Trasferimento residenza in Tunisia

Salve a tutti, da pensionato ex inpdap sto valutando il possibile trasferimento in Tunisia. A settembre farò 15 /20 gg in loco per valutare come si vive e cosa offre il mercato immobiliare.
Grazie a quanti vorranno fornirmi informazioni.
Saluti Sergio

Buongiorno Sergio,

Ben arrivato su Expat.com!

Hai già stabilito una destinazione per il trasferimento?

Per iniziare ti suggerisco di navigare tra le varie discussioni del nostro Forum Tunisia dove trovi tante, anzi tantissime, informazioni sul paese e sul mercato immobiliare.
Devi solo prenderti un po' di tempo per leggere tutto il materiale disponibile, sono sicura che troverai i consigli che stai cercando.
Per aiutarti puoi fare una ricerca per argomento da questa pagina https://www.expat.com/it/search/africa/tunisia/

Cordialmente,

Francesca
Team Expat.com

Moderato da Francesca 2 mesi fa
Motivo : Il forum non può essere utilizzato per fare promozione di servizi. Per promuovere la tua agenzia contattaci da questa pagina e saremo lieti di soddisfare le tue esigenze: www.expat.com/it/pubblicita.html

Grazie Francesca per l'accoglienza, sono circa due mesi che seguo il Forum, ho letto molte notizie interessanti fornite da utenti preparati e disponibili ad aiutare i neofiti come me.
:)  ;)

Ben arrivato S_ergio e buona lettura del forum sono sicura che troverai molte risposte alle tue domande e se non trovi ci saremo noi.
Mariapia

Benvenuto Sergio e buona lettura nel forum più attivo di tutta expat :D

Ciao ragazzi, volevo venire in settembre a fare un giro di ricognizione di 15 / 20 gg ma visti gli ultimi eventi forse conviene aspettare dopo le elezioni in autunno. Cose ne pensate??

Ciao S_ergio, io ti consiglierei di venire dopo settembre non per i fatti accaduti ieri ma perché ci sono ancora tanti turisti e le località specialmente le più note e di mare sarebbero falsate, ad ottobre invece ci siamo tutti noi residenti e potresti assaporare la vera vita in Tunisia.
Ciao, Mariapia

Il problema non sono tanto gli attentati, che comunque vengono fatti anche in Europa. Credo che il problema serio sarebbe la vittoria alle elezioni dei fratelli musulmani....

S_ergio :

Il problema non sono tanto gli attentati, che comunque vengono fatti anche in Europa. Credo che il problema serio sarebbe la vittoria alle elezioni dei fratelli musulmani....

i fratelli musulmani si chiamano così ma non sono integralisti… tranquillo qui quando qualcuno si vuole suicidare al posto di buttarsi da un ponte va dalla polizia e gli chiede di essere accompagnato, è per questo che si fanno esplodere, nulla che riguardi fondamentalismo o altro ciò che è successo. I tanti turisti che hanno invaso El Kantaoui continuano a "turistare" tranquillamente e dei due che si sono fatti saltare per aria non gliene po' "importà" de meno… (tecnicamente non sarebbe importà). La Tunisia da che esiste come Stato ha sempre avuto una posizione molto liberale ed è proprio grazie a questa sua posizione che riesce ad essere un Paese all'avanguardia all'interno del Maghreb, qualsiasi partito viene su indipendentemente dal nome che si è scelto è già "adeguato" alle situazioni.

Stando alle notizie che vengono diffuse in Italia, tese comunque a pilotare l'opzione pubblica più che a informare, i fratelli musulmani sono fondamentalisti sunniti ed è questo che mi preoccupa. Stando a quello che dici, che in Tunisia abbiano una connotazione più laica, fa la differenza ma comunque,come si dice da noi "li guardo con l'occhio un po' storto"...

" i fratelli musulmani si chiamano così ma non sono integralisti…"

