Close

trasferimento pensione

Buonasera a tuuti, ho letto su discursione precedenti, che il  trasferire la pensione dall'Italia, ci vuole molto tempo, vuoi x i sei mesi di residenza, vuoi x tutta la burocrazia del portogallo, e quella dell'Italia si puo arrivare a circa 18 mesi, e vero?.......mi chiedo, a me manca 14 mesi circa x la pensione, e se mi trasferisco sette- otto mesi prima di andare in pensione, non riesco ad anticipare un po i tempi, magari x la residenza e l'iscrizione all'Aire, poi al momento della domanda di pensione avrò, gia tutti i modelli pronti,  chiedo a voi, che avete già tanta esperienza al riguardo, amici di questo splendito gruppo, potete darmi informazione se sbaglio,     grazie

Ciao,
bruceresti parte della de-tassazione  decennale di cui usufruiresti da subito senza essere in pensione.

Il trasferimento è meglio che coincida con il diritto alla pensione o dopo.
Non prima.

Buongiorno Gennaro

ti riferisco la mia esperienza
ho iniziato con il fai da te, tieni presente che conoscevo già il paese,parlo portoghese abbastanza bene ed ho amici portoghesi, ho affittato l'appartamento con una certa facilità (trovato sul sito idealista.pt)
ad un certo punto ho trovato un collo di bottiglia ed ho dovuto rivolgermi ad uno specialista italiano che fa questo mestiere.
Il tutto é durato 5 mesi 1/2 dal momento della mia iscrizione all'Aire in Portogallo, io ero già residente all'estero.
Da discussioni con amici italiani che hanno già la residenza in Portogallo piu' o meno questo é il percorso di tutti.
La cosa dipende moltissimo dalla sede dell'INPS (se la tua pensione dipende dall'INPS), la mia era quella di Imperia.
Il consiglio che ti posso dare é di rivolgerti in largo anticipo alla tua sede dell'INPS, dicendo che vuoi trasferirti all'estero al momento della pensione (non dire che vuoi venire in Portogallo, non li riguarda c'è una certa fobia burocratico demagogica in questo momento fra i dipendenti del Sig. Boeri contro lo 0,2% dei pensionati che vogliono andare all'estero), in un paese che ha accordi con l'Italia per la non doppia imposizione. Dove vuoi andare é una scelta tua, che sia Germania, Grecia, Tailandia, Portogallo, ecc...
Ricorda soprattutto che andare a vivere all'estero é una scelta abbastanza drastica, exit é exit non per finta per non pagare tasse, potrebbe anche essere un problema per chi non ha mai vissuto all'estero, quindi fai qualche vacanza scegliendo dove vorresti andare a vivere PRIMA di fare questa scelta, il Portogallo non é l'unica.
Spero di averti dato delle idee, a tua disposizione se vuoi altre informazioni
Un caro saluto
Dario

SENSATISSIMO il consiglio di Dario.

".....(non dire che vuoi venire in Portogallo, non li riguarda c'è una certa fobia burocratico demagogica in questo momento fra i dipendenti del Sig. Boeri contro lo 0,2% dei pensionati che vogliono andare all'estero),....."

Stefano

grazie Sbertan, siete delle persone fantastiche, x l'informazioni che date rapide, e oneste, grazie ancora, recepito il messaggio,

salve Dario, ho letto delle sue discursione, lei e sempre molto preciso, e con molta esperienza a dare importanti spiegazioni,  la ringrazio x aver risposto alla grande!!  la mia domanda.  sicuramente approfittero della vostra gentilezza  in seguito, grazie di cuore..  buona serata

con molto piacere a disposizione
un caro saluto
Dario

Visto che si parla di tempi, vorrei riferire che io ho ottenuto l'iscrizione AIRE in meno di un mese. Il 4 Giugno e' stata presentata la domanda al consolato di Lisbona e il 28 ho ricevuto la PEC dell'ambasciata che mi comunicava l'avvenuta iscrizione. La mia via crucis e' iniziata alla fine di Marzo con l'affitto di una casa (200 euro al mese qui in Viana do Castelo)  ed ho buone speranze di avere la pensione lorda questo 1. Agosto, vi sapro' dire. Comunque tutte le pedine sono gia' al loro posto, inclusa la copertura sanitaria (ho presentato ieri alla Seguranca Social il modulo S1 della mia ASL di Treviglio). Con questo voglio dire che la tempistica non e' necessariamente tremenda. Buona giornata a tutti
Sergio

Bravo ...  utile  cronistoria .

