Permesso rifiutato ad italiani

Sono a conoscenza del fatto che da Tunisi stanno rifiutando il permesso ad alcuni italiani.

Rifiutato, non una semplice richiesta di integrazione di documentazione.

Dal momento che la concessione del permesso è, appunto, una concessione e non un obbligo, pur avendo tutti i requisiti, i rifiuti arrivano senza motivazione (non è obbligatorio infatti fornirli).

I verbali informano il responsabile del locale settore di polizia degli stranieri presso cui la domanda era stata presentata di comunicare all'interessato che il permesso non è stato concesso e che può liberamente entrare e uscire ogni 3 mesi. Non viene posto alcun codice di segnalazione a livello si sistemi informativi di polizia e/o dogana.

Ad oggi mi sono noti una decina scarsa di casi.

Essendo gli interessati di provenienza dai più disparati impieghi ante pensione, non si può individuare una particolare categoria. Si tratta sia di coppie che di persone singole. Ragionando con alcuni funzionari di polizia abbiamo ipotizzato una possibile informale direttiva legata ai recenti rapporti non proprio idilliaci a livello politico tra Italia e Tunisia. In modo che la notizia inizi a circolare e arrivi a livello istituzionale (Ambasciata, ecc.).

È solo un'ipotesi, in mancanza di altre ragioni plausibili.

Sarebbe tuttavia interessante sapere se qualcuno fosse a conoscenza di ulteriori casi analoghi per capirne l'entità.

Appero'... Intéressante e molto utile le tue info Roberto... Da tenere in max considerazione.. Con antenne alzate... Sett. Prox ho tre persone Cui dovro' dedicarmi x il loro Permesso Di Soggiorno... Speriamo bene à questo punto... Inchalla....

Ci sono possibilità più disparate, da precedenti di polizia avvenuti anche in altri paesi a precedenti sulla sicurezza fino ad arrivare a poco plausibili casi di omonimia o qualche caso legato a insufficiente fondo di pensione. Purtroppo non è dato a nessuno sapere il perché, le motivazioni possono essere anche legate a problematiche di corruzione interna, l'unica cosa che non credo è la favoletta dei rapporti Italia/Tunisia visto che proprio recentemente abbiamo fatto una cospicua "donazione" e a tutto l'indotto industriale operante in Tunisia (e non parlo dei piccoli imprenditori che gestiscono le off shore). In questo caso, come si dice dalle mie parti "ognuno si guarda le corna sue"! Inchalla!

mauro biazzi :

Appero'... Intéressante e molto utile le tue info Roberto... Da tenere in max considerazione.. Con antenne alzate... Sett. Prox ho tre persone Cui dovro' dedicarmi x il loro Permesso Di Soggiorno... Speriamo bene à questo punto... Inchalla....

Il rifiuto non è al commissariato Mauro, ma a Tunisi, quindi per avere notizie su questi nuovi se ne parlerà tra tre/quattro mesi.

Non mi interessano i motivi, potrebbe anche darsi che all'impiegato di turno un certo giorno prudesse il naso (è un fatto tuttavia che le relazioni politiche attuali al di là di donazioni ecc, che vanno avanti come da programmi, non sono al punto piu' brillante della storia, graze alle sparate del notro ministro dell'interno) e di alcune persone ho la assoluta certezza che non abbiano alcun tipo di precedente o scheletro in qualche armadietto.

Quello che mi interessa e, credo possa interessare in generale, è se la cosa si fa sistematica e se si dovessero ripresentare altri casi, o se si è trattato di una fiammata isolata. Appunto di un gruppetto di rifiuti, di pratiche magari appunto prese in mano dallo stesso funzionario.

