Trasferire l'auto dall'Italia in Tunisia

Salve a tutti, sono Massimo e vorrei trasferirmi in Tunisia con mia moglie ma, non ho ancora ben capito, come comportarmi con la macchina. Ovvero:
Posso portare la mia auto dall'Italia alla Tunisia?
Se volessi prendere la residenza,  la mia auto, che ha più di quattro anni la posso tenere?
O mi conviene restare un semplice turista e rinnovare il visto ogni qualvolta richiesto?
In attesa di un Vostro, certo aiuto,
                        Saluti, Massimo

Ciao Massimo,

Ben arrivato su Expat.com!

Per la ricerca di informazioni ti invito alla lettura del forum Mezzi di trasporto in Tunisia dove l'argomento è stato discusso a più riprese.

Cordialmente,

Francesca
Team Expat.com

Oltre a ribadire il suggerimento di Francesca, in sintesi:

- si, puoi venirci come turista; primo ingresso di max 90 giorni, prolungabile, pagando bollo e assicurazione locale e mettendo una targa speciale, per tre mesi a loro volta rinnovabili per due volte; l'auto resta segnata sul passaporto e per uscire senza auto la stessa deve essere messa in fermo doganale;

- puoi tornarci dopo il primo periodo, finche' non sei residente, ovvero in possesso di permesso di due anni replicato sul passaporto, facendo l'operazione di rinnovo di cui al punto precedente; interrompendo con sei mesi di permanenza fuori dalla Tunisia e scavallando l'anno, sempre da non residente, puoi ricominciare il tutto;

- da residente non ti spetta piu' questo diritto (non sei piu' turista); hai il permesso replicato sul passaporto e in dogana quindi lo vedono; ti danno pochi giorni per uscire o eventualmente iniziare le pratiche di importazione;

- avendo l'auto piu' di 3 anni non hai diritto di importarla a titolo definitivo; se avesse meno di 3 anni lo potresti fare ed in quanto pensionato avresti diritto a mantenerla in Regime Sospensivo, ovvero in esenzione di IVA e dazi di importazione.

Questo in termini ufficiali.

Non ti nascondo che parrebbe esserci qulcuno che continua a rientrare come turista periodicamente anche dopo aver avuto la residenza e chi sembra aver importato auto piu' vecchie di 3 anni pagando una frazione del valore dell'auto e usufruendo di un regime di fatto non previsto per gli stranieri.

Tuttavia, non avendo riscontri diretti di queste pratiche, nonche' conoscenza delle specifiche situazioni che eventualmente le rendono possibili, oltre che prova della loro replicabilita' e, anzi avendo ricevuto dalle fonti ufficiali (doganali) chiare indicazioni circa l'illeicita' in termini generali delle stesse, non posso che considerarle occasionali e "border line".

Nuova discussione