Scheda informativa Laos


Caratterizzato da una storia turbolenta e disseminata di conflitti, si consiglia di viaggiare con prudenza nel Laos, specialmente nelle zone in cui potrebbero trovarsi armamenti inesplosi. Ad ogni modo, facendo attenzione e aggiornandosi per tutelarsi al meglio, non si dovrebbero avere particolari problemi, in quanto la maggior parte del territorio è sicura.

Situato nell'Asia orientale, il Laos è un Paese con un passato segnato da guerra e povertà. Attualmente presenta un governo di stampo marxista, mentre la religione ufficiale è il buddhismo. Purtroppo negli ultimi 20 anni ha assistito a uno sviluppo piuttosto lento, ma resta pur sempre un Paese affascinante grazie alle sue terre incontaminate e alle sue tradizioni. Dal momento che circa un terzo della popolazione si trova al di sotto della soglia di povertà, non è certamente uno Stato ricco.

Influenzato dai monsoni, fra maggio e settembre il clima tende a essere torrido e umido, mentre il resto dell'anno mite e secco. Le temperature invernali scendono fino a toccare i 22 °C, ma è capitato che abbiano toccato anche una minima di 10. Nei mesi estivi si aggirano invece sui 29.

Il ritmo di vita è indubbiamente più lento rispetto a quello occidentale. Fra le attività tradizionali più diffuse si contano la danza e il teatro orientale, la tessitura, la lavorazione del legno e la celebrazione delle festività buddhiste. Gli amanti della natura hanno invece la possibilità di esplorare fiumi, montagne e foreste estese.

Considerata la pessima reputazione dovuta alla corruzione che ostacola gli investimenti di società straniere, l'economia nazionale è in difficoltà. Tuttavia, il settore del turismo si sta sviluppando pian piano. Se parli inglese, potresti trovare lavoro in quest'ambito. Il settore economico nazionale per eccellenza è in ogni caso l'agricoltura, più precisamente la coltivazione del riso. Il Paese sta però puntando anche alla crescita di un'industria sempre più importante, ovvero quella dell'energia idroelettrica, con l'obiettivo di assegnarle un ruolo preminente entro il 2025.