Close

Intervista Francesca nell'isola di Utila

Ciao a tutti!  :)

Sole, mare, tramonti mozzafiato...voglia di mollare tutto per ricominciare ai Caraibi?
Sembra la concretizzazione perfetta di un sogno ma, al di là degli stereotipi, come si vive da expat in Honduras?
Lo abbiamo chiesto a Francesca che quattro anni ha lasciato l'Italia, assieme al marito, per trasferirsi nell' isola di Utila, a due passi da Cayos Cochinos.
Leggete l'interessante testimonianza per scoprirne di più sulla sua nuova vita utileña.

Ve ne riporto un estratto:

Quali sono i motivi principali per cui hai deciso di andare a vivere in Honduras?

Vivo in Honduras da quasi quattro anni, precisamente nella bellissima isola di Utila, a due passi da Cayos Cochinos, dove si gira l'Isola dei Famosi.
E' stato infatti per colpa di questa trasmissione che sono finita qui: quello che poi è diventato mio marito, Michele, lavorava nella produzione del programma e così ormai 7 anni fa ha scoperto l'Honduras, innamorandosi perdutamente dei suoi fondali: il triangolo no, non l'avevo considerato, e invece...
Dopo un lungo processo di convincimento - perché a dire il vero io di venire in Honduras non avevo nessuna intenzione- sono capitolata e siamo partiti per Utila.
Ma a essere sinceri la decisione di partire non è stata presa per sfinimento. La vera ragione è che avevo 31 anni, volevo molto un bambino, e fatti due conti mi sono accorta che in Italia, una volta finita la maternità, avrei dovuto impiegare tutto il mio stipendio per pagare altri per crescere mio figlio.
Mi è sembrato un controsenso. E sono partita.

Ci sono degli usi e modi di fare locali che sono entrati a far parte della tua quotidianità dopo il trasferimento?

Mangio molti più fagioli, molto più riso, ho imparato a fare discrete tortillas e ho superato la mia proverbiale avversione per il pollo. E anche se sono nella terra dell'anti-zen, dalla gente che vive qui, ho imparato a vivere solo nel presente.
Sto ancora cercando di spiegare a chi mi aspetta a casa che è un concetto molto diverso dal vivere alla giornata, ma non è facile. Comunque, in questo modo ho vinto il mio più grande problema che era l'ansia.
Da quando sono un'expat, nonostante oggettivamente abbia dovuto superare prove ben più dure rispetto alla più difficile affrontata in Italia, non ho mai avuto crisi di panico. Mi sono sentita sola, stupida, impaurita... ma mai che mi sia venuta una crisi.
In Italia mi capitava davanti a una torta di compleanno (ed ero ancora troppo giovane perché le lacrime fossero dovute alla paura delle rughe), per strada solo perché magari passava il giro d'Italia e c'era troppa confusione, nella metropolitana all'improvviso.
Credo che doversi guadagnare l'essenziale ti regali la consapevolezza che in un modo o nell'altro le cose si risolvono e tanto vale provare a restare tranquilli.
Io qui ho imparato la tranquillità che deriva dall'accettazione (attenzione, non ho detto rassegnazione).

Che ruolo gioca la conoscenza dello spagnolo nella buona riuscita del trasferimento?

Per spostarsi a Utila sono fondamentali sia lo spagnolo che l'inglese.
L'inglese serve per comunicare con i turisti e fornisce una base per tentare di decodificare l'utileño (che madrelingua anglosassoni, al primo ascolto, non riconoscono come inglese, e non è un modo di dire).
Con lo spagnolo ti guadagni il rispetto di tutti gli hondureñi non nativi delle Bay Islands, che poi, nella mia esperienza, sono anche le persone più belle con le quali avere a che fare.
Parlare spagnolo, inoltre, ti permette di essere trattato alla pari. Tutti comunque cercheranno di fregarti, ma non ci metteranno l'impegno che invece dedicano a chiunque parli solo inglese che, indipendentemente dal fatto che sia governato da Donald Trump, viene immediatamente classificato come gringo.

Continua a leggere l'intervista : www.expat.com/it/intervista

Clicca qui per leggere tutte le altre Interviste agli espatriati e condividile sui social networks, trovi le icone dedicate nella pagina di ogni intervista.

Se sei un espatriato e vuoi partecipare all’intervista, contattami ora!

Saluti,

Francesca

Nuova discussione

Traslocare in Honduras

Consigli per preparare un trasloco in Honduras