ci si puo' fidare ad acquistare uova fresche sfuse in Bulgaria?

Ogni volta che acquisto uova in Bulgaria ho il terrore!
A cosa devo prestare attenzione?
Sospetto sempre che I bulgari cambino le date di scadenza, non riesco a fidarmi! :(
Non mi fido neanche della provenienza!
Ultimamente sono riuscito a trovare al lidl delle confezioni sigillate con celophan....
Che mi dite? Avete consigli per l'acquisto di uova?
Cosa devo guardare, che controlli potrei fare?

Non ossessionarti con le date di scadenza, i veri problemi sono di altro tipo.

Considera che le uova sono uno degli alimenti usati da tempi primitivi per la alimentazione umana, quindi solo per questo, sono meglio di tanti altri

ovviamnte devi tenere in conto, che comunque le galline di oggi non sono piu quelle di 100 anni fa
e vengono allevate in allevamenti intesivi, dove anche esse si nutrono con alimentazione OGM e gli vengono somministrati farmaci allopatici
ed e' questo il vero problema
aluises.com/verita-galline-allevamento-mangimi-ogm-uova-biologiche-salvatore-chirico/

uova bio lidl...4 lev, provenienza grecia.
ci sono solo da pochi mesi...prima unica alternativa erano le uova bio harmonica provenienza ungheria a 6 lev.

uova sfuse....no grazie manco regalate.

Le uova di galline con dieta naurale allevate all'aperto (con molti insetti e pochi semi) sono il migliore cibo disponibile.

Al lidl mi hanno dato 30 uova classe A provenienza bulgaria dimensione M a 5,29 leva in offerta. Spero di ritrovarle....che ne dite?

il prezzo e' buono, perche sono 0,90 euro per 10 uova, in Italia paghi minimo il doppio.

Ma io preferirei pagarle 3 volte questo prezzo
e cercare qualche fissato per allevamento di pollo secondo natura.

Perche se tutto il cibo che mangia un pollo e' modificato geneticamente
( i contadini  pensano che sia qualcosa di buono ed all'avanguardia)
anche quando mangi il pollo o le uova,
stai mangiando cibo modificato geneticamente.

non devi scomodare manco gli ogm, chimica e antibiotici. Basta che mangino granaglie, semi di girasole e mais che i grassi del tuorlo diventano squilibrati e non benefici.

Specialmente il mais é deletereo. Io se mangio un pollo allevato a mais non lo digerisco neanche, esattamente come l'olio di mais.

Caspita, non pensavo di incontrare dietologi ed esperti in alimentazione tra gli expat in Bulgaria :)
A me il pollo non piace, ma non sapevo che diventa indigeribile se mangia mais!
Accetto suggerimenti alimentari per la mia dieta....
Di cosa vi alimentate in Bulgaria?
Cosa pensate quando girate con il carrello della spesa?

bhé devi avere o acquisire in fretta certe conoscenze e modus operandi se vuoi sopravvivere in Bulgaria. Mica possiamo riempire il carrello di mmm.....come Janna e pensare di avere risparmiato.

Intanto evitare la logica malata degli anziani bulgari di risparmiare sul cibo per pagare il funerale letteralmente scavandosi la fossa.

puoi risparmiare su tante altre cose in Bulgaria prima di farlo sul cibo e anche sul cibo se sei sveglio ma senza cadere nel delegare lo stato o il supermercato a proteggere la tua salute.

intanto ti consiglio di eliminare dalla tua dieta ogni olio che non sia olio di oliva extravergine fresco in bottiglia di vetro o lattina, olio di cocco extravergine, olio di avocado o riso premuti a freddo.

Questo vuol dire stare lontano da ogni cibo bulgaro che contiene olio di girasole, soia, colza, margarine etc.