La cosa non è particolarmente grave, fintanto che non viene posto un divieto all'ingresso. C'è solo la scocciatura di dover interrompere il soggiorno ogni tre mesi o pagare la penale di 20 DT per ogni settimana di sforamento.

al di la delle chiacchiere da gossip sulle fantomatiche sparate del nostro ministro degli interni per alcuni e sacrosante sparate del nostro ministro degli interni per altri (compreso il sottoscritto) non è dato né ad una agenzia di servizi e tantomeno agli interessati conoscere per quale motivo venga respinta la richiesta, sono dati coperti dal segreto, l'unica cosa che non credo possibile è la mosca al naso all'impiegato di turno che arbitrariamente decide, non ne ha né la facoltà e tantomeno l'autorità per farlo. Magari se tanti smettessero di pagare mazzette varie per qualsiasi pratica, per qualsiasi cosa si voglia ottenere forse ci sarebbe  una gestione un tantino più seria di tutte le pratiche legate allo Stato. Parliamo di persone fermate per un fantomatico eccesso di velocità pronte a versare le mazzette di 20 dinari al poliziotto di turno e questa è solo la routine giornaliera. Ripeto, qualora non fosse chiaro… a nessuno è dato conoscere le motivazioni per le quali alcuni soggetti sono stati respinti, forse gli interessati lo sanno ma se ne guardano bene dal dirlo.
Riprendo il post per aggiungere che sarebbe un paragone sapere quanti francesi, tedeschi, olandesi, spagnoli sono stati respinti nello stesso periodo, ma sono convinto che se conoscessimo questo dato ci accorgeremmo che è tutto nella norma!

Una delle motivazioni per il respingimento può anche essere una segnalazione fatta dal padrone di casa per comportamento inadeguato o addirittura lo stesso padrone di casa con delle pendenze tali da rendere vano il contratto di affitto stipulato… a tutti questi signori che si sono visti chiudere la porta in faccia e che non avendo il permesso di soggiorno non possono neanche avere l'attestazione annuale di residenza fiscale se sono sicuri di non avere nessun vincolo ostativo, consiglierei di cambiare città (tra qualche mese), rifare la pratica in modo corretto, seguendo tutti i passaggi e senza farsi aiutare da nessuno e forse miracolosamente vedranno materializzarsi il permesso di soggiorno.

Il solito mischione di tutto. Qui non si tratta di pratiche scorrette o incomplete, nel qual caso viene richiesta un'integrazione documentale, con l'espresso invito a ripresentare la domanda, ma di mancata concessione del permesso; cosa che, sia detto per inciso, posto di aver ricevuti tutti i nulla osta dalle varie (5) amministrazioni sui cui tavoli passa il dossier, alla fine viene deliberata da un funzionario direttore dell'ufficio stranieri del Ministero dell'Interno, non da un impiegato

Comunque quello che sarebbe utile, ed è lo scopo della discussione, è avere evidenza di eventuali casistiche ulteriori che si dovessero presentare.

Tranquillizziamo almeno su un aspetto gli eventuali interessati tuttavia: la mancanza del permesso non implica la non residenza fiscale.

Sempre a norma della legge sulle imposte tunisina che, a quanto pare, nonostante sia pubblicamente disponibile sul web, si continua ad ignorare, la carte de sejour non è condizione necessaria per essere assoggettati all'imposizione e conseguentemente considerati residenti ficali.

Si si certo Roberto.. Ho ben compreso le tue note... E che il rifiuto dipende da Tunisi... Nessun dubbio in proprosito
Spero solo x Chi si avvia richiedere.. Che magari ci sia un altro impiegato senza prurito al naso....

mauro biazzi :

Si si certo Roberto.. Ho ben compreso le tue note... E che il rifiuto dipende da Tunisi... Nessun dubbio in proprosito
Spero solo x Chi si avvia richiedere.. Che magari ci sia un altro impiegato senza prurito al naso....

