Close

Lavoro

Ciao,
mi chiamo Enrica, ho 26 anni e vorrei dare una svolta alla mia vita cambiando completamente modo di vivere. Lavoro nel settore Logistica e Trasporti, ma il mio obbiettivo è trovare un posto a Bali e stabilire la mia vita là definitivamente. Accetto tutti i consigli che potete darmi, e vorrei leggere le vostre esperienze e difficoltà nel trovare lavoro o con la burocrazia del posto.
grazie

Ciao Enrica,

ben arrivata su Expat.com!

A titolo informativo ti dico che per poter vivere e lavorare in Indonesia è necessario un permesso.
Esistono due tipi di visto: il VITAS e il KITAS.
Il VITAS, visto per i semi-residenti, è valido per un anno e può essere esteso.
Il KITAS è un permesso di soggiorno temporaneo e permette di restare nel Paese per un massimo di 5 anni.
Per info più dettagliate, puoi consultare il sito dell' Ambasciata Indonesiana in Italia.
La burocrazia indonesiana so essere complessa e cambiare spesso .
In ogni caso sul forum ci sono discussioni disponibili in cui si tratta la questione del trasferimento in Indonesia.

Auguri per il tuo progetto,

Francesca

Grazie mille Francesca! Mi faccio un giro sul sito dell'ambasciata allora. Faró tra l'altro un viaggetto di una ventina di giorni per cercare poi di non partire alla ceca..

Ciao a tutti e in particolare a Francesca,sono rientrato da 2 giorni e in un momento di tempo libero sono passato qui,io penso che in 3 mesi di mia assenza non si sia stravolto tutto il sistema di accettazione degli stranieri in Bali quindi,prima di dire una cavolata,sono andato a documentarmi e non è cambiato nulla,ma al mio rientro a Bali per metà agosto andrò dai miei soliti amici dell'immigrazione a chiedere.Per il momento rimando tutti per chiarezza a questo sito : indonesiavisas.com/visas.htm      è in inglese se qualcuno non lo conosce me lo chieda in privato, se poi andate nel sito dell'immigrazione che è anche in bahasa,chiedete,ma come tutti i siti governativi presentaqno le cose in maniera più complessa è questo :imigrasi.go.id/
le terminologie usate da Francesca sono un po vecchiotte,ma si possono trovare ancora da qualche parte,ricordate c'è solo la KITAS di vario tipo es.KITA pension,KITAS work,KITAS Business etc ma sempre KITAS tanto per fare chiarezza.Se ci fosse qualche cosa di sbagliato in quello che scrivo il 15 agosto sarò in indonesia e in qualche giorno smentisco tutto,ma da quello che leggo non è cambiato nulla,comunque vedremo.dI NUOVO CIAOOOOOOO

Grazie mille Gianload!!..allora in caso aspetto te per aggiornamenti!

