Close

Vi sentite felici in Portogallo?

Buongiorno a tutti!

Secondo il Rapporto Mondiale della Felicità del 2016, redatto dall’ONU, i Paesi più felici sono Danimarca, Svizzera e Islanda.

Voi cosa ci dite: siete felici in Portogallo?
La vita in Portogallo vi soddisfa di più rispetto a quella che facevate prima di trasferirvi e per quali ragioni?

La popolazione locale vi dà l’impressione di essere felice? Da cosa lo deducete?

Grazie per condividere la vostra esperienza,

Francesca

Essere veramente felici é molto difficile. Possiamo esserlo per brevi momenti, giorni o periodi.
Comunque, la mia esperienza qui é molto positiva.

Non mi era mai piaciuto vivere nella mia cittá in Italia ed avevo giá fatto esperienza di vita all'estero perché sempre avevo avuto l'idea di andarmene sin da quando avevo 15 anni.

Ovviamente, la vita in Portogallo - o per meglio dire - in Algarve - é piú tranquilla.
In genere tutte le persone che ho conosciuto (salvo poche eccezioni) mi hanno sempre fatto una buona impressione, mentre in Italia, nella mia cittá, non mi piaceva quasi nessuno.

Qui si vive bene, non abbiamo traffico, inquinamento e ci sono turisti ovunque tutto l'anno. A volte sembra di vivere in una localitá di vacanza.

Per quanto riguarda le amicizie, non è facile trovare veri amici portoghesi perché, come giá avevo detto, loro sono molto attaccati alla famiglia e quindi anche se, come nel mio caso, conosco moltissime persone e parlo con molte di loro quasi tutti i giorni, non usciamo mai insieme perché loro sono sempre occupati con i familiari.

Solo una volta, molti anni fa, avevo conosciuto una signora che ritenevo amica.
Lei era portoghese (vissuta a Parigi tantissimi anni). Passavamo molto tempo insieme e ci siamo divertite. Poi, all'improvviso, lei è cambiata e ha cominciato a comportarsi in modo piuttosto sconveniente, per cui io ho interrotto ogni rapporto con lei.

Le altre amicizie che ho fatto qui sono di varie nazionalitá, ma per me qualsiasi persona va bene, purché sia educata, seria, intelligente e con un minimo di cultura.

I portoghesi non sono un popolo felice. Sembrano sempre piuttosto tristi e credo non si sappiano divertire. Anche quando si tratta di persone vissute all'estero per molto tempo, continuano ad avere la stessa mentalitá, a preferire il loro paese, a mangiare i loro cibi (non vogliono neanche provare cose diverse).
Comunque, questi non sono certo difetti, ma solo impressioni che si hanno vivendo con loro.

Per me venire qui è stata una benedizione divina. Non conoscevo l'Algarve né la localitá in cui abito, ma mi è piaciuto tutto subito e sono molto contenta di essere qui. Praticamente vivo in mezzo al verde, passo molto tempo fuori di casa, vado in spiaggia da marzo a ottobre, praticamente non abbiamo brutto tempo neanche in inverno (salvo qualche annata con qualche mese piú freddo) e ho la sensazione di sentirmi piú libera.

In una statistica mondiale di un giornale di cui non ricordo il nome, il Portogallo é stato classificato al 5º posto come sicurezza. Ho anche letto che é uno dei posti migliori in Europa per avere figli. La vita è piú tranquilla ed è per questo che gli inglesi sono giá arrivati alla fine degli anni '60 e continuano ad arrivare ogni giorno, seguiti dagli irlandesi, tedeschi e olandesi. Negli ultimi anni sono arrivati danesi, lo scorso anno i primi francesi (che hanno inondato l'Algarve) e ora arrivano gli italiani.

Ricordo sempre che io parlo dell'Algarve e non del Portogallo in generale, perché nelle zone del nord anche qui c'è piú criminalitá, clima freddo, pioggia etc.

Se volete cambiare vita e cambiarla al meglio, potete venire tranquillamente.
In Algarve ci sono i campi da golf fra i migliori d'Europa e spiagge bellissime.
Di tutte le persone straniere che ho conosciuto, sono molto poche mi hanno detto che vogliono ritornare al loro paese, ma si tratta di persone venute qui dai paesi dell'est per guadagnare di piú.