Caro Mauro a volte il rifiuto non viene da Tunisi come lo si crede ma direttamente dalla sede di polizia alla quale si è presentata la richiesta e ti faccio questo esempio chiarissimo:
Hai fretta di trasferirti e ti rivolgi alla sezione di polizia presentato dall'amico dell'amico della sciora Lella, qui il poliziotto di turno ti promette che "farà volare la pratica" senza che tu debba aspettare i 3 versamenti previsti per legge, a quel punto è doveroso ricompensare il solerte poliziotto che intasca il conquibus e compila il provvisorio. Ma la tua pratica al posto di andare a Tunisi va a finire in un bel tritacarte. una volta passati un po' di mesi compare il foglio di negazione compilato… indovina da chi… e il malcapitato rimane fregato… e questa è una delle tante, ma proprio tante casistiche che si possono verificare… come ho scritto su sarebbe buona cosa conoscere a livello puramente statistico quanti cittadini di altri Paesi europei sono stati privati del permesso di soggiorno che invece viene rilasciato a cani e porci. Ce ne sono tante altre di queste situazioni ma che ci vogliamo fare se le persone hanno fretta di defiscalizzare?

:/ a cani e porci ?  Quelli della sciora Lella ?
Perché gira la voce che troppi italiani vengono qui con le abitudini loro.... Qui magari certe pratiche (in senso di usi  e costumi) cercano di eliminarle (almeno così si legge e si dice...) , ma alcuni e non pochi le tengono deste importandole da casa e da' fastidio. (E pure a me...)  :(

Recepito Anto.. Staremo à vedere... A questo punto se son rose... Fioriranno.. Come ho detto sett. Prox.. Devo occuparsi Di 4 persone x Permesso soggiorno... Spero bene x loro....

mauro biazzi :

Recepito Anto.. Staremo à vedere... A questo punto se son rose... Fioriranno.. Come ho detto sett. Prox.. Devo occuparsi Di 4 persone x Permesso soggiorno... Spero bene x loro....

Tieni presente Mauro che ho fatto un esempio agli estremi ma ci sono infinite sfaccettature legate a tante casistiche… quella che ho usato come esempio è stata riportata anche dai media locali con le denunzie ai vari funzionari corrotti. Poi ce ne sono di infinite di casistiche perché la fantasia non conosce limiti!

laviniavirginia :

:/ a cani e porci ?  Quelli della sciora Lella ?
Perché gira la voce che troppi italiani vengono qui con le abitudini loro.... Qui magari certe pratiche (in senso di usi  e costumi) cercano di eliminarle (almeno così si legge e si dice...) , ma alcuni e non pochi le tengono deste importandole da casa e da' fastidio. (E pure a me...)  :(

Per fortuna Lavinia queste pratiche non erano imputabili unicamente ad italiani ma a parecchi europei. Ecco perché dicevo di vedere eventualmente la casistica "europea" delle negazioni :D

laviniavirginia :

:/ a cani e porci ?  (

Non leggere alla lettera Lavinia, cani e porci è un modo di dire folkloristico romano che tradotto in italiano corretto vuol dire "a tutti i richiedenti" :D
:lol:

Anto&Simo :
laviniavirginia :

:/ a cani e porci ?  (

Non leggere alla lettera Lavinia, cani e porci è un modo di dire folkloristico romano che tradotto in italiano corretto vuol dire "a tutti i richiedenti" :D
:lol:

:lol:   Non ho letto alla lettera. Tutt'altro... Pensavo a chi siano ... o sarebbero... i porci in QUESTA cultura   ;)  E pensavo all'origine dell'espressione che risale perlomeno all'epoca di Gesù... Sarebbe stato lui a dire (Mt 7.6) di cani e porci e non a caso.  Infatti, per gli ebrei equivalevano ai pagani in generale. I quali non avevano scrupoli di maneggiare beni e precetti religiosi a proprio comodo. Pagani che   non badavano a ciò che sarebbe lecito o illecito; contando per loro soprattutto o, anzi, esclusivamente il proprio interesse...  (Pagani erano a quell'epoca i non ebrei, quindi i non circoncisi. In seguito i pagani venivano assimilati da Paolo ai cosiddetti gentili, globalmente da intendere appunto come non ebrei eppoi come coloro che non erano stati a contatto con il messaggio evangelico).
 
