Resto 6 mesi in Tunisia e poi viaggio ...

Nel titolo volevo sintetizzare un insieme di concetti, dubbi appunti con la speranza di trovare qualche consiglio o qualche punto di vista a me interessante.

Sarò presto in quel di Tunisi, un po’ per scelta ed una un po’ per necessità. Mi piacerebbe vivere questa parte della mia esistenza riprendendo a viaggiare, nei limiti del possibile.

Un mese per per due o tre volte si torna in Italia per affinare alcune formalità e per ritrovare qualcuno che ti manca. Poi gli altri tre mesi ? Bè sapendo che farà freddo in gennaio e febbraio, vorrei andare al caldo.
Magari le Canarie, giusto qualche settimana o più.
Poi l’Asia, con Thailandia e le Filippine dove avrei dovuto recarmi nel 2019.
Mi potrei fermare un paio di mesi. Si spende poco e si esce dalla routine.

Oltre a quanto scritto qui sopra, a livello pratico chiedo ?
Domiciliate alla Banca le utenze ? È possibile farlo ?
Vi accordate col padrone di casa per le vostre lunghe assenze ?
Quando è che che si devono pagare le tasse ? Bisogna essere presenti.

Scusate il lungo messaggio, ma il succo è “ come gestite le vostre fughe “ ?

massimoph :

Oltre a quanto scritto qui sopra, a livello pratico chiedo ?
Domiciliate alla Banca le utenze ? È possibile farlo ?
Vi accordate col padrone di casa per le vostre lunghe assenze ?
Quando è che che si devono pagare le tasse ? Bisogna essere presenti.

Scusate il lungo messaggio, ma il succo è “ come gestite le vostre fughe “ ?

Le utenze sono a nome del proprietario dell'appartamento, più che domiciliarle poi incaricare qualcuno di pagarle lasciandogli i soldi.
il padrone di casa in molti casi ha subaffittato l'appartamento all'insaputa dell'inquilino, attento che questo è il rischio. Meno cose sa meglio è.
Le tasse vanno pagate entro il 5 dicembre dell'anno successivo d'imposta o quando bisogna acquistare un'auto o una casa e richiedono la ricevuta. A me richiedono il passaporto, non so se posso delegare qualcuno a pagarle ma, come ti dicevo hai tempo dal 1 gennaio al 5 dicembre per pagarle quindi ti regoli in base a ciò che dovrai fare e le paghi per tempo.
Noi quando dobbiamo partire lasciamo i cani in una struttura o chiediamo a degli amici di passare a dargli le crocchette, lasciamo i dispenser e l'acqua ai gatti, saliamo sull'aereo e partiamo. Se si tratta di vacanze più lunghe li portiamo con noi, chiediamo al funzionario di banca di farci i bonifici di pagamento di affitto e partiamo tranquilli.

Grazie Anto&Simo sempre utili questi aspetti.

Io domanderò altre cose, meno appariscenti, ma sempre necessarie.

Saro' sintetico..
Le utenze vanno pagate direttamente agli enti preposti...
Dipende dal proprietario e a seconda Di dove si trova l'appartemento.. In alcuni casi si riesce.. Magari x I due mesi estivi
Le Tasse si pagano entro 5 dicembre.. Relative all'anno precedente

Scusa Antonello non ho fatto caso avevi gia risposto tu.. Se no non mi ripetevo

Grazie a tutti per le risposte, intanto.

Pagare le utenze direttamente all’erogatore del servizio potrebbe essere fastidioso.
Quando sarò sul posto assolderò uno studio legale  :D per farmi pagare l’acqua, la luce ed il gas  ;)

Sono in pensione e non ho tempo da perdere  :huh:

massimoph,  come primo tentativo si può chiedere al proprietario di casa medesimo. Le utenze essendo a suo nome e lui pure avendo casa dove vive lui stesso... già deve per forza pensare almeno alle proprie, per cui non ci vuole gran cosa a saldare pure quelle dell'inquilino se questi le paga -prima o dopo, cosa da convenire-.
Io facevo così:  ponevo la domanda (con fare sollecitamente inquieto) :  "come farò a evitare che mi taglino l'erogazione, visto che durante tot. mesi non sarò qui ?"   :D   La risposta di solito è quella del "non si preoccupi, ci penso io" (o il tale o mia moglie o ....ecc.).

massimoph :

Grazie a tutti per le risposte, intanto.

Pagare le utenze direttamente all’erogatore del servizio potrebbe essere fastidioso.