Ciao Enrica
Io sono stato generico in quello che ho scritto e ho parlato solo di KITAS(no Visa tourist o Visa socio cultural)per lavorare in indonesia ti servira la Kitas work.Ma prima di ottenerla ti devi far fare un contratto scritto di assunzione da parte di una societa indonesiana o di una societa europea che ha una succursale/ufficio in indonesia.O se disponi di capitale apri tu un business e allora avrai prima la Kitas work e dopo la Kitas Business(questioni di tempi di rilascio).Le domande sono le solite,si trova lavoto per uno straniero?A Bali molto difficile,mentre piu possibilita ci.sono a jakarta,ma e chiaro che devi avere degli agganci e te li crei frequentando gli italiani che gia lavorano li.Quindi una idea è quella.di andare alla camera di commercio con l'estero in italia e vedere quali aziende lavorano con indo, nell esportazione o importazione di prodotti,cercare in internet e vedere questo  documento che e un po vecchiotto ma c'è parecchia roba e cercare......http://www.ice.gov.it/paesi/asia/indonesia/upload/169/Italian%20Coys%20in%20Indonesia%20-%20Aprile%202012-as%20per%20updated.pdf   e per ultimo,se proprio non trovi nulla,scrivere al consolato italiano a Jakarta,chiedendo se ti danno i nominativi, delle aziende che hanno aperto negli ultimi 2 anni, sedi in indonesia.Tutto questo stando in italia,ma certo un giro di un pò di mesi in indonesia,per renderti conto sul come si lavora e cercare quello che fa per te, sarebbe l'ideale.Per il momento scarta Bali a priori,Jakarta,Yojakarta,Semarang,Surabaya saranno le tue mete dove cercare lavoro.A Jakarta troverai una miriade di aziende italiane che hanno la succursale li,Yoja rinomata per l'industria del cuoio e tessile,Semarang e pochi lo sanno è la capitale del mobile(da Yoja hanno finito o stanno finendo una enorme superstrada,che taglia i monti, per facilitare le oltre 200 aziende, che producono divani,letti,armadi etc)e per ultima la caldissima Surabaya, dove si concentrano le industrie tecniche e tecnologiche(dicasi dalle impastatrici del pane in acciaio agli aspirapolveri industrali alle macchine industriali di vari tipi),certo non andrai, porta a porta,ma ti farai un planning per ogni città, per parlare con l'ufficio "human resources" ,delle aziende che ti sei programmata e dopo tutta sta faticaccia,forse troverai un posto e qui viene il bello con uno stipendio che può variare dai 2 milioni di rp ai 4-5 a seconda se conoscerai il bahasa(se vuoi lo impari in 6 mesi ,non è difficile)e le tue specializzazioni.Tieni conto che Bali è cara in tutto,Jakarta mediamente meno cara del 20-30%,mentre decisamente economiche Yoja,Semarang,Surabaya.Sia per l'affitto di una camera che per il mangiare.
L'attuale cambio euro rp oggi è : 100 = 1.470.000 ma varia da banca a banca,quindi per fare prima conta 100 € = 1.5 milioni di rp.Spero di averti dato delle idee,se non sono sufficienti, scrivi qui o in privato.Ciao di nuovo

Ok grazie mille per la tua disponibilità!!..cercherò di prepararmi al meglio e realizzare il mio progetto!

Benritrovato GP! A presto qui? Ancora grazie per le info iniziali, nel frattempo evolvo conoscenze e possibilità!

Ciao Daniela
Qui le cose stanno cambiando,gia il presidente   Jokovi ,ha mandato a casa 7, tra ministri e funzionari,posizionati in punti chiave. Quindi tutti aspettano le prossime mosse , anche perche,come sai,il dollaro, nel cambio con la rupia,ha quasi raggiunto l'euro e inoltre i cinesi in  una settimans  hanno svalutato la loro moneta,per essere competitivi con i mercati USA.Tu potresti dire,ma a me cosa interessa?Se ti intendi di situazione economica internazionale capirai a breve termine che cosa succedera' con l' euro!!!!Comunque, nel blog che trovi qui, scrivo quali ministri hanno silurato e che.cosa ne derivera,per gli imvestitori,basta fare 1+1

Grazie GP per la rapidissima risposta. E interessantissima risposta! Sono ignorantemente zero in economia internazionale, ma sei molto chiaro quindi ti seguirò per capire gli sviluppi.
Seguo certamente il blog per essere aggiornata. Per quanto riguarda l'euro.... e l'eurozona la vedevo già molto dura.
Quindi si rafforza la mia idea di venire in Indonesia. Idea che non rappresenta una fuga, ma un meditato spostamento in zone che consentano un ritmo di vita umano, e tanta natura.
Ho letto altre risposte che hai postato, tutte molto interessanti. Non immaginavo lontanamente che li ci fossero tante aziende italiane.
Bene, tirem innanz!

Daniela studiati anche la malesia meno problemi di visti e meno burocrazia per creare societa e sotto l.aspetto natura altrettanto bella

Per molti articoli che scrivo,prendo spunto dal Jakarta Post,da un pò ,noto ,che le inserzioni di ricerche personale si stanno intesificando, quindi posto il link ,per qualcuno che può essere interessato :    jakartapostjobs.com
le ricerche, come potete vedere, non riguardano solo Jakarta,ma anche l'arcipelago.

