Coltivare Riso nelle Filippine

Vorrei portare a conoscenza a chi ha interesse di avere una forma di guadagno nelle Filippine che una valida opportunità per uno straniero è quella della coltivazione del riso, continuate a leggere e scoprirete che è più facile di quello che pensate..

Dando per scontato che per avere una proprietà o un attività all'estero bisogna fare società con un nativo del paese in cui si vuole investire, forse però non tutti sanno che c'è un altro modo per possedere un terreno nelle Filippine senza doverlo acquistare, consiste nell'avere un terreno in comodato d'uso, cioè, si può rilevare un terreno pagando una cauzione pattuita con il proprietario ed in cambio si ottiene l'autorizzazione ad utilizzare il terreno per un certo periodo (10 anni esempio) al termine di questo accordo, che viene regolarmente registrato in comune, il proprietario restituisce la cauzione ritornando proprietario a tutti gli effetti, ovvio che è destinato prevalentemente ai terreni agricoli.

Durante tutto il periodo di utilizzo da parte del locatario non c'è nessun pagamento da effettuare al propietario, non c'è nessun vincolo di destinazione d'uso del terreno ed essendoci un contratto di affitto e non di aquisto è riconosciuto a livello legale per uno straniero nelle Filippine senza dover fare società con nessuno...! interessante vero..? praticamente un terreno a costo zero...!  ovvio che non conviene costruire case o altri tipi di immobili perchè poi molto difficilmente il proprietario sarà disposto a pagarli quando ve ne andate via...
Quali sono i vantaggi ?

  1  Possibilità di acquisto o comodato d'uso
  2  Nessun obbligo di partecipazione diretta sul terreno lavoro
  3 Tassazione minima o quasi inesistente (max 10%)
  4  Manovalanza a basso costo e facilmente reperibile
  5 Prodotti facilmente vendibili sul mercato locale o per l'esportazione

Ecco una tabella esplicativa:

                         Coltivazione del riso nelle Filippine


Investimento presunto con l'opzione “comodato d'uso” *
per un terreno di 1 ettaro adibito
alla coltivazione del riso                                             Php 250.000       Euro  4.000,00


   Rendita di 1 raccolto su 3 previsti in un anno.


Ricavato in sacchi per un raccolto (4 mesi il tempo per un raccolto)
+/- 130 sacchi (caban) 1 sacco pesa circa 70/80 kg

Prezzo  indicativo di vendita all’ingrosso di
un sacco di riso:                                                            Php 900,00             Euro  15,00

N° sacchi 130*x Php 900  = Php 117,000                     Php 117.000         Euro 1.876,00+

costo x mantenimento ( sementi,concimi,anti
parassitari,manutenzione ordinaria)                           Php 20.000            Euro  320,00 -             

Percentuale per il responsabile incluso il
lavoro dei contadini :   15% sul ricavato netto           Php 17.000             Euro  272,00 -


     Totale utile per il proprietario                                  Php  80.000         Euro 1.280,00 +


* La cifra per il comodato d'uso
   dipende dagli accordi con il proprietario

* Le cifre sopra riportate sono indicative basate su una media di alcuni anni di
   raccolto, la quantità di sacchi per raccolto varia
   in base a diversi fattori: il clima,la qualità delle
   sementi,il metodo di semina ecc.

N.B.
       Per capire il valore dell’incasso in pesos confrontato con il tenore di vita
       nelle Filippine si può prendere come parametro uno stipendio medio per un
       operaio che varia da 8000 a 12.000 php al mese.



Quali sono i problemi comuni ?

Le grandi incognite quando si lavora con le coltivazioni sono, per maggior parte, legate alle condizioni atmosferiche, tifoni, grandi siccità, temperature anomale, ma per fortuna non sono così frequenti da incidere in maniera considerevole ai fini dell'investimento.

Quali sono i requisiti necessari per gestire una coltivazione ?

Per chi investe non sono necessarie particolari conoscenze del settore, bisogna però avere a disposizione almeno una persona esperta, di fiducia e originaria del posto che sappia organizzare il lavoro, il reclutamento dei contadini, gli acquisti e la gestione  delle materie prime come le sementi,i diserbanti,i concimi ecc. e che controlli periodicamente l'evolversi della crescita e maturazione del prodotto.

Tornando al discorso dei prodotti da coltivare, basandomi sulla mia esperienza maturata in 4 anni nelle Filippine posso dire di preferire in assoluto la coltivazione del riso perchè e quella che permette di fare fino a 3 raccolti l'anno, è molto richiesto sul mercato ed è anche molto redditizio.

Tengo a far notare che comunque un terreno agricolo adibito a risaia può essere facilmente rivenduto in caso di ripensamento oppure può essere destinato ad un uso diverso da quello iniziale non essendoci vincoli comunali, si può cambiare tipo di coltivazione o costruirci sopra un immobile.

Nuova discussione