Accredito pensione in Italia

Per motivi personali è mia intenzione continuare a ricevere la pensione defiscalizzata in Italia e trasferire mensilmente, con bonifico bancario, lo stesso importo in Tunisia, ovvero lo stesso importo lordo che risulta dal CUD, al fine di tutelarmi nei confronti dell’AGE nel caso di un controllo e naturalmente il pagamento delle tasse stabilite dalla recette de finance.
L’AGE, al fine d verificare il possesso dei requisiti convenzionalmente previsti, richiede la seguente documentazione:
- copia della dichiarazione dei redditi prodotta in Tunisia con evidenza dei redditi di pensione percepiti in Italia;
- copia del versamento delle imposte dovute in Tunisia;
- copia del contratto di acquisto o di locazione di immobili residenziali, adeguati ai bisogni abitativi nel paese di immigrazione;
- copia di fatture e ricevute di erogazione di gas, luce, telefono e di altri canoni tariffari, al fine di dimostrare la sussistenza della dimora in Tunisia.
Fermo restante il rispetto delle norme italiane di cui sopra, il mio quesito è quello di sapere se esiste una precisa norma tunisina che impone il trasferimento diretto, sul conto corrente estero, della pensione lorda da parte dell’INPS.
Grato per una risposta esaustiva, un cordiale saluto a tutti voi.

A parte il fatto che i Benefici Fiscali di Defiscalizzazione ne hai diritto solo se la pensione ti Viene Bonificata da INPS tramite  CITI.. Quindi se poi il bonifico lo fai tu di pari importo lordo non hai Diritto alla Defiscalizzazione.. Cioe' 80%....
Ma paghi le Tue Tasse Qui.. Sul 75% dell'importo  che Invii...

mauro biazzi :

Come dire Volere La Botte Piena e la Moglie Ubriaca...
Sai Quanti farebbero cosi... Se si potesse e fosse regolare.. Cosi tu avresti al 100% la pensione Lorda Accreditata in Italia.. e magari invieresti un minimo importo.. Che so 200/300 euro.. Mese x pagare poco o nulla in Tunisia... Grande Idea.. Comliments.. Che stupido io che sono qui da 16 anni e Residente da 9..non ci ho mai pensato... Ma forse tanto Stupido non sono...
Vallo a Spiegare.. Questo Escamotage alla AGE... Come tu l'hai Citata...
Poi altri ti spiegheranno le Inconguenze.. Io.. Evito i Dettagli....

Buon pomeriggio Mauro,

evidentemente ( forse ) non sono stato esaustivo nel mio post. Lungi da me il pensiero di non voler pagare correttamente le tasse in Tunisia in base all’imponibile lordo del mio CUD.
Cercherò di essere più esplicito. Tutti i mesi è mia intenzione trasferire con bonifico bancario, sul mio conto tunisino, lo stesso importo della pensione lorda che l’INPS mi accredita in Italia, nel rispetto delle norme fiscali italiane e tunisine.
La mia domanda è :
Esiste una precisa norma tunisina che ti impone di accreditare sul tuo conto corrente tunisino la pensione lorda da parte dell’INPS ?
Grazie Mauro per il tuo contributo

Scusami tu... Non ho letto bene.. Il tuo messaggio.. Me ne sono accorto tardi di avere fatto conclusioni errate..
Ti rispondero' con piu calma... e attenzione.. Ciao

Ti ho risposto nel secondo post... Hai diritto alla Defiscalizzazione Qui con i vantaggi che ho citato se la pensione ti viene Accreditata direttamente da Ente Pensionistico

Litaliana :

Per motivi personali è mia intenzione continuare a ricevere la pensione defiscalizzata in Italia e trasferire mensilmente, con bonifico bancario, lo stesso importo in Tunisia, ovvero lo stesso importo lordo che risulta dal CUD, al fine di tutelarmi nei confronti dell’AGE nel caso di un controllo e naturalmente il pagamento delle tasse stabilite dalla recette de finance.
L’AGE, al fine d verificare il possesso dei requisiti convenzionalmente previsti, richiede la seguente documentazione:
- copia della dichiarazione dei redditi prodotta in Tunisia con evidenza dei redditi di pensione percepiti in Italia;
- copia del versamento delle imposte dovute in Tunisia;
- copia del contratto di acquisto o di locazione di immobili residenziali, adeguati ai bisogni abitativi nel paese di immigrazione;
- copia di fatture e ricevute di erogazione di gas, luce, telefono e di altri canoni tariffari, al fine di dimostrare la sussistenza della dimora in Tunisia.
Fermo restante il rispetto delle norme italiane di cui sopra, il mio quesito è quello di sapere se esiste una precisa norma tunisina che impone il trasferimento diretto, sul conto corrente estero, della pensione lorda da parte dell’INPS.
Grato per una risposta esaustiva, un cordiale saluto a tutti voi.

