trasferimento alle canarie

ciao a tutti,
adoro le isole canarie e sto studiando da tempo il modo di trasferirmi. Ho letto on line di tutto in merito ma c'è una gran confusione e mi sembra che manchi una guida completa di consigli pratici. Ad esempio una scaletta di quali documenti vanno fatti e soprattutto in che ordine si possono/devono fare.
C'è per esempio chi ha fatto il nie al consolato italiano prima di partire? ma per questo benedetto nie accorre già avere una proposta di lavoro o no?
per l'alloggio inizialmente come avete fatto? conviene trovare dall'italia un appartamento in affitto almeno per un mese? l'affitto di un mese permette di ottenere la residenza?
La mia situazione tra un mese potrebbe essere di disoccupata con assegno di disoccupazione che si reca alle canarie in cerca di lavoro (ho letto che si puo' fare nei primi 3 mesi della disoccupazione, continuando a percepire l'assegno ma solo iscrivendosi all'ufficio del lavoro spagnolo).
grazie 1000 a chi mi vorra' aiutare
marina

Ciao Marina,

Ben arrivata su Expat.com!  :)

Se sei ancora in Italia il NIE va richiesto al Consolato o all’Ambasciata Spagnola più vicina a dove vivi. Il Consolato italiano in questo caso non c'entra.
Non è necessario avere una proposta di lavoro per fare domanda per il NIE, nel tuo caso  credo ti sarà consegnato un NIE blanco (provvisorio).
Dopo aver trovato lavoro lo converti nel NIE verde recandoti alla stazione di Polizia più vicino al luogo di residenza.
Altri documenti da fare solo l'empadronimiento (residenza) e iscriverti alla seguridad social.
Sul sito dell'Ambasciata Spagnola a Roma trovi una pagina dedicata al NIE: http://www.exteriores.gob.es/Embajadas/ … s/NIE.aspx

Ti mando per messaggio privato il link ad un sito di Tenerife dove viene spiegato passo passo l'iter da seguire per il conseguimento dei documenti necessari per vivere e lavorare sull'isola. L'ho trovato facendo un po' di ricerca sul web, mi è sembrato esaustivo ed ho quindi pensato di girartelo.

Fammi sapere se riesci a racapezzarti.

Un saluto e Buon Anno,

Francesca
Team Expat.com

Ciao Francesca,intanto buon anno e ti ringrazio tanto per la risposta!
Scusami,volevo scrivere consolato spagnolo,non italiano😨 e grazie per il Link a quel sito,e' ben fatto e ho iniziato a leggere tutto e ovviamente mi stanno uscendo altre domande, ovviamente!☺ le raccolgo tutte e poi riscrivo.
A proposito... qualcuno che si e' gia' trasferito e che abbia voglia di condividere i passi concreti che ha fatto per il trasferimento?
Ciao e grazie

ti invio questo link molto interessante:
[ link moderato ]
Non ti fidare di chi ti chiede aiuto a pagamento!
Ciao
Carlo

Ciao Brubretta, mi sono trasferita a Maiorca l'anno appena passato (2018). Essendo baleari e canarie sempre Spagna credo che possa funzionare allo stesso modo. Ti racconto come ho fatto.

Partiamo dal dire che uno può vivere in Spagna come turista per tre mesi e per questo non hai bisogno di nessun documento o autorizzazione dalle autorità spagnole. Durante questi tre mesi si può decidere se uno vuole rimanere e legalizzare la propria presenza in Spagna o lasciare il paese.

Il primo passo per legalizzare la tua presenza in Spagna è richiedere il NIE.

Io l'ho richiesto ed ottenuto prima di trasferirmi, ma naturalmente puoi richiederlo anche in loco, cioè una volta che già sei in Spagna. Però dal momento che scrivi che ti vuoi registrare all'ufficio di collocamento spagnolo allora credo che è meglio ottenerlo prima di trasferirti, perché ci vuole un po' di tempo per risolvere la burocrazia. Per ottenere il NIE non è necessario un lavoro. Lo puoi richiedere all'ambasciata spagnola o ad un consolato, se l'ambasciata è troppo lontana da dove abiti e hai un consolato spagnolo più vicino.

Leggo nei vari forum che la gente ha difficoltà a reperire informazioni, non capisco perché, basta telefonare all'ambasciata o ad un consolato e si ottengono tutte le informazioni necessarie senza dover pagare nessuno.