X GP x tutti
È bene leggere le informazioni delle ambasciate e gli articoli dei vari giornali locali! Come guardare la tv!
Tutto può servire! Ma "alla fine della fiera mancando l'esperienza del contatto diretto con la realtà locale restano e rimangono pur sempre informazioni 'virtuali"!!parlando di lavoro, su Bali ho conosciuto solo 1 solo italiano  che a fatica tiene in piedi la "baracca " come ne ho conosciuti altri che sono ritornati in italia in "mutande altri in procinto di farlo perché la moglie ha chiesto il divorzio! Quando scrivo voglio essere un "artigiano dell'informazione, non servono a nulla dati o percentuali come non voglio entrare in merito del lavoro svolto da grosse imprese "delocalizzanti"
Il mio consiglio:non venite a Bali con l'idea di affittare case motorini o per assurdo☺aprire una Spa😁volete sapere cosa manca? Mancano gli asili nido, anche qui le famiglie che lavorano non sanno a chi affidare i propri figli..!!!
Un caro saluto dal vostro artigiano

Per l "artigiano"Oreste che ultimamente mi tira in ballo troppo spesso,per i miei gusti e come ho scritto in un altro post,mi ha promesso un invito al "Marzano"ma per il momento nada.Se non ti va quello che scrivo o ti va,fai il tuo post dicendo la tua e non tirarmi in ballo(ma magari gli "piaccio"......ahahahah).Circa il lavoro,sul Jakarta post trovate almeno una volta la settimana qualche annuncio di ricerca di stranieri,che poi rispondano in mille e sia difficile,non ci piove,ma non impossibile.Chi ha sfondato qui l ha fatto circa una quindicina di anni fa,quando ancora non c era il caos di ora.Molti leggo,vogliono investire 50000 euro nel business X( chiaro che faccio un esempio),ma ho anche letto che non considerano un problema il personale da impiegare.TOTALMENTE SBAGLIATO.Le mentalita con cui vi scontrerete,sono al di fuori della portata di uno che ha sempre vissuto in europa e quindi sara un punto importante,da queste persone potete aspettarvi di tutto,l esempio classico,che si mettano d accordo e da un giorno con un altro vi mollano in blocco,perche si sono offesi per una vostra frase,sembra assurdo,ma per chi abita in kuta jl kediri,hotel Aston,4 stelle,proprietario un cinese,mi ha chiamato qualche giorno fa,proprio per questa ragione.Che il mondo del lavoro in indonesia stia cambiando e vero,ma a favore dello straniero,sempre piu hotel,ricercano manager "bule" per la gestione,perche si e capito che i locali non ci sanno fare,sia con i tour operator,che agenzie.Circa le societa per il momento usufruiscono di consulenti stranieri e a dire il vero,non vanno poi cosi male(non si puo fare di tutta l erba un fascio...).Oggi parlavo con hight management di una nuova mol che hanno aperto da poco e che si trova sempre in jl kediri,i posti liberi sono ancora molti e varie metrature,ma chi ha affittato 2 mesi fa,ha ancora i negozi vuoti,perche?difetto di comunicazione,non hanno sufficientemente publicizzato il posto e quindi la gente non sa che esiste,si stanno fidando del passaparola,e chiaro che ho detto la mia,la gestione,guarda caso e ancora cinese,ma questa ragazza cinese,30 anni,ha una mentalita che non tutti i cinesi hanno,quella di ascoltare e mettere in pratica nel giro di 24 h,infatti sorpreso,ha chiamato il proprio staff e entro la fine di questa settimena,nell area
Kuta,Legian etc,cominceranno con annunci radio,tv e volantinaggio. E 5 minuti fa (qui e mezzanotte),mi ha chiamato chiedendomi alcune opinioni.Quello che dice Oreste e giusto,non aprite SPA,etc ce ne sono gia troppe di normali,normali intendo trattamenti senza macchinari(che qui costano),ma se uno volesse e avesse la capacita economica una SPA con macchinari moderni,qui manca.Come mancano serie case cosmetiche,al di fuori dell
Oreal buio pesto.
Oreste cita gli asili nido,bene i bambini i cui genitori lavorano entrambi,vengono gestiti,da varie"ibu"signore che si fanno pagare e non a seconda si tratta di povera gente o meno povera,QUI LA GENTE POVERA SI AIUTA L UNO CON L ALTRO,peccato che il governo non faccia nulla e sopratutto e parlo qui solo degli italiani non conosco NESSUNO che abbia adottato una o piu famiglie indo povere,eccetto il sottoscritto e non mi vanto,io lo faccio con il cuore,come se fossero miei parenti.Se ogni ricco avesse l opportunita di adottare una o piu famiglie povere(basta poco 5 kg di riso alla settimana+se potete qualche pollo,sto parlando di 150000 rp a settimana cioe 10 euro circa),saremmo tutti piu contenti,ma da come vedo l italiani "se ne fregano".Se mancassero solo asili nido saremmo signori,manca sopratutto l educazione scolastica,i maetri non insegnano nulla,studiate da pagina tot a tot e questi poveri bambini,dopo 5 anni di elementari(sono 7 in totale)non sanno le tabelline,mentre gli insegnano le frazioni.Ho finito racconto solo questo : 3 sere fa alle 2 di notte sono stato chiamato alla porta con urla(non mi svegliavo ero andato a letto da due ore)da un padre che concitato mi diceva qualche cosa,non lo capivo perche mi parlava in dialetto balinese,ma mi sono messo un paio di pantaloni e sono andato con lui oer fortuna a 50 metri da dove abito,entro e mi trovo una ragazzina sdraiata di 6 anni cianotica,intontito comincio con una compressione polmonare,mentre do il termometro alla madre per vedere se ha febbre,la compressione non da effetto,temp 40 gradi,le apro la bocca e con uno strumento(lascio perdere il termine medico)faccio resoirazione bocca a bocca,niente da fare peggiora di piu,dico al padre di cercare un suv per portarla in ospedale(a circa 10 minuti)mentre tento di infilarle una cannulla,comprimendo la trachea(la tracheotomia non si poteva fare per mancanza di due cose,bisturi finiti a meta settembre e luce di candela),ci riesco parzialmente con una canula da 3 mm,ma non sufficiente per farla respirare bene(tutto quello che ho scritto si svolgeva nell arco di una decina di minuti).Arriva il suv la carichiamo e tutti,madre,padre e due bambini di 2 e 3 anni andiamo in ospedale,dove chiaramente il medico di turno se la dormiva a casa,me ne frego entro in sala operatoria,prendo uno strumento che le allarga la trachea e finalmente le infilo il tubo da 5 respira,tutti sono contenti,io no,dopo 8-9 minuti mi muore tra le braccia,broncopolmonite fulminante e collasso cardiocircolatorio.Ho stretto quella bambina a me e come tutti in quella stanza,mi sono messo a piangere,mentre arrivava il caro medico di guardia.Ma come dice il caro Oreste mancano gli asili nido e che ce ne facciamo se la gente muore per strada?Vi pregherei di non rispondere a questo post sufficientemente fuori tema,ma la morte di una bambina non e mai fuori tema.grazie se farete qualche cosa sia per le famiglie che per i bambini poveri(non mandate soldi,ma muovetevi voi),grazie ancora

