Costo della vita in Bulgaria nel 2019

Buongiorno a tutti,

Come da tradizione facciamo appello alla vostra esperienza di espatriati per aggiornarci sull’aumento dei prezzi  e sul costo della vita in Bulgaria.

Non dimenticate di specificare la città dove abitate e il numero di persone che compongono il nucleo familiare.

Quanto vi costano:

Affitto di appartamento o casa

Utenze domestiche come luce, acqua, gas

Generi alimentari di prima necessità

Trasporto pubblico o benzina se avete la macchina

Spese telefoniche e connessione internet

Spese mediche (assicurazione sanitaria, visite specialistiche, dentista, farmaci)

Spese scolastiche

Hobby e attività ricreative tipo palestra, cinema, concerti

La lista è indicativa quindi sentitevi liberi di aggiungere altre voci se necessario.

La vostra testimonianza aiuterà chi sta per trasferirsi in Bulgaria!

Grazie,

Francesca

La benzina verde 95 costava 2,5 leva al litro sei anni fa! Gli appartamenti il doppio di quello che costano adesso. Non so gli affitti ma non mi sembra sua cambiato un gran che. Le case fuori citta' hanno perso almeno un 30% netto di valore in media in sei anni. L'unica coaa che si nota in Bulgaria e' la deflazione. I prezzo del cibo e' invariato da piu' di 6 anni. Fra l'altro possiamo dire che le case periferiche in Italia stanno drammaticamente perdendo valore. Una cosa che accomuna la Bulgaria all'Italia e' il prezzo delle case e degli affitti in centro sempre piu' alti. La Bulgaria e' attractive ma adesso anche l'Italia del sud sta tornando attractive. Non credo che il passaggio leva euro arrivera' presto, perlomeno a giudicare dall'ultimo discorso di Boyko Borisov. A quanto pare il governo di Sofia non si fida del debito italiano e non vuole mollare il leva per paura di pagare I debiti di Francia, Spagna e Italia.

Si l'acqua arrivera' a 3 leva metrocubo e la luce salira' un po. Le assicurazioni sono leggermente piu' alte ma la benzina e' da anni che scende. Il gas e' sceso un po. La vignetta autostradale e' invariata a 97  leva per anno. Niente a che vedere con I prezzi e gli aumenti italiani....
E poi in Bulgaria appena vengono alzati I prezzi la gente scompare e il prezzo ridiscende (come per il pane al lidl...) dopodiche' l'esodo dei bulgari dove? In Turchia? Non c'e' lavoro per gli stranieri in Italia e anche in Germania, ....sarebbe come passare dalla padella direttamente sulla fiamma!!

Mah per adesso quello che dici non mi risulta, poi vedremo. Ricordo qualche anno fa sulla costa bulgara non circolavano macchine durante l'inverno o quasi. Adesso non e' che il traffico invernale sia molto aumentato ma se aumentassero assicurazioni e bollo si tornerebbe in poco tempo al 2008 quando si contavano le aut o per strada ogni tanto. Il rublo vale la meta' rispetto al 2012 e la lira turca anche. Sulle assicurazioni piu' che il cartello ho notato che lo Stato ha cancellato quelle piu' basse perche' non garantivano I requisiti minimi di sicurezza e riparazione. Cmq la minima assicurazione per una berlina e' passata da un minimo di 200 leva a 320 leva e solo perche' e' scomparsa la compagnia, non per l'aumento. Sui supermercati c'e' una concorrenza spietata e penny market ha dovuto chiudere tutti I suoi supermercati. Quello che ho notato e' che provano sem pre ad aumentare I prezzi e poi I clienti scompaiono. Sulla costa I negozi chiudono a dicembre e riaprono a febbraio, nel 2008 si trovavano negozi aperti 365 giorni all'anno 24h. Il motivo? Aumentano I prezzi e siccome d'inverno ci sono solo bulgari non vendono niente. I turisti russi sono diminuiti e sopratutto gli acquirenti di case per vacanze. Con un mercato cosi asfittico, aumentare le tasse significa distruggerlo definitivamente. L'inflazione in bulgaria e' un concetto strano perche' c'e' tanta concorrenza e gli stipendi sono bassi o precarissimi. I bulgari sono degli "sparaprezzi" senza pari ma quando scompaiono I turisti o mancano I soldi loro fanno a meno di tutto e I prezzi ridiscendono.

Mah! A me sembra anche in questo caso che non sia esattamente cosi. I prodotti a basso costo vengono dalla romania e dalla polonia, sopratutto quelli lattiero caseari e poi da aziende interne alla bulgaria. Poi ovviamente sui controlli concordo ma per esempio I prodotti lidl e kaufman sono controllati dai tedeschi. Il calo demografico con turchi, siriani e pensionati vari e' abbastanza compensato. Per me la Bulgaria e' adatta a chi ama la tranquillita' e sa selezionare I prodotti. E' comunque un paese europeo.. se andiamo in paesi extraeuropei I controlli alimentari sono una tragedia. Come rapporto qualita' prezzo sopratutto per chi cerca relax, terme, mare e sole e' una ottima scelta. Un pensionato italiano sulla costa puo' evitare I prodotti a basso costo e vivere bene.

