ASSICURAZIONI AUTO E NON

Buongiorno a tutti gli utenti, volevo farvi sapere cosa succede in caso di collissione con auto o essere investi da auto con targa portoghese, ATTENZIONE|||| le assicurazioni portoghesi tendono a non pagare, dato di fatto, e riscontrato con due avvocati portoghesi, che chiedendo spiegazioni in merito, si sono lasciati andare dicendo che le assicurazioni auto e anche quelle mediche fanno fatica a risarcire e tendono a non pagare e andare in causa!!!!
Vi do 3 esempi dimostrabili se volete:
un signore a piedi viene investito sulle striscie pedonali da auto portoghese con a bordo una ragazza, dopo non essersi nemmeno fermata a provveduto a infilarsi in un bar vicino e trovare immediatamente delle persone a testimoniare il falso, senza nemmeno andare  in contro alla persona a terra e soccorerla, all'arrivo della GNR non gli è stata nemmeno tolta la patente, il paziente, frattura gamba, e braccio con varie contusioni forti, 2 mesi di ospedale e placca al braccio!!! risultato?? e che ora la controparte dice che il signore, dai famosi testimoni fasulli, non era sulle striscie e per tanto si andrà in causa!! Bella m*!
Altra storia; un signore viene tamponato da auto sempre con targa portoghese, usciti i gendarmi,fatto il verbale e scritto che veniva tamponato, a distanza di 25 giorni il perito della controparte non si è fatto nemmeno vedere!! e quindi la sistemazione auto è bloccata a chi sa quando...
terza storia: a un italiano residente in PT, viene rubata auto quasi nuova, assicurata con furto totale, assicurazione arestia a liquidare, quindi forse si andrà in causa.
Questo è quello che succede con le assicurazioni portoghesi, tirate voi le somme!!

Moderato da Francesca 2 settimane fa
Motivo : *oscurato ;-)

Grazie Costans per la descrizione degli episodi. Se tutto ciò è vero, dobbiamo un tarare il senso civico Portoghese.... neanche nel sud Italia è così. Luigi

Concordo con Luigi.
Bisognerebbe appurare se questo comportamento è diffuso o se è magari circoscritto a certe zone o città.
Certo che non è proprio un bel biglietto da visita.
Io volevo trasferire la macchina ma info come questa mi fanno un po' pensare.
Fiorenzo

Fio54, lascia stare, a me hanno rubato l'auto e sto avendo molti problemi, e adesso la prossima auto, immatricolo di sicuro in Italia, e sul libretto metto il talloncino residente AIRE.
Adesso capisco perché costano poco...

certo che è vero!!! documenti alla mano...non sono balle, tranquillo.

Quindi adesso sei senz'auto, l'assicurazione non ti liquida e ti tocca pure andare in causa per far rispettare i tuoi diritti, con tutti gli annessi e connessi (incacchiature, spese, etc.) e magari trovano pure il modo di dire che è colpa tua o che te la sei rubata da solo!
che situazione del quaxxo!
Non so nel sud d'Italia, ma dalle mie parti questo poteva forse succedere negli anni 60/70!

C'è qualcun altro che ha avuto esperienze del genere e vuole parlarne?

Fio54, ora sto aspettando il verdetto della mia assicurazione portoghese, se è negativo mi tocca far causa,. e il problema più grande, trovare un buon avvocato che assista e non ti dissangua..... mahhhh

COSTANS :

Fio54, lascia stare, a me hanno rubato l'auto e sto avendo molti problemi, e adesso la prossima auto, immatricolo di sicuro in Italia, e sul libretto metto il talloncino residente AIRE.
Adesso capisco perché costano poco...

Ciao Costans

Quindi sarebbe possibile immatricolare un auto in Italia, mettere questo talloncino Aire e poterla utilizzare anche in Portogallo come residente portoghese??

Umberto675 :
COSTANS :

Fio54, lascia stare, a me hanno rubato l'auto e sto avendo molti problemi, e adesso la prossima auto, immatricolo di sicuro in Italia, e sul libretto metto il talloncino residente AIRE.
Adesso capisco perché costano poco...

Ciao Costans

Quindi sarebbe possibile immatricolare un auto in Italia, mettere questo talloncino Aire e poterla utilizzare anche in Portogallo come residente portoghese??

Noooo Umberto ... ti rispondo io ... assolutamente NO è per uso   in OVUNQUE  tranne che in PT.

La procedura (talloncino..)  altro  non è che la variazione indirizzo della Carta di Circolazione ITA .... come  se ti trasferissi in altro comune.

In PT  se  guidi auto straniera e sei residente fiscale PT ... finisci in dogana .... fermo ... immatricolazione coatta oppure trascorso il fermo ... uscita immediata dal PT  ... comunque con sanzioni.

NON  sono stati segnalati cambiamenti ..... ad  oggi .. cioè in Legge Bilancio 2019.

Un saluto

Infatti mi sembrava strano 😁

No, si può immatricolare in Italia, ma non si può usare in PT, io la userò solo in Italia.

Umberto, io avevo scritto che si può immatricolare l'auto in Italia, ma non si può usare assolutamente in PT.

COSTANS :

Umberto, io avevo scritto che si può immatricolare l'auto in Italia, ma non si può usare assolutamente in PT.

👍

Ero io che non avevo capito.

