conoscenze nella zona incontrando qualche altro italiano  e poi mi piace  giocare  a burraco .
Per cui se possiamo metterci in contatto mi farebbe molto piacere.
So che  non è possibile scrivere sul forum indirizzi email o telefoni così credo che lunico modo sia scriverci sulla nostra casella postale .
Ma io proprio  non saprei come fare e quindi  spero lo sappia fare tu .
Aspetto quindi tue notizie e intanto ti.mando un cordiale saluto

Ciao, sono Pietro e vivo a Olhao, e Come te mi piacerebbe conoscere più persone per scambiare opinioni e condividere esperienze
Un saluto a tutti

buongiorno,
capisco perfettamente il problema ed é per questo che invito tutti coloro che vogliono intraprendere il percorso dell'espatrio a pensarci bene perché trasferire la propria vera e definitiva residenza all'estero, pur se per sei mesi ed un giorno, é una scelta di vita "strategica" ben diversa dal passare due settimane per vacanza alle Maldive o per lavoro a Chicago
La solitudine, possibile, può essere il risultato di un trasferimento non ben ponderato o programmato.
Fortunatamente esistono dei rimedi. Per esempio questo ottimo Blog:
qui si possono incontrare persone che hanno fatto la stessa scelta, intrecciare relazioni che possono diventare amicizie.
Per questo consiglio tutti, molti già lo fanno, dopo aver individuato la zona da esplorare prima del trasferimento, di cercare il contatto con persone che già vivono in loco, domandare delle informazioni e, se c'é la disponibilità reciproca, cercare un incontro.
A Porto, dove io vivo metà dell'anno, l'altra metà in Francia, abbiamo la fortuna di avere un'associazione creata dal simpatico ed attivissimo ex Console, con l'appoggio di alcuni volenterosi residenti, la ASCIP DA, presso il consolato e la sede della Dante Alighieri, che organizza cene settimanali, belle spaghettate, tornei di carte, riunioni, concerti e proiezioni. Si é così' creato un bel gruppetto.
Questa settimana a Porto, per esempio, c'é il festival italiano, con il campionato portoghese della pizza, che dura tre giorni.
Insomma, non ci sentiamo soli !

Nuova discussione