Comunque sia, il NIE è il numero di identificazione dello straniero e NON dà diritto alla residenza. Il NIE è un numero che identifica la tua persona in Spagna, un po' come fa il codice fiscale in Italia. Con esso puoi aprire un conto in una banca spagnola, ottenere un contratto di lavoro, fare i contratti per luce, telefono, ottenere la tessera della biblioteca e via dicendo.

Una volta che ti sei trasferita e hai un indirizzo fisso dove abitare allora fai l'empadronamiento che altro non è che registrarsi nel comune dove uno abita. In questo modo vieni registrata come abitante del comune e puoi usufruire di eventuali agevolazioni (per farti un esempio, come cittadina del comune dove abito ho gli sconti sul biglietto di tutti gli autobus di Palma, pur non vivendo a Palma). Bada bene che l'empadronamiento non è la residenza, dice solo che il tuo indirizzo attuale è quello che indichi. Se cambi comune allora devi fare l'empadronamiento nel nuovo comune.

La residenza, che viene impropriamente chiamata NIE verde per il fatto che la tesserina che ti viene rilasciata è di colore verde, ti dà il permesso legale di vivere in Spagna. Viene rilasciata dalla Polizia dopo tua richiesta e se naturalmente hai i requisiti adatti per ottenerla. Puoi risiedere in un solo posto per cui se prendi la residenza in Spagna devi lasciare quella italiana e quindi una volta ottenuta quella spagnola sei ufficialmente un italiano residente all'estero e devi iscriverti all'AIRE e ovviamente pagare le tasse in Spagna (mi sto riferendo a non pensionati, per i pensionati la situazione del pagare le tasse può essere diversa).

Poi ci sono altre pratiche da sbrigare a seconda delle differenti situazioni.

ciao Oriana,
non so come ringraziarti per la tua testimonianza, è proprio quello che cercavo!
Ti assicuro che sono una persona intraprendente e mi sono attivata per trovare on line tutte le informazioni sulle pratiche e documenti utili ma tu non hai idea di che confusione c'è! Partiamo dalla richiesta del NIE, non ti dico quante persone affermano ad esempio che non viene rilasciato se si richiede ammettendo che si è alla ricerca di lavoro! Meglio inventarsi che serve per aprire un conto in banca, questo è quello che consigliano! Ma dico... se per essere assunti occorre essere in possesso del NIE... allora come si fa?! Sembra il cane che si morde la coda!!!
Detto questo: per richiedere il NIE presso l'ambasciata è necessario specificare di avere un domicilio in spagna? perchè io in questo momento non ce l'ho un indirizzo concreto!Fare il NIE è "impegnativo"? nel senso posso farlo in qualsiasi momento (anche magari durante una vacanza alle canarie) per poi magari non avere occasione di usarlo? ha una scadenza? Mi sembra di capire che una volta aveva una durata di 3 mesi, ora non piu'.
Per essere assunti è necessario l'empadronamiendo o è sufficiente solo il nie e la carta di identità o passaporto italiano e tipo un'autocertificazione di domicilio?
In merito all'alloggio, tu come ti sei organizzata? Io avrei pensato di trovare dall'Italia on line una stanza in un piso compartido :-) (anche magari per avere un po' di compagnia all'inizio)... ma poi si puo' richiedere l'empadronamiento se si condivide così una casa senza un contratto di affitto a me intestato?
In merito al lavoro e alla conoscenza delle lingue: io sono laureata in biologia e lavoro da tanti anni nell'ufficio personale di 1 azienda (mi occupo del controllo delle presenze, delle assunzioni, eccetto che della vera e propria elaborazione delle buste paga), parlo abbastanza bene spagnolo (ho vissuto 3 mesi in spagna dopo la laurea e continuo a studiarlo con corsi serali) e inglese scolastico... cosa mai potrei trovare come lavoro alle canarie? sono disponibile a qualsiasi impiego inizialmente ma in spagna sono disponibili a offrire lavori in ambiti diversi dalle proprie esperienze professionali? (in italia per esempio se sei laureato difficilmente ti assumono come operaio o cameriere...lì che mentalità c'è?). Avevo anche pensato di trovare magari uno stage, anche non retribuito, presso un consulente del lavoro proprio per fare esperienza nel mio ambito e imparare i termini tecnici... ma non so se esistono stage per mayores :-D (ho 47 anni).
Grazie 1000 per i preziosi consigli che mi vorrai ancora dare
ciao
Marina

carloemanu... grazie per la risposta ma non vedo il link (è in attesa di moderazione).... casomai me lo potete inviare in  privato?
grazie
ciao
Marina

perché cancellare un link pubblico liberamente scritto!  Non è che state dalla parte di qualcuno?!!
Comunque non mi interessa, da un posto cosi mi cancello! Buona fortuna!

carloemanu :

perché cancellare un link pubblico liberamente scritto!  Non è che state dalla parte di qualcuno?!!
Comunque non mi interessa, da un posto cosi mi cancello! Buona fortuna!