Concordo! Grazie dei consigli.  A dire il vero anche in Italia I controlli vengono elusi.  Ci sono prodotti che in Bulgaria costano meno come le olive greche, il pollo, la verdura e la frutta (prezzi analoghi a sud italia), gli alcolici anche se il vino e' caro, I detersivi (anche se I  molti casi la qualita' lascia a desiderare), la carta (fazzoletti, carta da forno, tipo scottex etc.), utensileria (tutta roba cinese), ...
Diciamo che se un prodotto raggiunge la qualita' italiana costa come in italia se non di +.... pero' loro sanno selezionare a livello internazionale I  miglior prodotto al prezzo piu' basso, girano il mondo finche' non lo trovano :)

La verita' e' che ai bulgari non interessa cosa c'e' dietro al prezzo di un prodotto italiano (iva+tasse). Vedono il prezzo in italia e si adeguano. Questo significa che alcuni bulgari guadagnano una montagna di soldi e viaggiano con suv da 200 mila euro. Un'altra cosa che ho notato e' che in bulgaria I prezzi difficilmente scendono, piuttosto gli esercenti chiudono il negozio e aspettano inglesi italiani e tedeschi d'estate.

Mi chiamo vittorio valsecchi da giugno 2018 abito a Sofia.
Io abito in centro in via Serdica .
Pago euro 500 x bilocale di 45 mq.
In centro non si trovano appartamenti.con contratto annuale
A meno di questa cifra.
Parlo di appartamenti ben rifiniti e con mobili ed elettrodomestici moderni.
Io sono da poco in pensione.ho lavorato 42 anni in italia.
La mia pensione di 1200 euro mi consente di vivere dignitosamente
Anche pagando affitto
Sto valutando.quando scadrà il contratto di trasferirmi a Varna.
Comunque riguardo ai prezzi da giugno 2018 ad oggi non ho notato aumenti.
Vivera a Sofia ha dei vantaggi.
Cinema.teatro.centri commerciali
Vicini . Io ho l auto ma non la uso.
Ho fatto abbonamento annuale x i mezzi . Tram e metro con lev 365.00
Carne e pesce non sono a livello italiano. Sui tram a volte si trova un barbone che appesta l aria.
L unica è scendere subito ed aspettare il prossimo
Passa ogni 10 minuti.
La metro invece è ottima siccome per entrare c è il passaggio obbligato con biglietto.non si hanno le spiacevoli sorprese del tram.
Se qualcuno vule relazionarsi con me...sono disponibile.
Io sono un fotografo.
A bergamo ho ancora l attività che è  seguita dai moei figli.

Si in centro a sofia I prezzi sono quelli. A burgas e Varna si trova a meno

m.mirela.bg/en/property-bulgaria/Cheap-properties-for-rent-in-Burgas-offer556.html

Cmq secondo me le conviene acquistare a varna un app. a 20-30000 euro di quella dimensione nuovo.

Approfitto per segnalare la benzina 95 verde a 1,96 leva al litro cioe' 1 euro!!!!
Ricordo che nel 2010 stava a 2,56 leva al litro.
Oggi ho acquistato le rosette o michette al lidl buonissime esattamente come da luini in centro a milano a 1,56 leva al kg!!!
Da luini stiamo sugli 8-10 leva al kg!! Identico prodotto per qualita' e fragranza!!
Poi segnalo della birra zagorka 2,09 leva per 2,5 litri ovvero con circa 0,2 euro per 500 ml (I lattina grande di lager buonissima)
Vignetta annuale a 97 leva e superstrada-autostrada burgas nessebar nuovissima ... ciao Italiozza :)

Mi permetto di aggiungere anche il mio piccolo contributo, dopo i chiarimenti di Mario12345, ampliando il discorso carburante auto:  il Diesel, quello normale costa 2,14 Leva/litro, mentre il Diesel "Eco - o meglio raffinato" costa 2,44 Leva/litro.

Tutti i prezzi comunque  sono sostanzialmente rimasti invariati rispetto allo scorso anno e prendendo a riferimento quelli dei mesi di Settembre, Ottobre, Novembre, Dicembre 2018 nonchè Gennaio 2019.

Puntualizzo che in  Dicembre e i Primi di Gennaio alcuni prezzi sono lievitati..... mero esempio il latte al Kaufland era stato portato a 2,04 Leva il litro.........  PERO' dopo alcuni giorni è stato immediatamente riportato a 1,89 leva litro, come era stato nei mesi precedenti.     Stessa sorte per alcuni altri prodotti.
Uguale fenomeno è successo al Billa.....

Debbo far presente che il Lidl non ha adottato quella politica......  prezzi soliti ed usuali.

Conclusione, il potere di acquisto del Leva non è aumentato,  inflazione praticamente a zero....... fino ad oggi, nonostante i ripetuti ....""allarmi sui giornali""... e quindi NULLA è cambiato.

Nella capitale si sono verificati alcuni aumenti ma non sono durati a lungo.

Dunque "Tanto rumore per nulla".....   questa è la Bulgaria.

Buona giornata a tutti

Ivano

Concordo con ivano,
In nessun  posto al mondo come in bulgaria conviene girare per trovare prodotti a prezzi bassi. Per esempio le patate possono costare il 20-30% in meno  o il latte di marche diverse puo' avere prezzi da 1,5 a 2,5 al litro, poi ovviamente dipende dalla percentuale di grassi. Regola fondamentale in bulgaria e' " girare e chiedere", le sorprese sono infinite, l'inflazione e' un concetto mooolto relativo.
Cmq anche in Italia sto notando cambiamenti clamorosi sopratutto nel settore tech.
Per esempio ho notato una riduzione dei prezzi di prodotti fotovoltaici su ebay del 30% o piu' rispetto al 2017. Stanno arrivando batterie al litio veramente a poco. Ricordo nel 2016 stavamo sui 1000 euro a kwh e adesso vendono lg resu da 10 kwh a 550 euro a kwh  e il numero di venditori e' piu' che raddoppiato. Sto  aspettando con ansia lo sviluppo di ebay.bg voi che ne pensate?

Nuova discussione