quando si potrà tornare nelle Filippine?

Salve a tutti,
Lo scorso anno, esattamente due giorni prima di partire per le Filippine, hanno annullato il nostro volo a causa del coronavirus.
Il nostro sarebbe stato un viaggio importante e non solo turistico in quanto avremmo dovuto conoscere i futuri suoceri di mio figlio, fidanzato da anni con una ragazza filippina.
Qualcuno di voi sa quando riapriranno i voli per le Filippine? È possibile ottenere un visto per questo tipo di richieste?
Grazie a chi mi vorrà rispondere...

Buongiorono KatiaeMichele,

Ben arrivati sul forum  :)

Ho spostato il vostro messaggio sul Forum Filippine per maggiore visibilità ed interazione con gli altri utenti.

Vi riporto un aggiornamento preso dal sito Viaggiare Sicuri della Farnesina in riferimento all'ingresso nelle Filippine:

"Dal 22 marzo al 21 aprile 2021 l’ingresso di stranieri è limitato esclusivamente alle seguenti categorie di persone, solo se già in possesso di visto d’ingresso: diplomatici, funzionari internazionali, marittimi, coniugi e figli di cittadini filippini che viaggiano insieme a tali cittadini, rimpatri medici e casi umanitari approvati dalle autorità filippine.
Vista la situazione fluida, si consiglia di rivolgersi alle autorità diplomatico-consolari filippine in Italia per confermare la possibilità di ingresso nel Paese. Per maggiori dettagli consultare  il sito dell’Ambasciata d’Italia a Manila. "

Cordiali saluti,

Francesca
Team Expat.com

Grazie Francesca, purtroppo non ci resta che aspettare...

Ahimè credo proprio che non ci sia altra soluzione al momento...

😔

Non che sia una consolazione, ma siamo un po' tutti sulla stessa barca... incrociamo le dite che si possa presto tornare a viaggiare  :cheers:

Anche io come voi mi hanno annullato il volo 2 giorni prima di poter partire. Spero di tornare presto nelle Filippine.
Io sono già vaccinato e forse Presto apriranno ai vaccinati.

Attualmente a meno che non si viaggi con la propria moglie/marito e, si sia all'interno dei 1500(filippini compresi) viaggiatori per giorno l'accesso viene negato.
Per quanto riguarda i vaccinati la figlia di Duterte ha avanzato una proposta per la città di Cebu dove lei è la sindaca di accettare gli stranieri completamente vaccinati(si tratterebbe per la maggior parte di australiani, voli diretti verso Cebu)
Al padre Rodrigo non interessa al momento aprire le frontiere nemmeno per i vaccinati.
Vorrebbe vaccinare prima i filippini. C'e da considerare che la campagna vaccinale nelle filippine è effettivamente partita ora in ritardo di più di un mese e che i filippini per il 70 % ha una mala informazione e non vogliono sottoporsi al vaccino.
Nutro una flebile speranza per dicembre sul fatto che aprano ai vaccinati di poter entrare ma con clausole che siano congiunti e/o filippini.
D'altronde Natale rende tutti più buoni e forse potrò finalmente rivedere mia moglie.

Io spero che aprano presto  hai
vaccinati perché ho voglia di abbracciare di nuovo la mia futura moglie.

Ciao Ghira87,
tutto questo è per noi che viviamo questa situazione un grosso problema.
Mio figlio è molto sfiduciato, abbiamo capito che anche quest'anno non potremo partire e ne siamo molto rammaricati.
Vorrei chiederti se sai qualcosa riguardo l'ingresso in Italia di lavoratori filippini, abbiamo trovato un lavoro qui in Italia con un contratto di lavoro come colf per la fidanzata di mio figlio e a settembre dovrebbe iniziare a lavorare.
Conosci le modalità per farla entrare qui e se ci sono attualmente delle limitazioni?
Grazie se mi vorrai rispondere...
Buon proseguimento di giornata
Katia

Le limitazioni sono date dal governo filippino. Presentando i documenti all ambasciata italiana la visa può anche essere concessa. Poi il problema diventa la burocrazia filippina ovvero la dfa, il dipartimento degli affari esteri filippino. Non sono comunque totalmente informato in questo in  quanto l'opzione lavoro qua e visa lavorativa l'avevo già scartata 4 anni fa. Ed un anno e mezzo fa mi sono sposato(dicembre 2019) appunto per la questione visa e per farla venire qua più facilmente.
Comunque non prendere le mie parole come siano al cento per cento verificate in quanto non ho intrapreso tale strada avendo letto comunque su questo forum esperienze di altri utenti. Prova a fare una ricerca e trovi alcune discussioni passate nel forum dove hanno provato a far venire una ragazza in Italia con contratto lavorativo.
Spero che qualche utente legga questo topic e se ha avuto un'esperienza simile possa darti maggiori e migliori dettagli in merito.

