Cosa dice la legge

Buongiorno,
Chi paga in Bulgaria la ristrutturazione della casa:
Il proprietario o l'usufruttuario
La casa presenta un tetto che necessità opere di riparazione
La casa non ha un bagno
Non esiste il riscaldamento nella casa essendo rurale
Chi deve pagare il restauro della casa
Grazie

Buondì,

direi che dipende, di cosa si tratta? Deve comprarla? Deve affittarla?
Servono più informazioni

La casa e stata comprata  con l'usufruttuario e ci potrò rimanere fin quando ispirero', il + tardo possibile.
Devo andarci abitare a primavera ma così non è possibile viverci .
Il tetto e da riparare perché perde e manca i canali, il bagno deve essere fatto, i serramenti sono da rifare e la casa non ha una porta di entrata quindi qualsiasi può entrare dentro devo fare mio trasloco ma così non è possibile ,la casa non dispone di riscaldamento (x questo non un grande problema , basta mettere una buona stufa che in Bulgaria non mancano. I pavimenti potrei farle io così come i sanitari visto che dovrò abitarci io. La proprietaria a comprata la nuda proprietà con l' usufruttuario che sono io.
Se faccio io la ristrutturazione mi ritrovo senza soldi che  non le recupero più, e la proprietaria si trova con la casaristrutturata, la legge in Francia, Italia dice  che  tocca al proprietario la ristrutturazione extra ordinaria ( tetto,serramenti...)!!!!!!!!
Ma in Bulgaria ? Non riesco a trovare su internet cosa dice la legge,
La proprietaria non le interessa e me ha detto di arrangiarmi da sola e che non spenderà un soldo per la ristrutturazione, a me sembra invece che ha degli obblighi o non, mi risulta che l'usufruttuario deve mantenere la casa affinché essa non si dettoria nel tempo ma in questocasa lei ha comprata una casa rurale con l'usufruttuario sapendo benissimo che la casa necessità ristrutturazione e che io devo andarci abitare
Ti ringrazio x l'interesse
Sono di lingua Francese ecco forse ci saranno errori di ortografia.....
Yvonne

Dipende dagli accordi precedenti.
Non é molto chiaro chi ha venduto a chi. La casa era la sua o lei era affituaria?.
Se non c'era un accordo per la messa a punto della proprietà non c'é molto da fare.

Cioé spesso un proprietario vende il suo immobile rimanendo usofruttuario in cambio di lavori, oppure fa lui i lavori  utilizzando I soldi della vendita, oppure paga un affitto oppure il prezzo di vendita é ridotto.

Ma sono tutte cose che vanno stipulate in fase di vendita.

Se lei invece era semplicemente affittuaria la casa rimane così come l'ha trovata a meno che non ci siano espliciti accordi.

lillapois ha scritto:

""La casa e stata comprata  con l'usufruttuario e ci potrò rimanere fin quando ispirero', il + tardo possibile.
.........
La proprietaria a comprata la nuda proprietà con l' usufruttuario che sono io.
Se faccio io la ristrutturazione mi ritrovo senza soldi che  non le recupero più, e la proprietaria si trova con la casa ristrutturata """"

La questione, gia ben spiegata dal post di free2go, nel suo complesso è abbastanza semplice:

Bisogna leggere (e capire ovviamente) il contratto di acquisto nel quale esiste la concessione all'usuario a vita (in Italia si chiama USOFRUTTO DEL BENE IMMOBLIARE.

La legge Bulgara non è molto differente da quella Italiana o Francese in quanto BISOGNA VEDERE COSA CONTENGONO LE CLAUSOLE DEL CONTRATTO (cioè dell'atto NOTARILE)
COME IN OGNI ATTO NOTARILE I DETTAGLI VENGONO ELENCATI........ CHI FA CHE COSA PER INTENDERCI.

Mi scuso per aver usato lettere Maiuscole ma, in questo caso sono la chiave che permette di esaminare e, soprattutto, capire le  clausole contenute nell'atto notarile che ha sancito la compravendita dell'immobile.

Spero che questa mia indicazione Le sia stata di aiuto.

