Investire in Romania

Buongiorno a tutti,

Durante la vostra permanenza in Romania potete essere venuti a conoscenza di interessanti programmi di investimento, a livello locale o internazionale. I motivi che spingono un singolo, un imprenditore, o un'azienda ad investire del denaro sono i più svariati e ogni investimento non è mai libero da rischi. Vi chiediamo di condividere la vostra esperienza con informazioni pratiche!

Le autorità Rumene incoraggiano gli investimenti stranieri? Che misure hanno messo in atto per incentivarli?

Quali sono i settori su cui investire in Romania?

Quali sono gli organi di competenza a cui rivolgersi se si vogliono fare investimenti a livello locale? Chi nello specifico affianca gli investitori nel loro progetto?

A seconda del progetto e settore di attività, che budget va preventivato per investire in Romania?

Quali sono i passi falsi da evitare e che consiglio volete dare ai futuri investitori?

Grazie per il contributo,

Francesca

Buongiorno, la mia esperienza è riferita alla città di Arad, e preciso che non sono un uomo d'affari, bensì un impiegato che saltuariamente "da uno sguardo" a quanto accade fuori dal proprio contesto professionale.
Nel 2012 trovatomi nella volontà di gestire i miei risparmi in maniera più redditizia rispetto ai fondi e depositi bancari, decisi di acquistare un appartamento già abitato e con un buon affitto (oltre il 7% annuo del valore dell'investimento). Da allora, compiaciuto, ho iniziato ad acquistare appartamenti "sfruttando" anche opportunità rese tali dalla disponibilità immediata di liquidità verso proprietari con urgente volontà o necessità di vendita. A distanza di 8 anni, devo dire che anche se gli affitti sono calati a causa della massiccia offerta, e i prezzi di acquisto degli appartamenti sono aumentati, di norma il guadagno è del 5% al netto delle spese. Nel mio caso non ho mai avuto grandi difficoltà nel trovare nuovi inquilini (il turnover è elevato, specialmente nella categoria studenti universitari)
Le difficolta invece sono altre, perché se lato finanziario può diventare un buon secondo lavoro, lato impegno è un lavoro vero e proprio! fortunatamente ad occuparsi della gestione è mia moglie; giusto per far capire l'approccio, se non dovessimo più vivere qui smetterei immediatamente la gestione degli affitti e metterei tutto in vendita!

A causa dell'aumento dei prezzi negli ultimi anni ho smesso di comprare per affittare, facendo alcuni tentativi di piccole speculazioni, intese come acquisto o partecipazione a costruzioni con solo scopo di successiva rivendita.
Ho gestito la costruzione in autonomia solo l'abitazione in cui residiamo, tale esperienza però mi porta a consigliare a coloro che hanno tempo e magari conoscenze nel settore, la realizzazione di immobili; le difficoltà non sono poche (imprese edili che lavorano bene sono poche e spesso impegnate per lunghi periodi) ma per esperienza personale posso affermare con certezza che si può realizzare una vendita ad almeno il doppio del costo della costruzione, certo bisogna fare molta attenzione all'acquisto del terreno, il prezzo con cui si compra e la posizione possono influire negativamente sia sul costo che sull'appetibilità in fase di vendita riducendo i ricavi. La burocrazia è abbastanza leggera soprattutto in termini di costi, un po' lenta; è fondamentale è affidarsi a professionisti navigati (notai, architetti, etc...che sanno districarsi nella rete burocratica e aggirare eventuali ostacoli)
Cambiando settore, e sempre restando in zona Arad, non posso non prendere atto del fatto che a distanza di circa 10 anni da quando ne avrei avuto l'opportunità, se avessi acquistato del terreno agricolo ora lo potrei rivendere immediatamente a più al triplo del costo di allora; magari tra 10 anni vale il triplo di quanto costa ora....
Un consiglio che darei avendove viste un po di tutti i colori, è quello di essere presenti, istruirsi il più possibile ed arrangiarsi, affidarsi solo a persone che si conoscono profondamente; da evitare la categoria amico dell'amico che conosce il capo dei capi