Di oli extravergine di oliva in  Bulgaria se ne trovano di tutti I tipi, bulgari, greci, turchi, rumeni, italiani, spagnoli.... e non so proprio piu' di chi fidarmi!!! Ditemi voi una marca di olio extravergine di oliva decente ...

guarda, sugli italiani a parte i marchi sconosciuti in Italia (ci sarà un perché) ti lascio cercare da solo. Ovvio che per essere economici miscelano senza dichiararlo olii comunitari (principalmente greco) e olii extracomunitari (principalmente tunisino)... Io non sono contro questa pratica a parte dichiararlo e che il prezzo sia adeguato. Poi tra gli altri ci sono contraffazione per prodotti da spedire all'estero, con olio di oliva semplice ma anche olio di semi. Tipo il primadonna del LIDL é stato trovato non essere corrisponte allo standard extavergine.

Fino ad oggi io prendevo le latte da 5 litri (un paio l'anno) di olio fresco greco a novembre/dicembre al LIDL...Arxaika. Ottimo, anche in Grecia considerato il migliore qualità prezzo...poi l'anno scorso la latta é diventata di 4 litri, poi quest'anno hanno cambiato marca...e cigliegina finale...a dicembre invece di vendere l'olio fresco il LIDL ha propinato quello dell'anno scorso.

quindi la mia opzione principale si é squalificata da sola e per adesso finisco quello che ho poi comprerò i soliti in bottiglia tipo minerva bio o kalamata, questo molto buoni e intensi li trovi in latte piccole/ bottiglia da 500 ml  al Kaufkand, e durantee la settimana greca anche al lidl, meno pregiato di quello del kaufland  riesci a prenderlo fresco con lo sconto perché i bulgari non lo acquistano.

ci sono spesso offerte...ma devi proprio stare attento alle date.

ma oggi c'e la fortuna di poter acquistare con internet
e da quello che ho capito
fino a 150 euro, non ci sono problemi di nesun tipo, nell'acquisto con  internet nei paesi esteri appartenenti all' EU.

Se uno vuole ad esempio uova con allevamenti naturali, oppure olio di oliva vero 
allora lo compra da qualche piccola azienda italiana e se lo fa spedire
Ci sono i costi di spedizone, pero comprando direttamente dai produttori, si ha un risparmio che ammortizza il costo di spedizione
Inoltre quando si acquistano grosse quantita, la spedizione e' spesso gratuita.

Il cibo italiano e' comunque tutt'oggi, tra i piu qualitativi al mondo,
nonostante stiano facendo chiudere tutti i piccoli produttori
lasciando campo libero solo ad i grossi, che per profitto....ne combinano di tutti i colori.

Comunque,  potremmo anche comprare anzicche per una persona, per 4-5 persone, e otterremmo prezzi decisamente piu bassi che nei supermercati bulgari
nei quali per i passaggi di mano, i prezzi  triplicano

uhmm si e no perché la modica quantità é opinabile. Ossia benchè idealmente non ci sono tasse di importazione per beni all'interno dell'EU questo si applica alle aziende e ai privati per modiche quantità ad uso personale.

Perché l'EU é molto bella ma ogni stato vuole la "sua parte". Prendi l'importazione di auto. Tu hai già pagato l'iva quando l'hai comprata ma la Bulgaria e la Grecia per esempio si inventano una ecotassa che é di fatto una tassa sull'importazione alla faccia del libero mercato comune...che magari in BG sono 200 euro ma in Grecia sono quanto l'iva.


Se per esempio io me ne vado in Grecia e mi prendo 4 taniche da 5 litri di olio che potrebbero essere l'uso che ne fa una famiglia in un anno potrei vedermi l'olio sequestrato o richiesto di pagare iva e multe. Qui la frontiera é vicina e si sprecano le notizie su quanta gente viene fermata se con merce piú abbondante di una comune spesa al super.

I corrieri non subiscono controlli di routine e non sono la gestapo degli uffici postali che stanno a registrare il tuo codice fiscale ad ogni mossa ma é anche vero che  i corrieri costano spesso anche piú della merce se non usi servizi cargo.

per esempio econt ha un buon servizio cargo con UK, DE, RO, GR ma non con l'Italia.

io sapevo che se ad esempio compro da una azienda agricola italiana,  che ha un portale web
posso importare fino a 150 euro, senza pagare dazi (devo solo pagare IVA)
e mi viene spedito per posta (o altro)
In genere il tempo di spedizione e' di 10-15 giorni lavorativi