(vedere similitudini interpretative e di costumi con certuni -non tutti- atteggiamenti e credenze mussulmane; non essendo questo un fattore o disgusto casuale ...  visto che Mohammed frequentava ebrei e quindi poi anche i cristiani -sposandone lui persino una anche in prime nozze: una cristiana più anziana di lei e... ricca) . DA CUI l'associazione per gli ebrei di  CANI E PORCI quali animali impuri e ripugnanti.   PER QUESTO Gesù, per chiarire il concetto e ammonimento, si sarebbe espresso  dicendo di non dare cose sante ai cani e di non gettare le proprie perle (beni terreni) ai porci, altrimenti rischiando, così facendo,  che queste vengano dai porci calpestate e per giunta poi avventandosi i porci aggressivamente contro coloro che gliele aveva gettate...

Si tratterebbe quindi di non sprecare quanto ha valore con coloro che non sono in grado di apprezzarle e... magari pure di farle attecchire e rendere (a favore di tutti).

Aggiungerei soltanto il fatto che in almeno una sura sta indicata la legittimità di pure appropiarsi di quanto posseggono gli infedeli. E dovrei forse specificare, mettendo qui a chiare lettere chi -per loro....- sarebbero gli infedeli ?
PER CUI, se oltretutto -si sia italiani o di altra nazione non mussulmana- si viene qui a dare il cattivo esempio (o a protrarre certuni usi e costumi o come li si voglia chiamare), soltanto si danno allora maggiori elementi a favore della loro -diciamo così (in modo light o soft)- idea circa la legittimità di talune cosette ai riguardi nostri ("infedeli")....   :rolleyes:

Nel nostro caso.... si tratterebbe quindi del fatto che i permessi non verrebbero più dati in modo indiscriminato, o insomma, a chichessia e che non presenti ev. gli attributi necessari all'ottenimento del tal permesso di soggiorno.

:joking:  :shy

Qui interessano solo i permessi rifiutati da Tunisi.

Delle frodi, mazzette, mafiette, truschi e ghirigori locali, ammesso che ne esistano, non interessa un fico, secco o umido che sia.

Live in tunisia :

Qui interessano solo i permessi rifiutati da Tunisi.

Delle frodi, mazzette, mafiette, truschi e ghirigori locali, ammesso che ne esistano, non interessa un fico, secco o umido che sia.

Perché di che stiamo parlando? di pere cotte? L'unica cosa che deve interessarti è che non hai l'autorità per "interessarti" di decisioni governative di un paese al quale non appartieni.

Io mi "interesso" di quel che credo.

Bye bye.

:rolleyes:

Interessati nella tua sfera privata di quel che credi ma non permetterti di criticare l'operato del tuo Governo regolarmente eletto dal Popolo su un forum pubblico semplicemente perché qualcuno di tua conoscenza ha avuto rifiutato il permesso di soggiorno. Noi e tutte le persone che conosciamo lo hanno avuto regolarmente, gli altri si facciano esami di coscienza!

Ti ripeto che mi "interesso" di quel che credo e nella sfera che mi pare.

E qui aggiungo che all'occorrenza critico quel che credo di criticare, senza certo avere il tuo permesso preventivo, compreso qualunque governo, del mio come eventualmente di qualunque altro paese e soprattuto su un forumo pubblico.

Nel quale forum sei pregato di stare al tema delle discussioni, che se qualcuno ha da obietare sugli "interessi" di un utente, quelli eventualmente sono solo i moderatori, alla cui sfera (fortunatamente) ancora tu non appartieni.

Ri- bye bye.

:rolleyes:  :rolleyes:

Il tuo operato si commenta da solo sia per quanto riguarda eventuali clienti che si sono visti rifiutare il permesso di soggiorno che proprio per le tue capacità di critica nei confronti della politica italiana in un forum legato all'espatrio portando l'intero post off topic.
Del resto non intendo continuare a controbatterti perché vorrebbe dire che ti do comunque importanza invece proprio per come gestisci tutta la tua attività "imprenditoriale" cerando di portare pensionati a spendere cifre assurde per un trasferimento ti considero meno di un'ameba quindi qualsiasi tua controbattuta verrà fuori la ignoro ma con questo non dico che qualsiasi cavolata scriverai sul forum la attaccherò proprio per la tua capacità di fuorviare la realtà ai danni di pensionati!
Buon divertimento!

