Fisco Italiano, questo sconosciuto

Nella convinzione che fosse necessario,  ho compilato una ceck list delle operazioni da effettuare per il trasferimento. Una volta completata, intendevo verificare le singole operazioni effettuando una sorta di zapping nel forum, dove c'é tutto ma frazionato e disperso in varie  pagine. Mi sono imbattuto in un post, davvero inquietante,  di un utente che credo che ormai non frequenti più il forum (l'ultimo post risale a 2 anni fa):
================================================
4/11/2015 utente Bruno_6_3

Evidenzio che lo scopo della convenzione è di evitare DOPPIA imposizione.
Per essere il più chiaro possibile voglio spiegarmi con un esempio.
Ipotizziamo che un pensionato INPS abbia deciso di trasferirsi in Portogallo, chiede ed ottiene dall'Inps il pagamento della sua pensione al lordo, si iscrive all'AIRE ed ottiene dal Portogallo l'esenzione per 10 anni......  omissis....
Dopo qualche anno, di solito al quarto, quinto anno, si fa vivo il fisco italiano e chiede al pensionato (italiano residente all'estero) di dimostrare di aver pagato le imposte sulla sua pensione nel Paese estero in cui risiede.
Le Autorità fiscali portoghesi rilascerà un attestato in cui dichiarerà che le tasse non le ha pagate perché esente in base alla legge..........
Allora l'Agenzia delle Entrate probabilmente eccepirà che la convenzione vale per non essere tassati due volte, non per non essere tassati affatto, quindi manderà una cartella in cui rivendicherà le imposte degli ultimi 4 anni con sanzioni, sovrattasse e interessi.
Al pensionato non resta che presentare ricorso alla Commissione Tributaria Provinciale nel modi e nei termini macchiavellici stabiliti con numerose circolari dalle medesima Agenzia delle Entrate. AUGURI! per l'esito del ricorso,  omissis...
Quello che voglio dire concludendo, e che alle Autorità Italiane proprio non va giù che i pensionati si trasferiscono in altro Paese e mi pare che stanno facendo di tutto per scoraggiare, creando confusione e l'incertezza, in considerazione anche delle ultime dichiarazioni di Boeri che appunto lamentava la fuga dei pensionati all'estero.
Naturalmente io non ho la sfera di cristallo, né conosco la verità assoluta, penso solo a quello che potrebbe succedere, sulla base di quello che vedo e leggo.
============================================================
Qualcuno ha posto il quesito all'Agenzia delle Entrate?  Sono consapevole che sarebbe un'azione infrottuosa. Non risponderebbero in modo diretto alla domanda ma si  limiterebbero a citare le leggi e i regolamenti scritti in modo bizantino adatti ad interpretazioni multiple (come sempre fa il nostro fisco amico).
filippo

evviva l'ottimismo filfor
"pacta sunt servanda" gli accordi bilaterali sono bilaterali, cioé fra due paesi
filfor?
chi sei il cugino di Boeri infiltrato in DAECH?

DARIO ALFREDO VIALE :

evviva l'ottimismo filfor
"pacta sunt servanda" gli accordi bilaterali sono bilaterali, cioé fra due paesi
filfor?
chi sei il cugino di Boeri infiltrato in DAECH?

Caro Dario, l'hai  presa per verso sbagliato.
Non sono il cugino di Boeri, se lo fossi, gli consiglierei di parlare il meno possibile in quanto, la sua funzione, non è quella di fare politica.
Quanto a daech non capisco cosa c'entra, tra l'altro, sono un non violento e,  per citare un paradosso di Woody Allen,  ”Grazie a Dio sono ateo”.
Nessun rancore da parte mia,  anche perchè sono a conoscenza dell'eccezionale contributo cha hai dato a questo forum con i tuoi preziosi consigli.
filippo

filfor
Allora l'Agenzia delle Entrate probabilmente eccepirà che la convenzione vale per non essere tassati due volte, non per non essere tassati affatto, quindi manderà una cartella in cui rivendicherà le imposte degli ultimi 4 anni con sanzioni, sovrattasse e interessi.