Il problema è che molti una volta ottenuto quello che cercano non visitano più il forum. Quindi non è detto che queste persone rispondano sempre.

Grazie per la sollecita risposta, seguirò altre discussioni come da te raccomandato...
Buon proseguimento di giornata!

quando si saprä ? non cè una data ?

Ciao, purtroppo non c'è nessuna data certa, l'unica certezza è che il presidente filippino aprirà ai turisti o ai voli esteri soltanto dopo che avrà vaccinato tutta la popolazione del suo paese. Questa informazione mi era  già stata riferita da un utente di expat ma a conferma l'ho letta proprio ieri sul web e francamente mi ha molto scoraggiato.
Quindi non soltanto non potranno entrare soltanto i vaccinati ma dovremo aspettare che vaccinera' tutta la popolazione filippina e con la loro burocrazia lenta e caotica e la loro situazione sanitaria discutibile credo che passeranno almeno altri due anni per poter entrare in questo paese...
Non ci sono altre vie per poter entrare.

Se aspetteranno a riaprire tra 2 anni ci saranno molti più poveri e molti più morti per fame che di covid. Senza contare la delinquenza che dilagherà i da nord a sud

Sono d'accordo con questa previsione, la figlia di Duterte, sindaca di una città chiaramente delle Filippine ha detto pubblicamente che vuole riaprire ai turisti vaccinati ma suo padre non ne vuol sapere.
Cosa resta da dire?

Quando i morti di vaccino verranno resi pubblici forse la vita tornerà normale

giuli7650 ha scritto :

Quando i morti di vaccino verranno resi pubblici forse la vita tornerà normale

Scusa ma trovo questo commento sia  :offtopic: che inappropriato. Non è che perchè l'ingresso nel paese è interdetto, nelle Filippine come in altri Paesi, uno se debba uscire con una frase del genere.

Lo so, la verità fa male, ma i dati sono chiari!
Basta aprire gli occhi e saper leggere…

Ciao Katia...chiedi alle associazioni che si occupano di stranieri.

Ciao Zarah, si, lo farò anche se al momento per entrare nel paese è necessaria una quarantena in una struttura scelta dal governo filippino e occorre sottoporsi ad un tampone pcr al sesto giorno di quarantena.
Con queste condizioni non possiamo proprio partire, mio figlio potrà avere al massimo 15 giorni di ferie e non può sprecarli con le quarantene!
Al momento purtroppo il viaggio nelle Filippine è rinviato,  abbiamo deciso di fare arrivare la ragazza in Italia, offrirle un lavoro che la possa dare la possibilità di restare oltre i tre mesi consentiti dal visto turistico.
Per questo aspetto ho contattato un patronato per cercare un aiuto da loro. Inutile dire che anche qui ci sono molte difficoltà, occorre attendere l'uscita dei flussi turistici per capire quante persone potranno entrare a lavorare in Italia in maniera regolare con un contratto di lavoro, poi si potrà fare una domanda al ministero con la richiesta di un visto lavorativo.
Vedremo cosa accadrà in futuro,  sarebbe invece stato bello ottenere un visto dall'ambasciata italiana o filippina che ci avesse permesso di partire senza tutte queste formalità ma i tempo che stiamo vivendo sono quelli che sono e non ci resti che avere ancora tanta pazienza...

Ciao a tutti,
qualcosa si sta muovendo dal 1 Agosto i coniugi di filippini non dovranno più presentare un documento aggiuntivo di esenzione ma, potranno far visita ai propri coniugi.
Questo però previo l'aver ottenuto dal consolato o dall'ambasciata una visa di tipo 9a presentando tra l'altro documenti aggiuntivi rispetto ai requisiti normali per ottenerla al fine di provare l'effettivo stato di marito/moglie.

Ghira86 ha scritto :

Ciao a tutti,
qualcosa si sta muovendo dal 1 Agosto i coniugi di filippini non dovranno più presentare un documento aggiuntivo di esenzione ma, potranno far visita ai propri coniugi.
Questo però previo l'aver ottenuto dal consolato o dall'ambasciata una visa di tipo 9a presentando tra l'altro documenti aggiuntivi rispetto ai requisiti normali per ottenerla al fine di provare l'effettivo stato di marito/moglie.