Buongiorno signore,
posso chiederle un paio di cose.
Cosa e quanto si pagherebbe di tasse su un appartamento che viene affittato (a me interessa Bucarest)?
Sono affidabili le agenzie, o è meglio trattare direttamente con i privati?
Grazie se può dirmi qualcosa.
Eventualmente possiamo scriverci in privato.
Cordiali saluti.
Franco

Buongiorno a tutti.
Io vivo ad Arad e faccio  l'investitore di professione, per cui mi permetto di dare qualche piccolo consiglio.
SETTORI PER INVESTIMENTO:
1) Immobiliare costruzione  nuovo marigine 50-100% (dipende dal tipo di costruzione e dalla zona)
2) Immobiliare affitto: netto 5-6%
3) Agricoltura: rivalutazione terreni
                          Progetti Europei
                          Sturt-up Nation
4) Lavorazione prodotti alimentari: margine 30% ma fondamentale avere il mercato di riferimento
5) Trasporti: discreto ma è bene avere un'azienda media e trasporto interno (meno impegno e più
     guadagno)
6) Servizi e software houses

Poi si possono rilevare molte attività, ma se non si hanno le specifiche competenze per il settore si rischia di fare degli errori a volte non rimediabili, se non con esborsi ingenti.
Infine, come in tutto il mondo, è fondamentale rivolgersi a persone di fiducia e professionisti.
Non voglio scoraggiare la collaborazione con "l'amico dell'amico", ma attenzione alle "facilonerie", in quanto qui "tutti fanno tutto", ma non sempre in maniera professionale.
Spero essere stato un pò utile....
                                                                Vito Paparella

Ciao sono un pensionato trasferitosi da due anni in Portogallo ma mi sono iscritto anche su expat Romania perché sono stato 12 anni fidanzato con una ragazza rumena che adesso ha 41 anni a cui voglio ancora bene e che cerco di aiutare come posso.
Vive in un paesino in provincia di Costanza e mi parla spesso di un investimento possibile da fare in una zona molto turistica acquistando un terreno e costruendoci sopra una piccola struttura per affittare camere ai turisti.
Lei ovviamente si occuperebbe della gestione.
Tu mi sembri uno ben introdotto e con una buona esperienza del settore mentre io non saprei neanche da dove cominciare.
Hai qualche buon consiglio da darmi tanto per iniziare a chiarirmi le idee?
Grazie e un saluto
Ermanno

Ciao,
          in Romania l'immobiliare va molto, ma molto bene. L'anno prossimo è previsto un aumento del 10% (COVID permettendo), per cui in linea di massima l'investimento non è male.
Sottolineo che mi hai scritto di zona di mare, mi dovresti specificare quale, in quanto cambia moltissimo da Costanza al nord o verso la Bulgaria. Inoltre le pensioni non danno alto rendimento, ti consiglierei di costruire appartamenti o case singole e rivenderle (redditività del 30% senza lavorare).
Per la pensione, se mi dai indicazioni maggiori, ti posso aiutare con dei fondi europei non rimborsabili fino a 200.000 euro.
Per qualsiasi cosa non esitare a contattarmi, posso darti consulenza finanziaria, fiscale, economica e legislativa, oltre ad effettuare sopralluoghi, studi di fattiblità, business plan, investigazioni o quant'altro possa essere utile per minimizzare il rischio finanziario ed assicurare il maggior rendimento finanziario.
Attento agli affidamenti di denaro a terzi, ti conviene, nel caso decidessi, venire di persona ed aprire tu i rapporti con le banche e gestire il tutto dal Portogallo...mi dispiace essere "crudo", ma l'esperienza con questo fantastico popolo, a causa di qualche "cellula impazzita", mi obbliga ad usare la massima prudenza.
Spero esserti stato un pò utile....ciao
                                                                        Vito

