Moglie disabile

Ho la moglie disabile che per motivi di salute viene seguita in Italia e non può prende la residenza in Tunisia, infatti io prenderò la residenza mentre lei verrebbe da ospite, a  parte che percepisce una pensione minima che non vuole perdere e comunque ogni tre mesi ha i controlli periodici e ritiro delle medicine per la cura. Che problemi potrei avere? la sua pensione comunque rimane in Italia e ci serve per quando veniamo giù per le spese di viaggio e permanenza.

Nessun problema, l'unica cosa è che ogni 3 mesi dovrà uscire dalla Tunisia e rientrare o in alternativa pagare una multa per i periodi eccedenti che sarà rimasta. Parecchie persone non defiscalizzano ma vivono qui e fanno così.

Per non spaventare con questo fatto della multa, si tratta di 20 dinari per ogni settimana eccedente i 3 mesi. 
Attenti però a che sua moglie non superi il totale di 6 mesi in un anno qui in Tunisia, altrimenti -se non vado errata- sarebbe obbligata a prendere qui il permesso di soggiorno e a tributare come residente fiscale in Tunisia.

Obbligo reale, ma del tutto teorico. Quello fiscale.

Quello che devi fare e' otenere un permesso di soggiorno anche per tua moglie, prendendola in carico.

In questo modo lei puo' stare tutto il tempo che vuole e, risultando a carico, nessuno verrà a indagare alcunchè. Inoltre se otterrai l'assistenza sanitaria tunisina, lei ne potra' beneficiare in quanto a carico.

Tu ti iscriverai AIRE. Lei no.

Tieni presente però che la  legge n. 470/88 prescrive l’obbligo di iscrizione all’AIRE per i cittadini italiani che trasferiscono la residenza all’estero per più di dodici mesi.
Certo non ci sono controlli in materia ma proprio perché è contemplata da una legge dello Stato non te l'ho citato come caso. :)

Nuova discussione