informazioni per lavorare e stabilirsi a bali

Ciao, piacere mi chiamo Ylenia:),ho 18 anni, ed appunto perchè sono giovane vorrei fuggire il prima possibile da questa gabbia: L'Italia! Questo paese rappresenta tutto ciò che io NON sono. Sono una di quelle persone "nate nel posto sbagliato" ho bisogno di natura, oceano, onde, persone positive, sorrisi e una vita vivibile economicamente. Odio l'Italia sul piano politico, siamo governati da un branco di buoni a nulla, capaci solo a mandare a rotoli il nostro Paese mangiando con i nostri soldi, aumentandoci le tasse e renderci la vita impossibile. Posso dirlo perchè vivo in una famiglia che di queste cose ne risente! Non voglio il mio futuro qui, viverei una vita infelice. Anche se sono giovane ho avuto la possibilità di viaggiare e capire che questo non è il mio posto, quest'anno dopo aver girato l'europa con il camper sono andata a Bali, ed è stato AMORE! BALI..... li ho lasciato il cuore e l'anima, il mio corpo purtroppo è tornato in Italia, vuoto! Sono stata quasi un mese a Bali, ed è stato abbastanza per capire che vorrei provare a trasferirmi lì. L ho girata in lungo e in largo, ho speso il minimo indispensabile, ho visto paesaggi che mi hanno emozionato. Ho intenzione di tornare Settembre/Ottobre 2014( avrò 19 anni) con un biglietto aperto e tastare il terreno per una possibile stabilizzazione lì. Sò che è difficile trovare un lavoro lì, per questo chiedo informazioni a qualcuno che ci vive! Chiedo un aiuto per fuggire da qui.Ho studiato in ambito turistico, per lavorare in agenzie di viaggi, hotel etc. Vorrei delle informazioni sincere, e dei consigli da qualcuno che ci vive.ringrazio in anticipo. Ylenia

ciao io nn so cm aiutarti provo le tue stesse cose xo ma ho qualche anno in piu comunque verrei volentieri cn te :)