Ciao Vito e grazie per la risposta
Io accennavo a Costanza perché la mia ex è originaria di un paesino a 100 km al confine della Bulgaria ma l'eventuale investimento era pensato esclusivamente lì ma in un qualunque posto molto turistico che potesse garantire un certo giro tutto l'anno. E il discorso della pensione o simile era legato alla possibilità di un impegno lavorativo costante da parte della mia ex che comunque potrei anche in parte seguire saltuariamente andando sul posto quando mi è possibile. Per dirla tutta più che fare una speculazione mi basterebbe non buttare via denaro inutilmente e garantirle una discreta e sicura entrata almeno sufficiente a farle sbarcare il lunario oltre che darle uno scopo nella vita che attualmente sembra non avere pur avendo iniziato l'università a 40 anni ovviamente a spese mie 😁
Il discorso sui fondi europei a cui accennavi potrebbe essere se non eccessivamente complicato un valido aiuto e se puoi fornirmi ogni genere di info a proposito te ne sarei grato. Ovviamente concordo con il tuo consiglio finale avendo una qualche esperienza nel settore.😉
Tra qualche mese se tutto va bene potrei rientrare di una discreta somma prestata vari anni fa da ad un amico che non lo era del tutto ed allora la cosa potrebbe diventare più fattibile.
Nel qual caso avrei sicuramente bisogno dei tuoi consigli e della tua esperienza.
Nel salutarti nel caso tu voglia trascorrere in futuro una vacanza dalle mie parti ad Albufeira in Algarve sarei lieto di ospitarti.
E credimi che ne vale la pena.
A risentirci
Ermanno

Ciao, grazie dell'invito.,,...lo prendo seriamente...nel senso che se riesco a venire dall'altra parte dell'Europa, sicuramente c'incontriamo.
Il problema di non "buttare soldi" in questo momento è sostanziale, in quanto tutti i mercati commerciali e di produzione, se non dei settori primari (agricoltura, medicina ed armi) hanno un rischio elevato rispetto tutti i periodi precedenti.
Costanza è una città turistica, molto cara, e con un turismo principalmente locale (romeni), in quanto il mare di Costanza, sempre con il massimo rispetto, è ben lungi da essere paragonati ai ns. mari Italiani, in cambio è ricco di zanzare.
Il problema della pensione al mare è che è sfruttabile 2-3 mesi l'anno, mentre in montagna avreste 2 stagioni (invernale ed estiva), e di località montane qui ce ne sono diverse, a parire da Brasov.
Non sarebbe da eliminare coome idea  una pensione in tangenziale a città primarie per turisti, commercianti, etcc...lavorerebbe tutto l'anno anche se con clientela diversa.
Attenzione che non potete partire con mentalità presappochista, qui le nuove pensioni o strutture ricettive non hanno nulla da invidiare a quelle dell'europa occidentale.
Per i fondi europei, ti anticipo che la redazione del progetto è abbastanza laboriosa  ma fattibile.
Nel settore turistico posso anticiparti qualche linea di massima:
- zona eletta ai fondi europei
- terreno di proprietà
- preferibilmente un associato entro i 30 anni
- apportare novità e brevetti
Tendenzialmente i progetti piccoli sono per investimenti fino a 200.000 euro compresa la proprietà immobiliare, per cui, ad esempio, puoi comprare una struttura esistente ma magari un pò fatiscente, ed ammodernarla, investendo il 10% con capitale proprio ed il 90% con capitale europeo.
Come tempistica considera 24 mesi, e ti garantisco che sembrano pochi ma "volano"; tra selezionare l'immobile, trasferire la società, tutta la documentazione afferente, la stesura del business plan, l'apertura delle domande e aspettare gli esiti....
Proprio oggi hanno eletto il 50% dei progetti che abbiamo presentato, posso dire che è un buon risultato, in quanto tra quelli non eletti ce n'erano alcuni da noi sconsigliati  e "forzati" dal cliente su propria convinzione ed aspettativa.
Noi lavoriamo seguendo le tabelle punteggio fornite da Bucarest, per cui se il punteggio del progetto non arriva almeno all'80% , sconsigliamo noi stessi la presentazione del progetto (faremmo perdere soldi al cliente e tempo noi).
Per il recupero del credito, speriamo in bene....se hai bisogno, come scrivevo, mi occupo anche di quello, e soprattutto ho accesso alle banche dati Italiane ed Europee sia per le società, per le persone che per le proprietà afferenti (speriamo chiaramente di non arrivare a tanto). Mi permetto di consigliarti la sottoscrizione di una "dichiarazione di situazione debitoria nei tuoi confronti" o almeno un'"ammissione di debito"....ti evita di ricorrere ad un processo, ed è, di fatto, un titolo esecutivo.
Per qualsiasi domanda non esitare a contattarmi.....ovviamente ci occupiamo di tutti i servizi afferenti, come  la residenza, cambio targa auto, importazione di masserizie e quant'altro possa essere necessario.
Ciao, a presto...
                                    Vito
P.S.: scusami se a volte sono "diretto", ma forse l'età, forse il lavoro, cerco di non far perdere tempo inutile alle persone illudendole in false chimere,