Ciao.

No, non esiste alcuna norma che preveda che la deduzione dell'80% dal lordo pensione, al fine di determinare la base imponibile per il pensionato che si trasferisce in Tunisia, sia condizionata all'accredito diretto da parte dell'ente pensionistico (o CITI ne caso dell'INPS).

La legge sulle imposte (CIRPPIS art. 37) prevede solo che l'importo di detta pensione sia trasferito su un conto bancario o postale tunisino oppure altrimenti importato.

Ciò detto:

- AdE richiede quanto indicato nei primi due punti al fine di rimborsare le imposte. No contratto di affitto, no fatture utenze ecc.:

https://www.agenziaentrate.gov.it/porta … e=rimborsi

La Tunisia non è in black list, pertanto il semplice fatto di essere imponibili nel paese estero e di avervi pagato le imposte comporta il rimborso di quelle eventualmente già pagate in Italia.

- INPS richiede solo attestazione di residenza fiscale nel paese estero e (talvolta) sussistenza iscrizione AIRE da almeno sei mesi per applicare direttamente la convenzione

PS: tantomeno perdi il diritto alla detassazione.

Il pensionato residente all'estero può mantenere l'accredito su un conto italiano, oppure optare per l'accredito su un conto del paese di residenza come pure di un paese terzo:

https://www.inps.it/NuovoportaleINPS/de … mp;lang=IT

Tutto il contrario di quanto hai scritto in posti precedenti..
Vacci a capire qualcosa.. Bohhhj

Live in tunisia :

PS: tantomeno perdi il diritto alla detassazione.

Il pensionato residente all'estero può mantenere l'accredito su un conto italiano, oppure optare per l'accredito su un conto del paese di residenza come pure di un paese terzo:

https://www.inps.it/NuovoportaleINPS/de … mp;lang=IT

Ciao Live, scusami se approfitto ancora della tua disponibilità. Ho un ultimo quesito da esporti :
Chiarito che posso mantenere l’accredito della pensione in Italia o altro paese, come da circolare INPS da te allegata. Chiarito che posso trasferire direttamente con bonifico bancario l’ammontare della mia pensione sul conto in Tunisia. Ma cosa succede se io dovessi trasferire sul conto in Tunisia un’importo superiore a quello del CUD? L’importo eccedente è soggetto a tassazione? Fa’ fede soltanto l’attestazione della banca che devo allegare alla dichiarazione annuale? Forse è piu’ conveniente aprire un altro c/c bancario per altri versamenti? Non saprei.
Grazie e buona serata

mauro biazzi :

Tutto il contrario di quanto hai scritto in posti precedenti..
Vacci a capire qualcosa.. Bohhhj

Caro Mauro, tutto è possibile.....

Siccome ho riletto quanto ho sopra scritto e lo confermo, se mi indicassi dove ho scritto il contrario te ne sarei grato.

Potrei infatti essermi sbagliato o aver scritto male altrove. Potrei quindi rettificare e allineare anche quei posts.

:thanks:

Litaliana :
Live in tunisia :

PS: tantomeno perdi il diritto alla detassazione.

Il pensionato residente all'estero può mantenere l'accredito su un conto italiano, oppure optare per l'accredito su un conto del paese di residenza come pure di un paese terzo:

https://www.inps.it/NuovoportaleINPS/de … mp;lang=IT

Ciao Live, scusami se approfitto ancora della tua disponibilità. Ho un ultimo quesito da esporti :
Chiarito che posso mantenere l’accredito della pensione in Italia o altro paese, come da circolare INPS da te allegata. Chiarito che posso trasferire direttamente con bonifico bancario l’ammontare della mia pensione sul conto in Tunisia. Ma cosa succede se io dovessi trasferire sul conto in Tunisia un’importo superiore a quello del CUD? L’importo eccedente è soggetto a tassazione? Fa’ fede soltanto l’attestazione della banca che devo allegare alla dichiarazione annuale? Forse è piu’ conveniente aprire un altro c/c bancario per altri versamenti? Non saprei.
Grazie e buona serata

Non succede nulla, a patto che dette somme abbiano già pagato le tasse italiane.

