Close
Seguici su Facebook!

Intervista: Matteo in Svizzera

Ciao a tutti! 

Con piacere metto a disposizione del forum la testimonianza di Matteo, un giovane laureato pisano che si è trasferito in Svizzera l'anno scorso per lavorare nel reparto di radioterapia del Paul Scherrer Institut di Villigen. Vive a Windisch, vicino a Brugg.

Vi riporto un estratto della sua intervista:

Organizzare il trasloco e trovare alloggio in Svizzera ha richiesto molto tempo?

Abbastanza. Diciamo che è stato difficile trovare una stanza/appartamento disponibile e con i mobili di base.
Io a partire da un mese prima dell'inizio del mio lavoro, ho iniziato a cercare stanze o appartamenti in affitto. Ho cercato su internet, utilizzando motori di ricerca specializzati appunto in stanze/appartamenti (nello specifico, un mono o bilocale).
Ho iniziato a mandare email e a telefonare e ho avuto difficoltà perchè è stato molto arduo trovare una locazione disponibile e ammobiliata, tanto che la stanza dove vivo ora, è stata l'unica locazione coi suddetti requisiti che abbia trovato.
Quindi sì, c'era molta poca disponibilità, e la maggior parte degli appartamenti in affitto non sono ammobiliati. Non solo, io ho iniziato a lavorare il 10 agosto (arrivando in Svizzera il 5 agosto) e la stanza era disponibile solo dal 15 agosto.
Per fortuna, per 10 giorni, ho potuto soggiornare nella Gasthaus del PSI (il centro dove lavoro).
Ho organizzato il trasferimento in aereo, portando giusto un bagaglio a mano e un bagaglio da stiva, con le cose per 10 giorni. Poi, qualche giorno dopo, i miei genitori sono venuti in macchina a portarmi il grosso dei bagagli e mi hanno aiutato col piccolo trasloco.

Come ti trovi a Brugg?

Mi trovo bene. Per fortuna ho un buon rapporto coi coinquilini (due svizzeri e un tedesco).
E' bello vivere in una nazione dove tutto funziona, dove hai meno stress e c'è sicurezza per le strade. Questo accade perché gli organi pubblici e istituzionali funzionano a dovere: se chiami la polizia, viene subito; se vai alle poste o in comune, in massimo 5 minuti sei fuori; se devi chiamare un numero di telefono o inviare una e-mail, non devi aspettare, rispettivamente, decine di minuti o giorni per avere una risposta, per poi essere rispedito da un'altra parte.


Continua a leggere l'intervista : www.expat.com/it/intervista

Clicca qui per leggere tutte le altre Interviste agli espatriati e condividile sui social networks, trovi le icone dedicate nella pagina di ogni intervista.

Saluti,

Francesca

Nuova discussione

Traslocare in Svizzera

Consigli per preparare un trasloco in Svizzera

Voli per la Svizzera

I prezzi migliori per il tuo biglietto aereo in Svizzera