Close

Patty e la sua famiglia a Rio de Janiero

Mi piace

"Pazienza e coraggio", sono queste le caratteristiche che secondo Patty sono necessarie per affrontare un espatrio. Napoletana d'origine, si è trasferita assieme alla famiglia a Rio de Janeiro l'anno scorso a seguito di una buona opportunità lavorativa del marito.

Patty e la sua famiglia a Rio de Janiero

Ciao Patty, hai voglia di raccontarci un po' di te e dei motivi che ti hanno portato, assieme alla famiglia, a Rio de Janeiro?

Certamente! Mi chiamo Patrizia ho 36 anni e sono di Napoli. Sono sposata da 8 anni con Fulvio e ho due bambini Christian di 7 anni e Nicholas di 3.
Ci siamo trasferiti in Brasile, più precisamente a Rio de Janeiro per lavoro, un'ottima opportunità di lavoro per mio marito e di vita per noi tutti. Non potevamo lasciarci sfuggire un'occasione simile!

Da quanto tempo vi siete trasferiti?

Siamo a Rio de Janeiro dal 20 Gennaio 2015, ricordo il nostro arrivo come fosse ieri: c'era un caldo infernale e mi vengono in mente le nostre facce stanche e spavantate all'aeroporto e i bambini che mi chiedevano quando saremmo tornati a "casa". Ancora oggi me lo chiedono.
Sono stati mesi difficili e certamente le difficoltà non manchernno in futuro, ma siamo pronti ad affrontarle.

Pianificare il trasferimento ha richiesto molto tempo? Vi siete affidati a qualche agenzia per l'organizzazione ed il disbrigo delle formalità burocratiche oppure avete fatto da soli?

In poco meno di un mese abbiamo fatto 8 valigie e siamo partiti all'avventura. Dal momento che mio marito ha accettato un'offerta di lavoro dall'azienza per la quale lavora da tanti anni, siamo stati aiutati per la questione dell'affitto,ad esempio, e per la scuola. Ma per la carta di identità o per le utenze, ci abbiamo pensato da soli.

Ci sono state delle difficoltà iniziali di adattamento per te o i bambini?

Inizialmente le difficoltà erano così tante che davvero non saprei da dove cominciare: la lingua come prima cosa, poi l'inizio dell'anno scolastico, che qui è a Febbraio, è stato per tutti noi motivo di agitazione; infine per me è stato difficile anche andare al supermercato, non riuscivo a capire cosa c'era scritto o cosa mi chedevano alla cassa, ci andavo sempre con mio marito.
Col passare del tempo le cose sono migliorate e ora la spesa la faccio senza alcun problema, da sola.

Avete trovato delle buone scuole per i vostri bimbi? Come giudichi il livello d'istruzione offerto?

Per quello che riguarda le scuole, abbiamo avuto diverse difficoltà. Noi veniamo da un paese dove la scuola è pubblica, insomma, gratis.
Qui invece.... Alcune delle scuole che abbiamo contattato non hanno accettato i bambini, soprattutto il grande, perchè molte di esse sono bilingue, quindi mio figlio avrebbe dovuto imparare, oltre al portoghese, la lingua prevalente nella scuola (francese o inglese). Alla fine siamo riusciti a trovare un'ottima scuola che ci ha accolto benissimo.
Le rette sono alte, a mio parere molto alte, diciamo intorno ai 2.000 R$, e hanno subito un aumento non indifferente per l'anno prossimo. Si perchè abbiamo già ricevuto le richieste di pagamento per l'anno prossimo. D'altro canto non mi posso lamentare, i bambini in pochi mesi hanno imparato la lingua e sono entusiasti di andare a scuola.
Il grande studia Inglese, ha un'aula di Lego, una di arte e una di musica. In quanto ad educazione fisica, d'estate vanno in piscina, si insomma insegnano loro a nuotare.
La scuola del piccolo, invece, è un piccolo mondo.... per piccoli. Insegnanti fantastiche e dolcissime, un metodo fantastico che va dall'inserimento alla scuola, all'aula di inglese e a quella di yoga. Insomma il top.

Cosa vi piace fare nel tempo libero? Che opportunità di svago offre la città per le famiglie?

