Investire in Romania

Buongiorno a tutti,

Durante la vostra permanenza in Romania potete essere venuti a conoscenza di interessanti programmi di investimento, a livello locale o internazionale. I motivi che spingono un singolo, un imprenditore, o un’azienda ad investire del denaro sono i più svariati e ogni investimento non è mai libero da rischi. Vi chiediamo di condividere la vostra esperienza con informazioni pratiche!

Le autorità Rumene incoraggiano gli investimenti stranieri? Che misure hanno messo in atto per incentivarli?

Quali sono i settori su cui investire in Romania?

Quali sono gli organi di competenza a cui rivolgersi se si vogliono fare investimenti a livello locale? Chi nello specifico affianca gli investitori nel loro progetto?

A seconda del progetto e settore di attività, che budget va preventivato per investire in Romania?

Quali sono i passi falsi da evitare e che consiglio volete dare ai futuri investitori?

Grazie per il contributo,

Francesca

Buongiorno, la mia esperienza è riferita alla città di Arad, e preciso che non sono un uomo d'affari, bensì un impiegato che saltuariamente "da uno sguardo" a quanto accade fuori dal proprio contesto professionale.
Nel 2012 trovatomi nella volontà di gestire i miei risparmi in maniera più redditizia rispetto ai fondi e depositi bancari, decisi di acquistare un appartamento già abitato e con un buon affitto (oltre il 7% annuo del valore dell'investimento). Da allora, compiaciuto, ho iniziato ad acquistare appartamenti "sfruttando" anche opportunità rese tali dalla disponibilità immediata di liquidità verso proprietari con urgente volontà o necessità di vendita. A distanza di 8 anni, devo dire che anche se gli affitti sono calati a causa della massiccia offerta, e i prezzi di acquisto degli appartamenti sono aumentati, di norma il guadagno è del 5% al netto delle spese. Nel mio caso non ho mai avuto grandi difficoltà nel trovare nuovi inquilini (il turnover è elevato, specialmente nella categoria studenti universitari)
Le difficolta invece sono altre, perché se lato finanziario può diventare un buon secondo lavoro, lato impegno è un lavoro vero e proprio! fortunatamente ad occuparsi della gestione è mia moglie; giusto per far capire l'approccio, se non dovessimo più vivere qui smetterei immediatamente la gestione degli affitti e metterei tutto in vendita!

A causa dell'aumento dei prezzi negli ultimi anni ho smesso di comprare per affittare, facendo alcuni tentativi di piccole speculazioni, intese come acquisto o partecipazione a costruzioni con solo scopo di successiva rivendita.
Ho gestito la costruzione in autonomia solo l'abitazione in cui residiamo, tale esperienza però mi porta a consigliare a coloro che hanno tempo e magari conoscenze nel settore, la realizzazione di immobili; le difficoltà non sono poche (imprese edili che lavorano bene sono poche e spesso impegnate per lunghi periodi) ma per esperienza personale posso affermare con certezza che si può realizzare una vendita ad almeno il doppio del costo della costruzione, certo bisogna fare molta attenzione all'acquisto del terreno, il prezzo con cui si compra e la posizione possono influire negativamente sia sul costo che sull'appetibilità in fase di vendita riducendo i ricavi. La burocrazia è abbastanza leggera soprattutto in termini di costi, un po' lenta; è fondamentale è affidarsi a professionisti navigati (notai, architetti, etc...che sanno districarsi nella rete burocratica e aggirare eventuali ostacoli)
Cambiando settore, e sempre restando in zona Arad, non posso non prendere atto del fatto che a distanza di circa 10 anni da quando ne avrei avuto l'opportunità, se avessi acquistato del terreno agricolo ora lo potrei rivendere immediatamente a più al triplo del costo di allora; magari tra 10 anni vale il triplo di quanto costa ora....
Un consiglio che darei avendove viste un po di tutti i colori, è quello di essere presenti, istruirsi il più possibile ed arrangiarsi, affidarsi solo a persone che si conoscono profondamente; da evitare la categoria amico dell'amico che conosce il capo dei capi

Buongiorno signore,
posso chiederle un paio di cose.
Cosa e quanto si pagherebbe di tasse su un appartamento che viene affittato (a me interessa Bucarest)?
Sono affidabili le agenzie, o è meglio trattare direttamente con i privati?
Grazie se può dirmi qualcosa.
Eventualmente possiamo scriverci in privato.
Cordiali saluti.
Franco

Buongiorno a tutti.
Io vivo ad Arad e faccio  l'investitore di professione, per cui mi permetto di dare qualche piccolo consiglio.
SETTORI PER INVESTIMENTO:
1) Immobiliare costruzione  nuovo marigine 50-100% (dipende dal tipo di costruzione e dalla zona)
2) Immobiliare affitto: netto 5-6%
3) Agricoltura: rivalutazione terreni
                          Progetti Europei
                          Sturt-up Nation
4) Lavorazione prodotti alimentari: margine 30% ma fondamentale avere il mercato di riferimento
5) Trasporti: discreto ma è bene avere un'azienda media e trasporto interno (meno impegno e più
     guadagno)
6) Servizi e software houses

Poi si possono rilevare molte attività, ma se non si hanno le specifiche competenze per il settore si rischia di fare degli errori a volte non rimediabili, se non con esborsi ingenti.
Infine, come in tutto il mondo, è fondamentale rivolgersi a persone di fiducia e professionisti.
Non voglio scoraggiare la collaborazione con "l'amico dell'amico", ma attenzione alle "facilonerie", in quanto qui "tutti fanno tutto", ma non sempre in maniera professionale.
Spero essere stato un pò utile....
                                                                Vito Paparella

Nuova discussione