Scheda informativa Chad


Ufficialmente chiamato Repubblica del Ciad, questo Paese dell'Africa centrale senza sbocchi sul mare può essere diviso in due parti: nord arabo-musulmano e sud prevalentemente cristiano. Questa suddivisione, principalmente dovuta a motivi religiosi, causa non poche tensioni. Il Paese è stato vittima di un passato turbolento e violento. Conquistata l'indipendenza dalla Francia nel 1960, ha assistito a diverse ondate di instabilità civile e politica.

La zona settentrionale è desertica, caratterizzata da un clima torrido e secco, con temperature che variano dai 26 °C (in inverno) ai 40 °C (in estate). Nei mesi invernali possono verificarsi forti tempeste di sabbia, che provocano spesso invasioni di locuste. La zona meridionale è invece contraddistinta da un clima tropicale; il periodo più caldo è compreso tra febbraio e marzo.

L'industria petrolifera e l'agricoltura sono i settori economici più sviluppati del Ciad. Dato che la prima rappresenta il 60% delle esportazioni, l'attuale deprezzamento del petrolio ha avuto un impatto notevole sull'economia nazionale. Sebbene siano stati realizzati investimenti da parte di società straniere, specialmente nel settore bancario e delle telecomunicazioni, lo scarso sviluppo e l'elevata corruzione hanno messo un freno alla crescita economica.

Il Foreign and Commonwealth Office (ministero britannico dedicato agli interessi del Regno Unito all'estero) attualmente sconsiglia di viaggiare in certe zone del Ciad, se non per ragioni di effettiva necessità, inoltre sconsiglia viaggi a qualsiasi titolo nelle regioni rimanenti. Avendo dichiarato ufficialmente lo stato di emergenza e avendo delle operazioni militari in atto, ti invitiamo a consultare il sito Viaggiare Sicuri della Farnesina prima di partire.