E' quanto nei fatti sta accadendo tra
FINLANDIA e PORTOGALLO per la convenzione già rifatta per tassare i transfughi ma non ancora applicata

SVEZIA e PORTOGALLO per la convenzione NON ancora rifatta ma in "pressione"

FRANCIA e PORTOGALLO per la convenzione  non rifatta ma poer la quale MinFinanze ha chiesto ad avvocatura o consiglio superiore un parere in merito al consentire di NON essere tassati grazie alla Convenzione.  Parere (ovviamente)  negativo ... quindi NMin Finanze FRANCIA è sulla linea di attesa ma ben posizionato.

Quindi ... sì ... le cose si muoveranno  ma  adesso  Ag.Entrate non puo eseguire  in base a quanto  riporti ... è assurdo e non corretto e  non ci sono i presupposti nè fiscali nè giuridici.

Mi spiego meglio .... potrà dare fastidio ... potrà essere pesante da sopportare per i vari Fisco (o si dice Fischi o Fisci ...  :D )  ma se sei residente fiscale ed imponibile in PORTUGAL e casualmente la tassa è IRS 0% ... sei a posto.

Peraltro a 0% sono solo i pensionati altri RNH pagano il 20 %  "flat" ... eccetera

Il Fisco ITA può solo controllarti in base alla tua presenza o meno sul suolo italico in base alle Regole del Centro d'Interessi ... regole non comprese appieno da veramente troppe persone.

Per questo per evitare che le lamentele  da parte degli altri stati aumentino ...  sarebbe meglio una minima tassazione che so 5-7 % in Portugal .... l'appiglio cadrebbe.

Un saluto

Ottimo SBERTAN,
quanto da te esposto mi sembra logico e corretto.
Grazie
filippo

filfor
non essere tassati due volte in paesi diversi possono coesistere tasse diverse per la pensione vedi la Bulgaria sulle pensioni

caro Filippo,
il tuo intervento, molto ben scritto ma senza elementi fattuali, mi é sembrato "terrorismo psicologico"
personalmente non credo che lo scenario da te prospettato si realizzerà, anche perché i pensionati italiani che si trasferiscono all'estero per motivi fiscali restano una infima minoranza rispetto alla totalità dei pensionati italiani
tutto qui
ciao
Dario

DARIO ALFREDO VIALE :

caro Filippo,
il tuo intervento, molto ben scritto ma senza elementi fattuali, mi é sembrato "terrorismo psicologico"
personalmente non credo che lo scenario da te prospettato si realizzerà, anche perché i pensionati italiani che si trasferiscono all'estero per motivi fiscali restano una infima minoranza rispetto alla totalità dei pensionati italiani
tutto qui
ciao
Dario

Scusami Dario
ma forse non hai notato che lo scritto non è mio ma dell'utente BRUNO_6_3
e siccome l'argomento era stato abbandonato senza risposte, mi interessava conoscere
il vostro parere.
Un caro saluto.
filippo

ok, visto
ciao

Buongiorno a Tutti e a  Francesca,
fermo restando che condivido quanto riportato da Dario, colgo l'occasione per rivolgermi
alla Team Leader proprio per evitare di poter essere frainteso da qualcuno anziché qualcun'altro in merito :
a certi  interventi che comunque richiedono, sempre , con conoscenza o meno, esplicirazioni e chiarezze ;
e anche per la sottostante  mia riflessione.


Si può sbagliare, anche più di una volta, prima, però sbagliare dopo, o meglio continuare a farlo, è in alternativa da "esagerati" o da "malafede".

Peggio ancora se ci si trova ad affrontare delle problematiche senza conoscere realmente le cose/i fatti e costruire discorsi senza le basi o non sapere addirittura di cosa si stia parlando.

Mi permetto di invitare tutti a sollevare e di conseguenza affrontare le diverse problematiche con competenza e soprattutto con consapevolezza per evitare confusione e situazioni stancanti se non addirittura molto sfibranti.

Non mi ritengo assolutamente migliore o più  competente degli altri ma un po' più di buon senso potrebbe essere di maggior aiuto a capire ed affrontare le problimatiche che "noi espatriati " abbiamo da affrontare.

La mia riflessione rispecchia il mio stato d'animo  leggendo tante "enunciazioni" senza competenza e peggio ancora conoscenza della tematica.

Spero di avere esplicitato chiaramente e soprattutto in maniera semplice il mio concetto senza pregiudizio verso alcuno.