Tutto poi dipende dall'importo in questione.

E dalla disponibilità del direttore della banca a farti annualmente una dichiarazione relativa esclusivamente agli importi relativi alla pensione, dato che tali pagamenti nel tuo caso non proverrebbero direttamente da INPS/CITI.

Eventualmente, come hai intuito, un conto separato risolve la questione.

Ciao Foberto.. Purtroppo nin si riesce andqre  a ritroso piu di tanto quindi non so dirti.. Ma ci riprovo a cercarlo.
Proprio in quest giorni x es. Volevo riguardarmi ub tuo molto interessante x persone che mi hanno chiesto sulla CNAM e oltre al 26 novembre non si legge
Mentre il tuo post. Era del 15...

mauro biazzi :

Ciao Foberto.. Purtroppo nin si riesce andqre  a ritroso piu di tanto quindi non so dirti.. Ma ci riprovo a cercarlo.
Proprio in quest giorni x es. Volevo riguardarmi ub tuo molto interessante x persone che mi hanno chiesto sulla CNAM e oltre al 26 novembre non si legge
Mentre il tuo post. Era del 15...

Mauro, nel caso di una discussione a più pagine, puoi selezionare il numero di pagina per cercare il post che ti interessa a seconda la data di pubblicazione.
Esempio, sei su pagina 9 di 9, scorri in basso dopo l'ultimo post e cerca una barra con indicato il numero delle pagine.
Una volta individuata clicca sul numero della pagina che ti interessa... o meglio, vai per tentativi cliccando sulle precedenti pagine finchè non trovi il post che ti interessa  ;)

Live in tunisia :
Litaliana :
Live in tunisia :

PS: tantomeno perdi il diritto alla detassazione.

Il pensionato residente all'estero può mantenere l'accredito su un conto italiano, oppure optare per l'accredito su un conto del paese di residenza come pure di un paese terzo:

https://www.inps.it/NuovoportaleINPS/de … mp;lang=IT

Ciao Live, scusami se approfitto ancora della tua disponibilità. Ho un ultimo quesito da esporti :
Chiarito che posso mantenere l’accredito della pensione in Italia o altro paese, come da circolare INPS da te allegata. Chiarito che posso trasferire direttamente con bonifico bancario l’ammontare della mia pensione sul conto in Tunisia. Ma cosa succede se io dovessi trasferire sul conto in Tunisia un’importo superiore a quello del CUD? L’importo eccedente è soggetto a tassazione? Fa’ fede soltanto l’attestazione della banca che devo allegare alla dichiarazione annuale? Forse è piu’ conveniente aprire un altro c/c bancario per altri versamenti? Non saprei.
Grazie e buona serata

Non succede nulla, a patto che dette somme abbiano già pagato le tasse italiane.

Tutto poi dipende dall'importo in questione.

E dalla disponibilità del direttore della banca a farti annualmente una dichiarazione relativa esclusivamente agli importi relativi alla pensione, dato che tali pagamenti nel tuo caso non proverrebbero direttamente da INPS/CITI.

Eventualmente, come hai intuito, un conto separato risolve la questione.

Non avevo dubbi che avresti risposto in modo esaustivo ai miei quesiti. Sei una grande fonte di informazioni precise.  Ti ringrazio vivamente e cordiali saluti.

In effetti, ma per pagare le tasse, in Tunisia 🇹🇳 sarà necessario presentare almeno il cud, perchè se la pensione, da Citibank viene collocata in qualsivoglia paese, rimane da svolgere l’operativitá, con la recette de finance al momento del pagamento delle tasse, o sbaglio? E con l’attestatione fiscale, a richiesta dell’ agenzia delle entrate italiana? E con il rinnovo del permesso di soggiorno alla polizia? Grazie per la risp 😁

Franco Andolfi :

In effetti, ma per pagare le tasse, in Tunisia 🇹🇳 sarà necessario presentare almeno il cud, perchè se la pensione, da Citibank viene collocata in qualsivoglia paese, rimane da svolgere l’operativitá, con la recette de finance al momento del pagamento delle tasse, o sbaglio? E con l’attestatione fiscale, a richiesta dell’ agenzia delle entrate italiana? E con il rinnovo del permesso di soggiorno alla polizia? Grazie per la risp 😁

Ti suggerisco di leggere attentamente la risposta chiarificatrice di Live in questa discussione e la circolare dell’INPS in allegato. Sei hai ancora dei dubbi rivolgiti direttamente a Live, è la persona idonea e disponibile.