"vorrei fuggire il prima possibile da questa gabbia: L'Italia! Questo paese rappresenta tutto ciò che io NON sono. Sono una di quelle persone "nate nel posto sbagliato" ho bisogno di natura, oceano, onde, persone positive, sorrisi e una vita vivibile economicamente." L'Indonesia è il secondo Paese + corrotto al mondo. I suoi cittadini NON sopportano tale situazione così come non la sopporti tu in Italia. Ricordati della bomba scoppiata a Bali. La natura è senz'altro meravigliosa e positiva, ma pensa che è da anni in progetto una superstrada che va da Glimanuk a Denpasar percorrendo il bordo interno della spiaggia! Ho smesso di guidare l'auto ed ho preso un autista. Così quando la polizia in moto ci vede e ci fa il segnale di fermarci. Noi ci fermiamo e loro vanno 20m più avanti. L'autista, prima di scendere, estrae la sua patente (probabilmente acquistata) e la apre. Io ci infilo X rupie e lui va dai poliziotti e consegna la patente. Chiaccherano, fan finta di controllare, chiedono, ecc. e ...l'autista torna indietro indenne, MA SEMPRE IMPAURITO dalla loro potenza latente. Ogni volta che per la strada incontra un blocco o vede un poliziotto ... si allaccia la cintura, rallenta, si comporta bene perchè là hanno veramente paura dei "militari"...e, meno male. Il capo villaggio è IL POTERE e il FARO per tutto e per tutti. Prima di far qualcosa d'importante lo interpellano perchè è bene avere il suo "consiglio" e il suo appoggio se qualcosa va storto. ecc  ecc  In questo modo di gestire le cose c'è anche molto di positivo: la presenza dello stato attraverso i suoi funzionari è molto importante. Quando ci fu lo tsunami il mondo inviò aiuti alle popolazioni colpite. Quelli inviati agli indonesiani, non gli arrivò perchè i politici chiesero il x % di tantente per loro...era su tutti i giornali e coloro che curavano l'invio delle donazioni preferirono far tornare indietro quegli aiuti. E' un Paese che ha tanto petrolio. I governanti vogliono la loro fetta così i giacimenti vengono venduti alle imprese d'estrazione, reffinazione, ecc... e gli indonesiani sono costretti a ricomperare da loro la benzina a caro prezzo (oggi un litro costa più di un chilo del miglior riso). Il turista è ...sacro perchè porta ricchezza e viene rispettato per questo. I poveri che chiedono la carità non sono molti, perchè tutti si accontentano, ma si danno anche da fare. Tu andando là e sperando in un lavoro sei come un extra-comunitario in Italia: gran sorrisi, ma rubi il loro lavoro e ti metteresti in concorrenza con un popolo che vive di un piattino di riso, qualche foglia di verdura e legumi. Oggi il pesce è una preziosità anche da loro perchè ci sono le agenzie che acquistano TUTTO per gli alberghi che pagano molto bene per avere. Così i pescatori preferiscono vendere a loro piuttosto che al mercato e corrispondentemente i mediatori sono diventati così potenti che se sgarri e se ne accorgono...fanno come la mafia. ecc.  ecc.  ecc.
Per poter vivere a Bali senza un piccolo capitale o una buona attività, non solo un lavoro, che ti renda importante, significa essere come un extracomunitario in Italia: accettare i lavori più umili...sapere le lingue...guardare, imparare, aiutare, non protestare, ecc. ecc.
Pertanto, ci vuole molta forza e coraggio. Tu sei giovane e potresti provare con un biglietto aperto per il ritorno. Per qualche anno, però, scordati le meraviglie di Bali. Se riuscirai a realizzarti economicamente potrai goderle, diversamente le godrà il turista.
Infine, con il crescere del turismo e del denaro è aumentata anche la criminalità. In particolare i furti, la prostituzione, le rapine per le strade e dei money changer, ... nei principali centri turistici la gente non è più quella che tu decanti.
Facile dire che l'Italia non ti rappresenta + e non è quello che desideri/desideravi, i governanti sono dei ladri, la giustizia è malata, ecc...
Ovunque c'è il positivo ed il negativo. Tu dell'Italia vedi solo il negativo e consideri i governanti responsabili di tutto. Facile scaricare sugli altri, anche se veramente delinquenti e ladri, il mancato raggiungimento ed avverarsi dei tuoi sogni e desideri. Ma l'esistenza in questo mondo non è dolore solo se aspiri a realizzare "fantasie" senza sacrifici. Per chi ama lavorare "BENE" l'Italia è sempre stato un miraggio per gli stranieri che sono immigrati e con i risparmi sono diventati ricchi nel loro Paese. Fai così anche TU. Lavora BENE in Italia, sacrificati in vista della realizzazione dei TUOI sogni e risparmia. Quando sarai solida e potrai permetterti di risiedere in un altro Paese con i piedi per terra e, magari, nella TUA terra, allora sarai pronta per il salto...
Non deluderti per ciò che ti ho scritto, ma non deluderti nemmeno per ciò che senti o vivi in questo momento in Italia dove ci sono anche tanti, molti cittadini bravi, onesti e lavoratori a testa bassa.
In bocca al lupo. Pietro

Francesca, per cortesia, potresti:
- raccogliere adesioni per vivere a Bali;
- fare un elenco di coloro che esprimono questo desiderio;
- in relazione a quanto ho risposto io ed altri far indicare da ciascuno (con autorizzazione all'uso delle informazioni solo al fine di valutare la possibilità di realizzare un gruppo di emigrati a Bali, ecc.) le proprie principali caratteristiche, che già di per sè costituiscono i limiti d'accettazione dei soggetti che intendono partecipare, quali:
--salute fisica:
--salute mentale:
--in particolare la forza di carattere nel voler raggiungere l'obiettivo:
--la disponibilità al sacrificio:
--la capacità e volontà d'essere autonomo e non voler pesare sugli altri:
--età:
--titolo di studio:
--livello di conoscenza della lingua inglese o di altra lingua straniera (anche giapponese):
--lavoro svolto o che è capace di svolgere bene:
--esperienze e referenze in Italia:
--disponibilità di capitale:
--possibilità di disporre di denaro per l'acquisto di un biglietto aperto per il ritorno:
--disponibilità di appoggio in Italia in caso di necessità di ritorno:
--persone "a traino" con sè e se minorenni o maggiorenni:
--se separati/divorziati senza figli, se sono a conoscenza degli obblighi verso l'altro coniuge (se previsti in sentenza):
--se (idem) con figli (idem):
--tutte quelle notizie ritenute utili per ... trovare lavoro, ecc. e soprattutto "sopravvivere".
Penso d'essere stato chiaro.

