Informazioni per trasferirsi a Ho Chi Minh/Saigon?

Ripeto quello che ho scritto sul mio profilo:

I am a male.
I am Italian.
I am 67 and I was born on 16 November 1952.
I am married.

Salve a tutti.
Mi sono iscritto perché ho una possibile offerta di lavoro per Ho Chi Minh e sto cercando quante più informazioni possibili nel caso debba prendere una decisione.

Non mi preoccupa il lavoro, ma:
-clima (soffro il caldo)
-lingua (basta l'inglese?)
-come si vive, lavoro a parte? c'è una comunità di italiani o almeno di europei?

Ma la mia maggiore preoccupazione è per mia moglie, quando sono al lavoro.
Non conosce l'inglese.
Cosa fanno le mogli? Ci sono circoli/associazioni/...?
Mia moglie è una insegnante in pensione; potrebbe trovare impegno come insegnante di italiano?

Altre considerazioni da parte vostra?

Grazie

Ciao FrancoSk,

Ben arrivato su Expat.com!

Ecco qualche informazione di base sulle condizioni climatiche a HMCH:

Come condizione generale è caldo/umido. Aprile è il mese più caldo (min.26/max.34), Dicembre quello relativamente più fresco (min.22/max.31).
Come tutti i paesi del Sud/Est asiatico, anche il Vietnam è interessato da una stagione secca che va da Dicembre a inizio Maggio e da una stagione cosiddetta delle piogge da Maggio a inizio Dicembre.
Settembre è molto piovoso. A volte il paese è interessato da monsoni e alluvioni.

Per altre info di carattere generale sulla città, puoi leggere questo contributo di un utente lasciato nel thread Hcm come si vive.

Altre testimonianze dal forum:
Ho Chi Minh City è una città con circa dieci milioni di abitanti.
I palazzi in stile coloniale francese si confondono sempre più tra gli innumerevoli grattaceli moderni.
Oggi nei supermercati ormai si trova (quasi) di tutto, dai salumi alla pasta ai formaggi. In centro ci sono molti negozi con le firme più famose: dall'abbigliamento agli orologi.
Luoghi per incontrarsi o divertirsi sono disponibili a tutte le ore: ristoranti, discoteche, night, birrerie, cinema, teatri. Palestre e campi da golf non mancano.
Il traffico di Sàigòn è caotico soprattutto per il numero di motorini che vi circolano a tutte le ore. Purtroppo l'educazione stradale è una chimera. Stop e precedenze non esistono. Si guida ovunque, contromano e sui marciapiedi.
Attraversando la strada a piedi è consigliabile mantenere una velocità costante, in modo che lo "sciame" ti possa schivare agevolmente. Nessuno si ferma.
La gente è mediamente gioviale, gentile e disponibile.
Inizialmente diffidenti e schivi, se gli vai a genio, sono pronti a farti conoscere la famiglia rendendoti quasi parte di essa. Quest'ultima, assieme al rispetto per gli anziani, è una dei valori più importanti. Valori che noi ci siamo ormai quasi dimenticati.
A differenza di quanto uno si potrebbe immaginare, il Vietnamita ama il caffè (è il secondo produttore al mondo) e i panini.

Non so di circoli/associazioni di italiani ma se controlli sul sito del Consolato Italiano a HCMC, sezione Sala Stampa, trovi i vari eventi che vengono organizzati. Partecipare potrebbe aiutarvi a fare nuove conoscenze.

Saluti,

Francesca
Team Expat.com

Grazie.

Ho letto e continuerò a leggere contributi nel forum, sperando in altre risposte da residenti.

Nuova discussione