Logicamente se 5 persone comprano prodotti fino a 150 euro, significa 750 euro, quindi si puo scendere sul prezzo di contrattazione con il venditore
ed anche la spedizione puo essere gratuita

Se invece vivessi a Burgas che e' una zona franca, non pago i dazi neanche per valori superiori a 150 euro

se importi tu come privato trasportando tu stesso il tutto si riduce a non superare i limiti 430 euro /150 euro e se non ci sono accise sui prodotti finisce li. L'iva vome privato l'hai pagata nel paese d'origine. Quante volte vuoi pagarla??

se invece b2c o b2b le cose sono piú complesse per non dire che dal primo gennaio cambiano e per giunta la Bulgaria non mi da l'idea di uno stato che non provi a rigirare le carte in tavola fiscomania.com/e-commerce-iva/

adesso su customs.bg stanno aggiornando le pagine in inglese per cui non si sa che faranno.

faccio notare che invece di lasciare la versione corrente e fare l'update a seguire preferiscono lasciare le pagine vuote.

un po' come quando aprono le buche per riparare le strade ma le lasciano aperte per mesi prima che si decidano a riempirle.

sulla burgas free zone o ogni altra healyconsultants.com/bulgaria-company-registration/free-zones/

per cui non é che importi quel che vuoi...prima ti registri come compagnia nella free zone, metti giù 25k, poi affitti degli spazii...

anche le industrial zone sono interessanti se sposi un tax wizard e hai soldi ds investire.

Tutto mi sarebbe venuto in mente tranne di acquistare uova da un produttore italiano stando in bulgaria :)
Forse potrei comprendere il viceversa assieme ad altri prodotti.
So per certo che c'e' una zona a Roma dove I bulgari si ritrovano tutte le settimane la spesa fatta in Bulgaria portata con I soliti minivan e furgoncini.
Effettivamente vivere in una citta' italiana e fare la spesa in Bulgaria e' conveniente...

certamente suona più folle che comprare una bidone da 10kg di marmellata ma se vuoi la cosa più folle é che se le comprassi bio le uova  dall'Italia ti costerebbero meno di quelle vendute in Bulgaria.

Per via della diversa composizione dei consumatori a livello  socioeconomico un prodotto con un minimo di qualità non costa solo molto in proporzione con il costo della vita ma costa piú che in Italia. E li si intravede che l'economicità bulgara é a macchie di leopardo specialmente per un expat. Magari spendi solo 16 lev al mese per internet ma poi deve spenderne 60 per le uova.

Mmmm caro EVTRA con questo "metti 25k" sembri uno di merril lynch .... sono loro che parlano di 25k, 1 megaeuro da "parcheggiare" qua e la nel mondo in depositi bancari o titoli ....
In Bulgaria mi vengono I brividi solo al pensiero...
Cmq e' bello poter sempre pensare di investire in bulgaria.

si sono come quei sogni mai consumati, belli, perché mai consumati😂...perché chi li ha consumati li ha visti trasformarsi in incubi.😅

per quanto la mettano allettante all'interno delle aree industriali e free zone, tipo zero tassazione  etc c'é sempre il mega krastavitsa bulgaro pronto a inc...

allora non ho capito bene,
ammettiamo che io voglia acquistare come privato
150 euro di uova italiane
allevate da una azienda che le alleva in maniera naturale
e che ha un portale web, ove faccia la vendita on line e ci scrive
"spediamo anche in estero"

La contatto e mi faccio spedire le uova all'indirizzo di casa in Bulgaria.

Posso farlo?

Se invece fossero 300 euro di uova?
Se invece fossero 450 euro?

Quali adempimenti eventualmente sarebbero necessari?

Comunque le ultime volte che sono ritornato dalla Grecia, alla dogana in Kulata
non c'era piu nessun controllo...cioe si passa dritti senza fermarsi
Analogamente quando si entra in Trieste dalla Slovenia.
Quindi per chi nelle vicinanze potrebbe anche andare a comprare tutte le uova che vuole o altro, in Grecia
Se non ricordo male, neanche all'imbarco in Igumenitza e Brindisi fanno piu controlli.

