Scuole inglesi per chi non parla inglese .

Salve ho tutti.
Io e mio marito abbiamo intenzione dì tornare in uk dopo essere mancati da 4 anni, non sappiamo precisamente una data , ma penso sia il prossimo anno quando la nostra bimba avrà quasi 5 anni. So che quella sarebbe l'età perfetta per iniziare le scuole ma non penso faccia in tempo anche perché l'iscrizione andrebbe fatta a gennaio 2022 ma noi vivendo ancora qua non abbiamo nessun indirizzo , perciò dovremo aspettare. Lei non parla inglese e questa è La mia preoccupazione più grande .sapete dirmi se lei potrebbe iniziare direttamente L'anno successivo anche se non parla inglese o dite che avra grossi problemi non parlando la lingua? Grazie a chi mi risponderà

Buongiorno melonicecilia22,

Ben arrivata sul forum di Expat.com!  :)

Da quello che sento dire, in generale, i bambini non hanno grossi problemi a imparare una nuova lingua, sono come delle spugne. Superata la difficoltà iniziale data ovviamente dal cambiamento, poi imparano più in fretta di noi adulti!

Perchè non inizi fin da subito a farle vedere dei cartoni animati in inglese? Potrebbe essere una buona idea per aiutarla nella transizione.

Saluti e auguri per il vostro progetto,

Francesca
Team Expat.com

Buongiorno Francesca ,
Grazie mille per la risposta!
Beh, si diciamo che è vero i bambini imparano in fretta, più che altro il fatto che non riuscirà a fare la reception school e arriverà un anno dopo quello mi preoccupa dì più..però non riesco proprio a iscriverla il prossimo mese per iniziare a settembre 2022. Comunque spero che si adatti in fretta .. comunque lei guarda già cartoni e video in inglese Da quando è piccola , e fanno la lezione alla Scuola materna una volta a settimana , e io cerco dì parlarle inglese più che posso , ma non è sicuramente come impararlo là..speriamo bene 🤞🏼
Ti ringrazio !
Cecilia

Un grande in bocca al lupo a tutta la famiglia  :)

Salve Cecilia,
Ti scrivo la ns esperienza ed impressioni, limitatamente a scuole primarie e statali.
1. Ogni scuola va per conto suo. (Un po' come i supermercati, per intenderci).
2. La discriminante reale è il quartiere.
3. Le scuole primarie sono quasi tutte piccole (1 sezione).
Quindi scegliete prima ilquartiere, il migliore che potete permettervi, e dopo la scuola arriva. Infatti, nella lista d'attesa, è molto importante che la casa sia vicina alla scuola.
Purtroppo è vero anche per un altro motivo: il classismo. Quartiere migliore, compagnetti migliori, maestri migliori.
Non c'è niente di centralizzato: Se qualche scuola ha un posto libero, la vicina non lo sa.
La qualità dell'educazione e dell'insegnamento cambia molto da scuola a scuola. È come scegliere un termoidraulico...Tu "compri" praticamente al buio.
Unico indizio, il voto Ofsted, che è l'organismo statale che valuta le scuole. Da 5 (eccellente ma mai visto) a 1 (pessimo e inimmaginabile); Non scendere sotto il 3, di conseguenza la maggior parte delle scuole sono compreSSe nel 3 e nel 4. Secondo me è solo una pallida indicazione.
Dopo che avrete il quartiere e avrete la fortuna di conoscere qualcuno, chiedete info su quale scuola è meglio.
Altra cosa .. diversa dall'Italia: quasi tutte le scuole sono religiose e gestite da società ad ispirazione confessionale. Con buona pace mia che vorrei le due cose separate, ma evidentemente, la maggior parte dei genitori "si fida di più" a lasciare suo figlio in una scuola cattolica o anglicana o mussulmana piuttosto che in una scuola dedicata a Newton.
Non che facciano proselitismo, per carità; inoltre le discriminazioni sono vietate e in ogni scuola vedi bambini un po' di tutte le etnie. Però in un quartiere a maggioranza indiana, le scuole ed i compagni sono hindu; nei quartieri a maggioranza mussulmana, le scuole ed i compagni sono mussulmani. Questi sono i risultati della ghettizzazione.
Un tip: mia moglie ha tampinato la scuola che voleva, passando in segreteria tutti i giorni per due settimane, nonostante già avessimo il bambino in un'altra, finchè l'hanno accettato. E ci avevano detto che era 4ºin graduatoria.
Magari l'hanno vista interessata o magari solo per sfinimento...
-------------
Per quanto riguarda la lingua, a 5 anni non è un problema: mio figlio a Natale parlava già meglio di me.
Però ha avuto una fortuna: nella scuola c'era un'altra bambina che parlava italiano e che, per le prime settimane, gli ha spiegato le cose principali. E lui non ha sofferto.
Ma proprio lei, due anni prima, si era fatta dei piaaaanti, poverina..
Adesso sono perfettamente inseriti entrambi.

Aspetto esperienze da chi va in scuole private. Si dice che siano molto migliori, ma non lo so.
La mia valutazione sulla ns scuola (Ofsted 4) e sull'educazione data a mio figlio è 7-8 su 10. Cioè quasi bene, ma ..."come che manca qualcosa".

Saluti.

Ciao a tutt* anche io vorrei feedback da chi ha bimbi in scuole private perché nel nostro caso opteremo per questo tipo di formazione non tanto perché la preferiamo (anzi, siamo da sempre distribuiti della scuola pubblica) ma per motivi organizzativi.
I miei figli inizieranno year 1 e year 4 a settembre sono un po' preoccupata per il grande perché non parla bene inglese (lo studia a scuola) e soprattutto gli è stata diagnosticata la dislessia.
Grazie a chi avrà voglia di condividere esperienze e consigli !!