Anto&Simo :
laviniavirginia :

:/ a cani e porci ?  Quelli della sciora Lella ?
Perché gira la voce che troppi italiani vengono qui con le abitudini loro.... Qui magari certe pratiche (in senso di usi  e costumi) cercano di eliminarle (almeno così si legge e si dice...) , ma alcuni e non pochi le tengono deste importandole da casa e da' fastidio. (E pure a me...)  :(

Per fortuna Lavinia queste pratiche non erano imputabili unicamente ad italiani ma a parecchi europei. Ecco perché dicevo di vedere eventualmente la casistica "europea" delle negazioni :D

Ossia che "mal comune mezzo gaudio" ?  Vorrei proprio sapere DOVE si possa leggere o sapere, insomma, di questi "parecchi europei" non italiani..... (eventuali indesiderabili in patria a parte, tanto per intenderci).  Le supposizioni solo confondono; e le notizie ci sono, oppure no.

No Lavinia non ci sono, queste sono informazioni riservate ad uso esclusivo delle polizie, non credo proprio che facciano delle statistiche come non si trovano le persone che si autoproclamano "non accettati" :) quello che non si capisce è il perché di questa discussione, non ha né capo e né coda ma crea solo allarmismo ingiustificato. Un abbraccio :)

:/   Anto, mi riferivo al tuo post 13# . 
Ma appunto, lasciamo da parte le polemiche ... e :  buona giornata a tutti  :)

Anto&Simo :

..... la attaccherò proprio per ....

E me lo auguro, perchè, vedi, sei la mia migliore promozione: massima efficacia a costo zero.

Tri bye bye!

:rolleyes:  :rolleyes:  :rolleyes:

Boh...non ne capisco di leggi tunisine e non riesco a capire perchè a quasi un anno ancora non riesco ad ottenere la residenza. Il cartellino provvisorio è scaduto da un bel pezzo e nessuno ancora mi ha comunicato alcun rifiuto. Insomma stavo pensando di rifare tutto l'iter in un altra città passando da Tunisi a Monastir. Ma l'ufficio stranieri di Monastir mi ha detto che la pratica di variazione va presentata a Tunisi..il gatto che si morde la coda...intanto la vita serenamente continua e non è che la mancanza del "definitivo" sembra presentare limitazioni a stare qui.

Matteo S :

Boh...non ne capisco di leggi tunisine e non riesco a capire perchè a quasi un anno ancora non riesco ad ottenere la residenza. Il cartellino provvisorio è scaduto da un bel pezzo e nessuno ancora mi ha comunicato alcun rifiuto. Insomma stavo pensando di rifare tutto l'iter in un altra città passando da Tunisi a Monastir. Ma l'ufficio stranieri di Monastir mi ha detto che la pratica di variazione va presentata a Tunisi..il gatto che si morde la coda...intanto la vita serenamente continua e non è che la mancanza del "definitivo" sembra presentare limitazioni a stare qui.

Matteo, pensavo che avessi risolto, quando torni vediamo di sistemare pure sta cosa :)

Macchè Antonello, ma se alla fine non cambia nulla che mi preoccupo a fare?
Uscendo dalla tunisia non mi hanno chiesto nemmeno il bollino da 10 dnari, mentre a Luisa che aveva appena chiesto la carta provvisoria invece si con un timbro rosso sul passaporto che nemmeno di capisce cosa è. Mi hanno detto che è per regolarizzare ma regolarizzare cosa? boh! poi sai cosa è avvenuto in dogana , assurdo ci sarebbe da aprire una discussione sul tema non solo per quella tunisina ma anche per quella italiana che non è da meno

Non puo fare Nulla qui.. Antonello.. Matteo ha chiesto résidenza à Tunisi..e qui non ci pensano lontanamente à interessarsi x un probléma Che non e' loro...