P.S.
Passo una chicca ad i novizzi, visto che e' capitato il discorso e non so se ricapita.
Se quando comprate i biglietti per imbarcarvi sulla nave, li fate comprare ad uno che ha documenti bulgari, risparmiate circa 115 euro A/R, con cui potete andare 8-9 volte a mangiare la pizza  in due, in buon ristorante bulgaro fuori Sofia.

premetto che non sono un esperto, che le norme vengono comunemente ignorate da entrambe le parti, che 10 volte di va di c. ma la undicesima ti trovi in una situazione kafkiana, che uno stato può avere ulteriori regolamentazioni che confliggono con quelle EU e che dal 1 gennaio ci sono sostanziali cambiamenti...

a te come privato che acquisti merce online ad oggi entro il limite del valore complessivo riportato in fattura (benchè non sia una vera fattura)quindi presumo comprensiva delle spese di spedizione e iva l'unica cosa che al momento ti può interessare é se ci sono accise sul prodotto specifico o cosa pensa lo stato bulgaro del tuo importare 150 euro di uova (450 se accompagnata da 3 fatture da 150 a nome diversi ???) Ossia se il tuo importare o esportare può essere segnale di attività commerciali non dichiarate. Questo vale anche per cio' che importi tu direttamente. Tipo i greci fermano bulgari e greci che si riforniscono in bulgaria di merce non dichiarata...magare sta nei 150 euro a viaggio ma a loro non interessa.

Es se tu vai  alle poste o courier e spedisci da privato 20 pacchetti  contenenti ognuno una confezione di wafer bulgari ad amici e parenti loro automaticamente pensano che tu li stia vendendo. Cosa ne segue non lo so a parte aver letto sul giornale di multe salate.

per estremo detto questo, me lo dite, piazziamo noi le galline di cui curiamo alimentazione 100% autoprodotta etc e facciamo prima a produrcele in bulgaria e a spedirle con i minibus.

cmq rimandiamo la discussione dopo il primo gennaio e vedrai che per esempio chi "spedisce all'estero" potrebbe cambiare idea perché non a 100k deve aprire un rapporto con l'erario di un altro paese, ma a soli 10k e che cambiano molte cose di dove chi quando si paga l'iva.

magari poi é tutta fuffa e chi lo fa di lavoro ti dirà che é tutto molto semplice ma diciamo che il problema sta quasi sempre nel punto di importazione.

Sulle dogane mi sembra strano, ossia la Bulgaria é ancora non Shenghen (i controlli vengono fatti principalmente in entrata non Shenghen, quindi dal lato Bulgaro) e a parte l'arrivo di tutto il sistema elettronico a norma di controllo non so se fanno test per traffico non commerciale e la tua esperienza sia un caso o la nuova situazione.
I controlli non si vedono ma ci sono. Al porto di Venezia mi é capitato diverse volte al ritorno dalla Grecia di essere selezionato per controllo forse perché ho un minivan per vedere che avevo dentro. Stesso a Patrasso e Igoumenitsa ma li penso sia più per vedere se ci sono immigrati.

comunque tutto viene registrato anche se non ci sono controlli visibili. Dammi retta sanno perfettamente quando entri ed esci anche all'interno di Shenghen e ne ho esperienza diretta.

Sullo sconto ti do una altra dritta: almeno che tu non vada ad agosto ti conviene comprare il biglietto al porto il giorno della partenza dove (visto e discusso ad Ancona) i camionisti prendono i biglietti a prezzi scontati con la cabina in più gratis...la cosa folle: a camionisti 60enni con la panza l'impiegata applica tutti gli sconti esistenti...tipo pure quello per studenti!!

Sono d'accordo,

"me lo dite, piazziamo noi le galline di cui curiamo alimentazione 100% autoprodotta etc e facciamo prima a produrcele in bulgaria e a spedirle con i minibus."

In effetti come soluzione non mi sembra male.
Manca la controparte che potrebbe essere quella dei "gruppi di acquisto solidali italiani".
Escludo infatti che I bulgari possano avere bisogno di esportatori italiani di prodotti bulgari con minivan in Italia visto che lo fanno gia'.

