Ateniesipercaso

  • Ateniesipercaso
Blog del mese
Pubblicato 3 anni fa
Travel Bloggers Italiane espatriate ad Atene da qualche anno, raccontiamo questa bellissima città attraverso la nostra esperienza.
ateniesipercaso

ateniesipercaso

Two italian girls around 30 years old, living in Athens, authors of the travel-blog Ateniesipercaso - we give suggestions regarding restaurants, bars, shopping, nice corners, events in Athens and Greece in general.

Incontriamo finalmente le Ateniesipercaso, due ragazze italiane, una di Roma e una di Milano, trasferite ad Atene. Ragazze, grazie per questa intervista a Expatblog, raccontateci un po’ di voi e delle ragioni che vi hanno portato ad Atene.

Come hai anticipato tu siamo Letizia e Giovanna, italiane ad Atene trasferite nella capitale greca da due anni e mezzo. Il motivo per cui ci troviamo in Grecia è legato a questioni di cuore…entrambe infatti abbiamo lasciato le nostre famiglie e i nostri lavori per seguire i nostri amori. Letizia è fidanzata con un ragazzo greco conosciuto in vacanza a Mykonos, Giovanna ha seguito il suo fidanzato architetto che qui ad Atene sta realizzando per conto dell’azienda di costruzioni italiana Impregilo, lo Stavros Niarchos Cultural Center, ossia la nuova Opera Hall e Biblioteca Nazionale di Atene, progettata da Renzo Piano e finanziata dalla Fondazione Stavros Niarchos.

 

Di cosa vi occupavate in Italia e cosa fate adesso?

Letizia si è laureata in architettura un anno prima di trasferirsi in Grecia e appena arrivata ad Atene ha fatto uno stage in restauro presso il Museo Archeologico Nazionale. Giovanna a Milano ha lavorato per dieci anni nella comunicazione e nell’organizzazione di grandi eventi. Dopo pochi mesi ad Atene entrambe ci siamo rese conto che la priorità era imparare la lingua greca. Solo così era possibile lavorare e capire davvero la mentalità e la cultura locale. Insieme quindi abbiamo deciso, circa 1 anno e mezzo fa, di iscriverci a un corso di greco moderno presso una scuola per stranieri situata nel centro di Atene. Frequentandoci spesso per via delle lezioni piano piano siamo diventate inseparabili e il tempo libero dalle lezioni lo impegnavamo esplorando la città scoprendola bella e vivace. Così abbiamo sentito la voglia di condividere le nostre scoperte quotidiane attraverso un blog www.ateniesipercaso.com.

 

E di cosa parlate nel vostro blog?

Parliamo di tutto quello che c’è da fare e da scoprire principalmente ad Atene, ma non solo.
Recensiamo negozi, locali e ristoranti scoperti tramite gli amici greci e quindi non quelli classici che si trovano sulle guide e selezioniamo solo quelli che ci sono piaciuti davvero (la gente non ha tempo da perdere e di ciò che non incontra il nostro gusto semplicemente abbiamo deciso di non scrivere), proponiamo gite fuori porta (per esempio potete trovare indicazioni per una bella escursione a Nafplio, a Monemvasia, a Delfi), indichiamo gli eventi cittadini da non perdere (come Art Athina, i concerti estivi, la notte bianca dei musei).

 

Come vi trovate ad Atene? Vi siete adattate con facilità alla nuova vita greca?

Ad Atene la qualità della vita è veramente alta…innanzitutto il clima mite tutto l’anno ne fa una città piacevolissima in tutte le stagioni. La vita non è cara; chiaramente i prezzi sono rapportati agli stipendi di qui ma …per mangiare in una taverna si spendono sui 20 euro, i taxi sono molto economici, gli affitti abbordabili…
Poi la gente è molto accogliente, soprattutto con gli italiani…ci considerano un po’ come i loro cugini e si sentono vicini a noi.
Poi…è una città molto vivace, di notte c’è sempre qualcosa da fare, fino all’alba. Per strada alle quattro di notte incontri molte macchine e persone…ti senti più al sicuro che da noi in Italia dove dopo le due, quando chiudono i locali, le città sono deserte.
Ultima cosa…è una delle pochissime capitali affacciate sul mare …e che mare! Basta fare 30 km dal centro e ci si trova in spiagge magnifiche con mare cristallino come sulle famose isole, sempre con una semplice taverna dove gustare pesce alla griglia in una pace assoluta.
Certo, sapere un po’ di greco aiuta molto! Ma tutti parlano un po’ di inglese e le persone un po’ più grandi parlano spesso anche italiano perché molti di loro hanno studiato o lavorato in Italia.

 

Da dove nasce il titolo del blog?

Il nome è venuto spontaneo…quando ci prendevamo in giro l’un l’altra pensando che ci eravamo trasferite qui nel bel mezzo della crisi e ci domandavamo “ma che ci siamo venute a fare qui?”…e poi entrambe ricordavamo la famosa trasmissione televisiva turisti per caso…e ci sembrava un nome facile da ricordare per gli italiani.

 

Il blog vi è stato utile per entrare in contatto con altri expat bloggers e fare nuove amicizie?

Assolutamente si, molte persone ci scrivono e chiedono suggerimenti e incontri. Per noi è una gioia poterli aiutare ad ambientarsi o organizzare e accompagnare dei turisti con piccoli tour speciali e personalizzati. Tutti sono felici di scoprire un’Atene inaspettata. La maggior parte delle persone passa per Atene ad Agosto, con il caldo e la stanchezza dal lavoro e sognanti solo le isole…il risultato è che della vera Atene spesso sanno poco e la ritengono brutta. Con noi scoprono la vera città e spesso poi programmano qui dei weekend durante l’anno.

 

Si trova lavoro ad Atene ed in che settore? Ci potete dare qualc

he consiglio su come fare?

Il momento non è roseo…è relativamente semplice trovare lavori stagionali ma per un lavoro continuativo le cose sono diverse. Innanzitutto per via della lingua. Poi non c’è molta offerta. Richiedono sempre personale per i call center…ma non è il massimo. L’iniziativa personale invece è vincente e con una buona idea si possono avere speranze di successo. Ci sono molte cose che si possono fare prendendo spunto da attività che in Italia hanno già successo.

 

Quali sono le differenze principali che avete riscontrato tra lo stile di vita greco e quello italiano?

Siamo molto simili…soprattutto con il sud Italia. Qui si ama molto stare all’aperto, si vive nei caffè…e siamo entrambi popoli piuttosto “elastici” alle regole. Ma qui si divertono di più, cantano, ballano…in maniera più genuina. Anche la centralità della famiglia è molto simile alla nostra. La domenica spesso a pranzo con i parenti per abbuffate infinite.

 

Cosa vi piace fare nel tempo libero? Come si svolge la vita sociale ad Atene?

Quando abbiamo tempo libero andiamo a zonzo per i quartieri che ancora non conosciamo, alla scoperta di nuovi corner da segnalare. Oppure visitiamo musei, andiamo al mare…

 

Se doveste fare un bilancio di questo periodo passato fuori dall'Italia, siete soddisfatte della scelta presa? Lo rifareste?

Noi siamo entusiaste di questa esperienza. Ogni giorno grazie alle nuove “prove” che ci troviamo ad affrontare impariamo qualcosa sulla vita e su di noi. Incontriamo persone diverse che ci mostrano altre visioni del mondo, sviluppiamo spirito di adattamento…è una esperienza che auguriamo a tutti.

 

    

Ateniesipercaso