Città più economiche in Portogallo

Buongiorno a tutti,

Fare un preventivo delle spese da sostenere dopo il trasferimento in Portogallo è di fondamentale importanza.
La soluzione ottimale è installarsi in una località dove i costi sono ragionevoli e la qualità della vita è buona.

Dateci qualche dritta per aiutare le persone che stanno per espatriare in Portogallo:

Quali sono le città più economiche in Portogallo?

Quali sono i motivi per cui il costo della vita è meno caro rispetto ad altre località del paese?

Qual è il budget medio da preventivare per una persona sola, una coppia, o una famiglia?

Con che facilità un espatriato trova lavoro in queste città e com’è la qualità della vita in generale?

A che tipologia di espatriato si adattano queste città del Portogallo? La gente del posto è aperta verso gli stranieri?

Grazie per condividere la vostra esperienza!

Francesca

É chiaro che una risposta corretta presupporrebbe un soggiorno prolungato in più città o località. Io posso portare due esempi fuori da città come Lisbona o Porto. Costa de Caparica, a sud del Tejo, posto di mare, i prezzi relativamente bassi fuori stagione si alzavano sensibilmente con l'afflusso dell'alta stagione. Caldas da Rainha, media cittadina  tra Lisbona e Leiria, con prezzi portoghesi buoni e/ma con un relativo incremento rispetto all'anno passato. La presenza turistica non è trascurabile. Non ho i dati inflazione ma la sensazione è che i prezzi siano in aumento. Penso che il budget per una coppia in località media non possa essere inferiore ai 1500 euro mese. Poi ognuno veda e si regoli come vuole. Forse in un villaggio  nell'Alto Douro la vita costa meno ma non saprei dire.

personalmente suggerisco Setubal,dove ho la mia residenza.Niente flussi turistici stagionali,prezzi stabili,a mezz'ora da Lisbona,tre spiagge stupende e ben attrezzate.
E' stata una buona scelta dopo l'esperienza dell'Algarve coi prezzi impazziti. Saluti

Bom dia,
per rispondere punto per punto:

Quali sono le città più economiche in Portogallo?

In genere, le città minori, sotto i 40.000 abitanti, non sulla costa e non turistiche, sono le più abordabili.  Oltre a Caldas da Rainha, suggerirei anche centri minori come Alcobaça, Torres Novas, Abrantes, cittadine a poco più di un'ora da Lisbona, che sono ottime per la qualità della vita che offrono.  Coimbra è molto bella ma un più cara, anche Aveiro è molto carina.

Quali sono i motivi per cui il costo della vita è meno caro rispetto ad altre località del paese? 

Lisbona, Porto, incluse le località limitrofe e l'Algarve sono più note, sui percorsi turistici, e quindi più care.

Qual è il budget medio da preventivare per una persona sola, una coppia, o una famiglia?

Una coppia, in media, non spende meno di 1700 Euro inclusa assicurazione salute e 2 auto (i prezzi stanno aumentando anche qui), una famiglia con 2 figli intorno ai  2200.

Con che facilità un espatriato trova lavoro in queste città e com’è la qualità della vita in generale?

Trovare lavoro in Portogallo come dipendente non è consigliabile, i salari sono intorno ai 1000 Euro lordi, e le opportunità di lavoro si concentrano nei centri maggiori.  Chi, in età da lavoro, sceglie il Portogallo delle città minori di solito lavora, anche online, per società straniere o avvia un'attività propria (superando una burocrazia che fa raddoppiare i tempi e affidandosi ad agenzie di riscossione crediti). 
Il Portogallo è consigliabile agli artigiani, tecnici-installatori, pet groomers: le tariffe sono di poco inferiori a quelle italiane, tassazione al 20%, e con la penuria di tecnici qualificati che c'é, non hanno molta concorrenza.
Se per qualità della vita intendiamo uno stile di vita rilassato, poco traffico, presenza di strutture sanitarie e impianti sportivi, spazi verdi, bassa densità demografica, scarsa criminalità, inquinamento quasi inesistente certamente i centri minori offrono un'alta qualità della vita.

A che tipologia di espatriato si adattano queste città del Portogallo?
La gente del posto è aperta verso gli stranieri? 

I pensionati sono le persone che più beneficiano di questa tranquillità; certo ci vuole un po' di spirito d'avventura e d'adattamento per lasciare il proprio paese quando non si è proprio giovani (dopo un paio d'anni ci si sente "a casa", seppure per 6 mesi all'anno). 
Se si conoscono bene altre lingue è più facile relazionarsi con altri expat, ma comunque il portoghese bisogna proprio impararlo (e non è facile parlare bene questa lingua, anche se potrebbe sembrare diversamente).
La gente del posto è come ovunque, come si fa a classificare tutta la "gente"?  Diciamo che poiché il 2% del PIL portoghese è generato dalle spese degli expat, che percepiscono pensioni e salari all'estero (e molti sono i portoghesi rientrati dall'estero dopo una vita da emigrati), la maggior parte dei portoghesi vede di buon occhio l'arrivo di stranieri.  In genere sono aperti e disponibili quanto gli italiani con altri... expat europei. :cool: 
Il Portogallo è un paese latino e cattolico, la famiglia è il fulcro dei rapporti (e anche dei conflitti), l'apparenza è molto importante e curata, una certa modestia e mestizia si nota nelle persone di una certa età, i giovani sono in genere bene educati e calmi, la risposta "no" è sostituita da un "sì" che vale un "forse",  "um bocadinho" è l'unità di misura del tempo più flessibile che esista.  Almeno qui da noi.

Nuova discussione