Un'idea potrebbe essere quella di fare una lista di tutti I gruppi di acquisto, contattarli e rifornirli periodicamente con prodotti freschi bulgari selezionati....

Cmq a dire il vero al LIDL ho trovato I rapanelli della provincia di roma....ditemi tutto ma trovare I rapanelli italiani in bulgaria ad un prezzo nettamente inferiore a quello dei supermercati italiani per me e' stata una sorpresa.
Sono sempre piu' convinto che le aziende italiane facciano di tutto per conquistare I mercati, compreso vendere sottocosto....
Forse la stessa azienda di rapanelli in provincia di roma impiega lavoratori bulgari in nero e cosi abbatte I costi, ...."a pensar male si fa peccato ma spesso ci si indovina"

a me non stupisce affatto....certo fa ridere vedere che il 90% delle insatate sono italiane o olandesi, non é che i bulgari non sanno fare i rapanelli anche se in effetti sanno fare poche coltivazioni rispetto l'italia o altri paesi con agribusiness sviluppato. Dipende dalla mancanza di grandi aziende/consorzi/capacità di rispettare i contratti e standards etc.

Es Lidl non é che acquista rapanelli dai produttori locali ma da aziende interfacciate coi grandi gruppi di distribuzione  che possono garantire tutto l'anno o stagionalmente grossi quantitativi provenienti da più aziende che vengono esportati in piú paesi secondo come logistica conviene o no.

secondo me se levassero la legge che obbliga i supermercati di vendere 60% di prodotti bulgari tutte le grosse catene smetterebbero di venderli domani mattina.

EVTRA :

l'unica cosa che al momento ti può interessare é se ci sono accise sul prodotto specifico o cosa pensa lo stato bulgaro del tuo importare 150 euro di uova (450 se accompagnata da 3 fatture da 150 a nome diversi ???) Ossia se il tuo importare o esportare può essere segnale di attività commerciali non dichiarate. Questo vale anche per cio' che importi tu direttamente.

quindi sostanzialmente
se io acquisto con internet 150 euro di uova, (circa 60-70  scatole da 10 uova)
potrebbero accusarmi di farne un commercio non dichiarato.

Pero in una tale ipotesi
io potrei dire sempre, di avere regalato 10 scatole per ogni mio amico
oppure di aver fatto un acquisto di gruppo, senza lucro.
Penso anche si possa  intestare la fattura o lo scontrino di vendita a piu persone

Insomma l'Europa fonda appunto sulla libera circolazione di merci e persone
quindi se ci si informa bene, si riesce a trovare la giusta strada, per poter mangiare cibo buono, in Bulgaria

ci sarà una legislazione per gruppi d'acquisto/club/ associazioni. Bisogna solo scavare nella fuffa della legislazione.

la strada per il cibo buono in bulgaria é produrtelo e vendere o scambiare il surplus. Ci sono delle realtà positive se vuoi, ma devi fare scouting e creare un gruppo di acquisto. Io conosco allevamenti di struzzi, emu, bovini angus, produzione latticini etc. Certo che solo muoversi per un arrosto e due bistecche rendono il tutto abbastanza costoso per cui vige la necessità di acquisti coordinati.

Voglio anche ricordare che benchè il capitalismo ha preso il sopravvento esistono ancora cooperative che operano su terreni comuni. Una famosa é vicino Pamporovo. (S)fortunatamente sono realtà più di sussistenza interna che di business ma sicuramente sono situazioni interessanti.

l'importazione/esportazione per adesso vale ancora la pena ma diventerà in futuro un lusso non sostenibile tra riduzione della produzione globale dovuta al clima e caro petrolio e frammentazione delle infrastructure.

Due anni fa lo stato bulgaro ha fatto un trial per la coltivazione di ulivi qui vicino al confine con la Grecia con varietà di piante resistenti al freddo. Il tutto é fallito perché la gente che ha ricevuto le piante gratuitamente non se ne é curata. Quindi la speranza di un olio d'oliva bulgaro é ancora lontana. Non producono neanche l'olio di girasole alto oleico.

e vabbhe nel futuro non sappiamo cosa succede
potrebbe scoppiare anche una guerra mondiale o chissa cosa.


