Il mercato del lavoro francese

Problemi strutturali del lavoro

Nel primo trimestre del 2022, il tasso di disoccupazione in Francia si è attestato intorno al 7.3%. Una percentuale elevata, trattandosi di una delle principali economie mondiali, anche se in passato è stata più alta, in particolare nel 2018, quando ha raggiunto un tasso superiore al 9%. L'incapacità del Paese di ridurre in modo significativo l'attuale livello di disoccupazione è fonte di preoccupazione sia a livello nazionale che internazionale.

L'occupazione in Francia, o meglio la sua mancanza, è stata una questione cruciale sia nelle elezioni presidenziali del 2017, sia in quelle di quest'anno. Nel 2021, il governo ha varato delle riforme per stimolare il mercato del lavoro, ma si è scontrato una forte resistenza da parte dei sindacati.

La scarsa performance occupazionale della Francia sarebbe da imputare, secondo gli economisti, agli stipendi minimi troppo elevati, all'eccessiva regolamentazione, alla mancanza di flessibilità nella legislazione sul lavoro e all'inefficienza nella gestione della spesa pubblica.

Mancanza di competenze

Tutti questi fattori hanno ridotto la competitività delle aziende francesi sia a livello europeo che internazionale. Nonostante questo, la Francia ha continuo bisogno di manodopera straniera. Molti posti di lavoro non qualificati sono occupati da cittadini di Paesi europei dove il costo della vita è più basso. Inoltre, le aziende francesi e le multinazionali che operano in Francia, assumono spesso lavoratori altamente qualificati provenienti sia dall'Europa che da altre parti del mondo.
Il reclutamento a livello internazionale è così diffuso che sono stati istituiti regimi di visto specifici per facilitare le procedure amministrative per l'ottenimento dei permessi di lavoro. 
Il Centro europeo per lo sviluppo della formazione professionale (CEDEFOP) ha individuato le cinque categorie professionali che necessitano maggiormente di manodopera: ICT, medici, professionisti STEM (scienza, tecnologia, ingegneria e matematica), insegnanti, infermieri e ostetriche. Anche il settore legale e quello delle costruzioni sono a corto di risorse. A seguito della pandemia globale di Covid-19, la carenza di personale sanitario è più che mai sotto gli occhi di tutti. 

Sebbene i requisiti specifici varino da uno Stato all'altro, le cinque professioni elencate sopra sono abbastanza rappresentative di quella che è la situazione in Francia. Per maggiori informazioni potete consultare sia le agenzie dell'UE, dove trovate dettagli sulle competenze specifiche richieste in Francia, sia i numerosi siti web dedicati all'impiego.

Ricerca di lavoro in Francia

Iniziate a consultare i siti per il lavoro, ma se appartenete a un settore professionale di nicchia, come la consulenza manageriale, non esitate a contattare le agenzie specializzate presenti sul territorio. Potete anche inviare una mail direttamente alle aziende private, chiedendo di poter parlare con l'ufficio delle risorse umane. 

Se volete lavorare per una multinazionale, o un'organizzazione internazionale, e siete altamente qualificati (ricercatori, economisti, ecc.) non sarà un problema se non parlare perfettamente francese. In tutti gli altri casi, vi sarà richiesto un livello di conversazione.

Indirizzi utili:

Reed
The Local
Monster
CEDEFOP - Panoramica dei settori con carenza di manodopera in Europa (in inglese)
CEDEFOP - Previsioni sui settori che impiegheranno fino al 2025 (in inglese)


Articolo scritto da Expat.com
Ultimo aggiornamento il 12 Luglio 2022 15:26:48
Hai delle domande? Falle sul forum Francia.
Copyright Expat.com © 2022 - www.expat.com