Stiamo dalla parte del nostro sito! e se tu entri in questo forum ed invece che condividere informazioni con gli utenti infili un link ad un sito che potrebbe essere il tuo, può non starmi bene.
Si tratta di correttezza.
E poi scusa, metti che avessi mal interpretato il tuo post e la tua intenzione fosse genuina, perchè scrivere un post cosi piccato? Mi indispongo a priori. 
Ad ogni modo non voglio fare polemica, se vuoi cancellare il tuo account segui questo link https://www.expat.com/it/contact.html
Grazie

Ciao Brubretta,

ti credo, sono sicura che hai cercato tutte le informazioni possibili e che hai trovato un'infinità di risposte, probabilmente tutte vere se uno pensa che ci sono tantissime situazioni che possono sembrare uguali ma che nella realtà differiscono nei particolari. Ognuno racconta la propria .

Io ho fatto lo stesso. Quando ho deciso di trasferirmi ho cercato di tutto su internet. Alla fine mi sono chiesta cosa stessi facendo, perché non chiedere informazioni alle autorità che rilasciano i documenti spiegando esattamente la mia situazione. E una volta fatto questo tutto è andato liscio come l'olio.

Per esempio il NIE, se uno non è sicuro delle risposte che legge su internet perché non chiamare l'ambasciata spagnola o il consolato spagnolo? Pochi minuti e sai con sicurezza cosa ti serve giusto per la tua situazione. Io ho fatto così, chiamato e risolto i dubbi.

Allora per quanto riguarda il NIE (naturalmente secondo la mia esperienza):

- Il NIE puoi richiederlo nel tuo paese di residenza o in loco.
Se lo chiedi nel tuo paese di residenza ti rivolgi all'ambasciata spagnola o se è più comodo al consolato (comodo intendo che dal momento che ti devi presentare di persona magari l'ambasciata è molto distante da dove vivi e hai invece un consolato più vicino).
Se lo chiedi in loco allora lo devi fare presso el Cuerpo Nacional de Policiá.

- In entrambi i casi devi prendere un appuntamento quindi non basta solo presentarsi lì e fare la richiesta.

- si richiede compilando il modello EX 15 (modelo EX15) e lì devi indicare il motivo. Se controlli il modulo vedrai che hai tre scelte, ragioni economiche, ragioni professionali, ragioni sociali. Qui magari puoi chiedere alle autorità in quale categoria cade il tuo motivo di richiesta. Se vuoi vedere il modello googla "Ex 15 NIE" e lo trovi.

- Per richiedere il NIE non è necessario il domicilio in Spagna (empadronamiento), per fare l'empadronamiento devi invece avere il NIE.

- sul fatto che il NIE abbia una scadenza non sono sicura. Almeno sul documento del NIE non è indicata nessuna scadenza. ll mio NIE è dell'aprile 2017 e ho sempre usato quel documento (che altro non è che un foglio A4 che  mi hanno mandato via mail e che ho stampato, incredibile :-)) senza problema. Però è vero che anche io ho letto questa cosa in giro su internet, che il NIE vale tre mesi. Notare però che il NIE è una combinazione unica di lettere e numeri per cui una volta che l'hanno assegnato a te non possono darlo ad altri quindi la faccenda della scadenza non l'ho capita, magari qualcuno che legge questo commento ne sa un po' di più e può illuminarci.

- Una cosa però l'ho capita è il fatto che lo rilasciano se veramente capiscono che lo utilizzerai. Per esempio, se uno dice mi serve per cercare lavoro, vuol dire che tu cercherai lavoro ma non sei sicura che lo troverai e non si sa se resterai in Spagna, quindi può succedere che quel NIE non lo utilizzerai mai. Se invece vieni prima in Spagna a cercare lavoro (puoi cercare lavoro mentre sei turista), poi lo trovi e allora richiedi il NIE perché hai bisogno di questo numero di identificazione per poter scrivere un contratto e vivere in Spagna. Anzi, spesso è lo stesso datore di lavoro che ti aiuta a richiedere il NIE, cioè conferma che vuole assumere proprio te e che quindi hai bisogno del NIE. Magari il fatto che vuoi iscriverti all'ufficio di collocamento spagnolo rende la richiesta del NIE più facile, non so. Per questo dico che è bene avere chiara la propria situazione, sapere quello che si vuole fare e ottenere e poi telefonare alle autorità per ricevere le risposte. Ti assicuro che diventa tutto più facile.