Cordiali saluti

Ivano

Grazie  per le risposte ,
praticamente risulta sul atto di vendita che  l'attuale propriétaria dell' immobile ha comprato la casa assieme all usufruttuario ed e chiaro che la casa comme già detto in precedenza necessità di interventi di ripristino altrimenti l'usufruttuario non potra mai abitarci ...il  proprietaria , da quello che ho potuto leggere su internet dovrebbe fare i lavori extra tipo tetto, muri,idraulico,serramenti....mentre l'usufruttuario deve conservare il bene , non è che l'usufruttuario deve ristrutturare la casa al proprietario!!!   
Grazie

Scusi Ivano mi si è chiuso la pagina, volevo dire che la proprietaria avendo comprato una casa assieme all' usufruttuario a anche dei doveri di extra manutenzione che la casa e rimasta per parecchi tempi disabitata e quindi !!!!
Sull' atto notarile e scritto che il proprietario prenderà possesso della casa il giorno che espirero
questo è chiaro, ma per il resto il proprietario a comprato la nuda proprietà col usufruttuario e mi risulta che essa ha degli obblighi in quanto la casa mi serve per abitare.
Cordiali saluti
Yvonne

lillapois,

in base alla tua risposta,  vediamo ora di esaminarla sotto l'aspetto pratico-legale relativo all'atto notarile di compra-vendita dell'immobile:

1. il venditore avrebbe dovuto informare l'usufruttuario dell'intenzione di vendere l'immobile e quindi dare all'usufruttuario la priorità all'acquisto

2. Nell'atto di compra-vendita deve essere indicato che l'immobile ha un usufruttuario (citando i suoi dati di riconoscimento), e che lo stesso è stato informato della vendita e che egli, l'usufruttuario ha rinunciato alla sua priorità di acquistare l'immobile.

3. Nell'atto di compra-vendita, se non espressamente chiesto da una delle parti, non viene indicato lo stato d'essere del bene immobile ma solamente la sua catastale posizione-locazione.

MA........
se l'usufruttuario non ha mai utilizzato il bene immobile, questo diventa un punto cardine della questione in quanto la normale manutenzione dell'immobile, non abitandoci,  non è stata fatta e quindi le necessarie segnalazioni SCRITTE DA PARTE DELL'USUFRUTTUARIO CIRCA LO STATO DI NECESSITA' DI INTERVENTI SULLE PARTI STRUTTURALI DELL'IMMOBILE, pongono l'usufruttuario dalla parte del torto......
(incombenze di stretta competenza dell'usufruttuario mai adempiute).


Tutto quanto precede (tieni presente che io non sono un legale) rientra alla base di semplici ma importanti punti della situazione nella quale ti trovi.

Ti faccio nuovamente rilevare che se tu non hai mai abitato l'immobile, in quanto usufruttuario, diventi inadempiente circa i tuoi obblighi per un corretto mantenimento dello stato dell'immobile, ed in questo compito rientrano  appunto le le mancate segnalazioni al proprietario di urgenti interventi di riparazioni strutturali.

Ecco  quindi il motivo del mio precedente post nel quale ti suggerivo di attentamente esaminare la documentazione ufficiale (atto notarile) che ha regolato la compravendita dell'immobile.

Cordiali saluti

Ivano

Cara Lilla, benché non risolverà di certo il dilemma online ma solo chiedendo il parere di un buon notaio le riporto qui sotto una traduzione automatica di un estratto della pagina wikipedia sull"usofrutto in Bulgaria che riporta anche il nome della legge che lo definisce e regola.

"Il diritto di utilizzo è personale e non può essere trasferito dall'utente a terzi. L'utente è tenuto a pagare i costi associati all'uso, incluse tasse e altri oneri. È inoltre sua responsabilità mantenere la proprietà nella //condizione in cui l'ha accettata/// e restituirla al proprietario dopo la risoluzione del diritto di utilizzo."

La condizione in cui lei l'ha accettata se non diversamente stabilito in modo esplicito é esattamente la condizione che il proprietario ha obbligo di mantenere.

Poi a mia conoscenza correntemente in Bulgaria, specialmente in ambito rurale  e per case non nuove, non vi é obbligo di bagni interni, doppi vetri, isolamento a norma o riscaldamento.

E l'ovvietà nasce dal fatto che la maggiorparte vive senza bagni interni, serramenti a norma, isolamento o riscaldamento centralizato.