Sono in pensione e non ho tempo da perdere  :huh:

Acqua, luce e gas le paghi alla posta a meno che quando vengono a prendere la lettura non ti trovano (luce e gas) e allora emettono una bolletta dove è scritto (in arabo) che devi andare a pagarla da loro portando la lettura, lo scopri quando vai alla posta e te lo dicono, da noi il tizio a leggere è venuto una volta sola, si è spaventato a morte vedendo i cani e non si è più fatto vedere :D noi ogni 3 bollette prendiamo la lettura e andiamo direttamente a farci fare il conguaglio.

Grazie nuovamente di tutto per le rapide e dettagliate risposte.
Il padrone di casa potrà essere la chiave di volta.
Cani non ne ho  :D , ma sono convinto di riuscirci.
Ci sarà anche la connessione ADSL penso ?

Vedremo al momento.

Le bollette in arabo sono comode, almeno per i numeri  :sosad:

massimoph :

Ci sarà anche la connessione ADSL penso ?

Ci sono diverse tipologie, troviamo le connessioni 4G fornite con modem dai 3 gestori di telefonia mobile (Tunisie Telecom, Ooredoo e Orange) e la flat dove si sceglie la velocità che si desidera e si paga per il servizio che si richiede, è comunque conveniente e i giga nelle connessioni a consumo hanno realmente una durata senz'altro superiore a quella che si ha dai gestori italiani. Controlla che ci sono discussioni ad hoc sull'argomento.

Ti contatto perche sono da poco tornata dalla Tunisia e sono stata a Kelibia fove ho capito che molti italiani non sono persone affidabili.Ho conosciuto Rosario una ragazza che ha vissuto inItalia 20 e che si é dimostrata eccezionale.A lei puoi porre tutte le domande che vuoi

Tiziana Maletti :

Ti contatto perche sono da poco tornata dalla Tunisia e sono stata a Kelibia fove ho capito che molti italiani non sono persone affidabili.Ho conosciuto Rosario una ragazza che ha vissuto inItalia 20 e che si é dimostrata eccezionale.A lei puoi porre tutte le domande che vuoi

Usa la messaggeria privata per questo tipo di informazione, cosi puoi dare con precisione i dettagli delle persone cui ti riferisci.
Partendo dal fatto che probabilmente la persona che ha iniziato la discussione non ha idea di chi siano Rosario o questa ragazza, e visto che su questo forum pubblico è sconsigliato inserire contatti di terzi senza il loro consenso, invia un messaggio privato.

Tornando al tema: la domiciliazione la puoi fare sia per la STEG che per la SONEDE se hai un conto bancario in DInari (anche convertibili). Anche se non hai fatto la voltura delle utenze a tuo nome.

Live in Tunisia
Steg e Sonede sono rispettivamente ???

massimoph :

Live in Tunisia
Steg e Sonede sono rispettivamente ???

La prima: elettricita' e gas. La seconda: acqua

massimoph :

Live in Tunisia
Steg e Sonede sono rispettivamente ???

tecnicamente questo può avvenire dopo che arriva il permesso di soggiorno definitivo e quindi puoi aprire un "inutile" conto corrente in dinari o un conto in dinari convertibili dove potrai domiciliare le bollette sempre se la banca riesce ad attivare il servizio, a me ad esempio con due conti correnti uno in euro e uno in dinari convertibili non sono riusciti ad attivarmi il pagamento dell'affitto automatico, il mese che l'abbiamo disattivato è passato, un amico non è riuscito invece ad attivare la domiciliazione delle bollette. Dirai… ma tutte a te ti capitano? Sono le realtà locali per le quali devi sempre svolgere una funzione di controllo sui tuoi interessi, ecco perché se si vuole stare tranquilli è meglio delegare qualche amico o un funzionario di banca che lo fa per gentilezza. Ti dico comunque che per i pagamenti dell'affitto non solo gli facevo una mail ma gli ricordavo anche su WhatsApp sul telefonino quello che doveva fare. Tutto il sistema bancario in Tunisia deve ancora partire per adeguarsi al nostro, ti faccio un esempio, da noi chiedi un bancomat e te lo danno attivo per prelievi, operazioni evolute, cirrus, maestro, pos, ecc ecc, Qui te lo danno e a malapena riesci a fare i prelievi, se vuoi che sia operativo per altre funzioni devi essere tu a richiederle e vengono attivate a meno che la banca ti promuove una carta già attiva per le altre operazioni ma te lo specifica in fase contrattuale.

Grazie.
Capisco che bisogna entrare nella mentalità locale, dove nulla è certo.
Un’altra cosa che ho capito.
L’importante, credo, è avere una persona di fiducia, con esperienza del paese, che ti possa illuminare i vari grandi e piccoli dettagli.
Spero di essere fortunato  :)

massimoph :

Grazie.
Capisco che bisogna entrare nella mentalità locale, dove nulla è certo.
Un’altra cosa che ho capito.
L’importante, credo, è avere una persona di fiducia, con esperienza del paese, che ti possa illuminare i vari grandi e piccoli dettagli.
Spero di essere fortunato  :)

No, non e' proprio cosi'. In realtà è tutto piuttosto certo, ne più e nemmeno che come da noi.

