Aggiornato l'anno scorso

Se volete trasferirvi nei Paesi Bassi, le formalità burocratiche relative all’ingresso ed alla permanenza nel paese variano a seconda della nazionalità. Seguono alcune informazioni.

Per i cittadini dell'Unione europea non è previsto il disbrigo di alcuna formalità amministrativa per entrare nel paese.
I cittadini stranieri provenienti da paesi extraeuropei devono invece soddisfare determinati requisiti che variano a seconda dello scopo della visita e della durata del soggiorno.
Prima di procedere si consiglia di informarsi bene presso l’Ambasciata o il Consolato olandese presente nel paese d'origine.

Area Schengen

Il visto Schengen permette di viaggiare nei Paesi Bassi e spostarsi all’interno del paese senza alcuna restrizione. Questo tipo di permesso dà diritto ad un soggiorno di 90 giorni ogni sei mesi.

Soggiorno inferiore a tre mesi

I cittadini stranieri provenienti dai seguenti paesi sono esenti dall'obbligo del visto per un soggiorno nei Paesi Bassi inferiore a tre mesi:

Costa Rica, Croazia, Cipro, Repubblica Ceca, El Salvador, Estonia, Finlandia, Francia, Grecia, Guatemala, Honduras, Hong Kong, Islanda, Irlanda, Australia, Bolivia, Brasile, Brunei, Liechtenstein, Lituania, Lussemburgo, Macao, Malesia, Messico, Monaco, Nicaragua, Norvegia, Nuova Zelanda, Panama, Paraguay, Polonia, Portogallo, Romania, San Marino, Seychelles, Singapore, Slovacchia, Slovenia, Corea del Sud , Svezia, Svizzera, Regno Unito, Uruguay, USA, Vaticano e Venezuela.

Se il tuo Paese non compare nella lista dovrai richiedere un visto presso l'Ambasciata o il Consolato olandese nel tuo paese d'origine almeno due mesi prima della data di partenza prevista.

Soggiorno superiore a tre mesi

I cittadini stranieri che desiderano soggiornare più di tre mesi devono presentare domanda per un MVV, cioè un permesso di residenza temporaneo. I cittadini dei seguenti paesi ne sono esenti:

Australia, Belgio, Canada, Cipro, Repubblica Ceca, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Grecia, Ungheria, Islanda, Irlanda, Italia, Giappone, Lettonia, Liechtenstein, Polonia, Portogallo, Slovacchia, Slovenia.

Visti

Chi intende viaggiare in Olanda può scegliere tra quattro tipi di visti: A, B, C e D.

Il visto A è di transito e permette l’ingresso nel territorio olandese solo tramite l’aeroporto. Si applica ai cittadini dei seguenti paesi:
Afghanistan, Angola, Bangladesh, Congo, Eritrea, Etiopia, Ghana, Guinea, Iraq, Iran, Nigeria, Pakistan, Somalia, Sudan, Siria, Sri Lanka.

Il visto B dà diritto a un soggiorno di massimo cinque giorni nel paese. Viene rilasciato agli stranieri la cui destinazione finale non è un paese facente parte dell’area Schengen ma che deve trascorrere alcuni giorni nei Paesi Bassi.

Il visto C è usato per vacanze, turismo, affari, visite a familiari/amici o per la partecipazione ad eventi pubblici. È valido per un periodo massimo di sei mesi e dà diritti ad ingressi multipli per un totale di tre mesi.

Il visto D è un permesso di soggiorno temporaneo che consente di trascorrere più di tre mesi nel paese. L'MVV è rilasciato per un periodo di tre mesi e ha la validità massima di un anno. Il possesso di questo documento è fondamentale se si desidera richiedere la residenza o un permesso di lavoro nel paese.
 

 Indirizzi utili:

Immigrazione e naturalizzazione
Ministero degli Esteri
Ambasciate e Consolati olandesi nel mondo

Facciamo del nostro meglio per fornire informazioni aggiornate ed accurate. Nel caso in cui avessi notato delle imprecisioni in questo articolo per favore segnalacelo inserendo un commento nell'apposito spazio qui sotto.