Forse non hai colto la forma interrogativa. L’unico svarione mio è legato al rinnovo del permesso di soggiorno, che nulla c,entra.

Franco Andolfi :

Forse non hai colto la forma interrogativa. L’unico svarione mio è legato al rinnovo del permesso di soggiorno, che nulla c,entra.

Ciao Franco ho capito perfettamente la tua forma interrogativa e quali sono i tuoi dubbi.comunque non  conoscendo esattamente a quale step ti trovi per la ottenere la defiscalizzazione cercherò comunque di risolvere le tue ansie.
Accertato che si può ricevere la pensione defiscalizzata in qualsiasi parte del mondo, comunque tu, nel rispetto delle norme italiane e tunisine DEVI comunque far transitare l’importo esatto della tua pensione lorda su un conto corrente bancario o postale TUNISINO, ovvero l’imponibile lordo che ti viene indicato nel CUD.
Per il pagamento delle tasse annuali, devi chiedere  alla banca tunisina l’attestazione dei versamenti dell’anno precedente il cui totale deve corrispondere esattamente alla pensione lorda che, ti ripeto, puoi ricevere da qualsiasi parte. Con questa semplice attestazione puoi fare la dichiarazione dei redditi in Tunisia.
Questa è la procedura corretta per tutelarsi nei confronti del fisco italiano e di quello tunisino.
Se tu seguirai correttamente questa procedura naturalmente non avrai nessun problema per il rilascio del permesso di soggiorno provvisorio e definitivo.
Alla polizia interessa principalmente verificare la tua capacità reddituale che dimostri esclusivamente con l’attestazione bancaria.
Mi auguro di averti chiarito le tue ansie, nonostante, ti ripeto, non conosco esattamente la tua attuale posizione.

Grazie 😊

Franco Andolfi :

In effetti, ma per pagare le tasse, in Tunisia 🇹🇳 sarà necessario presentare almeno il cud, perchè se la pensione, da Citibank viene collocata in qualsivoglia paese, rimane da svolgere l’operativitá, con la recette de finance al momento del pagamento delle tasse, o sbaglio? E con l’attestatione fiscale, a richiesta dell’ agenzia delle entrate italiana? E con il rinnovo del permesso di soggiorno alla polizia? Grazie per la risp 😁

Ciao Franco.

Non sono sicuro di capire quale è il dubbio circa la prima parte del tuo post. Vado per intuizione.

Per pagare le tasse alla Recette de Finaces occorre la dichiarazione compilata, da un commercialista ad esempio, anche se alcune sedi si prestano a farti i calcoli e compilare la dichiarazione stessa.

Il commercialista, o chi per esso, ti chiederà il CUD e l'attestazione bancaria dalla quale si accerterà che il lordo pensione è effettivamente entrato sul conto. In caso di eccedenze ti chiederà chiarimenti e in caso di difetto ti calcolerà le imposte applicando le due deduzioni dell'80 e del 25 per cento sui relativi importi.

La stessa documentazione è richiesta per l'attestazione di residenza fiscale. Eventualmente in caso di eccedenze sul conto potrebbero essere richiesti chiarimenti e/o documentazione aggiuntiva. Ovvio che se trasferisci risparmi questi non sono sottoposti a tassazione.

Se gli importi eccedenti sono rilevanti, avere un conto dedicato alla sola pensione mette al riparo da ogni possibile questione.

Per il rinnovo del permesso di soggiorno occorre semplicemente un contratto di affitto valido, copia del passaporto e della pagina con l'ultimo visto di ingresso e l'attestazione bancaria relativa all'accredito regolare della pensione o altra fonte di reddito.

mauro biazzi :

Ciao Foberto.. Purtroppo nin si riesce andqre  a ritroso piu di tanto quindi non so dirti.. Ma ci riprovo a cercarlo.
Proprio in quest giorni x es. Volevo riguardarmi ub tuo molto interessante x persone che mi hanno chiesto sulla CNAM e oltre al 26 novembre non si legge
Mentre il tuo post. Era del 15...

Se vai sul profilo utente vedi tutti i post inseriti in tutte le discussioni. Vai su Registro attività e le trovi tutte in un unico paginone che cresce mano a mano che scorri. Come su Facebook.

OOoopsss......

Post eliminato. Era doppio. Forse un refresh fatto inavvertitamente sulla pagina di risposta.....

:lol:

Grazie  :)

Grande Francesca.. Grazie.. Procedo come da te indicato

Nuova discussione