scusa Pietro ma su d te nel tuo profilo dici d voler dare a tua moglie e ai tuoi figli una vita senza stress e x qst vorresti trasferirti li cosa c è d diverso in ció che desideriamo sia io ke la povera ylenia e se x noi nn dovrebbe essere semplice xkè x te si?m aspetto qst discorsi da ki nn condivide lo stesso interesse..ovvio ke x una decisione simile uno s fa prima 2 conti in tasca e il fatto ke nn s metta in piazza il proprio capitale nn vuol dire ke nn lo abbia utima cosa e concludo sn daccordo sulle problematiche dell indonesia ma convieni cn me ke male x male é sempre meglio li..cn affetto e rispetto..grazia

Grazie della tua risposta.
1) Sono ottimista ed ho energie tali che chi mi sta intorno si chiede dove io le trovi.
2) Dal 1997 ho una casa a Bali. Ho comperato il terreno che arriva sin sulla spiaggia che tra alta e bassa marea ha una profondità di 150metri circa. Una spiaggia che, per quanto mi piaccia camminare, non sono mai riuscito a percorrere tutta nè a ds nè a sn. Ho stipulato il contratto d'appalto per costruirla.
3) Una famiglia la cura ed un'altra fa guardiania.
4) Ho comprato 3 risaie, ma oggi hanno problemi d'acqua e le sto vendendo. Ho costruito una casa per le rondini per vendere i nidi ai cinesi. Rubato tutto e lasciato perdere. Non ho trovato nessuno che avesse il coraggio di fare la guardia in quanto il valore dei nidi era così elevato che i ladri ...uccidevano senza pietà.
5) Vado avanti? Così ho capito che meglio avere un capitale a disposizione e investire nel terreno locale. L'inflazione galoppante mangia il capitale in denaro contante e rivaluta gli immobili. Così dopo qualche anno vendi ed hai un capitale adeguato al tempo.
6) Ecc. ecc.
Così mi sono fatto un'esperienza e faccio domande coerenti con essa ed utili per vivere a Bali limitando i problemi.
Ad es., ci sono in vendita anche piccole risaie: 15 are = 1.500 mq anche a € 12.000. In 5/6 anni il prezzo potrebbe anche raddoppiare. Nel frattempo, però, devi avere qualche monetina per vivere.
Io e mia moglie viviamo con 5 € al giorno compreso di tutto.

Cosa posso fare per te? Per ora solo le domande per capire. Poi, se posso, un aiutino nel valutare, scegliere, ecc.
In questo momento a Bali, a causa della crisi, molte abitazioni fuori dai centri abitati sono libere ed a disposizione degli elementi della natura che le distruggono. Forse con poco si potrebbero acquistare per abitarci. Ecco un tetto sulla testa.
Ecc.

Saluti, Pietro

ora è tt kiaro..ma io nn ho cs tt ambizioni la mia aspirazioni nn è andare li è fare soldi il contrario..è proprio il fatto d sax vivere con e d poco ke m fa stare bene..un saluto alla tua famiglia