Grazie

Buonasera. Volevo chiederti : hai fatto tutto da solo o ti sei appoggiato ad una agenzia ?
Patrizia

Devo molto ad un bravo avvocato(a) di Lisbona, anche le cose che ho fatto io sono state ben indirizzate da lei. Inoltre io gia' parlo portoghese (male), il che aiuta molto. Saluti

Più leggo le vostre risposte e più mi convinco che il fai da te sarà veramente difficile.Grazie della risposta.

La tempistica
Tre mesi turista
Entro fine marzo chiedere la resistenza in pt
Andare ambasciata a dire di essersi trasferito e dirlo anche in comune dove uno risiede in Italia
Portare S1in pt
Richiesta TEAM alla mutua Italiana
Posso avere un po' di confusione se qualcuno vuole aggiungere alcune precisazioni

Meglio
in PT
Immediata residenza (fiscale) in PT al 01.10.2017
richiesta in ambito di residenza fiscale in PT dello status RNH (cioè esenzione)  il 01.03.2018
Immediata ambasciata  iscriz. AIRE 01.10.2017

re-immatricolazione veicolo ex.ITA

in ITA
comunicazione al comune che si è AIRE   15.10.2017  (avrà valore quello dell' Ambasciata , ma meglio abbondare)
richiesta ad INPS  che potrà così lavorare la pratica entro il 30.06.2018 (data entro la quale si ha diritto ad essere de-tassati ottenendo gli arretrati del 1 semestre 2018)
e  non avrà scuse in quanto i 183gg di permanenza  PT  saranno già validati ad  APRILE 2018


eccetera
per i modelli sanitari  con comodo  sia ITA che PT

X Sbertan  , scrivi per la comunicazione al comune di residenza attuale italiana( " meglio abbondare"). Non è proprio così. Per poter dire che ad aprile 2018 hai già  6 mesi di residenza, devi avere lo status di iscritto ad Aire da 6 mesi ( parlo ovviamente dei rapporti con l'INPS). L'unico modo certo per i 6 mesi è quello della comunicazione al Comune, perché è il comune che ti iscrive all'Aire, e lo fa appena riceve comunicazione dal Consolato di Lisbona, e come data di iscrizione fa fede: o la data del documento ricevuto dal Consolato, o la data di presentazione del tuo modulo di trasferimento al Comune( solo se lo hai fatto). Sappiamo che il Consolato qualche settimana, o mese, lo
Impiega per inviare il documento al Comune. L'INPS, per esperienza personale, lavora la tua pratica dopo i 183 giorni di iscrizione all'Aire. Questo me lo ha confermato anche il direttore dell'agenzia di Milano.

X Sbertan, e scusa. Altra precisazione , tu scrivi: " richiesta ad INPS  che potrà così lavorare la pratica entro il 30.06.2018 (data entro la quale si ha diritto ad essere de-tassati"). Non è proprio così. Tu puoi fare domanda ad Inps per avere la detassazione della pensione, incluso arretrati 2018, entro dicembre 2018. Se hai i famosi 183 giorni e il documento timbrato dalla finanza portoghese ne hai diritto e quindi puoi fare domanda all'INPS.  Se ne hai diritto puoi richiedere gli arretrati anche alla agenzia delle entrate ( se non ricordo male entro 48 mesi dalla maturazione del diritto, comunque è tutto scritto). Discorso diverso riguarda tempi e modalità del rimborso.

Veramente  Luited  non sono i rapporti con l'INPS , l' INPS  non "concede" la detassazione  in quanto è solo ente erogante della pensione.

Il nostro status di resid. fiscale o meno è con l'Agenzia delle ENTRATE e
per evitare la DOPPIA imposizione e rientrare nell'anno fiscale  solo PORTOGALLO e  no  ITA 
bisogna "completare  il giro "  entro il  30.06.20xx  .
Per questo bisogna calcolare che i 183gg  "cadano"  entro il 30.06,
così  quando  Mamma INPS  farà i conti potrà applicare la de-tassazione.

Oltre il 30.06  non si è detassati e  si va all'anno fiscale successivo in quanto l'anno fiscale non è frazionabile.