Non voglio assolutamente contraddire quanto affermato dall'amico Antonio, che costantemente ci informa con puntigliosa precisione e sempre  con cognizione di causa, ma solo aggiungere un mio personalissimo parere sui Fratelli Musulmani in Tunisia.
Per ragioni di lavoro ho seguito per anni e anni le dinamiche politiche di alcuni Paesi per le sue implicazioni a livello economico (ora sono in pensione e continuo a farlo come hobby) e otre all'Africa occidentale il bacino mediterraneo con i suoi Paesi di sponda africana, compresa la Tunisia.
Nei suoi cinque anni di presidenza, Essebsi è stato il principale baluardo contro le ambizioni dei Fratelli Musulmani d’imporre una dittatura fondamentalista con il supporto degli emiri del Qatar e della Turchia di Erdogan. Essebsi ha impedito che la Primavera Araba si trasformasse in un inverno islamista
e il doppio attacco terroristico e  il malore del Presidente Essebsi potrebbero rilanciare a livello politico le sorti di Ennhada, il partito fondamentalista dei Fratelli Musulmani. Ma la possibilità è molto remota.
Quindi personalmente non credo assolutamente che i Fratelli Musulmani rappresentino, allo stato attuale, un pericolo per i progressi democratici che la Tunisia ha conquistato, seppure tra mille difficoltà, e che questi goda il giusto riconoscimento, a livello mondiale, di un Paese che assicura libertà di opinione, scambi commerciali e diritti umani.
Le difficoltà della Tunisia sono altre e in qualche misura condivide con l'Italia ... corruzione e mancanza di professionalità imprenditoriale

S_ergio :

Stando alle notizie che vengono diffuse in Italia, tese comunque a pilotare l'opzione pubblica più che a informare, i fratelli musulmani sono fondamentalisti sunniti ed è questo che mi preoccupa. Stando a quello che dici, che in Tunisia abbiano una connotazione più laica, fa la differenza ma comunque,come si dice da noi "li guardo con l'occhio un po' storto"...

Ma in Tunisia sono tutti sunniti, gli sciti stanno in alcuni paesi del medio oriente (in Siria ci sta una rappresentanza della quale fa parte anche il presidente Assad e sono più moderati). Essere sunniti non vuol dire essere integralisti anche perché in Tunisia oltre le etichette politiche o religiose ci sono fortissimi interessi europei ma anche dei paesi vicini che hanno portato ad una grande laicità. Al di là delle etichette politiche e dei nomi dei partiti ci sta la voglia di cambiare. Quest'anno sono usciti (grazie alle decisioni del governo scaturite dalla denuncia dell'anno scorso) tutti i musulmani moderati o gli atei (perché esistono anche qui) che durante il ramadan hanno continuato la loro vita tranquillamente, all'aperto e senza nascondersi. La Tunisia ha fatto in modo che anche i tanti "musulmani" algerini e libici vengano nelle zone turistiche dove hanno un consumo smodato di alcool. Ogni tentativo di integralismo in Tunisia viene calmato a bastonate,.
Giusto per capire di cosa parliamo quando diciamo "fratelli musulmani" (che in Tunisia l'organizzazione politica si chiama "Movimento della Rinascita") vai su google e digita "Souad Abderrahim" che è il sindaco di Tunisi eletta proprio con il Movimento della Rinascita, è una donna, farmacista, sveglia e molto europea nei modi e nelle azioni che non sa cosa significhino le pressioni islamiche sulla donna. Questi sono i fratelli musulmani tunisini.

Grazie per le vostre risposte e per avermi ampliato la visione della situazione politica in Tunisia.

Consideriamo chiusa la digressione sulla politica in Tunisia, vi ho dato modo di scambiare opinioni in merito, ora cercate di aiutare anche me che vi chiedo di riportare il focus della discussione sul trasferimento della residenza in Tunisia.

Grazie a tutti voi per la collaborazione  :thanks:

:cheers:

Scusa Francesca ma credo che la situazione politica in Tunisia sia fondamentale, almeno per me, ai fini della valutazione di un  trasferimento. Non andrei mai a vivere in un paese musulmano integralista. È solo grazie alle informazioni ricevute che terrò  ancora in considerazione un possibile trasferimento anche nel caso di una vittoria dei fratelli musulmani ....

S_ergio :

Scusa Francesca ma credo che la situazione politica in Tunisia sia fondamentale, almeno per me, ai fini della valutazione di un  trasferimento. Non andrei mai a vivere in un paese musulmano integralista. È solo grazie alle informazioni ricevute che terrò  ancora in considerazione un possibile trasferimento anche nel caso di una vittoria dei fratelli musulmani ....

S_ergio, una delle regole di questo forum è che non è consentito affrontare argomenti relativi alla politica.
Vedi CODICE DI CONDOTTA DEL FORUM TUNISIA
Nulla ti vieta di affrontare l'argomento intavolando una discussione con altri utenti del forum usando la messaggeria privata di Expat.com.
Grazie

Mi scuso di nuovo. Di fronte al regolamento non c'è giustificazione o motivazione che tenga. Peccato. :(

S_ergio :

Mi scuso di nuovo. Di fronte al regolamento non c'è giustificazione o motivazione che tenga. Peccato. :(

Accettate  :D e grazie per la comprensione!

Nuova discussione