Buongiorno gianload, ti sento molto molto coinvolto e preparato. Un questo momento di cambiamento nella mia vita, nel quale a breve mi troverò senza nulla in mano, ho pensato di partire. L'idea iniziale era di andare a fare volontariato all'estero, per mettermi a disposizione e intanto avrei imparato bene l'inglese, ma ho trovato tutte associazioni che, al di là del biglietto, mi chiedevano fior fiore di quattrini. Strane coincidenza portano mia cugina che vive a bali a propormi di andare lí e magari iniziare un'attività con i miei gioielli e i suoi vestiti di seta. Non so quanto fare affidamento sulle voci da entusiasmo, ma io stessa sono un'entusiasta a cui piace affidarsi alla vita e quindi credo che ci proverò! E magari mi fermerò il tempo del visto da 60 per fare volontariato, chissà...
Intanto ne approfitto per chiederti info per aprire un piccolo negozio o se conosci (il che sarebbe molto meno dispendioso) se si possono fare mercatini. E magari se conosci delle associazioni di volontariato a cui affidarmi. Comincio con queste domande, anche se ne avrei già un monte da porti! Ti ringrazio anticipatamente... Buona giornata, maya

ciao Maya , io di mercatini a Bali non ne ho visti , o meglio non ho visto bancarelle gestite da stranieri .

Ciao Maya
mi sembrava di aver già risposto,ma forse ho solo letto il post.
Con le attuali visa NON puoi fare nessuna attività di lucro,devi creare una società e avere la Kitas Work unificata(non esite più la kitas business o meglio non esisterà più dal 1 gennaio,magari qualche governatorato ha anticipato la legislazione).Se per mercatini intendi,una bancarella nella quale poni le tue cose da vendere usate,esistono solo nella zona rossa di Bali e li i controlli non ci sono,ma dovrai pagare una tangente al capo della zona.se vuoi maggiori indicazioni in privato.

Nuova discussione

Traslocare a Bali

Consigli per preparare un trasloco a Bali