Genitori anziani ed espatrio

Articolo
Pubblicato 2020-01-21 14:24

Per molti espatriati la voglia di trasferirsi all’estero per cambiare vita, o per un avanzamento di carriera, è appesantita dalla preoccupazione di avere genitori anziani che potrebbero in futuro avere bisogno di cure. Come fare quindi per assecondare le proprie esigenze assicurando ai genitori le attenzioni ed il supporto di cui hanno bisogno? Trovate dei suggerimenti in questo articolo.

Mantenete i contatti

Al momento della partenza, si ha sempre la tendenza a promettere che manterremo i contatti, salvo poi disattendere a quanto promesso per mancanza di tempo ed impegni lavorativi vari.
Prima di trasferirvi, mettetevi d’accordo con i vostri genitori su giorni ed orari migliori per chiamarvi. Durante le conversazioni non esitate a parlare di cose che vi stanno a cuore o che vi danno preoccupazione. Rassicurateli anche sulla data del prossimo rientro per qualche giorno di vacanza.
Se avete figli assicuratevi di mantere vivo il loro rapporto con i nonni. Usate Skype o Whatsapp per fare delle chiamate video e spedite delle cartoline se andate a visitare qualche posto nuovo.

Organizzate le prossime visite

A seconda del vostro paese di espatrio potete organizzare di vedervi con più o meno frequenza. Se vivete dall’altra parte del mondo rispetto ai vostri genitori optate per una vacanza insieme che sia a metà strada, per dimezzare costi e tempi di viaggio.
In alternativa invitate i vostri cari a venire a trovarvi proponendo di aiutarli a pagare parte delle spese di viaggio. Saranno felici di scoprire i posti dove vivete. Venire a contatto con la vostra realtà li rassicurerà. Una volta che saranno rientrati e vi sentirete per telefono, vedrete che sarà più facile parlare della vostra quotidianità in virtù del fatto che conoscono quello di cui state parlando.

Chiedete aiuto

Vivendo distante è praticamente impossibile gestire tutto. L’ideale sarebbe che ci fosse una persona di fiducia (come un fratello, una sorella, un parente prossimo) che abita vicino ai vostri genitori che possa informarvi sul loro stato di salute, su eventuali comportamenti che destino preoccupazione, o che semplicemente vada a trovarli di tanto in tanto per accertarsi che tutto fili liscio.
Non esitate quindi a chiedere aiuto in questo senso, sapere di poter contare su qualcuno che mantenga un occhio vigile sui vostri cari, vi farà stare più tranquilli.

Parlate del futuro

Anche i genitori più comprensivi soffrono nel sapervi distanti. Aiutateli a gestire il distacco stando loro vicino mentre si adattano a vivere senza di voi. Come voi avete bisogno di supporto mentre muovete i primi passi all’estero, anche noi hanno necessità di essere accompagnati in una nuova fase della vita lontano da voi.
Affrontate questioni riguardo al futuro: ha senso continuare a vivere in una casa cosi grande ora che sono rimasti in due? E’ giunto il momento che si concedano una bella vacanza? Che tipo di asssistenza medica vogliono ricevere quando invecchieranno?
Alcuni argomenti sono indiscutibilmente spiacevoli da affrontare ma è nell’interesse di tutti sapere come agire negli anni a venire per gestire al meglio ogni situazione.
Per aiutarli a sentirsi meno soli invogliateli a fare un po’ di sport, del volontariato, o ad unirsi a qualche club che organizza attività di gruppo.

Stabilite un piano per le emergenze

 La vita di noi espatriati è ricca di tante esperienze. Ma vivere all’estero avendo genitori anziani è anche fonte di preoccupazioni. Più invecchiano, e più cresce la voglia di passare del tempo di qualità con loro, per creare ricordi. Pensare alla malattia o alla morte di un genitore è devastante soprattutto si è consapevoli del fatto che non si potrà dare loro il giusto supporto o accompagnamento.
È importante che preventiviate un viaggio improvviso in caso un vostro caro abbia un problema di salute. Mettete da parte dei soldi per il volo aereo ed informate il datore di lavoro che potreste avere necessità di assentarvi da un giorno all’altro. Se non avete fratelli o sorelle, individuate persone che in caso di emergenza sappiano gestire la situazione prima del vostro arrivo.

Articolo tradotto da: Aging parents and expatriation: How to balance parents’ needs and your dreams