Grazie mille per questo aggiornamento!

Grazie per questo aggiornamento. Purtroppo mio figlio e la sua fidanzata non sono ancora sposati, nel febbraio del 2020 saremmo dovuti partire per conoscere i genitori della ragazza e organizzare il loro matrimonio ma tutto questo è incredibilmente stato fermato dal Covid. Ora non sappiamo come muoverci, non possiamo entrare nelle Filippine come turisti, non credo che per noi ci possa essere un visto che ci consenta di partire...sarebbe un miracolo poterlo avere!

Buon giorno. Anche io sono nella stessa situazione dovevamo preparare gli incartamenti per poi spostarci ma il covid ha bloccato tutto ed adesso sono quasi 2 anni che non incontriamo. Non mi sembra giusto in fin dei conti c'è soltanto un documento di differenza tra due sposati e e fidanzati ma i sentimenti sono i soliti. Se non cambia qualcosa in novembre voglio recarmi all'ambasciata a Roma per chiedere un visto speciale per poter andare a trovarla. Tra l'altro ho già fatto le due dosi di vaccino. E penso che anche lei lo farà presto visto che da agosto mettono l'ingresso obbligatorio nei supermercati solo con il vaccino.

Sono anche sei mesi che sto mandando soldi alla mia donna facendo finta che la sto mantenendo.
Anche se lei non ne ha bisogno e li mettiamo da parte.In modo che sembri che la sto  mantenendo.  Spero che pensino che sia una cosa seria, come se si fosse sposati.

Purtroppo attualmente il comunicato stampa parla chiaro e la possibilità viene data solo a chi è già sposato o figlio o parente di un cittadino filippino.

Vi riporto il testo integrale del comunicato stampa datato 26 Luglio.

"PRESS RELEASE 2021 July 26 Alien spouses, children, parents of Pinoys need not present entry exemption doc starting Aug. 1 - BI The Bureau of Immigration (BI) announced that starting Aug. 1, its officers at the ports will no longer require the presentation of an entry exemption document (EED) from foreign spouses, children and parents of Filipino citizens who are traveling to the Philippines as tourists to visit their kin here. BI Commissioner Jaime Morente said the new policy is in compliance with the latest resolution of the Inter-Agency Task Force for the Management of Emerging Infectious Diseases (IATF) which eased the entry travel requirements for foreigners related by marriage or filiation to Filipinos."

Per le vaccinazioni nelle Filippine riporto le parole di Duterte che ha aperto la vaccinazione a chiunque voglia farla per far si che ci siano più persone che si vaccinino. Come già detto lui aprirà i confini per l'ingresso nelle Filippine solo dopo aver raggiunto una quota del 75/80% della popolazione vaccinata. Ora sono al 5% come persone che hanno ricevuto la vaccinazione quindi la quota è lontana per il momento.
Attualmente ha aperto per 51 paesi considerati green(prima erano  57, ora ne sono stati rimossi alcuni ma aggiunti altri per un totale di 51), però tra questi non figura ancora l'Italia. Il Bel Paese non è considerato a basso rischio covid. Chi proviene da paesi della lista, se già vaccinato in uno di quei paesi, ha una quarantena ridotta a soli 7 giorni(e test al quinto giorno invece del settimo giorno). Questo è l'unico, se si può chiamare così, vantaggio che hanno le persone provenienti dai paesi dell'elenco green.

Devono comunque essere già in possesso di una visa con le attuali restrizioni che prevedono una parentela(anche marito/moglie) con un cittadino filippino.

Aggiornamento sulla visa 9a per chi è sposato i requisiti aggiuntivi rispetto a quello che è ben documentato sul sito dell'ambasciata filippina a Roma sono:
- certificato della PSA di matrimonio (quindi non il certificato se registrato anche qua di matrimonio) ma quello della PSA.
- secondo ed ultimo requisito 7 giorni di prenotazione in un hotel della lista presente nel sito governativo Filippino come hotel destinati per la quarantena. Quindi sembrerebbe che anche se l'Italia non è tra i paesi considerati green basta una prenotazione di 7 giorni e non dieci. Però stando alle fonti ufficiali 10 giorni di quarantena per i paesi non green vanno fatti. Quindi per la visa prenotazione di 7 giorni ma conviene già riservarsi il posto negli hotel indicati per 10 giorni.