Poi è ovvio che la domanda all'INPS  la si fa quando conviene,  l'importante è marcare il DIRITTO .

Inoltre importantissimo  come dici tu, non opzionale ad abundantiam
ma VINCOLANTE e COMPLEMENTARE fare l'iscrizione in Comune.

+++ NON TENETE CONTO ....   errato come dice LUITED +++

X Sbertan. E' totalmente sbagliata la tua affermazione : "Per questo bisogna calcolare che i 183gg  "cadano"  entro il 30.06, ". Totalmente. Io ho la residenza( attraverso data di registrazione al Comune) dal 6 febbraio 2017, 183 giorni maturati ad inizio agosto, domanda lavorata dall' 'Inps, che fa da sostituto di imposta, quindi in questa fase come fosse agenzia delle entrate, il 29 agosto , mi ha poi comunicato che è stata accettata. Ti raccomando di verificare.

X Sbertan. I 183 giorni devono cadere entro il 31 dicembre, cioè nell'anno solare.

luited :

X Sbertan. I 183 giorni devono cadere entro il 31 dicembre, cioè nell'anno solare.

Fiscalità internazionale
Ai fini delle imposte sul reddito sono considerati non residenti coloro che non sono iscritti nelle anagrafi comunali dei residenti per la maggior parte del periodo d’imposta, cioè per almeno 183 giorni (184 per gli anni bisestili), e non hanno, nel territorio dello Stato italiano, né il domicilio (sede principale di affari e interessi) né la residenza (dimora abituale). Se manca anche una sola di queste condizioni i contribuenti interessati sono considerati residenti.


GIUSTO   GIUSTO  !!  abbaglio gigante !! correggo il POST 

dal 6 febbraio 2017, 183 giorni maturati ad inizio agosto, domanda lavorata dall' 'Inps, che fa da sostituto di imposta, quindi in questa fase come fosse agenzia delle entrate, il 29 agosto , mi ha poi comunicato che è stata accettata.


Ti hanno comunicato che è stata accettata  DETASSATA ? 

e  gli arretrati sono dovuti ??  magari ho fatto confusione per sul calcolo degli arretrati ...

Quindi riprendendo il discorso per le date ottimali QUALI sarebbero per te ? per avere anche gli arretrati sopratutto ...

X Sbertan. Per avere maggiori info leggi il modulo Inps EP-I1, quello per intenderci che serve per la domanda di detassazione. In fondo al modulo viene raccomandato di inviare richiesta di detassazione entro settembre, perché poi ci potrebbero essere problemi amministrativi interni ad Inps per poter erogare nell'anno la pensione detassata, ma che si può poi richiedere gli arretrati direttamente alla agenzia delle entrate sede di Pescara.

X Sbertan. Le date convenienti diventano: fare domanda ad Inps entro agosto, cioè prima di settembre, così da avere detassazione e arretrati entro l'anno. Ovviamente per quella data devi aver maturato i 183 giorni. Poi se ti rivolgi ad un legale, puoi ottenere il tutto anche se presenti domanda entro dicembre. Lui sa che terminologia utilizzare per incentivare l'INPS.

QUINDI

- 183gg dal 01.01  in avanti (a tal fine residenza in PT + AIRE  COMUNE in rapida successione  magari anche entro gennaio.

- domanda  Inps entro agosto cioè prima di settembre, così da avere detassazione e arretrati entro l'anno

Confermi ??    :top:         e... grazie !  :up:

X Sbertan. Per quello che ho imparato fino ad ora, anche con esperienza diretta, confermo.

