Shutterstock.com
Aggiornato 3 settimane fa

Madrid è la terza città più grande di tutta l'Unione Europea, e si estende su unarea di oltre 600km2. Detto questo, è importante considerare la distanza tra la propria abitazione e il posto di lavoro, e l'impatto che ha sulla qualità della vita.

Gli expat che stanno per trasferirsi a Madrid saranno contenti di sapere che ci sono tantissime opzioni di viaggio per quanto riguarda gli spostamenti quotidiani.
Date un’occhiata alla guida dei quartieri di Madrid che vi aiuterà a restringere la scelta su quale parte della città è più indicata in base alle vostre esigenze. Potete usare anche Google Maps per comparare i tempi di spostamento in macchina, a piedi e con i trasporti pubblici.

Opzioni per il trasporto pubblico

Il trasporto pubblico di Madrid è basato su treni locali, metro e autobus. Molti expat vivono al centro o in una delle periferie ben connesse alla rete di trasporti in modo da coprire ogni necessità quotidiana. Sono puliti, sicuri, ampi ed efficienti. Paragonati ad altre città europee, sono anche convenienti.

I treni della Cercanías connettono il centro di Madrid con le periferie e i paesi limitrofi. I treni sono previsti ogni 10 – 30 minuti iniziando la corsa dalle 5:00 o dalle 6:00 della mattina fino a circa mezzanotte. I costi dei biglietti vanno da 1,70 € a 5,50 €, a seconda di quante zone attraversate durante il viaggio. La zona verde (linea C-9), ha una tariffa standard di 8,70€.

La metro è costituita da dodici linee e più di 300 stazioni. Le corse dei treni sono tra le 6:00 del mattino all’1:30 di notte. Durante le ore di punta i treni partono ogni due minuti, mentre dopo la mezzanotte passano ogni 10 – 15 minuti. Un biglietto per un viaggio nella zona A (quindi in centro), costa 1,50€.

Anche gli autobus urbani EMT sono ben connessi, con oltre 2000 veicoli e 200 linee. Gli autobus coprono il servizio dal lunedì al venerdì, dalle 6:00 alle 23:30, e dalle 7:00 alle 23:00 durante i weekend e festivi. Il prezzo di una corsa singola è di 1,50 € se comprato a bordo. Biglietti per più corse o abbonamenti mensili possono essere utilizzati per viaggiare sia su bus che su metro.

 Buono a sapersi:

La carta e il costo degli abbonamenti a Madrid è uguale sia per la metro che per gli autobus. Comprate una Tarjeta Multi riutilizzabile, ovvero una carta contactless, per 2,50 €, e ricaricatela secondo necessità. Se avete in mente di usare il trasporto pubblico ogni giorno, date un’occhiata agli abbonamenti mensili.

Veicoli privati, parcheggi e carpooling

Potete scegliere di andare a lavoro guidando quotidianamente la vostra macchina o motorino, specialmente se provenite o dovete giungere in una zona mal collegata con il trasporto pubblico, in quel caso avere un proprio veicolo è conveniente e, anche se c’è traffico, risparmierete comunque tempo. Se deciderete di andare in macchina, usate una mappa interattiva come Google Maps o Waze per controllare la situazione del traffico prima di mettervi al volante.

Il parcheggio è un altro aspetto da considerate se decidete di andare a lavoro in macchina. Chiedete al vostro ufficio se è previsto un parcheggio per i dipendenti; in caso contrario, informatevi se c’è un parcheggio a pagamento in un garage dove si paga a seconda delle ore di sosta o una tariffa mensile. I parcheggi in strada si pagano sia fuori che dentro la città nelle aree segnalate da righe blu o verdi. Per parcheggiare in strada vi basterà individuare la colonnina per il pagamento del parcheggio, versare l’importo in proporzione al tempo in cui sosterete ed esporre il ticket del parcheggio sul cruscotto.

Anche se non molto comune, il carpooling – quindi la condivisione della corsa in macchina – è un’altra opzione di viaggio utilizzata nella capitale spagnola. Chiedete in ufficio se ci sono dei colleghi che abitano nella vostra stessa zona e sono aperti a questa idea, oppure iscrivetevi a siti come Carpool World per incontrare altre persone che hanno la vostra stessa esigenza.
Bla Bla Car è un servizio di condivisione auto basato su una tassa, dove voi in maniera molto semplice organizzate il trasporto e pagate la vostra quota direttamente tramite il sito.

 Buono a sapersi:

A partire da novembre 2018, il comune di Madrid ha implementato delle restrizioni sull’uso della macchina nel centro città. Il programma, mirando a ridurre l’inquinamento, permette ai residenti locali e ai trasporti pubblici l’accesso ai 472 ettari che compongono il cuore della città. I non residenti possono entrare per parcheggiare in uno spazio pubblico se hanno esposto un adesivo speciale che dimostra che il veicolo possiede i requisiti essenziali anti inquinamento.

 Indirizzo utile:

Sito del Consorcio Transportes Madrid

 

Facciamo del nostro meglio per fornire informazioni aggiornate ed accurate. Nel caso in cui avessi notato delle imprecisioni in questo articolo per favore segnalacelo inserendo un commento nell'apposito spazio qui sotto.