Fai bene Matteo... Vai avanti tranquillo.. Che qui nessuno ti rompe le scatole.. A volte Noi ci complichiamo la vita molto Di piu Di quanto dovremmo

Salve Mauro io ancora non lo capita la differenza tra averlo o non averlo il permesso di soggiorno definitivo.
1) Quali sono i pro e i contro?
2) poiché il provvisorio valido per 3 mesi mi è scaduto sono tornato ad essere turista non residente? Se mi chiedono ad esempio alla frontiera se sono o meno residente cosa dico? Se mostro la carta di soggiorno provvisoria cosa vale? Niente penso.

Bella domanda la tua Matteo... Io ho avuto il tuo stesso probléma 4..5 anni fa.. Quindi ti dico con cognizione du causa.. Sono stato con il provvisorio x ça. Due anni.. Avevano perso la pratica... Cosi mi diceva il mio amico Samir.. Il Commissario qui non so se lo conosci.. Ogni tanto passavo da lui.. X sapere à Che punto era.. Saï cosa mi rispondeva.. Fregatene.. Tanto ormai la Résidenza l'hai.. La Defiscalizzazione pure... Entri esci.. Senza pagare I 60 dinari cosa vuoi Di piu.. Quando arrivera' il definitivo ti telefono.. E cosi ho fatto.... Finche' dopo 2 anni mi e' arrivato...
Quindi....

Scusa Mauro,  riflettendoci per un momento mi chiedo peró una cosa:

Quando uno entra ed esce con un provvisorio che.... tale è da cosí tanto tempo, potrebbe capitare che un funzionario alla dogana ipotizzi che non si sia più ottenuto il rinnovo.
PER CUI, se si restasse sul territorio anche per ben oltre i 3 mesi legittimi per un "turista", scatterebbe la multa di 20 dinari per ogni settimana eccedente questi 3 mesi.  Certo, dipenderà dal funzionario, ma insomma sicuro non è, che non si incappi in un ultra-solerte funzionario che oltretutto facesse perdere tempo con chissà quali intenti di accertamento sul motivo  -?-

Ottima deduzione la tua Lavinia.. In effetti e vero.. Hai ragione.. Credo pero. Ma Questa e' Una Mia supposizione.. Alla dogana sono à conoscenza Di questi Loro Disservizi e quindi lasciano correre queste anomalie sapendo Che sono Loro à essere in Difetto...
Ma ripeto Questa e' Una Mia idea.. Dovuta al fatto che in quel periodo non ho mai avuto nessun probléma ne in uscita Che In entrata

Matteo S :

Salve Mauro io ancora non lo capita la differenza tra averlo o non averlo il permesso di soggiorno definitivo.
1) Quali sono i pro e i contro?
2) poiché il provvisorio valido per 3 mesi mi è scaduto sono tornato ad essere turista non residente? Se mi chiedono ad esempio alla frontiera se sono o meno residente cosa dico? Se mostro la carta di soggiorno provvisoria cosa vale? Niente penso.

Il caso o esperienza concreta qui riferita da Mauro è davvero interessante !   Però voglio rispondere alle tue domande per come tu le hai poste.

1)  Il PRO: quando ti trovi in Tunisia non hai più da stare a contare i giorni per non oltrepassare i 90 giorni consecutivi concessi a un soggiorno da turista.   Ti puoi fermare tutto l'anno o quello che vuoi e... sei a posto.
Se invece non hai il permesso di soggiorno, restando in Tunisia per oltre 90 giorni devi pagare 20 dinari per ogni settimana eccedente questi 90 giorni.
CONTRO, se cosi si puo' dire, ci sta il fatto che ogni volta che esci dalla Tunisia, devi pagare 60 dinari sottoforma di una specie di francobollo da andare a prendere alla cassa dell'ufficio delle finanze e avere con te quando consegni in dogana il tuo passaporto. Li ti verrà apposto sulla pagina apposita e via...  Questa del  bollino da 60 dinari concerne tutti indiscriminatamente, ossia tunisini inclusi.