Non me ne vogliate, molto cordialmente,

alfredo luigi caruso

Buona sera a tutti, vorrei solo ricordare che ottengono l'esenzione anche i "portoghesi" che riscuotono una pensione all'estero e che sono residenti nei paesi erogatori. Quindi valgono le stesse regole previo ottenimento della nuova residenza etc etc e doppia  imposizione.
Il nostro status di residenti in Portogallo ci permette di godere dell'accordo Italia/Portogallo circa la doppia imposizione e quindi poter sottoscrivere un "accordo" (io) Franco /Portogallo con il fisco portoghese che a fronte della denuncia dei redditi presentata entro marzo non esige tasse. In questo accordo tra me Franco ed il Portogallo il nostro fisco non può mettere il becco. Potrebbe non rinnovare l'accordo sulla doppia imposizione con il Portogallo ma non sostituirsi al fisco portoghese. Questo  ciò che penso. Buona notte a tutti

questa non mi è chiara .. o perlomeno mi è sconosciuta
vorrei solo ricordare che ottengono l'esenzione anche i "portoghesi" che riscuotono una pensione all'estero e che sono residenti nei paesi erogatori.

cioè un portoghese che ottiene la pensione DA FRANCIA ed è IVI (n Francia) RESIDENTE ??

E' ovvio NON E' RESIDENTE FISCALE IN PT e non ha obblighi ..... mica è esentato !!

Oppure fraintendo (e come ...) ed allora spiega meglio.

Funziona come per noi italiani.
Siamo pensionati
Siamo residenti in Italia
Non siamo stati residenti negli ultimi 5 anni
Italia paga nostra pensione
Chiediamo residenza in Portogallo nella quale dobbiamo soggiornare almeno 184 gg
Godiamo dell'accordo Italo/Portoghese
Godiamo come pensionati della esenzione tassazione per prossimi 10 anni.
Ho fatto un sunto ma funziona tra Portogallo ed ogni paese con il quale ha fatto accordo sulla doppia tassazione.
Questo uno dei problemi attualmente sul tavolo tra le varie nazioni. Con la Germania non vi sono problemi perché pensionati hanno un fisco leggerissimo. Salutoni

Franco Tedde :

Funziona come per noi italiani.
Siamo pensionati
Siamo residenti in Italia
Non siamo stati residenti negli ultimi 5 anni
Italia paga nostra pensione
Chiediamo residenza in Portogallo nella quale dobbiamo soggiornare almeno 184 gg
Godiamo dell'accordo Italo/Portoghese
Godiamo come pensionati della esenzione tassazione per prossimi 10 anni.
Ho fatto un sunto ma funziona tra Portogallo ed ogni paese con il quale ha fatto accordo sulla doppia tassazione.
Questo uno dei problemi attualmente sul tavolo tra le varie nazioni. Con la Germania non vi sono problemi perché pensionati hanno un fisco leggerissimo. Salutoni

interessante e non e come noi Italiani che paghiamo le tasse anche per i beni posseduti all'estero ?

per Chumy,  cosa intendi per beni posseduti estero?

Franco .. credo voglia  affermare che  in ITA come residente, paghi ANCHE per i beni posseduti all'estero con imposizione IVIE ed IVAFE mentre non è così per gli altri Paesi EU perlomeno non per PT , BG, DE ...

se residente ITA paghi per la 2a casa che hai in PT anche dopo aver pagato le tasse al PT

se residente PT NON paghi per la 2a casa che hai (...l'unica rimasta) in ITA , paghi solo le tasse ad ITA

IDEM Bulgaria ... e  si potrebbe continuare.

SBERTAN :

Franco .. credo voglia  affermare che  in ITA come residente, paghi ANCHE per i beni posseduti all'estero con imposizione IVIE ed IVAFE mentre non è così per gli altri Paesi EU perlomeno non per PT , BG, DE ...

se residente ITA paghi per la 2a casa che hai in PT anche dopo aver pagato le tasse al PT

se residente PT NON paghi per la 2a casa che hai (...l'unica rimasta) in ITA , paghi solo le tasse ad ITA

IDEM Bulgaria ... e  si potrebbe continuare.

esssattto

Nuova discussione