Per finire, posso confermare che la mia esperienza di vita qui é super positiva e, se avessi saputo come era l'Algarve, sarei venuta qui probabilmente molti anni prima.

Moderato da Francesca il mese scorso
Motivo : Parte del contenuto è stato moderato perchè fuori contesto

Mi trovo d'accordo con le impressioni di Lecis per quanto riguarda l'Algarve. Sono qui da soli 2 anni ma certe peculiarità del territorio balzano agli occhi da subito.Il senso di sicurezza, l'ordine e la pulizia, l'impressione di vivere di più grazie al clima e alla natura amica,quasi affettuosa, sono immediatamente percepibili e ti mancano dolorosamente al ritorno in Italia.Bisogna dire, però,  che la globalizzazione ha colpito anche qui e se è un piacere trovare cibi e brand che ti sono famigliari , meno piacevole è constatare che i prezzi si stanno velocemente allineando. Togliamo ogni illusione a chi pensa di dimenticare qui le difficoltà economiche che incontra in Italia.Dovra' rassegnarsi alle stesse rinunce a cui è  purtroppo abituato da sommare ad altri problemi non  irrilevanti quali la lingua e la sanità pubblica . Mi spiace deludere chi coltiva speranze alimentate da una propaganda spesso interessata.Se vivete bene in Italia vivrete bene anche qui e probabilmente meglio.Se il vostro tenore di vita è medio basso penso che la provincia italiana offra opportunità migliori.

Buongiorno Claudioboss,
bellissima descrizione, ma credo vada fatta una distinzione, anzi, più precisazioni, mi dica se si trova d'accordo.

Chi arriva in Portogallo cercando un'occupazione, è bene che se ne stia in Italia, dove, malgrado la crisi generale, esistono più opportunità lavorative riferite alla maggior parte dei settori, tranne sul turismo, e queste sono mediamente più pagate in Italia.

Chi arriva in Portogallo da pensionato pubblico o da rendite varie ( affitti percepiti dall'Italia ad esempio), avrà secondo me un vantaggio economico abbastanza rilevante ma non incredibile, in terra lusitana. Mi riferisco a coloro che hanno vissuto nelle metropoli italiane. La  qualità della vita, come diceva Lei, non è troppo diversa da alcune province italiane. Questo è verissimo.

Chi arriva in Portogallo da pensionato privato però, con l'agevolazione da Residente Non Abituale, e quindi con la pensione al lordo per 10 anni, ha enormi vantaggi dal punto di vista economico.
Sono del parere che anche per le piccole/ medie pensioni, tra le 900 e le 1300 nette in Italia, il tenore di vita cambi radicalmente.

Qui non si considera tra l'altro l'aspetto emotivo. Molti riportano un elevato grado di benessere dovuto anche al cambiamento, all'inizio di un nuovo percorso, a nuovi stimoli, al sentirsi di fatto rinati. C'è addirittura chi testimonia di aver fortificato legami appassiti in Italia, proprio per questa spinta nuova dovuta al trasferimento.
Come dire, molti hanno ritrovato la serenità, in seguito la felicità.
Almeno queste sono le testimonianze che mi vengono riportate.
E poi si tenga a mente che non esiste solo l'Algarve.

E' d'accordo? e nel caso non lo fosse, quali consigli può dare a chi decidesse di intraprendere questa nuova avventura?

Cordialmente
Maurizio

Dato che non mi era mai piaciuto vivere in Italia e avevo sempre voluto andarmene, posso dire che qui vivo molto meglio. Ho conosciuto e conosco tantissime persone. Ho fatto amicizie, ho trovato lavoro quando sono arrivata (anche se in un ramo diverso dal mio) e sono contentissima di essere qui.
Se avessi saputo come era, sarei venuta molto prima. Io poi adoro il mare e nuotare, per cui qui in Algarve posso andare in spiaggia quasi otto mesi all'anno.

L'impressione che hanno gli stranieri dei portoghesi è che non siano felici e io confermo.
Vivono di medicine e la maggior parte soffre di depressione. Credo che non sappiano apprezzare il buon clima che hanno e pochissimo vanno in spiaggia.

