Close

Intervista a Francesca a Abidjan

Ciao  a tutti!

Non perdete l'interessante intervista, di cui vi riporto un estratto, gentilmente concessami da Francesca, autrice del blog del mese di Dicembre : "La Tana Africana"

Ciao Francesca, ti va di raccontarci un po’ di te e dei motivi che vi hanno portato in Costa d’Avorio?

Eccomi!
Sono Francesca, su internet cescar76, mamma per amore, architetto per vocazione, creativa per passione, blogger per sfogo ed expat per scelta :-D.
Ad un certo punto della nostra vita, avevamo il primo figlio molto piccolo, io e il Marito (ormai universalmente noto come) Paziente decidemmo di provare a fare domanda per andare a fare un’esperienza lavorativa (lui) in un’Ambasciata.
Il motivo di una scelta simile, allora, era la voglia di vedere posti nuovi e magari di mettere qualche soldo da parte, perché no. Tra quella prima decisione e la fine dell’iter, tra prove linguistiche e amenità varie, ci sono stati tre anni e un altro figlio e l’ago della bilancia onestamente si è spostato abbastanza verso il movente economico. Restava però dentro la grande convinzione (che poi è stata la vera essenza di questi ormai tre anni qui) che stavamo facendo qualcosa di importante per i nostri figli. E non il metter loro dei soldi da parte, quanto il dargli la possibilità di confrontarsi con un mondo in cui i diversi sono loro e quindi di crescere umanamente e socialmente con dei principi forti, oltre che (e non è cosa da poco) con una lingua in più.

Paese che vai, usanze che trovi: c’è un’abitudine locale che ti ha maggiormente colpita?

Molte cose mi hanno colpito, in realtà. L’impostazione familiare è spesso molto diversa dalla nostra: sono diffusissime le nounou (tate) che si occupano dei bambini (anche nel caso che le mamme non lavorino!) e in tre anni di scuola avrò incontrato si e no dieci genitori!
Mi ha ferito, più che colpito, il fatalismo. Il pensare per l’oggi, per l’adesso, perché il dopo è qualcosa che non si sa se ci sarà. Il pensare che uno dei tuoi figli possa morire, perché capita. Vedere queste cose fa male. Segna.
Sembra che la situazione stia migliorando e ci si stia muovendo verso un’evoluzione sanitaria e culturale, qui in Costa d’Avorio. Me lo auguro veramente con tutto il cuore...continua...


Vivi anche tu all'estero e scrivi un blog? Cosa aspetti, registralo subito su Expat.com!

Clicca qui per leggere tutti i Blog del mese

Buona lettura!  :)

Francesca

Nuova discussione

Traslocare ad Abidjan

Consigli per preparare un trasloco ad Abidjan

Voli per Abidjan

I prezzi migliori per il tuo biglietto aereo ad Abidjan

2 milioni di utenti!

A pi¨ tardi