Tunisia paese da dimenticare?

peppeLucano :

Incredibile che caos. Non ci posso credere. Mi pare una gabbia di galline.
Possibile che Francesca non moderi questi soggetti che vomitano frustrazioni soggettive su uno spazio pubblico.
A me pare indecente.
Comunque il quadro che se ne ricava della Tunisia è paragonabile a repubbliche tipo Alcatraz o lager germanici. Se così è  ci sarebbe solo da commiserare. Una cosa sola da aggiungere riguarda il buonismo del benvenuto che viene dato ai candidati che si presentano: per favore, fatene a meno. Non siete in condizioni di serenità mentale adeguata. Lasciate perdere per rispetto di chi arriva o vorrebbe farlo.

Mi pare evidente che proprio con questo post -per nulla informativo, bensí unicamente sprezzante, distruttivo e cattivo per la sua velenosa critica...- sia tu quello che sta letteralmente vomitando. 
In quanto all'oggettività o soggettività, si da' il caso che ognuno di noi vive, esperisce e sperimenta quale soggetto e individuo;  dando quindi una sua testimonianza che NON pretende di certo poter assurgere a testimonianza quale giudizio assolutistico e generalizzante. 
Forse un po' più di rispetto e di educazione verso chi si esprime per dare un'idea anche non soltanto ideale della questione, sarebbe cosa auspicabile e dignitosa  (a meno che proprio tutti volessero paraocchi, da alternare agli occhiali rosa, pur di almeno risparmiare ... a tutti i costi -ma lo dico con tutto rispetto- conscia pure delle varie e diverse sensibilità e necessità!) -
Soltanto pensavo che in taluni eccedendo un pochino, a volte e per l'appunto, tanto e tale entusiasmo (all'idea di venire qui)  forse qualche presa di posizione non cosí idealizzante avrebbe indotto le persone in procinto di decidere verso quale meta salpare, a un po' tutto tenere in considerazione. Questo però -N.B.- non per scoraggiare, bensí affinché le persone si accingano a partire su basi un po' più realistiche, un po' equilibrate nelle "aspettative"; in modo da non poi trovarsi a disagio in quanto almeno un tantino preparate... a non cascare sulle classiche bucce di banana.  Si va' all'estero, ci si rallegra e come fossero vacanze, lo si fa con spirito costruttivo e con positività, si intende e auspica il meglio, si sorride a chi ci sorride ma.... proprio questo può far vivere peggio taluni aspetti, SE non un tantino cogniti in partenza riguardo a certe precauzioni da prendere. Nessuno ha bisogno di questo? Disturbo perché non mi limito a dire dove si trova il pesce buono e il ristorante migliore? Va' bene; allora ne prendo nota e fate vobis!   Le mie intenzioni erano in positivo e ho pure detto anche di aspetti positivi e da tener in considerazione -con gratitudine, dunque-.  Quello che è certo, è che vi sono pure delle ipocrisie se qui soltanto si volesse far sembrare che si è presa una decisione geniale, intelligentissima e super-coraggiosa,  e che ora qui tutto va' bene, e con tanti saluti all'Italia "e a chi non avesse il coraggio di partire"...  A me è questo che ha fatto insorgere la sensazione che il tutto vada un tantino riequilibrato nei giudizi... Anche perché non vi è una specie di carcere da un lato e tanto da repellere, eppoi invece il paradiso con "le eterne vacanze" dall'altro... NO! Vi è la realtà terrena eppoi tutti ci portiamo dietro... noi stessi; andando all'incontro di tante altre persone -diverse in tanti sensi- e di esperienze nuove...
Buona fortuna e scusate il disturbo  :cheers:

Anto&Simo :
laviniavirginia :

Anto,  giusto per dire appunto delle diverse "opzioni" :  io senza sapere o pensare a questa faccenda del cambio, quando faccio richiesta in banca per avere l'attestazione da portare al commercialista, sono loro stessi che prendono il cambio del giorno in cui sono arrivate le somme sul conto. Poi sommano e indicano soltanto il totale, con la dicitura che specifica la natura di queste entrate (pensionistiche appunto).  Poi è questo che mi viene richiesto dal commercialista; soltanto la dicitura e il totale. Punto...