Per gli altri requisiti visitate il sito dell'ambasciata filippina. Tralasciate il fatto che per un italiano non è richiesta la visa che è un refuso ore covid.
Comunque sostanzialmente presenza in ambasciata/ consolato. Modulo da compilare e scaricabile dal sito. Fototessere. 27 euro  da pagare in ambasciata/consolato (Roma ambasciata Milano consolato). In più 6 mesi di estratto conto da presentare. Più dopo passaporto etc. La lista completa sul sito dell'ambasciata filippina.

Ciao Alberto,

Mi chiamo Fabrizio e anch'io sono bloccato nell'andare a trovare la mia fidanzata filippina con la quale avevo preparato il piano per sposarci.
A proposito, scusami se ne approfitto, ma potresti confermarmi quali sono i documenti corretti richiesti, perché c'è un'enorme confusione di informazioni???
Grazie mille

I documenti necessari sono listati nel seguente link dell'ambasciata filippina di Roma.
https://romepe.dfa.gov.ph/citizen-services/visa2
In particolare la visa9a. C'è un refuso con scritto che gli italiani non devono richiederla questo in quanto pre covid la visa non era richiesta.
In aggiunta servono certificato di matrimonio rilasciato dalla PSA filippina e la prenotazione di 7 giorni in un hotel di Manila destinato a covid e listato nel sito governativo Filippino
Come detto puoi richiedere la visa solo se sposato infatti il certificato della PSA serve per provare che sei sposato.
L'apertura delle frontiere è infatti ad ora esclusiva ai famigliari e parenti di cittadini filippini.

Non mi chiedeva i documenti per poter venire nelle Filippine ma bensì i documenti necessari per potersi sposare lì con una Filippina

Alberto60 ha scritto :

Non mi chiedeva i documenti per poter venire nelle Filippine ma bensì i documenti necessari per potersi sposare lì con una Filippina

Stai portando la discussione fuori tema. Usa la lente in alto a destra per fare una ricerca per argomento (mi pare che su questo forum l'argomento documenti per matrimonio sia stato già trattato parecchie volte!!!). Se non trovi nulla, apri una nuova discussione.

Grazie

Si ho capito che chiedeva quelli per il matrimonio che sono listati da un mio precedente intervento nel topic apposito.
OTHER TOPIC in questo topic la richiesta dei documenti.
Comunque per chiudere velocemente l'OT in quanto questo è su quando si potrà andare e quindi in topic ci sono i documenti necessari per andare nelle Filippine.

Senza visa non si va la quindi il primo step è ottenere la visa. Se riapriranno anche per i non sposati ci sarà comunque da farsi la visa al meno che lo stato pandemico non decadi e quindi il covid sia debellato a livello globale.
Comunque rimetto la lista.
Sposo sposa italiano/a
- Certificato di nascita con riassunto emesso dal comune dove si è nato
- stato civile
- passaporto

Per lo sposo/a filippino/a:
- passaporto
- certificato di nascita rilasciato dalla PSA quindi non quello che rilasciano ai genitori alla nascita ma quello richiesto e rilasciato dalla PSA
- certificato CENOMAR sempre rilasciato dalla PSA il quale è l'equivalente del nostro certificato di stato civile( stato libero ) che serve all'ambasciata per verificare che lui/lei non sia sposato/sposata

Presentati questi rilasciano il legal capacity.

Rimetto una nota. Prima di andare la e richiedere al futuro/a sposo/a di prendere il cenomar è consigliato abbia già contattato il sindaco della città dove ci si vuole sposare per richiedere i documenti necessari. Varia da sindaco a sindaco. In alcuni casi basta solo il passaporto ed il legal capacity che verrà rilasciato dall'ambasciata la in altri sono richiesti documenti aggiuntivi. Nel mio caso il sindaco richiedeva anche il mio cenomar.
Come detto in precedenza per il cenomar di un italiano il futuro/a sposo/a dovrà dare il nominativo alla PSA con data e luogo di nascita ed il nominativo dei genitori del soggetto italiano/a.

In quanto il cenomar è un documento filippino e quindi rilasciato solo la.

Si viene in poche parole registrati nel loro database se non già richiesto o già sposati la e, con il cenomar se già sposati in precedenza quindi già registrati verrà segnalato nel documento lo stato di non single e la moglie. Se non sposati naturalmente lo status di single.