Occasione di investimento! Vendesi terreno in centro città, utilizzabile sia per costruzione casa che come terreno agricolo, zona centrale, apertura su strada 20 mq, con accesso a via principale e servizi, dispone di regolare catasto e tasse pagate regolarmente. Il terreno si trova nel comune di Berca, nella contea di Buzau, a Nord di Bucarest (Romania) vicino all'attrazione internazionale dei vulcani fangosi. Questo comune diede ispirazione ad il film "Dragon Trainer" con il suo arcipelago di nome Berk. Esistono hotel termali nelle immediate vicinanze. Il terreno ha una superficie totale di 1555 mq.

@VITO70 buona sera Vito mi chiamo Giuseppe dovrei acquistare una società nel campo del riciclo dei rifiuti volevo sapere se lei è al corrente se ci sono finanziamenti a riguardo anche europei grazie la mia email [ link moderato ]

Moderato da Francesca 5 mesi fa
Motivo : *a tutela della tua privacy, non pubblicare indirizzo email in questo forum pubblico
Ti invito a leggere il codice di condotta del forum

Buona sera,

                        la risposta e' si.  Pero' si deve tener presente almeno i seguenti fattori: essendo il business molto alettante, esistono diversi ostativi da parte delle autorita' (nessun sindaco vuole passare come colui il quale ha firmato la possibilita' di fare una discarica od inceneritore nel proprio paese), logistiche, di autorizzazione, etcc. ed inoltre dall'idea all'attualizzazione della stessa credo, realisticamente, ci vogliano 3 anni....Se desidera comunque uno studio di fattibilita possiamo scriverci in privato. Lo stesso la posso mettere in comunicazione con realta' gia' esistenti e funzionanti dove basta reperire materiale in Italia e portarlo qui. Buona giornata
                                           Vito

Occasione di investimento! Vendesi terreno in centro città, utilizzabile sia per costruzione casa che come terreno agricolo, zona centrale, apertura su strada 20 mq, con accesso a via principale e servizi, dispone di regolare catasto e tasse pagate regolarmente. Il terreno si trova nel comune di Berca, nella contea di Buzau, a Nord di Bucarest (Romania) vicino all'attrazione internazionale dei vulcani fangosi. Questo comune diede ispirazione ad il film "Dragon Trainer" con il suo arcipelago di nome Berk. Esistono hotel termali nelle immediate vicinanze. Il terreno ha una superficie totale di 1555 mq.

- @Antonio Luben

Buongiorno Antonio Luben, la sezione dove postare è questa: Annunci immobiliari in Romania
Categoria: Terreno in vendita