Abbiamo affrontato questo problema proprio con il direttore della banca, questo è applicabile con il conto in dinari convertibili in quanto aprendo lo storico del conto si evince l'ingresso delle somme in valuta estera e il totale di cambio in quella data, per i conti in Euro invece questo non è possibile o quanto meno richiederebbe tempo quindi la conversione viene fatta dal commercialista sulla base del tasso di cambio ufficiale della banca centrale tunisina, ci sono moduli appositi da compilare a cura del commercialista, nel caso invece del cambio fatto dalla banca lo fanno (di norma) al giorno della richiesta, a noi veniva da pagare in più oltre 1500 dinari di tasse.

Grazie per questa indicazione e precisazione! Allora provvederò pure io in tal senso.

Free 2018 :

Ciao Antonello,
Non penso sia rivolto a te. Tu dai solo suggerimenti per semplificare e consigli utili per la burocrazia.
C'è invece chi scrive i suoi problemi che non hanno nulla da condividere con gli utenti del foro.

giusto per parlare mi ha appena telefonato un amico di vecchia data che ho aiutato gratuitamente in questi giorni a sbrigare le pratiche di residenza a Sousse, ieri lo avevo accompagnato a Tunisi dove ha deciso di alloggiare in albergo Tunisia Palace nel centro di Tunisi, vicino la medina per visitare la città. Mi ha appena telefonato lamentandosi di aver cambiato 4 camere in albergo per malfunzionamenti vari (è un 4 stelle in un palazzo storico), alla richiesta di due teli da bagno supplementari gli è stato risposto che "non sono previsti" (al suo rientro farà una recensione negativa su booking), a ristorante a Tunisi ha dovuto discutere con il ristoratore perché aveva fatto lievitare il conto di 10 dinari a persona adducendo al fatto che aveva portato "porzioni abbondanti", l'amico dice che vuole tornare a Sousse… questo è il mondo tunisino, purtroppo con tante persone perbene ci sono i soliti disgraziati che vanificano tutti gli sforzi fatti per far progredire questo paese che non dimentichiamo vive sul turismo e dovrebbe avere un punto di vista differente verso i turisti partendo dalle istituzioni e finendo agli artigiani e commercianti… e sono da poco trascorse 24 ore a Tunisi, non oso immaginare cosa potrebbe riportarmi il 28 quando ci incontreremo in aeroporto.

mah....vogliamo parlare delle bottigliette d'acqua al Colosseo?.....O dei conti dei ristoranti a Venezia?....

Tutto il mondo è paese.

Live in tunisia :

mah....vogliamo parlare delle bottigliette d'acqua al Colosseo?.....O dei conti dei ristoranti a Venezia?....

Tutto il mondo è paese.

No perché qui si parla della Tunisia e non dell'Italia dove, del resto un conto è prendere qualcosa davanti al Colosseo (dove le bottigliette d'acqua vengono date gratuitamente ai turisti nella metro) o seduti a piazza San Marco o a Piazza Navona e n'altro andare in uno squallido ristorantino a Tunisi, se permetti sono due cose ben differenti ma... qui si parla della Tunisia e delle truffe adottate dalle istituzioni e dalle botteghe ai danni dei nostri concittadini che vengono qui in vacanza o per cambiare la residenza e serve proprio a metterli in guardia contro questi avvenimenti.