2) Se o quando sono trascorsi più di 3 mesi dalla ricezione del permesso provvisorio, tu sei già e quindi resti residente lo stesso. Infatti dei ritardi succedono, nella consegna del permesso cosiddetto definitivo!  Non ne sei responsabile tu, al contrario.  E questo i funzionari lo sanno. Poi che succeda come nel caso di Mauro, è/sarebbe qualcosa di abbastanza eccezionale.   Pertanto, se alla dogana dovessero porti la domanda che tu hai ipotizzato, la risposta è semplice:  sí, sono residente e soltanto si tratta di un ritardo nella consegna del permesso definitivo.  Puoi aggiungere che prima del viaggio hai ancora chiesto se fosse arrivato il permesso definitivo ma che no, "pas encore" ...
Pertanto la risposta è sí; il tuo permesso di soggiorno vale anche una volta  trascorsi i 3 mesi.

Certo che se invece capitasse come a Mauro, il bollino di 60 dinari non avresti proprio da pagarlo e... pur restando appunto residente (vedi cosa gli è stato detto).

mauro biazzi :

Ottima deduzione la tua Lavinia.. In effetti e vero.. Hai ragione.. Credo pero. Ma Questa e' Una Mia supposizione.. Alla dogana sono à conoscenza Di questi Loro Disservizi e quindi lasciano correre queste anomalie sapendo Che sono Loro à essere in Difetto...
Ma ripeto Questa e' Una Mia idea.. Dovuta al fatto che in quel periodo non ho mai avuto nessun probléma ne in uscita Che In entrata

Vero Mauro lasciano correre ma per 6, 7, 10 mesi… non ad oltranza, esiste una norma ma quello che viene permesso per confusioni o per omissioni dei funzionari non è la regola, per essere in regola con tutto bisogna essere "non impugnabili", Matteo si è trovato in difficoltà per una cosa differente in dogana, perché andarsela a cercare? Se il permesso dopo 3 mesi non arriva il poliziotto ti dice di aspettare ma se dopo 9 mesi ancora non è arrivato e non ci sono novità è l'interessato a doversi preoccupare non si può far finta di nulla perché alla fine il funzionario pignolo lo si trova sempre.

mauro biazzi :

Non puo fare Nulla qui.. Antonello.. Matteo ha chiesto résidenza à Tunisi..e qui non ci pensano lontanamente à interessarsi x un probléma Che non e' loro...

Mauro infatti non parlavo di Monastir ma di Tunisi :)

Grazie Mauro.  Le ipotesi me le pongo/ponevo in relazione a quale funzionario possa toccare in sorte in quel dato giorno alla dogana, o a quale luna si ritrovi lui confrontato ...   ;)

Matteo,   il bollino da 10 dinari è quello che si deve consegnare al funzionario di polizia al momento in cui ti da' il permesso  di soggiorno "definitivo" (quello plastificato, insomma, che dura poi il tempo previsto). Pure questo bollino verrà da lui messo e stampigliato sulla pagina del passaporto.  È per certificare, per l'appunto, che sei residente.
Alla dogana invece ci vuole quello di 60 dinari.

Il permesso di soggiorno serve ad esempio per aprire un conto corrente in dinari tunisini che possono essere dati ad esempio per un rimborso, serve per immatricolare un'auto o per acquistarne una, viene anche richiesto per l'attestazione di residenza fiscale… hao noi abbiamo avuto il secondo, tecnicamente dopo i 3 mesi andrebbe riconsegnato e fatto uno nuovo che però farebbe decadere la permanenza turistica dei 3 mesi con relativa multa… una volta veniva messo un timbro sul retro ma questa pratica è stata bandita… mettetela come volete ma se dopo 9 mesi non ci sono notizie sarebbe opportuno preoccuparsi per non doversi preoccupare una volta in dogana a cura del funzionario "perverso" con conseguente perdita del volo/nave.

Nuova discussione