La domanda se richiederlo nel paese dove uno risiede o se farlo in loco.
Io ho trovato più comodo farlo dove vivevo (che era in Svezia) perché:

1. devi prendere appuntamento e se lo vuoi fare quando stai in vacanza hai i giorni limitati. Io per esempio ero a Maiorca ma non c'era un appuntamento disponibile per i giorni che ero là per cui l'ho fatto una volta tornata a casa in Svezia.

2. Ci vuole del tempo per ottenerlo e se ti chiamano perché magari mancano dei documenti che fai? prendi l'aereo e parti??

3. Facendolo nel tuo paese parli la tua lingua e tutto diventa più facile. Lo fai in loco la polizia ti parla solo spagnolo, punto! Capire cosa ti dicono è facile ma quando devi spiegare tutti i particolari diventa più difficile e si sa non tutti hanno la pazienza di ascoltare e voler capire.

Grazie 1000, come al solito! A mio modesto parere penso che sia meglio fare il NIE appena possibile... perche' non credo che un datore di lavoro spagnolo abbia la pazienza di aspettare che uno si  faccia il NIE, sempre che uno non abbia una professionalità così ricercata...
Invece,perdonami... tornando all'altra mia domanda...sapresti dirmi se in spagna sono disponibili a offrire lavori in ambiti diversi dalle proprie esperienze professionali? in italia per esempio se sei laureato difficilmente ti assumono come operaio o cameriere... lì che mentalità c'è in merito? Penso che Maiorca e canarie,vivendo per lo piu' di turismo, si somiglino e abbiano un'offerta lavorativa simile, anzi che addirittura alle canarie si senta meno la stagionalità nel lavoro,visto che il clima è praticamente costante tutto l'anno!

Brubretta, purtroppo per la questione lavoro e discriminazioni lavorative non so dirti molto.

Nel settore turistico c'è molto lavoro qui a Maiorca e per come la penso io se cerchi un lavoro nel settore turistico e un lavoro non all'altezza delle tue qualifiche non hai nessun motivo di menzionare la tua laurea.

Ti faccio un esempio per spiegare quello che intendo dire: tu scrivi che lavori nell'ufficio personale di un'azienda, che parli bene lo spagnolo, che sai un po' di inglese e magari se ci pensi ancora un po' hai altre qualifiche che possono servire. Ecco se cerchi un lavoro nel settore turistico che richiede il contatto con le persone sono queste le caratteristiche/esperienze di cui devi parlare e che devi mettere nella eventuale lettera di presentazione. Scrivere che hai una laurea in biologia quando non si tratta di un lavoro attinente alla tua laurea puoi benissimo ometterlo. Avere una laurea non implica il dovere di farlo sapere a tutti, ovviamente se durante il colloquio di lavoro ti chiedono i titoli di studio devi dire la verità, non è mai bene costruire un rapporto di qualsiasi genere sulle bugie, ma se nessuno te lo chiede vuol dire che non è importante per la posizione che stai cercando.

Ora non so che lavoro cerchi, ma fai l'esempio di operaio o cameriere, in quel caso non c'è nessuna ragione di nominare la laurea. Certo se però non hai nessuna esperienza come operaio può essere difficile ottenere il lavoro. Per il lavoro di cameriere credo sia più facile. Oppure come biologa puoi inventarti tu il lavoro e metterti in proprio.

Scrivere/parlare di come ottenere un lavoro è difficile perché dipende da moltissimi fattori e non solo i titoli di studio. Se uno è convinto di voler fare un passo per un cambiamento deve solo crederci e farlo. Le cose spesso si risolvono. Non si può sempre avere la sicurezza del successo già prima di provarci. Qualunque cosa verrà scritta in questo forum non ti dirà mai la verità perché quello che ho vissuto io non è detto che sarà quello che vivrai tu. Quello che è successo a me non è sicuro che succederà a te.

Hai scritto che tra un mese la tua situazione potrebbe essere quella di disoccupata e che inizialmente sei disposta a qualsiasi lavoro. Allora se sei convinta delle Canarie quale migliore situazione se non questa per provarci? Voglio dire, non dovrai avere il coraggio di licenziarti, sarai disoccupata e potrai provare a cambiare vita  :) .

Nuova discussione