Grazie degli informazione. La casa e stata comprata nel mese di Giugno di quest'anno.
L'atto d'acquisto e scritto in Bulgaro. La signora ha comprato una casa con l'usufruttuario , così risulta sull' atto d'acquisto , quindi se io compro una casa con un usufruttuario e che ci abito o no il proprietario dovrà lo stesso provvedere alle riparazione della nuda proprietà , così dice la legge, uno può anche affittare il suo usufrutto e riscuotere i frutti senza che il proprietario pretende qualcosa, l'usufruttuario e tenuto a pagare le tasse della casa visto che esso ne gode il bene anche se non ci vive dentro casa questo non ha importanza che ci ho vissuto o no...e da 10 giorni che sto leggendo e la legge parla chiara. Spetta al proprietario con la nuda proprietà provvedere alla manutenzione dei muri portante,intonaco,trave,tetto,recinzione vasca .....il resto è l'usufruttuario  che pagherà.
Se uno ha l'usufrutto di una casa e per abitarci ma se la casa e pericolante il proprietario deve pagare sopra elencato altrimenti che senso ha avere un usufrutto di niente quindi !!!
Grazie,
Cordiali saluti

Grazie della risposto, praticamente il propriétaire si trouvera una casa nuova...!!!
Cordiali saluti

Ci faccia sapere come va a finire.

Io devo dire che non ho capito le dinamiche dietro l'intera vicenda, cioé cosa pensava realmemente di ottenere con l'usofrutto é abbastanza impensabile se non messo bianco su nero nell‘atto. Mentre il tetto può riuscire a farselo riparare altre cose sono opinabili.

Se pensa di pagare I lavori per portare la proprietà nelle condizioni a lei necessarie  e questi sono abbastanza onerosi e a parer suo un cospiquo regalo gratuito al proprietario...posso solo consigliarle di o prendere un' altra proprietà da rinnovare oppure piazzare sulla stessa un prefabbricato senza fondamenta completamente isolato che non solo le offre lo standard che vuole mentre può utilizzare il resto della proprietà per altri scopi ma anche la possibilitá in futuro di spostare il fabbricato o venderlo.

Gracié dell consiglio

Una ddomanda, mi può dare il sito su quello che ha letto ,grazie

La pagina wikipedia sull'Usofrutto in Bulgaria.

https://bg.m.wikipedia.org/wiki/%D0%9F% … 0%BD%D0%B5

Grazie del sito della Bulgaria,  purtroppo non vedo ciò che sto cercando , l'unica cosa che mi sembra aver letto e che ora , essendo la Bulgaria in Europa le loro legge si identificano alle nostre . Quello che riesco a capire e che il proprietario ha la nuda proprietà e quindi e responsabile dei muri esterni, del tetto, recinzione e allacciamenti esterni sia della corrente che idraulico, il resto tocca all' usufruttuario di mantenere il bene . Se il bene non corrisponde ai miei gusti allora le spese interne della casa tocca all' usufruttuario come anche le spese comunale , comunque mi informerò meglio ancora. E come uno che e in affitto sia in app. O in una villetta....i muri ,tetto tocca al proprietario e non l'usufruttuario. Grazie lo stesso

Vuole un consiglio gratuito? Accetti i suoi limiti. Vada dal notaio o da un buon avvocato specializzato in cause sulla proprietà.

Anche se lei riuscisse a trovare il link alla legge bulgara sulla proprietà (che tra l'altro compare tra i link esterni nella stessa pagina), ne ottenesse una traduzione automatica che è alquanto aleatoria, di un testo volutamente scritto in modo non chiaro con continui riferimenti a paragrafi che definiscono situazioni e soggetti che ne alterano il significato (e le assicuro che spesso rimandano a dei loop di paragrafi inesistenti) rimarrebbe sempre e comunque col problema dell'interpretazione della legge da parte di una corte per il suo specifico caso.

L'applicazione di leggi comunitarie avviene solo attraverso specifiche modifiche alla legge nazionale in un processo di armonizzazione che dura decenni. Non hanno applicazione automatica.  Se lei dopo aver fallito ad ottenere quello che secondo lei la legge comunitaria le garantisce porta il caso a Strasburgo...con tutte le limitazioni del caso, quali tempi, costi e limiti attuati dalla UE per non essere sepolti da richieste per processi.

In modo spicciolo: se lei affitta o acquisisce l'usofrutto di un rudere ha diritto ad un rudere...non ad una villa a norma (di che poi?) a meno che non c"era un accordo messo per iscritto.