Grazie

Buongiorno,

                           la domanda posta da Francesca per essere adeguatamente soddisfatta avrebbe bisogno di un libro. Pertanto mi permetto di riassumere come segue: la Romania permette investimenti da qualche decina di migliaia di euro a milioni di euro. Si possono affacciare alla possibilita' di un investimento piccoli risparmiatori privati acquistando una garconnier e mettendola a rendita, oppure degli appezzamenti di terreno agricolo, per poi affittarli a grossi investimenti come lo sviluppo immobiliare urbano, l'ammodernamento di aziende agricole, il riciclaggio di immondizie, o molto altro.
La Romania prevede un accesso ai vari investimenti indipendentemente dall'origine del capitale investito, quindi puo' essere rumeno o stranieri, i benefit d'accesso agli investimenti o ai fondi nazionali od europei non cambiano.
In definitiva sottolineo due punti:
come ovunque la resa del capitale investito dipende dalla quantita' dello stesso e dalla percentuale di rischio (maggior sicurezza meno rendita) e per accedere ai fondi la societa' deve avere un minimo di storico e soddisfare alcuni parametri economici (ROI, ROE. EBTDA), essere in regola con il pagamento delle imposte e gli amministratori non avere condanne penali definitive.
L'orientamento generale per l'erogazione di fondi, comunque, prevede sempre un apporto di capitale proprio iniziale e i progetti finanziabili a fondo perduto prediligono sempre settori di produzione ed agricoli.
Un piccolo consiglio: valutare bene chi vi propone gli investimenti...siamo nel 2022 in piena crisi mondiale, pertanto rese economiche troppo elevate sono da considerare come situazioni esclusivamente per attirare investitori un poco ingenui.
Gli enti pubblici, in generale, sono ben disposti nei confronti degli investitori, soprattutto se assumono manodopera.
In generale le autorizzazioni sono rilasciate entro 30 giorni, comunque in alcuni settori, pagando l'urgenza, vengono rilasciate in 4/5 giorni.
Sono un poco piu' complicate nelle attivita' al dettaglio, in quelle all'ingrosso in 2/3 settimane si puo' operare con riserva di controllo da parte degli organi competenti.
Spero aver chiarito qualche punto in merito,  buona giornata
                                                                                                                  Vito
Grazie Vito per le spiegazioni e buona giornata a te!

@VITO70 buon giorno sig. Vito il problema non sono le autorizzazioni perché la società che dovrei rilevare è già autorizzata in più ha già un giro d'affari volevo sapere se ce la possibilità di essere finanziati da qualche istituto

Buongiorno,
                         in tal caso ha risolto molto delle problematiche. Stia molto attento modo in cui viene ceduta la societa', ossia se viene venduta con la cessione degli asset, del magazzino, dei portafoglio clienti e relativi contratti o a corpo. In ogni caso, oltre a richiedere copia del bilancio analitico interno firmato e timbrato dal loro commercialista, controlli che lo stesso sia abilitato e che non abbia precedenti penali o fiscali.
Richieda la certificazione fiscale aggiornata direttamente all'ANAF, e, nel caso ci siano immobili di proprieta' si rechi al Comune di competenza e si faccia rilasciare un certificato di attestazione fiscale per le imposte sugli immobili.
Poi, dal notaio, faccia sottolineare che la cessione societaria risponde ai requisiti richiesti dalle vigenti leggi, e nel caso lei subentri come amministratore, richieda una dichiarazione a nome personale del precedente amministratore/i che non ci sono rilevanze di nessun tipo oltre a quelle dichiarate nel bilancio depositato all'ANAF e a lei consegnato. Tale bilancio lo devono firmare in penna blu' in tutte le pagine.
Per sicurezza vada anche al MEDIU, a sentire se la societa' ha avuto problemi o ammende non pagate.
Si faccia anche firmare una dichiarazione a nome proprio che non sono stati seppellite immondizie o materiali vari sotto il terreno dell'azienda ed in tutti i punti di lavoro della stessa.
Controlli presso i Tribunali eventuali processi a loro carico, sia come parte attiva o passiva e l'esito degli stessi, per capire se terzi possono richiedere soldi.
Se entra come nuovo amministratore controlli l'aggiornamento dei registri contabili alla mezzanotte del giorno di cessione.
Questo credo che sia il minimo d'informazione prima di prelevare una societa'.
A parte va gestito il valore della stessa.
Per i fondi, la posso aiutare, ma ho bisogno dei bilanci storici della stessa per valutare la sua eleggibilita'.
Cordiali saluti
                               Vito

@VITO70 la ringrazio dei suoi consigli se avessi bisogno del suo aiuto come posso contattarla grazie buona giornata

Buongiorno, o mi scrive in privato o  mi telefona...+39 348*.
Vito
Moderato da Francesca 5 mesi fa
Motivo : *non è sicuro inserire il numero di telefono sul forum, meglio usare la messaggeria privata
Ti invito a leggere il codice di condotta del forum