Non è un problema di mie ambizioni o di desiderio di guadagnare. Meglio in Italia. Ma di sicurezza e tranquillità, almeno in parte.
Prova ad osservare gli extracomunitari che immigrano da noi (regolarmente). Cosa fanno, come vivono, lavorano, ecc. Non vorrei emigrare per trovarmi nelle loro condizioni in un altro Paese solo perchè ha una natura meravigliosa.
Negli anni '90 ho assistito alla crisi delle monete orientali.
Allora il cambio era di 1.000 rupie = 2.000 lire (= 1 euro) oggi 1 euro = 15.000 Rp ma arrivò anche a 20mila.
Ho visto gli effetti della politica (già temono - loro stessi - le elezioni del 2014).
Ho visto i risultati dopo la bomba: crollo del turismo, all'aereoporto la pista era deserta, niente aerei che atterravano. Dov'era scoppiata la bomba una enorme voragine, ma, ancor peggio, i negozi fallivano per mancanza di clientela. Ogni giorno un tot di negozi gestiti da indonesiani chiudeva. La maggior parte vendeva abbigliamento, ma molti riguardavano antichità ed arte balinese. A tali negozi subentrarono olandesi e cinesi, ma anche altre nazionalità che avevano i soldi e che cambiarono l'immagine di Bali.
Ho visto anche gli effetti della crisi mondiale americana ed europea: come la bomba.
Bali era divisa in tribù ed ognuna di loro aveva un re. Adesso non ci sono più re, ma pur non vedendole ci sono ancora le tribu con i loro capi. Non si fanno la guerra, ma hanno le loro mentalità. Anche la coesistenza di varie religioni in superficie non sembra critica e ciò per effetto degli induisti...che prima erano a Giava e dove nel tempo sono fuggiti e rifugiati a Bali. Oggi la parte est di ovest di Bali sta subendo l'immigrazione dei mussulmani che frizionano con gli induisti. Il turista non vede, ma se vivi là non puoi ignorare queste situazioni.
Un giorno ero in auto a Kuta e il mio autista era un mussulmano e la mia guida suo fratello. Un balinese in moto ci ha superato a sinistra tra il marciapiede e l'auto proprio mentre noi giravamo a sinistra e così è venuto a sbattere contro la portiera. Un danno enorme per un locale che allora guadagnava 150/200mila Rp al mese. Ci siamo fermati e scesi dall'auto. Lui sapeva d'essere in errore. I miei due mussulmani alzarono la voce sgridandolo sembravano due pitbull. Intervenni per farli stare al loro posto come avrei fatto con chiunque altro di qualsiasi altra religione, ma qui, nel racconto che ti faccio è importante per capire la differenza tra le due appartenenze religiose. I miei attendevano la mia decisione. L'induista continuava ad offrire quello che aveva in tasca: 40mila Rp che per lui erano una bella cifra. Decisi: accettai le 40mila Rp e gli dissi che per la differenza avrebbe dovuto pregare ogni giorno per me e la mia famiglia e per trenta giorni. I miei rimasero interdetti perchè "economicamente" ci avevo rimesso, ma non capivano che anche spremendolo non avrei ottenuto di più. L'induista mi ringrazio molto e promise che avrebbe pregato per me e la mia famiglia. Nel tempo i miei due "collaboratori" compresero il mio carattere ed atteggiamento e quello che mi faceva da guida cominciò a "ragionare" in un modo meno rigido. La conseguenza? Nel suo villaggio fu nominato consigliere (a 30 anni era di gran lunga il + giovane dei componenti) anche perchè gli anziani desideravano attraverso di lui e le sue dimostrate nuove capacità d'avere un rapporto con la mia cultura per far crescere meglio il villaggio. Così è stato ecc. ecc.
In relazione ai conflitti religiosi vorrei ricordarti che Timor non è molto lontana da Bali e fa parte dell'Indonesia.
Potrei raccontare tanti eventi positivi della mia vita a Bali e corrispondentemente altri negativi vissuti da stranieri, anche Italiani ...turisti per non aver "voluto" capire la mentalità del posto.
Nonostante tutto è un continuo tentativo di "fregarmi" mettendo così alla prova i limiti della mia capacità e, quindi, del rispetto che merito da loro.
Non si tratta, quindi, di un mio desiderio di ricchezza e/o arricchirmi a Bali, ma di acquisire una posizione, anche umile, ma di <<< indipendenza >>> e, quindi, di rispetto delle mie capacità. Finchè ci riuscirò, bene, quando non mi sarà più possibile Bali non sarà più così meravigliosa.
Ultime sulla natura.
- Quanti vulcani ci sono a Bali? Qual'è stata l'ultima eruzione? Quanti vulcani sono nell'oceano accanto all'isola? Perchè la sabbia, non quella artificialmente posta sulle spiagge costruite ad hoc per il turismo, è nera? Quante scosse di terremoto ci sono durante il giorno e che tu non senti?
- Cos'è quella che loro chiamano la "big wave"? (non è lo tsunami) Quanti danni ha provocato l'ultima? L'ultima della quale ho visto i risultati era del luglio scorso.
- Il clima: i turisti vanno prevalentemente da luglio-settembre, i mesi migliori. Com'è il clima negli altri mesi?
In bocca al lupo.
Pietro
PS: scusa ma non ho riletto quello che ho scritto e spero di non aver scritto male.