Se lei affittasse una casa senza riscaldamento la corte non obbliga il proprietario a metterle il riscaldamento centralizzato ma le dice di comprarsi una stufa. Se invece il riscaldamento si guastasse allora il proprietario sarebbe obbligato a ripararlo.

Se il tetto appariva essere funzionante ma si è poi rivelato perdere allora la corte potrebbe obbligare il proprietario a farlo riparare. Ma se era già mezzo crollato ed era ovvio, e non ci sono accordi precedenti messi bianco su nero...dubito fortemente che una corte le dia ragione.

Se lei affitta una casa senza bagno interno...lei ha diritto ad una casa senza bagno interno.

Ultimo esempio poi mi fermo: se lei acquista un'auto a 500 euro venduta come non marciante/ per pezzi di ricambio, non potrà poi obbligare chi gliela ha venduta a spenderne 8000 euro per mettergliela a nuovo.

Il tutto ritorna a famoso "condizioni in cui lei l'ha accettata."

Ora lei può pensarla diversamente ma per provare quello che dice deve necessariamente trovare un notaio/avvocato e ottenere ragione in tutti i gradi di giudizio.

Nel frattempo sarà comunque costretta a trovare una altra soluzione abitativa.

Ho capito , Beh però non trovo comunque giusto che sia l'usufruttuario a pagare la riparazione del tetto facendo parte della nuda proprietà del proprietario .
Mi sto un Po battendo cercando un muratore tutto fare ma ci fanno dei prezzi 4 volte superiori di quello che chiedono sui siti internet , alo.bg, m.bazar.bg Lei x caso ne conosce uno che sia innesto! Grazie

Guardi anche la posizione del proprietario: se avesesse una proprietà ristrutturata avrebbe interesse a mantenerla nel tempo, ma avendo questo una casa che richiede estensivi lavori per metterla a nuovo pagherebbe migliaia di euro per qualcosa di cui lei godrebbe e che il proprietario tra 10/20/30 anni dovrebbe poi comunque rifare. Poi potrebbe darsi che il proprietatio abbia zero interesse a ristrutturare perchè rimettere a nuovo certi tipi di costruzioni è inutilmente costoso e con risultati incerti verso buttare giú tutto e costruire exnovo.

Si è così.  Grazie , ma tu conosceresti un muratore che fa prezzi onesti ce ne saranno no, non penso che sono tutti disonesti ....e comme dire che in Italia sono tutti ladri e mafiosi !!!!! Ben che tanti paesi lo pensano ma io in Italia ci abito oramai da più di 25 anni e so perfettamente che ci sono persone d'oro.....in Bulgaria anche se e un paese povero (x modo di dire) ci sono anche personne in gamba e onesti....la Romania e peggiore comme mentalità ogni volte che mi sono recata in Romania x lavoro o altro o sempre trovati ciarlatani (I tassisti) ladri e ignoranti e mi spiego , l'ultima volta che mi sono recata a Ruse in aeroporto di Bucarest presi un taxi per andare a Ruse , esso me ha lasciata al confine a piedi me ha scaricata in dogana dopo avermi fregato 50 euro i doganiere non sapeva cosa fare e me hanno detto di caminare a piedi fino a Ruse con la valigia, ho dovuto attraverso il ponte a piedi su circa 45 cm di larghezza x circa 3 km in totale 4km poi finalmente il taxi bulgaro  e venuta a prendermi dopo la traversata del ponte sul Danubio,  fortunatamente non pioveva,  era fine giugno. Quindi personalmente non amo i Rumeni (ma non significa che sono tutti cosi)
Da quanti anni si trova 8n Bulgaria !!!

Da 4 anni, vado per il 5.

Come le ho già consigliato...si fermi e cerchi di capire in cosa si sta imbarcando prima di ricorrere ad un muratore onesto e capace.

Non capisco , mi scusi

Fermo restando che io non ho ancora ben capito perchè si è infilata in questa situazione, mi chiedo se è conscia che esistono alternative, magari lei non vuole essere proprietaria per ragioni fiscali o altro, non ci ha spiegato, ma esistono altre soluzioni, mentre invece lei sembra decisa a procedere in una situazione che non smetterà di darle problemi soprattutto se non cambia modo di affrontarla.