per Sbertan e Luitad
Per quel che ho constatato personalmente:
- occorre avere a diposizione, una volta comunicato al Comune di residenza Italiana l'intenzione di trasferimento, i fatidici 183 gg per poter poi dimostrare di essere stati in Portogallo i 6 mesi + 1 g., pertanto il giorno ultimo disponibile teorico è il 29 giugno; meglio qualcosa prima, io ho presentato/protocollato il modello al Comune di Milano il 7 Marzo scorso, poi l'Ufficio Aire di Milano mi ha chiesto telefonicamente il 15.03 alcune conferme e di fatto ho avuto l'iscrizione Aire dal 15.03;
- confermo che l' Inps aspetti che l' Ambasciata Portoghese formalizzi agli Enti Italiani l'avvenuta registrazione Aire, io ho avuto conferma a fine Agosto dall' Ambasciate di Lisbona dell'avvenuta accettazione/iscrizione Aire dal 15.03  ma, al 8.09. L'Inps di Milano non ha ancora lavorato la mia pratica di "detassazione" presentata/protocollata  il 21.06. e sollecitata a fine Luglio e a inizio Settembre;
- occorre poi tener presente che Inps da fine Ottobre non lavora più le pratiche dell'anno in corso demandando eventuali rimborsi di arretrati, regolarmente riconosciuti e spettanti, all'Agenzia delle Entrate, in tal caso occorre fare ricorso all'Ente Fiscale con conseguente allungamento dei tempi;
-in sintesi  pertanto le date consigliabili sono:
      . presentazione al Comune Italiano del modello di intenzione di trasferimento all'estero/richiesta di iscrizione Aire entro aprile,
      . presentazione all'Inps del modello EP.1 in originale con timbro della Autorità Fiscale Portoghese + documenti richiesti entro Ottobre;
Giorgio

buongiorno a tutti. Dalle esperienze riportate qui sul forum a me sembra  evidente che il "periodo migliore" per iniziare la pratica di trasferimento (che se ho ben capito inizia in Portogallo) sia gennaio (prossimo vista l'incertezza di un rinnovo) e comunque, il "più presto possibile". Sbaglio? Un saluto cordiale a che legge

Giulia
penso proprio di si
- per quanto ho detto prima,
- per massimizzare i vantaggi della detassazione del primo anno che parte comunque dal 01.01.,
- per il primo impatto con le località Portoghesi, meglio vedere e valutare com'è in inverno
- per la ricerca della casa, prima ci si muove meglio è, in primavere specie nelle località turistiche non c'è più mercato,
- non escludere che a un primo sopralluogo possa essercene un secondo, i costi del viaggio a Gennaio, dopo le feste di fine/inizio anno sono veramente contenuti.( aerei. Hotel, noleggi auto..)
- suggerimento: conservare le pezze giustificative del/dei viaggi fatti all'estero prima del trasferimento, possono tornare utili nel conteggio dei 183 gg da trascorrere fuori dall'Italia.
Saluti e auguri.
Giorgi

Giulia
Quando si decide di avviare le pratiche di trasferimento meglio, a mio avviso, affidarsi a una Agenzia Italiana ( gli imprevisti/ritardi possono arrivare solo dalle pratiche italiane ). e avere chiaro dove cercare la casa ( l'affitto è il vero problema )'
La presenza sul posto in Portogallo è richiesta solo all'inizio ( x codice fiscale,  contratto di affitto, certificato di residenza, conto corrente in banca ), il resto viene poi fatto telematicamente; è evidente che se si è già scelto la casa il tempo iniziale può essere limitato a 2/3 giorni
Giorgio

PER GIULIA

......... sia gennaio (prossimo vista l'incertezza di un rinnovo)........

NON ripeto NON c'è  nessun rinnovo in quanto lo status di RNH è stato istituito . PUNTO

Nella prima stesura dal 2008-2009 era pure scritto RINNOVABILI ... poi trasformato perlomeno dalle stesure dal 2014 in NON RINNOVABILI.

QUINDI  ad  oggi  richiesta quando si vuole  e  da  quella data durata 10 anni  senza rinnovo.

tutto dettagliato qui QUI

pensione e residenza
http://www.expat.com/forum/viewtopic.ph … 81#3857673

é vero Sbertan hai ragione. Un saluto Giulia

per Giocali                                                                                                                                     
grazie per i consigli e le precisazioni. Cordialmente Giulia

Per chi ama fare statistiche
Ho avuto conferma che un amico residente in Portogallo dal 01.02.2017 ha ricevuto la pensione detassata con la mensilità di settembre.
Sede di appartenenza Inps: Milano
Congratulazioni a Lui e auguri a chi è in attesa.
Giorgio

un amico residente in Portogallo dal 01.02.2017 ha ricevuto la pensione detassata con la mensilità di settembre

e gli arretrati  ?  d'ufficio  o a  gentile richiesta ad Ag.Entrate ?

