Intanto un paio di domande...

Ciao a tutti!

Pur essendo tecnicamente cittadina Tedesca sono nata e cresciuta in Italia e mi sento Italiana a tutti gli effetti. Ora, la mia situazione è questa: vorrei andare a vivere a Zurigo e sono in cerca di lavoro.
Viaggiando tra i meandri delle offerte di lavoro casco sempre sulle stesse caratteristiche richieste: organizzata, precisa, sa gestire situazioni anche sotto stress, sa certe lingue. E poi...arriva lei: la Kaufmännische Ausbildung.
Una diavoleria che esiste solo nei paesi di lingua Tedesca e che (a mio parere) ti fa solo perdere due o tre anni della tua vita in cui vieni pagato malissimo, per poi non darti grandi sbocchi.

Le agenzie di lavoro mi dicono tutte la stessa cosa: vai a fare una Ausbildung e tra due anni ne riparliamo.

Ora, cari connazionali, sono a chiedervi: averne fatta una è una caratteristica inevitabile o c'è spazio anche per chi, come me e penso molti altri, ha già imparato tutto quello (o comunque molto), che questa può implicare attraverso anni di lavoro?
Voi come avete fatto? Ne avete fatta una? Vi siete candidati lo stesso e vi hanno preso?

Il mio ideale sarebbe mettere a frutto le cinque lingue che parlo e, se possibile, lavorare per un'azienda Italiana. Ma non voglio dilungarmi.

Mi piacerebbe sentire i vostri pareri. Grazie per il vostro aiuto :)

Caterina

Ciao Caterina,

Ti dò il benvenuto su Expat.com  :)

Un saluto e auguri per il tuo progetto,

Francesca
Team Expat.com

Rispondono così anche a me, se non hai il c1 o c2 non ne voglio o sapere. Mi dispiace
Gilberto

Io stesso ho iniziato il mio percorso professionale con questa ‘diavoleria’ e posso assicurarti che ancora oggi considero quei tre anni tutt’altro che una perdita di tempo. Che il tirocinio commerciale – di tutti i tirocinii in Svizzera è quello completato dal maggior numero di persone – non offra grandi sbocchi, è un’affermazione che saprei unicamente attribuire ad una scarsa conoscenza dell’ambiente lavorativo e soprattutto del sistema formativo che abbiamo qui in Svizzera. Basti dire che la grande maggioranza dei quadri dirigenti aziendali ha cominciato come apprendista di commercio. Tuttavia non escluderei affatto che l’una o l’altra ditta possa essere disposta ad assumere anche una persona sprovvista dell’attestato federale di capacità, se per il resto presenta i requisiti richiesti. Tutto dipende dal settore e dal tipo di impiego. È invece possibile che le agenzie di collocamento seguano schemi più rigidi e siano di conseguenza meno flessibili sotto questo aspetto. In ogni modo, auguri!

Vera anche la risposta di Roberto, se trovi una persona più aperta e tollerante sotto questi aspetti, è possibile che ti possano prendere in considerazione. In bocca al lupo.

Nuova discussione