Comunque se vuole continuare deve prima definire cosa può e non può fare sulla proprietà legalmente e in accordo col proprietario. Ed è meglio che questa volta metta tutto per iscritto col proprietario per non trovarsi poi con altri grattacapi. Visto che il proprietario non vuole agire su aspetti che legalmente sono di sua competenza, non vuol dire che lei come usofruttuaria possa farlo senza ottenere permesso scritto e collaborazione da parte dello stesso per documenti, permessi etc.

Deve allo stesso tempo definire i lavori e quantificare in massima i costi e vedere se le conviene o meno procedere. Anzi questo dovrebbe essere il suo primo passo prima di procedere oltre.

Poi si metterà in fila come tutti gli altri per avere le riparazioni e ristrutturazioni di cui ha bisogno da "onesti e capaci professionisti"( tra quelli che non hanno lasciato il paese per lavorare all'estero) se li trova senza sapere il bulgaro, senza contatti, senza sapere come gestire questi rapporti dal punto di vista legale e finanziario,  senza sapere esattamente come vanno fatte le riparazioni nel suo specifico e cosa realmente può ottenere da questi interventi etc. E si fidi, gli stessi Bulgari sono disperati specialmente nelle aree rurali e in via di spopolamento.

Ripeto: sa cosa sta facendo? Sa se le conviene? Non sembra.
Non si offenda, perchè non è quello il mio scopo. Voglio evitare che lei si trovi in ulteriori problemi.  Da quello che ho capito ha limitate disponibilità economiche, limitate tempistiche, limitate conoscenze e tutto questo sommato potrebbe facilmente portarla a consumare le sue risorse per niente e poi essere costretta a tornare indietro come è successo a moltissimi espatriati e investitori nel campo immobiliare in Bulgaria.  O peggio intrappolata in Bulgaria senza possibilità economiche per trasferirsi altrove e ricominciare.

non mi sono imbarcata come tanti espatriati disperati

lillapois :

non mi sono imbarcata come tanti espatriati disperati

A mio parere @free2go andrebbe ringraziato per la cortese disponibilità  ;)

lillapois :

non mi sono imbarcata come tanti espatriati disperati

Sono perfettamente d'accordo con Francesca in quanto generalizzare senza conoscere i motivi per cui la gente si sposta è sempre una cosa da evitare in quanto viene a mancare il rispetto per la / le persone, della qual cosa purtroppo oggigiorno la massa purtroppo una e soprattutto abusa.

Detto questo, sia i miei post e soprattutto quelli di free2go, che sono molto dettagliati ed a mio avviso "molto preziosi per una buona conoscenza della legge, dei propri obblighi e diritti, nonchè della reale situazione dello stato delle cose".

In Bulgaria, come del resto in molti paesi d'Europa esistono leggi le quali sono sempre e comunque oggetto e soggetto dell'interpretazione da parte dei giudici dei tribunali.

Nel caso che lei ha  prospettato,ed a seguito dei post che ne sono conseguiti, "free"go" ha espresso il suo punto di vista in termini interrogativi e certamente non per una critica e nemmeno un giudizio,

Tenga presente che quelli che Lei identifica in  "espatriati disperati" devono essere oggetto di estremo rispetto e comprensione in quanto costretti a lasciare il paese natio in quanto colà non riuscivano a "vivere decentemente" .

Nel mio caso, sono oltre 10 anni che frequento la località ove vivo e da quattro anni ho scelto e deciso di viverci perennemente, avendo scartato altri paesi quali Spagna, Portogallo, Sud della Francia (la  Languedoc, che amo moltissimo), Tenerife e le isole Canarie, Cabo Verde ecc.
Con la mia famiglia abbiamo scelto la Bulgaria e nello specifico  la località ove abitiamo e Le assicuro che non eravamo nè siamo "espatriati disperati".

Come me in Bulgaria ci sono altre persone che hanno fatto la scelta di vivere in questo paese piuttosto che in altri e, mi creda, non sono affatto "espatriati disperati".

La Bulgaria prima va capita e poi scelta.   Recriminare senza averla capita a mio parere è piuttosto superficiale e certamente non corretto.

Chiedo scusa per questo intervento ma in quanto essere umano non ritengo sia una cosa giusta esprimere critiche per chi ha solamente cercato, a suo modo, di aiutare.

Un cordiale saluto

Nuova discussione