Ti risponderò sinceramente, provo le stesse emozioni per bali ma trasferirsi non è cosi facile. Frequento bali da anni, quest'anno sono stato 6 mesi e mi trasferirà definitivamente a maggio.
Lavorare a bali? Non penso sia possibile per quello che riguarda le tue qualifiche. Lo stipendio medio + sui 100 euro quindi a meno che hai qualifiche particolari o lavori per ditte italiane o straniere non è possibile.
Ho un sacco di amici indonesiano che parlano indonesiano cinese giapponese e inglese ma continuano a fare gli istruttori di surf.
Io penserei piu ad aprire qualcosa. é l unica soluzione. Qualcosa di particolare, ben progettato, penso sia l'unica soluzione.
Io aprirò un pub, uno dei business piu rischiosi. Lo faccio perchè lavoro con i locali da anni ma soprattutto ho conoscenze influenti in loco che mi aiutano. Mia moglie è indonesiana quindi non ho problemi di visto.
Ho 28 anni, sono ancora giovane e viaggio da parecchi anni. Ma a 18 sei ancora molto molto molto giovane.
Mio consiglio, lavora, metti da parte il piu possibile. Studia qualcosa che potrebbe mancare a bali, e concentrati su un attività del genere.
Un saluto

L'unico investimento sicuro come detto prima sono i terreni. Ma bisogna conoscere bene il luogo. Io ho trovato tramite amici locali dei terreni vicino alla spiaggia, a un'ora da kuta, in una zona celestiale a 6000 8000 dollari per 100m2. Online i terreni in zona hanno un prezzo triplicato fino a 10 volte tanto.
Ci vuole conoscenza del territorio, con la lingua. Mai affidarsi se possibile ad agenzie. Bali è invasa da australiani che sono abituati a spendere. Per loro è normale pagare 10 anni in anticipo x un attivita, centinaia di migliaia di dollari per un terreno ecc..
Ho trovato molto da dire su forum internazionali. Ma vorrei sfruttare questo particolare a mio favore. Ho molti amici che comprano terreni, costruiscono e rivendono e posso assicurar che vivono molto bene. Per far cio pero ci vogliono conoscenze del luodo e un piccolo capitale. Mi azzarferei anche a parlare ci cifre,con 100 150 mila euro si potrebbe iniziare questo tipo di attività e avere una buona rendita. Se compri il terreno ad un buon prezzo dopo uno due anni lo potresti rivendere al doppio.
Altre attività anche piu economiche potrebbero funzionare ma bisogna sempre stare attenti alla concorrenza indonesiana. La mafia è ovunque e ovviamente in vacanza non ci si scontra cn essa,

Leggo oggi le due risposte di Andreabali e vedo che hanno un contenuto similare a quello che avevo scritto io in precedenza.
Nulla nel mondo è gratis.
Ovunque è necessario lavorare con impegno, solidità di intenti e di mete da raggiungere con sacrificio.
Diversamente, ...meglio parlare di avventura che ha MOLTI aspetti negativi e Bali non ne è esente; anzi proprio perchè è un "Paradiso" per sognatori, che spesso non hanno grinta, finisce per essere la loro tomba...in tutti i sensi.
Quando sono a Bali sento di omicidi "misteriosi" di stranieri.
Mai dimenticare che è un'isola aggregato di varie culture religiose, politiche, tribù con i loro usi e costumi diversissimi da ns.
Un giorno ero andato in un'isola vicina e mia moglie veniva continuamente molestata dai maschi del luogo mentre le loro donne ridevano... La guida mi disse che stavano dimostrando d'essere uomini!
In un altro villaggio, che evitammo, sempre la guida mi informò che i ragazzi per "diventare uomini" dovevano dimostrare la loro capacità di "rubare".
Mondo che vai, usanze che trovi.
Ecco perchè le guide locali delle quali fidarsi sono importanti.
Saluti, Pietro

Buongiorno Pietro,trovo le cose che hai detto tutte vere,
Ma stai confondendo una cosa le ragazze non vogliono fare la tua vita.
Come hai detto prima hai comprato risaie hai comprato una casa al mare nidi....tutto questo per arricchirti.
Loro vogliono fare una vita normale,loro cercano uno stipendio di 4 500 euro per vivere dignitosamente non vogliono diventare le piu ricche di bali.
Ma va bene ognuno la pensa a modo suo tu pensi piu ad arricchirti (se no non avresti investito quei 12000€, ma ci avresti vissuto un paio di anni)loro pensano a vivere dignitosamente.

