Integrazione scolastica in Bulgaria

Buongiorno a tutti,

Il trasferimento in Bulgaria comporta un cambiamento importante anche per i piccoli della famiglia. E cura di ogni genitore assicurarsi che il processo si svolga senza intoppi.
Condividete dei consigli rispondendo ad alcune domande relative all'integrazione scolastica dei bambini in Bulgaria.

Cosa è necessario prendere in considerazione quando si sceglie una nuova scuola per i propri figli?

Quali sono i passi da seguire per prepararli all'ingresso nella nuova realtà scolastica in Bulgaria?

Come aiutarli nell'integrazione? Qualche consiglio per agevolare l'inserimento in un sistema scolastico e in un programma diverso da quello cui erano abituati?

Quali sono i segnali che evidenziano una difficoltà di inserimento del bambino?

Raccontateci l'esperienza dei vostri figli in Bulgaria.

Grazie per la condivisione,

Francesca

[i]per gli italiani la soluzione migliore sono le scuole italiane in bulgaria

https://iicsofia.esteri.it/iic_sofia/it … cuole.html

A livello di scuole materne ho notato molta attenzione e ci sono asili specializzati per l'integrazione. Poi, la cosa migliore e' rivolgersi all'ambasciata per aver la lista delle scuole dove perlomeno si studia italiano e dove si trovano bulgari che vogliono trasferirsi in Italia.
Quello bulgaro non e' un mondo facile. Prima di tutto e' fortemente eterogeneo, poi e' molto chiuso. D'altra parte 50 anni di comunismo che ha coperto un forte integralismo non si cancellano. L'integrazione con I bulgari mi sembra possa avvenire sul piano degli scambi commerciali anche se mi sembra di capire che amino molto lo stile americano. I bulgari si polarizzano facilmente ma poi in un attimo ripiombano nelle loro tradizioni millenarie. D'estate puoi trovarli per strada con auto nuove e musica da discoteca appena uscita e poco dopo in autunno-inverno ascoltano musiche turche o russe o rumene di secoli fa!
Anche per le case hanno lo stesso stile, sembrava che avessero accettato l'idea di vendere proprieta' privata ma poi hanno fatto scappare tutti gli stranieri con atteggiamenti da gangster e richieste di tasse in stile pizzo.


In Bulgaria si sta bene in case indipendenti ...con un grosso cane da guardia :)!

Quando dico "atteggiamenti da gangster" intendo dire che se acquisti un appartamento sulla costa, all'inizio dell'estate ti bussa alla porta un energumeno e ti chiede dei soldi "come a Italia" (anche se tu non lo hai visto per tutto l'autunno-primavera) e se non glieli dai ti butta fuori a pedate o ti blocca l'ingresso. Vai da un legale e ti risponde che il capo del building e' un suo amico e pertanto non lo denuncera'.  Chiedi il dettaglio dei costi e ti viene negato, chiedi una ricevuta fiscale e ti viene negata, chiedi quando sara' la riunione condominiale e rischi il linciaggio. Se insisti puoi trovarti davanti uno sconosciuto (esperienza personale) che ti dice "tu non sei nessuno!". Dopodiche' quando si parla di integro-comunismo si intende un atteggiamento per cui se l'appartamento che occupi assomiglia a uno che loro hanno visto sulla costa azzurra dove costerebbe 500000 euro, allora alcuni di questi personaggi pensano che se tu lo hai pagato 50000 euro non lo hai pagato e aspettano che tu gli dia gli altri 450000 euro.... oppure gli integro-comunisti non fanno distinzione tra proprietari e turisti e quando arriva l'estate vanno fuori di testa "tutti devono pagare lo stesso: proprietari e turisti". Addirittura esistono alcuni di questi che se da una parte pensano che il prezzo pagato per la proprieta' privata sia un acconto dall'altra contano I giorni che ci stai dentro e superati 5 o 6 anni basta l'appartamento e' come dire "consumato".
Altre logiche integro-comuniste di questo tipo hanno massacrato il mercato immobiliare che gia' soffre in tutta europa... questi personaggi non si vedono stanno nascosti ma si sentono e se dormi in bulgaria li senti negli incubi notturni!!

Scusa ma cosa c'entra l'intervento #3 in questa discussione dedicata all'integrazione scolastica dei bambini in Bulgaria?
A breve lo tolgo perchè abbi pazienza ma sei proprio fuori tema!

Il punto e' che l'integrazione scolastica parte dall'integrazione territoriale. Se non si capisce come viene trattata la tua famiglia nel condominio men che meno si capisce come verra' trattato tuo figlio nella scuola. La bulgaria e' un tuttuno in atteggiamenti e la scuola non e' diversa. Integrazione nei luoghi scolastici e nei luoghi di vita familiare vanno di pari passo. Non e' come negli altri Paesi. In Bulgaria si ragiona cosi, e' un tuttuno!
Se fossimo in Italia sarebbe diverso ma in Bulgaria a scuola si trova la fotocopia di cio' che accade nei condomini. Per questo dico che bisogna portare I figli in scuole italiane. Per fare un esempio, non vogliono che gli stranieri comprendano la lingua bulgara. Addirittura uno scagnozzo di una ragazza ha costretto la stessa a non parlarmi in bulgaro o non spiegarmi come si dice una frase in bulgaro. Se non si desidera che il proprio figlio viva  bullismi di questo tipo nelle scuole bulgare bisogna spiegare il tutto per intero senza separazioni tra vita sociale a scuole e nei condomini...

Nuova discussione