Proviamo ad uscire tutti i week end. Se il tempo lo permette, andiamo alla spiaggia o alla piscina del condominio altrimenti al cinema.
Nell'ultimo periodo stiamo partecipando a molte feste di compleanno dei compagni di scuola dei bambini e ci stiamo divertendo molto.
Ci sono molti posti da vedere ancora, fuori da Rio, e piano piano li vedremo tutti. Si possono fare splendide passeggiate in bicicletta, kite surf, o semplicemente lunghe passeggiate sulla spiaggia. Ma anche la Lagoa offre molte possibilità di svago: dall'affitto di tandem, biciclette, piste di pattinaggio e skateboard all'incontro con i capaivara o le scimmiette che corrono sui fili della luce.

Come giudichi il costo della vita a Rio de Janiero?

In generale il costo della vita è alto. I prodotti importati sono molto cari e anche i giocattoli hanno costi elevati. Per quanto riguarda i ristoranti, ce ne sono per tutte le tasche davvero, ma ovviamente quelli italiani sono tra i più cari.

Cosa ne pensi del livello di sicurezza in città?

Ad oggi non mi è mai capitato di vedere o subire nulla. C'è da dire che non esco quasi mai da sola e se capita sempre di giorno in orari di scuola o di supermercato.
Non mi è mai capitato di uscire da sola di notte e nemmeno di prendere un taxi. In più non indosso oggetti preziosi che non siano la fede, un paio di orecchini invisibili e una collanina, e sto sempre attenta alla borsa; insomma io sono di Napoli, ci sono abituata a stare attenta ma il problema è che la città è enorme!
La tv trasmette solo le notizie di scippi e assassinii e quando si è in giro si incontrano molti mendicanti che dormono per strada, donne con bambini che chiedono l'elemosina, le ragazzine che vendono stracci per pulire la casa ed i maschietti che vendono le caramelle. In generale frequentiamo sempre le stesse zone e quasi sempre di giorno. Ma quando ti trovi per strada hai d'istinto la voglia di "proteggerti", almeno è quello che accade a me.
Ci sono zone più pericolose di altre ad esempio il centro, o anche la spiaggia quando è affollata, per nostra fortuna abitiamo in una zona piccola e abbastanza tranquilla.

Ci puoi fare delle informazioni sulla telefonia in Brasile?

Per quello che riguarda la telefonia mobile, io ho scelto la VIVO.
Scelta obbligata perchè è stato il più vantaggioso in termini di offerta/prezzo: 500 MB di internet, chiamate illimitate verso i VIVO come me sia per la telefonia mobile che fissa al costo di 49,90 R$ al mese con pagamento della bolletta, quindi un post-pago.
Per le altre utenze i costi sono abbastanza contenuti: l'energia elettrica spendiamo circa 170 R$ al mese, nei mesi estivi moooolto di più; per il gas 60 R$al mese, la tv col telefono fisso, internet e RAI International invece, ci costano 160 R$ al mese.

A tutte le mamme che stanno per affrontare un trasferimento all'estero con i loro bimbi, che consiglio ti senti di dare per affrontare questo momento delicato?

Non sono brava a dare consigli, sono il tipo di persona che preferisce riceverli, posso solo dire che è un'esperienza che ti fa maturare, ti fa crescere, ti fa sentire famiglia.
Ci sono momenti stupendi, di pura felicità, altri invece di profonda depressione in cui credi che l'unica soluzione per andare avanti, sia tornare alla vita di prima.
Tutto va affrontato col doppio della fatica e dell'amore, ma è un'esperienza che arricchisce tutti, in special modo i bambini. Ci vuole pazienza e un carattere abbastanza forte, perchè per lasciare tutto e buttarsi in un'esperienza del genere c'è bisogno di coraggio, e i coraggiosi, non sempre vincono.

Mi piace
pattypellini Utente
Utente da 27 Settembre 2014
Rio de Janeiro, Brazil
Scrivi un commento

Blog del mese

Expat.com
Una Romana a New York

New York: che sia una vacanza o un trasferimento, sul mio blog troverete tante informazioni utili per vivere al meglio la vostra esperienza in questa città magica.

Leggi

Incontra altri espatriati e partecipa a vari eventi

O