Pero' i tunisini fanno il gioco delle interpretazioni e molti italiani a questo gioco si accodano volentieri. Insomma, si "tunisizzano"  :D

Ti confermo quanto scritto sopra. Un conto in dinari convertibili puo' essere aperto gia' all'arrivo, assieme o in addirittura alternativa al conto in Euro se lo si desidera e usato per richiedere il permesso di soggiorno. Non il contrario. Una banca che non te lo volesse aprire è libera di farlo, si tratta di una istituzione privata. Tu puoi andare da un'altra banca.

Quanto alle banche infatti ce ne saranno di piu' o meno efficienti e di piu' o meno pronte a servire una clientela internazionale.

Quelle efficienti e pronte ti fanno le domiciliazioni che funzionano, ti impostano i bonifici permanenti periodici con la periodicità desiderata, sia verso l'interno che verso l'estero, che funzionano in automatico dai conti in Dinari convertibili e in manuale (previo direttore compiacente che ha ben presenti le esigenze di una clientela internazionale) dai conti in Euro. Ti eseguono disposizioni di bonifico inviate via email. E ti rilasciano carte di varia tipologia (ma tutte di debito) a seconda del conto a cui sono collegate e abilitate ad ogni tipo di operazione e con plafond settimanali e giornalieri da concordare in fase di rilascio con il direttore della filiale.

Quelle inefficienti e non pronte non fanno alcuna delle cose di cui sopra e ti trattano cone un tunsino qualunque, ti rilaciano una carta standard qualunque che si blocca ad ogni nuovo tipo di utilizzo "perche' non glielo avevi detto", con plafond di prelievo ridicoli per una media pensione italiana ecc. ecc. ecc. e tante altre amenità che ti ributtano indietro di 40 anni.

L'ultima che ho saputo è di un certo direttore di una certa filiale di una certa banca che, per cointestare il conto corrente a marito e moglie, ha chiesto una dichiarazione del marito che in caso di separazione si impegnava a versare 1.000 Euro al mese alla moglie! Inutile dire che ovviamente nessuna norma prevede tale requistito. Il malcapitato ha accettato. Se fosse stato con me ci saremmo alzati, garbatamente salutato e bussato ad un'altra porta. Si cominciava già male!

O ancora: ci sono banche che ti fanno pagare 50 Dinari per l'attestazione di titolarità del conto che serve per la richiesta del permesso di residenza o per quella annuale che serve per il pagamento delle imposte. Dicono che "c'est la loi". Inutile dire che "c'est la loi" che si fanno loro e per come se la vogliono fare loro. Anche se esistesse una linea guida interna alla banca che prevede il pagamento (la "loi"), il buon senso di cui sono dotati i direttori che sanno trattare un pubblico internazionale fa si che tale obolo non venga richiesto. E difatti presso differente filiale della stessa banca nulla viene chiesto.

Sull'utilità e opportunità di avere un conto in Dinari convertibili deciderai tu in base alle tue esigenze e in base anche a queste informazioni. Non devi neppure preoccuparti di deciderlo subito. Troverai molti italiani che hanno solo il conto in Euro. Molti che li hanno entrambi. Alcuni che l'hanno solo in Dinari convertibili e alcuni che ne hanno anche aperto uno in inutili Dinari "normali".

Ciascuno ha esigenze e modi di utilizzo dei servizi bancari differenti. Necessità di accesso remoto o tramite strumenti di pagamento differenti.

Ma tutte queste cose avrai mesi per capirle e per decidere. Per iniziare ti basta un conto che puo' essere tranquillamente in Euro, nel quale la tua pensione resta in Euro senza alcun rischio cambio. Poi un poco alla vota ti farai un'idea di cosa altro ti servirà, in base a quanto resterai qui, che tipo sarà il proprietario di casa (ce ne sono, e sono la maggioranza, di ottime persone), che tipi di vicini avrai, che conoscenze e amici ti farai.

Un post davvero “torrentizio”, con esempi, precisazioni e tutto quello che serve ad un nuovo arrivato.
Naturalmente, quanto hai scritto lo trovo molto utile e te ne sono grato.

Sono consapevole che il più delle cose le apprenderò sul posto, tra la gente, incontrando altri connazionali e quindi non mi agito più del necessario  :sosad: , ma trovo naturale che si pomgano mille domande, all’inizio, molte delle quali, magari inutili.

Per concludere, ti ringrazio nuovamente per la pazienza ed il dettaglio delle tue risposte.

Nuova discussione