Ma adesso organizzarsi per poter acquistare cibo qualitativo
credo e' una priorita
perche il cibo bulgaro e' seriamente preoccupante

Ricordo le prime volte che andavo nel self service bulgari
e vedevo tutte quelle pietanze che in apparenza sembravano buone
ma poi dopo averle mangiate sentivo una strana sensazione

Poi, siccome la metro e' aperta anche di notte, ci andai a fare una visita di notte
e li vidi tutti i ristoratori che vanno a comprare il cibo in grosse confezioni
che poi usano nei loro ristoranti.

Ebbene quel cibo e' tutto cibo a prezzi molto convenienti
ma e' cibo sintetico che arriva da chissa dove,
ove non esiste nessun controllo
e fatto chissa con quali metodologie.

Considerate che le persone appartenenti alle masse, sono idioti e non solo in Bulgaria, ma anche in Italia ed un po ovunque
quindi anche se sanno che un prodotto e' modificato geneticamente, lo considerano qualcosa di normale e buono, se solo ha un buon sapore
come ad esempio il cibo venduto nei Mac Donalds che addirittura e' anche gustoso, e le patatine non ammuffiscono dopo 3 mesi


Quindi quando vi mangiate un omelette in ristorante, sappiate che le uovo con cui ve lo hanno preparato, probabilmente arrivano dagli allevamenti del pollame in Vietnam o chissa dove
e per poter costare meno che in Bulgaria, chissa quali trattamenti hanno ricevuto.

i self service o ancora peggio i banconi rosticceria dei supermercati sono dove il cibo in scadenza e invenduto finisce...

Tra l'altro proprio nei banconi salumi/formaggi/carne e pesce sono quelli di cui c'é prova a seguito di controlli che vendono la peggio roba di tutti perché non tracciata. In un controllo sui grandi supermercati proprio i fornaggi venduti al taglio erano quelli adulterati con proteine di soja, olio di palma, latte in polvere e addendanti etc.  e questo non al supermercatino bettola di quartiere ma al Kaufland, CBA e Billa etc.

btvnovinite.bg/bulgaria/obshtestvo/v-9-marki-sirene-na-pazara-e-otkrito-palmovo-maslo-ili-suho-mljako.html

scorrete la tabella e notate come la maggiorparte dei prodotti adulterati segnati in rosso siano prodotti sfusi al taglio.

Anche il manager di Kaufland Bulgaria vende cibo che non darebbe ai suoi figli.

interessante articoletto che svela come la Bulgaria approccia il problema...mettere tutto sotto il tappeto.

m.offnews.bg/news/Obshtestvo_4/Shefat-na-Kaufland-Balgariia-nikoga-ne-bi-dal-na-detcata-si-hrani-koi_664246.html

"self service o ancora peggio i banconi rosticceria dei supermercati sono dove il cibo in scadenza e invenduto finisce..."

Ma allora dove finisce l'invenduto dei supermarket e dei self service bulgari?

mario12345 :

"self service o ancora peggio i banconi rosticceria dei supermercati sono dove il cibo in scadenza e invenduto finisce..."

Ma allora dove finisce l'invenduto dei supermarket e dei self service bulgari?

pink slime...e rientra nel sistema 😂

State pur certi che se andate in un Mac Donalds (faccio solo l'esempio piu comune, ma stessa cosa dicasi per tutti gli altri simili  KNC, Happy Bar and Grill , ecc)
non mangerete nessun cibo adulterato

fatevi una ricerca in youtube con la query
mc donalds decomposione
poi vederete cosa succede veramente quando questi cibi vengono lasciati ad adulterare.

come ho gia detto, il vero problema non e' mangiare un uovo adulturato
ma tutto quello che viene aggiunto nei cicli per la sua produzione, affinche si allungano i tempi della sua adulterazione.

ci sono anche video in youtube
in cui una persona va a mangiare ogni giorno da Mc Donalds
e poi va di tanto tanto, a fare analisi corporee
per dimostrare cosa avviene al nostro corpo, mangiando questi cibi (che non sono mai adulterati e ci sono  condizioni igieniche assolute)

Nuova discussione