Conoscere usi e costumi di Madrid

Shutterstock.com
Aggiornato 2020-03-30 12:33

Madrid è un posto variegato, con un'attiva comunità di expat. La maggior di loro si sentono i benvenuti e trovano facile stabilirsi in una città aperta e tollerante come questa. Comunque sia, ci sono in paio di cose che i nuovi arrivati dovrebbero sapere in modo da facilitare la transizione nella quotidianità di Madrid.

Usanze e galateo

Comunicazione: gli spagnoli sono socievoli e amano conversare, infatti non è strano scambiare qualche parola mentre si è in fila o al bar mentre bevete un caffè. Interrompere e parlare ad alta voce non sono visti come atteggiamenti offensivi, ammesso che facciano parte di una conversazione animata.

Argomenti controversi: a meno che non siate in confidenza con qualcuno, tenete sempre presenti alcuni argomenti tabù come il movimento d'indipendenza catalano, la politica, Gibilterra, o l'ex dittatore Francisco Franco. Inoltre, evitate di criticare cose come la corrida, perché per gli spagnoli sono una parte importante dell'eredità culturale della Spagna.

Abbigliamento: nonostante sia diventato più casual, la gente ci tiene a mantenere un decoro nell'apparenza. Jeans e magliette sono accettabili per visitare la città e per le uscite tra amici, mentre ci si aspetta un abbigliamento più ricercato per eventi serali. Se dovete visitare una chiesa, assicuratevi che le spalle e le ginocchia siano coperte e levate i cappelli.

Saluti: per salutarsi gli uomini si stringono la mano, mentre tra due amici maschi ci può essere anche un abbraccio veloce. Le donne tra di loro, o donne e uomini, si salutano con un bacio sulla guancia, anche se è il primo incontro. Quando si entra o si esce da una stanza, è importante fare un saluto generico o addirittura un cenno a ogni presente.

Sui mezzi pubblici: mentre camminate o usate le scale mobili, tenetevi sulla destra per permettere a chi va più veloce di passare. Se non dovete scendere alla prossima, non occupate lo spazio davanti alle porte in modo da permettere agli altri di uscire o entrare agevolmente sia in metro che in ascensore.

Spazio personale: a Madrid (e nel resto della Spagna) è più ristretto rispetto ad altre parti del mondo. Le persone sono aperte e amichevoli, e capita spesso di stare vicino quando si parla tra gente dello stesso sesso o anche tra uomini e donne.

Puntualità: la concezione di 'puntualità' a Madrid varia a seconda delle situazioni, ed è più rilassata se confrontata con altri paesi europei. Quando si incontrano gli amici per bere un drink o cenare, arrivare con 15 - 30 minuti di ritardo non è maleducazione, anzi è normale. Non rimanete sorpresi se anche gli appuntamenti più formali iniziano con qualche minuto di ritardo. Anche i meeting di lavoro a volte vengono ritardati, sebbene ciò capiti meno frequentemente nelle compagnie internazionali.

Potrebbe interessarti l'articolo sul Galateo del networking.

Orario di lavoro

Gli orari di lavoro a Madrid tendono a preferire la parte serale della giornata. Infatti la maggior parte dei negozi aprono alle 9 o alle 10 della mattina e rimangono aperti fino alle 21:00. Durante il weekend la chiusura è posticipata e i centri commerciali e alcune catene di negozi sono chiuse di domenica. Le banche generalmente osservano un orario breve, dalle 8:30 alle 14:30.

Potreste aver sentito parlare della siesta spagnola, o 'pausa di mezza giornata'. Nonostante stia diventando sempre meno comune, molti piccoli negozi, soprattutto quelli indipendenti, chiudono nel pomeriggio tra le 14:00 e le 17:00, e i negozianti vanno a casa per mangiare e fare un riposino. Le grandi catene come i supermercati e le farmacie, invece, rimangono aperte durante tutto il giorno. Se siete in dubbio, controllate gli orari del negozio che vi interessa su Internet prima di incamminarvi.

Orari dei pasti

Parlando di organizzazione giornaliera, gli orari dei pasti possono risultare un po' strani per i nuovi expat. Cosa mangiare e quando segue un programma ben chiaro che troverete di seguito e vi sarà utile per sapere cosa aspettarvi.

Desayuno (colazione): spesso si tratta di caffè con latte e un toast o un dolce. Le quantità sono moderate e viene consumato prima delle 9:00.

Almuerzo (spuntino di metà mattina): di solito si fa intorno alle 11:30, mangiando un piccolo sandwich o una omelette di uova e patate.

Comida (pranzo): questo è il pasto più importante della giornata, generalmente consumato fra le 14:00 e le 16:00. I ristoranti offrono un menù del giorno con più portate e non è raro bere un bicchiere di vino o di birra mentre si mangia, anche se dopo si deve tornare in ufficio.

Merienda (merenda): un piccolo snack nel pomeriggio che permette di arrivare fino a cena, generalmente si mangia tra le 17:00 e le 19:00. La merenda comprende sia il dolce che il salato, a seconda dei gusti.

Cena (cena): in Spagna si cena abbastanza tardi, sia in casa che al ristorante. Durante la settimana ci si siede per cenare non prima delle 21:00, anzi, l'orario più comune sono le 22:30 (o anche più tardi durante i weekend). La cena è più leggera del pranzo, e di solito si mettono a tavola piatti differenti e se ne condividono le porzioni.

Sebbene la maggior parte dei ristoranti locali seguano questo orario per il pranzo e la cena, ci sono alcune eccezioni. I ristoranti nelle aree turistiche pubblicizzano la possibilità di ordinare a qualsiasi ora ' questo consente a chiunque di mangiare in qualsiasi momento si voglia.

Facciamo del nostro meglio per fornire informazioni aggiornate ed accurate. Nel caso in cui avessi notato delle imprecisioni in questo articolo per favore segnalacelo inserendo un commento nell'apposito spazio qui sotto.