Truffe immobiliari in Romania: come evitarle

Buongiorno  a tutti,

Affittare o acquistare una casa quando si è nuovi in Romania o addirittura non ci si è ancora trasferiti, è un’impresa stressante.
Aiutateci a stilare delle linee guida per evitare le truffe immobiliari in Romania rispondendo ad alcune domande.

Quali sono le truffe più comuni e come evitarle?

Quali sono i segnali di allarme a cui fare attenzione quando si consultano annunci immobiliari on-line in Romania?

Dove si può reperire un elenco di agenti immobiliari o proprietari accreditati?

Che autorità vanno contattate in caso ci si imbatta in una truffa?

Grazie per condividere la vostra esperienza,

Francesca

Buongiorno, cerco di rispondere alle domande in maniera concisa.
Le truffe sono molteplici....dalla certificazione delle carte funciarie, al loro aggiornamento, ai vizi e servitù occulte.
Esiste l'albo degli agenti immobiliari, ma non garantisce la "limpidezza" del loro operato.
In caso si truffa...cosa si intende per truffa? Attenzione che in Romania non  è come in Italia pertanto un accordo tra le parti può essere più importante che la legge...un conto è una "distrazione" di fondi su conti non del venditore, un conto è omissione di dichiarazione di problematiche o altre cose occultate...non è truffa....
Le autorità...la Polizia, ma occorre, per definire il reato, l'aiuto di un avvocato.
Non sempre il poliziotto di turno, sempre con il massimo rispetto per le Autorità, è in grado di definire subito il reato presumibilmente commesso (presumibilmente perchè la responsabilità del reato spetta definirla al Giudice).
Imbattersi in una causa vuol dire almeno 500 euro di compenso per il professionista, più 2% di tasse al Tribunale (indicativo) sul valore della causa...diciamo una media di 1500/2000 euro...tempi almeno 6/12 mesi per la sentenza...sempre che la parte avversa abbia di che pagare...ovvio che se ha il reddito di minimo di economia (poco più di 200 euro) o se la ditta ha il capitale sociale minimo (50 euro)...si butta via tempo e soldi. Per esperienza diretta come investitore immobiliare, consiglio di "prevenire" i problemi tramite l'aiuto di un serio professionista (oltre l'agente immobiliare parlare con i residenti in zona per le problematiche locali, un topografo per controllare che i confini nelle carte funciarie siano esatti, un legale per certificare il diritto di proprietà del venditore e l'assenza di ipoteche, un commercialista, il Comune per la mappatura della zona, e per la gestione corretta dell'operazione dal punto di vista contabile, e ancora meglio, per evitare problemi di esportazione di valuta, un esperto di operazioni transazionali). Posso capire che l'utilizzo di tutti questi operatori possa "spaventare", ma alla fine parliamo di un investimento di qualche centinaio di euro che evita problemi ben maggiori dopo, e un acquisto "sereno".
In Romania i notai scrivono e certificano gli accordi, ma non sono responsabili della bontà del contenuto, per cui non sono imputabili per omissioni di dati o altro.
Spero essere stato un minimo d'aiuto...saluti
                                                                                     Vito

buongiorno, avendo acquistato e venduto diversi appartamenti, posso riferire linee base in tal senso, non conosco la piazza e quindi eventuali rischi in ambito industriale o agricolo-silvico. Prima di tutto un buon notaio, referenziato che ben interpreta e ben informa l'acquirente sullo stato catastale dell'immobile, truffe e raggiri sono già scongiurati...e una mano la può dare anche esprimendo la propria opinione sul prezzo.
Le agenzie sono abastanza sicure ma possono nascondere situazioni scomode, poiché il loro interesse è vendere, e la loro serietà lascia il tempo che trova; è però quasi impossibile evitarle dato che anche online buona parte degli annunci è loro, anche se sarebbe vantaggioso poiché hanno una commissione del 2-3% sull’acquisto/vendita e del 50% sul primo affitto. Evitare il notaio consigliato dall’agente immobiliare anche se all’apparenza vi sembrerà più comodo e vantaggioso. Chi compra paga le spese notarili, e chi paga decide! questa è una regola, anche se non scritta.
L’affitto è molto semplice, di fatto un accordo tra le parti. Di solito viene proposta una somma più bassa di circa il 10-15% per un affitto non dichiarato o per un comodato, questo perché il proprietario non pagherebbe le tasse che invece ha su un affitto “ufficiale”, ma si è meno tutelati…anche se in realtà lo è meno il locatore. In ogni caso consiglio un contratto. Le clausole sono del tutto personalizzabili, ma di solito si fa con scadenza ad un anno con rinnovo (mai automatico) e possono essere chiusi prima della scadenza con accordi bilaterali, si usa versare un affitto a garanzia, che è a tutela del locatore ma va messo sul contratto. farsi dare una copia del contatto con timbro di registrazione dell'agenzia nazionale di amministrazione fiscale, ANAF. Gli appartamenti sono di solito completamente arredati e completi di elettrodomestici. Gli affitti sono ovviamente proporzionati, a mio parere alti. Mediamente il costo annuo vale i 6-7% del valore dell’immobile, in alcuni casi intorno al 10…infatti è un vero e proprio business.

Il tutto riferito alla zona dove ho esperienza diretta o conosco esperienze altrui, quale Arad-Timisoara, per le altre zone potrebbero esserci diverse situazioni-parametri. N.B. mi trovo in Romania da oltre 14 anni, conosco molti Italiani e persone di altre nazionalità, non mi vengono in mente situazioni in cui, oltre a me, qualcuno abbia subito delle truffe (riferito al significato legale del termine) ma sono davvero tante le situazioni in cui sono stati fatti pessimi affari, o "prese vere e proprie fregature", spesso in fiducia di persone (e non solo Romeni) apparentemente affidabili, dove poi non resta che rassegnarsi perchè dal punto di vista legale non ci sono appigli. saluti a tutti

Nuova discussione