Salve sapete dirmi se conviene comprare un auto nuova oppure usata  in Portogallo ... senza fare la trafila di portarmi la mia e immatricolarla in Portogallo grazie

Ciao Felix, penso si sia già più volte parlato di questo, ma ti dico il mio pensiero.....
conviene perché paghi meno assicurazione e bollo, poi se hai qualche incidente, beh!, in bocca al lupo, comprarla qui, è da pazzi, ci sono prezzi molto più alti che in Italia e penso anche in Germania, se compri il nuovo, non ci sono campagne e non fanno sconti, se prendi usato viene venduto con molto più valore, e stai attento perché quasi sempre ti trovi auto da noleggio....okkio!!!!, quindi vedi te cosa fare, io avevo provato a farmi fare un preventivo in Audi per acquistare un Audi A5 2.0 TDI magari semestrale e li ho saputo che loro le prendono in Germania, quindi sicuramente da leasing o noleggio, e dato che devono pagare il Dazio, non si capisce perché in questo paese europeo bisogna pagare il dazio per importazione auto....mah!!! e quindi costano molto di più e sono auto quasi base e non conviene, comunque a parità di auto qui costano molto di +.

Grazie Costans .. infatti guardando vari rivenditori del posto le auto sia nuove che usate sono molto più care ... grazie 1000

Di nulla Felix, diciamo che si sono creati un bel business i portoghesi....in tutto. ciao

:top:  :top:

felix55 :

Grazie Costans .. infatti guardando vari rivenditori del posto le auto sia nuove che usate sono molto più care ... grazie 1000

L’analisi del costo delle auto era già stato affrontato in maniera “scientifica” ossia confrontando il costo di uno stesso marca/modello/optional effettuato con il configuratore preso da una concessionaria italiana e una portoghese.
La differenza di costi è tanto maggiore all’aumentare del preventivo. Quindi per utilitarie basiche il delta e’ minimo e aumenta all’aumentare di marca/cilindrata/modello/optional.

Un breve commento sul tema assicurazioni veicoli con targa italiana posseduti da residenti estero.
Il tema e’ stato affrontato varie volte ed e’ credo abbastanza chiaro.
Io avevo qualche incertezza ancora qualche tempo fa’ in quanto il mio assicuratore storico non mi dava risposte chiare.
Lo scorso venerdì ho telefonato al contact center dellI’ IVASS, ovvero l’Isituto Vigilanza Assicurazioni,  ho chiamato il PRA della provincia di Macerata, mi sono letto documenti sul sito istituzionale polizia municipale.it.
La risposta è chiara: cittadino iscritto AIRE ha diritto a possedere auto con targa italiana e assicurata ovviamente in Italia.
Deve soltanto cambiare la residenza sulla carta di circolazione con quella attuale (AIRE) e fornire un indirizzo di domicilio in Italia (al limite pure quello dell’ufficio dell’assicurazione, se e’ d’accordo).
Dalle chiacchierate mi dicono che molte agenzie si rifiutano, fanno difficoltà etc..
E’ un atteggiamento inaccettabile, sono obbligati a assicurare il veicolo.
Tali casi vanno segnalati all’IVASS.
Ho scritto email al mio storico assicuratore menzionando quanto fatto.
Per iscritto mi ha confermato tutto (...con mia grande sorpresa dato il suo scetticismo...verbale iniziale)
Non aveva altra  scelta.
Come già scritto da altri contributori, tale auto può circolare in tutta Europa, salvo il paese di residenza (ovviamente).
Giusto per condividere.
Buona domenica
Davide

Si tutto vero, Didi08, io ho fatto fatica a trovare un assicurazione auto che assicura residenti esteri, una delle poche è la Genertel, io ho detto che sono obbligati ad assicurare, ma ho avuto risposta negativa.
Basta dare un indirizzo italiano da mettere sul libretto auto e bisogna attaccare un adesivo con scritto proprietario residente aire.

Constans, quanto scrivi e ‘ quello che ho letto su siti internet o ascoltato da altri connazionali e infatti e’ quello che mi accennava il mio assicuratore (ma si, ma no, vediamo, forse etc..).
E mi faceva pensare che chi invece c’era riuscito, magari era ricorso a sotterfugi o legami amichevoli con assicuratori che magari in via eccezionale trovavano scorciatoie legali o trovavano assicurazioni tipo quelle online che magari sembravano più compiacenti.
Questo non mi convinceva e navigando su internet ho trovato le risposte ai miei dubbi.
Sia IVASS , che ACI,  che altri siti ufficiali o altri specializzati , chiarivano con leggi e codici che l’assicuratore ha l'obbligo (non fa un favore!)  di assicurare un veicolo con targa italiana posseduto  da persona residente estero iscritto ad AIRE.
Nella realtà poi dicono anche che molti  assicuratori rifiutano, altri accettano con maggiorazioni dal 20 al 40 del premio etc...
Per questo ho deciso di scrivere e richiedere una risposta scritta  al mio assicuratore.
Per iscritto l’assicuratore non ha fatto altro che confermare quanto stabilito dalla legge. Non l’avesse fatto  ero determinato a segnalare il caso a IVASS. Non allego la copia della risposta per logica riservatezza, ma come dire la risposta e’ stata una inversione a U rispetto a quanto a voce mi andava dicendo!
Per questo ho ritenuto di condividere la mia esperienza con altri utenti.
Approfittarsi dell’ignoranza e’ sempre spiacevole, non dobbiamo accettarlo (.....quando possibile).
Davide

Nuova discussione