Salve.
Vedo che sei nato e vivi in Italia.
Leggo del Tuo amore per i Paesi orientali ...e...
altro? Hai mai cercato lavoro a Bali?
Mai sentito di compensi da 400/500 € al mese?

Se hai notizie positive in tal senso perchè, invece di criticare senza NULLA sapere della vita in un altro Paese, ma leggendo solo gli avvisi pubblicitari, CRITICHI e così facendo illudendo altri che è effettivamente possibile quello che Tu dici: realizzare un compenso 4-5 volte quello che costituisce la media locale.

Come hai pensato che io voglia vivere da ricco a Bali?
Io voglio avere la sicurezza per la mia famiglia anche in termini di assistenza saniteria e sostitutiva di una possibile pensione qualora per un qualsiasi motivo non fosse possibile lavorare (hai mai guardato quanti sono gli incidenti stradali a Bali? Una enormità!!! Guidano come pazzi!)

Comunque, se hai notizie di stipendi/salari/compensi come quelli che Tu dici...c'è un intero blog che aspetta d'avere queste informazioni ed è pronto a partire per Bali.

400 €/mese significa (x 15.000=) 6.000.000 di Rp/mese!!!
Una vera fortuna.
Se sei stato a Bali, prova a vedere quante bibite un bar/ristorante deve vendere per pagare un tal dipendente. Un pasto medio al ristorante costa sulle 30/40.000 Rp. 6.000.000/40.000= occorrerebbero 150 pasti/mese per pagare un dipendente 400€. 5 pasti al giorno senza considerare che nel pasto devono essere pagati anche: materiale, cucina, locazione, manutenzioni, pulizie, ecc!
Ti dispenso dai conteggi. Questo è un semplice esempio.

Quello che devi onestamente dire: Pietro, queste ragazze vogliono un compenso mensile di 400/550 € senza fare alcun investimento e, pertanto, NON HANNO ALCUNA SPERANZA.

Grazie, Pietro

Allora pietro in marocco è la stessa medesima situazione gli stipendi sono di 200€ al mese anche 150 per i locali ovviamente un italiano non saprebbe vivere con questo stipendio.
Ma se si cerca si trova io mi sono appena trasferito in marocco non ho esperienza non ho niente, ma volendo posso iniziare gia domani a lavorare con uno stipendio di 450€ al mese.
Tu Pietro mica sai tutto cè ci sono cose che ti sfuggono come a tutti daltronde.
Son sicuro che bali è uguale.

@ Pietro e Omaryounes > mi introduco nella vostra conversazione anche se sarò fuori tema...solo per spezzare una lancia in favore delle ragazze in quanto mi pare che nei loro messaggi non abbiano menzionato cifre, non vorrei si sentissero tirate in causa ingiustamente.

Francesca

omar in asia funziona diversamente..per far lavorare uno straniero ci vuole un visto lavoro, che solo quello costa quasi 1000 euro alla company.
Qui si parla di professionalità. Sei un cuoco, chef, manager, ingeniere, allora puoi lavorare x grandi aziende o attività.
Senza qualifiche ti auguro tutto il bene del mondo ma nn fai niente.
Giro x l'asia da parecchi anni, parlo molte lingue. Proposte le ho avute solo nelle capitali, dove girano i soldi e l'economia. Non pensare chissà che stipendi. E penso di avere abbastanza qualifiche in diversi campi.
Bali è un isola turistica.
Non illudiamo le persone.
Sono una persona ottimista, si puo trvare il modo di guadagnare ma non senza investimento.
Ho amici che hanno bar ristoranti gestiscono smercio di alcol e prodotti italiani. Bisogna inventarsi e cmq imprendere, avere del capitale a disposizione.
Conosco solo una ragazza che lavora in dipendenza per qualche locale, ma è una mezza modella e ha parecchie conoscenze in loco.
Siamo italiani, pregi e difetti, ma continuo a credere che siamo il paese piu fantasioso, imprenditoriale del mondo.
in bocca al lupo a tutti!

ragazzi abbiamo fatto un sito su bali x soli italiani, iniziamo a migliorarlo adesso. Farebbe piacere se qualcuno di voi si inserisse e si iniziasse qualche discussione.
forumbali.forumfree.it
E' un sito gratuito nessuno scopo di lucro. :p