Degli arretrati non ho notizia.
Appena so...
Giorgio

grazie Giorgio,
confermo: anche per me il periodo di attesa é stato simile,
INPS di Imperia
ciao
Dario

Riprendo il mio post per aggiornare il tema arretrati:
- decorrenza Aire  12.02.2017
- lettera Inps di conferma detassazione e conteggio arretrati 04.08.
- accredito pensione lorda decorrenza 01.09.
- accredito arretrati il 01.01.2017 da 01.ottobre
Giorgio

arretrati ..........anch io ricalcolo da01-01-2017 e promessa di versamento .......ma quando??
ricevo la pensione lorda dal 01 giugno ma il versamento in banca  .......nisba!!!!!!

nella lettera Inps, che nel caso specifico è stata inviata a detta dell' impiegato Inps ma non ricevuta a detta dell'interessato ma comunque ritirata presso gli uffici di Milano, sono chiaramente riportati i conteggi con ricalcolo dal primo di Gennaio, l'ammontare da accreditare e la data di versamento presso la banca Portoghese: 01.10.2017.
Preciso che la persona a cui faccio riferimento è andato, essendo di passaggio da Milano, di sua iniziativa all'Inps per avere informazioni, visto l'accredito del lordo il primo settembre.
Riporto una seconda situazione di cui sono venuto a conoscenza, si tratta di una pensione integrativa accreditata al lordo con arretrati ricalcolati dal primo gennaio dopo 7 mesi; in questo caso il funzionario della banca interessata ha confermato alla persona interessata il loro iter: preso atto dell'avvenuto trasferimento all'estero lasciano trascorrere 184 giorni dalla data del certificato di residenza Portoghese e provvedono ad accreditare il lordo dalla prima scadenza disponibile.
Nel caso specifico: residenza 11.01. + 184gg. = meta luglio - accredito da Agosto.
Saluti. Giorgio

Buongiorno a tutti.
La mia esperienza e' recentissima, la riporto .
Iscritto aire il 7/7/2017.
Sono passato in Italia per questioni importanti che dovevo risolvere a questo punto  ho portato con me tutta  la documentazione aire per approfittare e completare le pratiche.
In comune avevano ricevuto , in posta elettronica certificata ,dal consolato di Lisbona la iscrizione aire ma non avevano ancora "lavorata" .
All'inps, quindi,  non risultavo aire ma presentando la copia che avevo ricevuto dal consolato di Lisbona,  hanno accettato il modello EP-1/4,  rilasciandomi come ricevuta un timbro sulla mia seconda copia (qualcuno sa  se e' sufficente per ottenere la detassazione ;  e ancora : nulla e' scritto sulla documentazione per accredito nella banca portoghese ).
Per il modello s1 : fatto autodichiarazione e  anche qui lasciato  una copia iscrizione aire ma niente mi hanno dato , mi spediranno tutto per email quando riceveranno documentazione dal comune.
Comunque all'inps mi dicono che la detassazione partira l'anno prossimo, causa quei 7 giorni oltre giugno  e se voglio gli arretrati dal 7/7 alla fine anno dovro' chiederli alla agenzia delle entrate (come si fa a chiederli? qualcuno lo sa?).
Un saluto a tutti

Tuta.io buongiorno
La consegna a Inps del modello Ep1 con timbro in originale dell'Autorità Finanziaria Portoghese è il documento che attesta il diritto a un unica tassazione dei redditi, non più in Italia ma  in Portogallo , pertanto per la detassazione della pensione è sufficiente, mi risulta che l' Inps chiede oltre al suddetto modello anche i certificati di residenza portoghese, per quanto riguarda l'Aire solitamente aspettano che pervenga loro per le vie formali ( Ambasciata - Comune ), normalmente dopo 6 mesi.
Per il ricupero degli arretrati dal 07.07. la risposta Inps si riferisce al fatto che  per aver diritto al ricupero degli arretrati occorre aver soggiornato nel 2017 fuori dall'Italia per 6 mesi + 1 giorno, che, nel suo caso, loro non possono verificarlo.
Per il ricorso all' Agenzia delle Entrate occorre che lei abbia la possibilità di dimostrare con pezze giustificative di avere trascorso periodi all'estero nella prima parte dell'anno in modo da superare i 184 gg. In ogni caso se  così fosse è bene che  si rivolga a un professionista ( Legale o Agenzie che operano nel campo specifico ); occorre tutelarsi e valutare che il ritardo dell'accredito vuol dire soldi persi.
Giorgio

Nuova discussione

Traslocare in Portogallo

Consigli per preparare un trasloco in Portogallo