Intestare un conto corrente bancario in Tunisia

Salve a tutti,
mia madre quest anno è andata in Tunisia con la badante tunisina e ha aperto un conto in Tunisia.
Non sto a raccontare le vicissitudini che mi hanno portato a iscrivermi a questo forum, mi basta dire
che a luglio è stato aperto un procedimento di amministrazione di sostegno a favore di mia madre,
per sospetta circonvenzione di incapace. Non si sa esattamente quanti soldi sono stati messi su quel
conto (dai 20 ai 40 mila). Di fatto, dopo aver scritto numerose volte alla banca senza mai aver ricevuto
risposta, sembra che ne siano rimasti 3900.
Io penso che il conto sia cointestato con la badante o quanto meno lei abbia la delega, ma lei afferma
che per la legge tunisina non è consentito per uno straniero cointestare un conto con un tunisino.
Volevo chiedere se questo è vero o se quanto meno è possibile che lei abbia la delega sul conto.
Non posso ovviamente fare affidamento sulla parola di mia madre perchè ha dei grossi problemi di
memoria, in pratica non si ricorda nulla di ciò che ha fatto.

Grazie.

Buongiorno SCADA,

Ben arrivato sul forum di Expat.com.

Ho spostato il tuo messaggio sul Forum Tunisia per una maggiore visibilità.

Questione alquanto delicata, spero che i nostri utenti sappiano darti delle indicazioni.

Cordialmente,

Francesca
Team Expat.com

Ciao. E' corretto. Un tunisino non puo' cointestare in un conto in valuta o Dinari convertibili con uno straniero.

Quanto all'eventuale procura, non saprei, ma probabilmente e' possibile, perlomeno una procura a ritirare.

A meno che questo conto non sia in Dinari puri (ovvero non convertibili).

In quanto tale puo' tranquillamente ricevere accrediti dall'estero, ma da li' si possono prelevare solo Dinari.

Se tua madre ha ottenuto un permesso di soggiorno, ha certamente potuto aprire tale tipo di conto.

Ciao e grazie della risposta. Il conto è in euro. Quello che non capisco è perchè la banca
non risponde, neppure quando ho mandato una raccomandata scritta in francese firmata da mia madre con la richiesta di un estratto conto.
Vorrei anche sapere come posso fare dall'Italia a recuperare almeno quanto è rimasto sul conto.

Ciao, purtroppo lavorare a distanza con i tunisini e' qualcosa di ancora molto difficile.

Ti assicuro che anche con i migliori questo e' un aspetto ancora critico.

In Tunisia occorre il rapporto vis-a-vis.

Il mio spassionato consiglio e' di prendere un aereo e presentarti in banca con tua mamma.

Cosi' potrai chiarire tutto, compreso avere un estratto conto completo dall'apertura in modo da verificare date e ed entita' dei prelievi.

Tieni conto che oramai tutte le banche hanno un seppur minimale accesso ai conti online. Se ti fai fare questo accesso avrai in futuro alemeno modo di monitorare lo stato del conto.

Un altro suggerimento e' di farti fare tu una procura ad operare sul conto e di fare anche con il direttore della filiale una autorizzazione (per lui) ad eseguire le disposizioni inviate via mail.

Questo sempre che intendiate mantenere il conto aperto e che tua madre permanga in Tunisia.

In caso contrario chiudi tutto, ritira la giacenza (fatti fare mi raccomando la dichiarazione per la dogana per poter portare fuori i soldi) e amen.

Godd luck! :top:

Ti aggiungo a quanto riportato da Live che alcune banche permettono al parente dell'intestatario di cointestarsi il conto successivamente, qualora fosse possibile puoi venire con tua madre e cointestare il conto e quindi operare e chiedere anche uno storico del conto dove si avrebbe evidenza di tutte le operazioni passate. Se sono stati versati molti soldi e prelevati furtivamente dalla badante puoi anche provare, prove alla mano, a fare una denuncia in polizia, senz'altro non vedresti più i soldi ma almeno lei finirebbe in galera e pure di corsa, qui non scherzano!

Nuova discussione