Italiani residenti a Bizerte

Ciao, sono Paolo e vivo da 2 anni ad Hammamet con mia moglie. Abbiamo visitato molti luoghi della Tunisia e ci siamo resi conto che molti italiani si sono stanziati ad Hammamet senza verificare altre soluzioni. A noi Hammamet non piace particolarmente ma ci rendiamo conto che il fatto che ci siano molti italiani facilita la vita sociale fra compatrioti. Una città che ci è piaciuta particolarmente è Bizerte, e ci chiediamo se è presente una comunità italiana per poterci eventualmente trasferire.
Ci piacerebbe anche fare da battistrada in questa avventura perché sappiamo che altri ci seguirebbero ma conoscere qualcuno che già abita Bizerte sarebbe comunque interessante.
Grazie per la disponibilità
Luisa e Paolo

Seguo Paolo, questo interessante post.

Una domanda: voi col francese andate bene ?

Perché la grande comunità di italiani di Hammamet offre, sotto l’aspetto linguistico, per chi come me che ancora non conosce la lingua, diversi vantaggi.

Fortunatamente il francese non è un problema perche mia mamma era nata in francia e fin da piccolo in casa si parlava francese ancor prima che in italiano

Ciao,
Io sono stato ultimamente a Bizerta per più una settimana. Ne avevo letto delle recensioni non edificanti. Al contrario mi sono trovato benissimo, ben accolto ed ho facilmente interagito con la popolazione locale. Ho conosciuto anche diversi Italiani residenti ma non ho le loro coordinate.
Il posto è bello ed abbastanza pulito, il centro storico interessante, la zona del porto vecchio piuttosto affollata (estate=Turismo) di locali, Algerini, Europei, Russi,Giapponesi e Cinesi. I costi sono un pò inferiori da altre località Turistiche più a sud.
Ho trovato ottimi ristoranti i cucina locale, vari "botteghini" che preparavano ottimo pesce (meglio pesce azzurro) e carne alla griglia, pane più che buono e pasticcerie da sballo!
Anche il prezzo delle sigarette originali (es. Camel prodotte in svizzera ed importate) più bassi che nel sud, 5,5 Dinari rispetto a 6,5.
Anche i prezzi nei ristoranti sono ottimi, escluso il "rinomato" ristorante bar Le Quai presso il porto delle barche da diporto, piuttosto caro a fronte di piatti ben presentati e serviti ma poco gustosi.
Taxi quasi tutti a tassametro (pochi furbetti).
La sera gran festa, musica e divertimenti fino anche alle 3 del mattino, la mattina prima delle 9  quasi tutto chiuso.
Si trova tutto compreso i cari prodotti europei. Verso l'entroterra lungo le strade, molti venditori di ottimo miele ( vari tipi da assaggiare) a prezzo vantaggioso.
Visitato ampiamente anche il Governatorato e quelli vicini Jendouba, Beja, Ariana e relativi siti archeologici, parchi, foreste e similia. Proprio un bel posto.
Saluti
Antonio

subdive,   grazie per avere qui esposto le tue impressioni ed esperienze... davvero stimolanti.

(Soltanto c'è da sperare che poi non si "sovrappopoli"  e proprio di certuni personaggi che sarebbe auspicabile restassero ad Hammamet, fra di loro).
Ahia....

Nuova discussione