Esiste il mito Delle Filippine? Fattibilità attività...

Ciao a tutti, mi fa piacere essere qui e spero che qualcuno di voi mi possa aiutare a orientarmi...
Mi chiamo Giulio nato a Trento 21 anni fa, sono sempre stato un sognatore, ma anche una persona che bada ai fatti, lavoro come rappresentante e percepisco uno stipendio che di questi anni, sopratutto vista l'etá non è male, ma veniamo al dunque:

Un anno fa ho conosciuto una ragazza, padre italiano, madre filippina, lei abita distante e spesso passo giornate intere a casa sua e viceversa, questo mi ha permesso di immergermi a pieno nella comunitá filippina di Milano,
ho frequentato le loro rumorose feste, le loro cene e sopratutto ascoltato eterni dialoghi sulla loro terra... Ne sono uscito eternamente affascinato, starei a discuterne per ore!

Sono sempre stata una persona che desiderava trasferirsi, non me la sento di parlare male del mio paese... Solo che non fa per me!
Non voglio passare a lavorare 10 ore al giorno e vedere la mia vita che scorre, sono nel fiore dei miei anni, sono l'orgoglio dei miei genitori, ma non sono felice qui. Tutto gira intorno ai soldi e alla professionalitá.
Che dire senza neanche accorgermene nella mia mente si è insinuata l'idea di tentare fortuna nelle Filippine, sto risparmiando denaro (ho deciso di stare ancora a casa con i miei per farlo, rinuciando alla mia tanto ricercata indipendenza).
Vorrei aprire un'attivitá nelle Filippine, i parenti della mia ragazza hanno sia terreno che edifici  a Masbate.
Da qui l'idea di aprire un bar/vineria/ristorante, che potesse attirare sia turisti (i classici irriducibili che anche in vacanza desiderano la pizza) ma anche la popolazione locale, sopratutto quelle benestante (ovviamente lavorare con chi vive sotto la soglia di povertá sarebbe difficile).
Questa primavera andrò a visitare quei luoghi con la mia ragazza e i suoi zii, il fine è anche quello per me di valutarne la fattibilitá.
Preciso alcune cose:
- ho un'incredibile fiducia nei confronti della parentela filippina della mia consorte, e vi garantisco che se la meritano, non nutro dubbi.

- A Masbate avrei già la possibilitá di non dover comprare il terreno e forse nemmeno la struttura.

-Si sono giovane ma per quanto possibile non sono uno sprovveduto, so fare i miei conti.

Le mie domande sono se Masbate e dintorni possano essere una zona appetibile per questo tipo di attivitá ( non escludo in secondo tempo di utilizzare anche camere da affittare, visto che le case dei miei parenti sono attualmente disabitate ma appena edificate e in buono stato, si tratta di due case una piccola e l'altra la classica villetta di 3 piano 450mq).
Ma anche quanti soldi potrebbero servire con o senza edificazione.
Io spero di cavarmela con 20'000 € nel caso potessi usufruire della casa come struttura su cui lavorare e 45000€  o poco piú nel caso dovessi anche comprare una struttura nel caso sui 300mq. La zona non mi sembra cara.
È possibile con questo tipo di attivitá vivere in modo discreto? Non una vita da occidentale con telefoni all'ultimo grido, ma mantenere la coppia, essere sereni e potersi permettere di mangiare fuori e girare un pò il paese, insomma non vivere come un agricoltore di riso ovviamente. Premetto che ho giá letto tutto ciò che c'è su questo sito o quasi.

Scusatemi se mi sono dilungato, e mi dispiace per eventuali errori ortografici.
Qualsiasi consiglio, esperienza e  parere costruttivo è oro per me!

Ciao Giulio,

Ben arrivato su Expat.com e grazie per il tuo messaggio  :)

Ti auguro il meglio per il futuro,

Francesca
Team Expat.com

Nessuno sa darmi qualche dritta?

Ciao Giulio, io ho più di 3 volte la tua età e sono sposato da qualche anno con una ragazza filippina. Ho cercato per mesi di capire e scoprire se c'era una concreta possibilità di aprire un'attività là. Ho guardato e valutato molte zone e situazioni, appoggiato da altri amici italiani. Sinceramente l'unica attività che può avere senso è nel campo immobiliare, anche solo affittare appartamenti o spazi per vivere, parlando di lavoratori, studenti e comunque residenti, per periodi lunghi. Ovviamente cercando di essere certi della solvibilità di chi ci entra. Se poi capita lo straniero, ben venga perchè ha maggiore disponibilità. Ti sconsiglio di cuore, come un padre, la ristorazione, al 90% destinata al fallimento. Se vuoi altri consigli, se posso essere utile più che volentieri.

Nuova discussione