Io qui ho senz'altro una vita migliore e non solo per il clima, ma anche per tante altre cose.
Se devo dare un consiglio a chi vuole venire qui, posso solo dire di non aspettare molto tempo e di fare le valigie. Sono sicura che nessuno si pentirá.

Quello che manca è la cultura. È difficile incontrare persone intelligenti e colte, con cui avere una conversazione decente.
Comunque, qui sul forum, ho conosciuto varie persone (alcune sono giá state qui e ci siamo conosciuti) altre verranno in novembre e devo dire che saremo buoni amici perché si tratta di persone laureate, educate, simpatiche e colte.

Auguri a tutti quelli che inizieranno qui una nuova vita (certamente migliore).

Ciao Lecis, condivido in larga parte le tue impressioni, io sn una pensionata, residente in Portogallo dal mese di febbraio e ho un piccolo appartamento in affitto, in condivisione cn un altro pensionato italiano,  ad albufeira, facciamo a turno.. Nn so dove tu hai casa, ma nell algarve si sta veramente bene....

Ti lascio la mia mail...,
Cordiali saluti... Luisa

Moderato da Francesca il mese scorso
Motivo : Non inserire contatto email in questo forum pubblico

Buongiorno
Certamente la defiscalizzazione per I pensionati privati rappresenta un vantaggio economico rapportato all'importo della pensione e non tale,  quindi, da incidere significativamente sul tenore di vita consentito da quelle medio basse. Sarei più prudente sulla felicità indotta dal trasferimento.Se è  vero che questo può portare nuovi stimoli ad una vita di coppia ormai stanca è  anche vero che,per anziani dal reddito medio basso e che ,mediamente,  non hanno dimestichezza con i viaggi all'estero e non conoscono le lingue, un cambiamento di vita così radicale può risultare traumatico. Ritengo,quindi, assolutamente necessario acquisire una completa informazione e  far precedere l'eventuale trasferimento da un congruo periodo di prova sul posto ad evitare spiacevoli ed irrimediabili sorprese.Non è mia intenzione scoraggiare chi volesse trasferirsi ma , ripeto, come ogni scelta di vita va affrontata con calma e grande ponderazione,  evitando facili e spesso procurati entusiasmi e soprattutto chiarendo i propri limiti e possibilità.

Completamente d'accordo su tutta la linea.

condivido tutto.

Moderato da Francesca il mese scorso
Motivo : Fuori tema, inserisci una nuova discussione
Moderato da Francesca il mese scorso
Motivo : Fuori tema, inserisci una nuova discussione

sono d'accordo che felicità è una parola grossa e non è certo cambiare paese che può dartela,però mio marito ed io ci siamo innamorati immediatamente del Portogallo e,nel giro di tre mesi,abbiamo trovato un appartamento a Tavira e siamo sempre più felici della nostra scelta,ci piace tutto ,clima ,gente,paesaggi ed anche il cibo;è vero che noi siamo abituati a viaggiare,conosciamo più lingue e siamo adattabili e  curiosi,ora ci siamo messi d'impegno per imparare il portoghese e non abbiamo rimpianti anzi,mio marito,in questo momento è in Portogallo ed io,purtroppo,ancora in italia non vedo l'ora di raggiungerlo
noi abbiamo trovato,comunque ,che la vita è molto meno cara che da noi,pensate solo alle bollette del riscaldamento,per non parlare del resto...
cambiassimo idea ve lo faremo sapere

Io non mi sono ancora trasferito, ma degli amici fraterni miei e di mia moglie si sono trasferiti in Algarve da più di un anno. Siamo andati a trovarli a maggio, posso dire solo una cosa: non li vedevamo così sereni e in armonia da moltissimi anni. Hanno ritrovato la gioia di vivere, hanno conosciuto molte persone con le quali condividono cene, gite e tempo libero. Tutte le perplessità sulla loro scelta di trasferirsi sono scomparse, abbiamo deciso di fare questo passo anche noi, anche se solo per sei mesi l'anno. Partiremo a gennaio con le pratiche.

Nuova discussione

Traslocare in Portogallo

Consigli per preparare un trasloco in Portogallo

Voli per il Portogallo

I prezzi migliori per il tuo biglietto aereo in Portogallo