Ciao Pietro, scusa il mio inserimento ma a fine maggio-giugno verro' a Bali per verificare di potermi trasferire tu dove abiti? Se non ti dispiace vorrei poterti contattare se non ti disturba....io ho sempre lavorato nella moda e mi balenava l'idea di acquistare copriletti - parei - tovaglie -  cuscini etc....per esportare in Italia;. anche le occasioni di comprare una casa da sistemare cogliendo le occasioni sarebbe un'idea..per avere un tetto. Immagino che le tue esperienze sono preziosissime....grazie.
A presto
Annamaria

Ciao,stabilirsi a Bali nn e' difficile con un buon sponsor Balinese tutto e' molto piu' semplice,con un po' di capitale si puo' lavorare e vivere senza stress,consiglio a tutte le persone con un po' di coraggio di entrare nel mondo Asia.

ciao io vivo   a Sanur se vieni mandami una e-mail ci potremmo incontrare e se posso esserti utile no problema a presto

ciao sono uno dei tanti che si sono rotti della bene amata italia.
dopo questa necessaria premessa ti chiedo se conosci un ristorante in vendita o in gestione in bali. se si a che prezzo???
quali sono i prezzi per detta attività in bali??
se puoi fammi sapere a breve
un saluto ciao
la mia email e avv.falabella[at]gmail.com

Salve,se ti potesse interessare ci sarebbe una buona occasione,hotel 20 camere,bar risto,piscina a 50mt dalla spiaggia di Sanur Bali,se ti puo' interessare posso darti ulteriori informazioni,contatto e-mail: pitmanno[at]gmail.com

Ciao Pietro,anchio vivo a Bali (investore ), contattami per una birra, mi fa piacere incontrare italiani .Max

@ balimassimo > Salve, per motivi legati alla privacy, essendo questo un forum pubblico, ti suggerisco di sostituire il contatto telefonico con indirizzo mail o skype oppure cominicarlo attraverso il sistema di messaggeria privata disponibile sul sito.

Francesca

Ok Francesca, no problem!

Mi chiamo Annamaria e mi va bene aderire al forum solo per italiani arrivero' il 21 agosto a Sanur, ciao..

Ciao mi chiamo Annamaria e arrivero' a Bali il 21 agosto e mi fermero' per tutto settembre alla ricerca per una vita piu' serena. Condivido quello che hai scritto anche se sono innamorata dell'Italia in generale e di Roma in particolare . Se vuoi sentiamoci... a presto

ciao quando arrivi fatti sentire ok? a presto

Certamente.....a presto

Ad agosto sono a bali per sondare il terreno, se vuoi possiamo vederci.

Ciao luca

Salve,quando arrivi mandami una email: pitmanno[at]gmail.com   a presto

Ciao ok quando sono a Bali ti invio un email con il numero di cellulare che farò in Indonesia, se vuoi la mia email la trovi sul mio sito milesigianluca.it oppure se vuoi scrivermi in privato è gianluca.milesi[at]virgilio.it.

Saluti Luca

Ciao, quando arrivi a Bali?...a presto Annamaria

Arrivo a Bali il 12 agosto.

Ciao Luca

io saro' a Sanur il 21 agosto ti mando una mail con l'indirizzo...tu dove alloggi? Ciao..Annamaria

Ciao Pietro, ho seguito i tuoi consigli che mi sembrano molto realistici...mi sono intromessa per chiederti dove vivi a Bali e se ti fa piacere vorrei conoscerti quando arrivo a Sanur.....sto valutando varie possibilita' anche per mie figlie..grazie
Annamaria

Ciao Annamaria io alloggerò a Seminyak zona diPetitenget.

Ciao Luca

ciao mi chiamo mario ...
vivere a bali non e' facile io vivo a bali da 3 anni e 14 che conosco bali non credere a quello che hai visto in un mese la gente di bali ti sorride solo perche pensa hai tuoi soldi... per questo non ti voglio scoraggiare !!!! ma pensa bene a quello che fai consiglio come a una figlia ,mia figlia ha la stessa tua eta .

Ciao, sono arrivata a Bali sono a Sanur il mio cell. 0822 4707 2036 incontriamoci se vuoi, a presto Annamaria

@ Ciao Annamaria, per motivi legati alla privacy, essendo questo un forum pubblico, ti suggerisco di rimuovere il contatto telefonico dal messaggio e  comunicarlo attraverso il sistema di messaggeria privata disponibile sul sito.

Saluti,

Francesca

Nuova discussione