Grazie mille Ghira 86

Ghira86 ha scritto :

Attualmente a meno che non si viaggi con la propria moglie/marito e, si sia all'interno dei 1500(filippini compresi) viaggiatori per giorno l'accesso viene negato.
Per quanto riguarda i vaccinati la figlia di Duterte ha avanzato una proposta per la città di Cebu dove lei è la sindaca di accettare gli stranieri completamente vaccinati(si tratterebbe per la maggior parte di australiani, voli diretti verso Cebu)
Al padre Rodrigo non interessa al momento aprire le frontiere nemmeno per i vaccinati.
Vorrebbe vaccinare prima i filippini. C'e da considerare che la campagna vaccinale nelle filippine è effettivamente partita ora in ritardo di più di un mese e che i filippini per il 70 % ha una mala informazione e non vogliono sottoporsi al vaccino.
Nutro una flebile speranza per dicembre sul fatto che aprano ai vaccinati di poter entrare ma con clausole che siano congiunti e/o filippini.
D'altronde Natale rende tutti più buoni e forse potrò finalmente rivedere mia moglie.

Ciao, buongiorno a tutti innanzitutto sono nuovo del forum.
Scusami....ma come? Sei sposato con una ragazza filippina e non può venire qui? Non capisco....
Il ricongiungimento familiare non è sempre consentito?

Chi è coniugato può entrare con certificato di matrimonio. Anche chi ha uno dei vari visti residenti, PRA, Business etc.
Solo il visto turistico è bannato al momento e non c'è modo di aggirarlo.
Il numero di ingressi giornalieri consentiti viene aggiornato in base all'andamento della epidemia e comunque bisogna fare 14 giorni di quarantena, 10 in hotel e 4 a casa. Almeno questo per chi arriva dall'Italia.

Non è che non può venire qui. Non prende l'aereo da sola perché ha paura di viaggiare da sola quindi devo andare la e farmi il viaggio con lei.
Confermo che solo chi è sposato può andar la previo aver presentato il documento di matrimonio (attenzione non quello rilasciato dal proprio comune dopo la registrazione ovvero lo stato civile ma, quello rilasciato dalla PSA filippina) oltre a vari documenti. Non basta solo il documento di matrimonio. Bisogna presentare tale documento all ambasciata filippina a Roma oppure al consolato a Milano insieme ad il proprio passaporto un estratto conto degli ultimi sei mesi e altri documenti presenti nel sito dell'ambasciata filippina di Roma. In più pagare 27 euro. Qualora ritenuto idoneo rilasciano un visto. Tra i documenti deve essere presentato il biglietto aereo e la prenotazione su uno dei 160 circa hotel convenzionati per la quarantena. La lista la si reperisce nel sito governativo Filippino. Obbligo di tampone dopo 7gg e 10 giorni in hotel 4 come detto dall'utente che ha risposto prima di me si possono scontare anche a domicilio.

N.B.
il certificato di matrimonio in se non permette di entrare ma solo il visto che rilascia il consolato o l'ambasciata dopo aver presentato il certificato di matrimonio della PSA ed i vari documenti quotati

Per mettere i puntini sulle i, tale visto può richiederlo solo chi è sposato, per ora quindi,se qualcuno non sposato prova a richiederlo per il momento perde solo una giornata nel loro consolato o nella loro ambasciata.

Si va richiesto il visto per i coniugati e i possessori di visto lavorativo, ma questo da sempre, è cambiato solo che non c’è l’automatismo del balikbayan. Tutto giusto a parte il fatto che il visto non è discrezionale se italiano/a coniugato con filippina/o, o se c’è un visto di lavoro valido. Invece chi possiede il SRRV non ha più necessità di richiedere il visto dallo scorso luglio.

C'è l'automatismo del bilikbayan. Solo se mia moglie fosse già qua e viaggio assieme con lei per andare la. Quindi se una moglie/marito filippino/filippina vive qua non devi richiedere la visa ma avendo comunque il documento di matrimonio rilasciato dalla PSA arrivi all'aeroporto di Manila e ti danno la visa senza richiederla al consolato/ambasciata. Ma solo ed esclusivamente se viaggi con lei/lui. Non decadiamo su informazioni errate. Se mia moglie fosse in Italia io potrei andare con lei ed avere i privilegi del bilikbayan. Senza passare per la loro ambasciata/consolato.

Paradossalmente aggiungo che se mia moglie si decidesse di prendere anche un solo volo per Singapore (per dire una nazione parte dell'Asean) e la incontro la e viaggiamo indietro verso le Filippine io entrerei con il bilikbayan. E dopo la quarantena potremmo viaggiare verso l'Italia facendo la sua visa. Ognuno ha le sue croci....

Nuova discussione