Sì, perché si è tanto comprensivi, tolleranti, pazienti, ragionevoli, positivi e quant'altro... e cosí chiudi un occhio oggi, uno domani e avanti cosí, fino a "rischiare di perderli per impiego errato della loro funzione naturale, per tanto doverli chiudere entrambi   :unsure  Va' bene tutto, ma proprio farsi prendere per il c., o per vacca da latte senz'ombra però di erba da pasto, o per plumati da spennare dopo vari salassi ... (ne va' insomma della decenza)   :D
In vacanza ci si passa anche sopra e pazienza, mentre ora non siamo in vacanza   :D   per qui dover dunque "portare sulle spalle un quintale di pazienza e di spirito di adattamento" che a volte finisce nella spazzatura  :huh:  :lol:
(Ogni tanto scherzarci sopra fa bene)  :proud

laviniavirginia :

Sì, perché si è tanto comprensivi, tolleranti, pazienti, ragionevoli, positivi e quant'altro... e cosí chiudi un occhio oggi, uno domani e avanti cosí, fino a "rischiare di perderli per impiego errato della loro funzione naturale, per tanto doverli chiudere entrambi   :unsure  Va' bene tutto, ma proprio farsi prendere per il c., o per vacca da latte senz'ombra però di erba da pasto, o per plumati da spennare dopo vari salassi ... (ne va' insomma della decenza)   :D
In vacanza ci si passa anche sopra e pazienza, mentre ora non siamo in vacanza   :D   per qui dover dunque "portare sulle spalle un quintale di pazienza e di spirito di adattamento" che a volte finisce nella spazzatura  :huh:  :lol:
(Ogni tanto scherzarci sopra fa bene)  :proud

Giusto quanto dici, anche perché sono finiti i tempi dei viaggi dell'avventura, come nei nostri locali europei sono ben esposti i prezzi e le tariffe e nella maggior parte delle segnalazioni quelli erano proprio i prezzi evidenziati all'interno dei negozi lo stesso avviene qui dove ormai quando si va a ristorante si guarda sia la pietanza (che alla fine è sempre la stessa… o il "dinde" in tutte le salse o la "dorade" sempre in tutte le salse con qualche piccola variante di filetto, entrecote e bistecca con osso) che il prezzo e il conto viene fatto mentalmente in automatico, di certo con una spesa prevista di 30 dinari e un conto di 60 qualche campanello si accende e si chiede la giusta rivalsa… ritengo che queste discussioni servano ai nostri connazionali che vogliono venire in Tunisia ed hanno il modo di aprire gli occhi come già fanno durante i viaggi nelle nostre città europee.

peppeLucano :

Incredibile che caos. Non ci posso credere. Mi pare una gabbia di galline.
Possibile che Francesca non moderi questi soggetti che vomitano frustrazioni soggettive su uno spazio pubblico.
A me pare indecente.
Comunque il quadro che se ne ricava della Tunisia è paragonabile a repubbliche tipo Alcatraz o lager germanici. Se così è  ci sarebbe solo da commiserare. Una cosa sola da aggiungere riguarda il buonismo del benvenuto che viene dato ai candidati che si presentano: per favore, fatene a meno. Non siete in condizioni di serenità mentale adeguata. Lasciate perdere per rispetto di chi arriva o vorrebbe farlo.

Non posso che quotare....benvenuti ad Alcatraz  :lol:  :lol:  :lol:  :lol:  :lol:  :lol:  :lol:  :lol:  :lol:

:/ Eh certo che....          seppoi venissero meno italiani in Tunisia (ma quando maaaai  :blink:  ), ecco che le agenzie di servizio potrebbero persino considerare che pure sarebbe giunta  l'età del pensionamento anche per  loro, ovvero per i titolari...    :lol:  :D  :lol:  :D  :whistle:

P.S. :   Finché la mente e il cuore sono liberi, non c'è Alcatraz che tenga... (ma buona resistenza si rafforza)  :top:   
:thanks:

peppeLucano :

Incredibile che caos. Non ci posso credere. Mi pare una gabbia di galline.
Possibile che Francesca non moderi questi soggetti che vomitano frustrazioni soggettive su uno spazio pubblico.
A me pare indecente.
Comunque il quadro che se ne ricava della Tunisia è paragonabile a repubbliche tipo Alcatraz o lager germanici. Se così è  ci sarebbe solo da commiserare. Una cosa sola da aggiungere riguarda il buonismo del benvenuto che viene dato ai candidati che si presentano: per favore, fatene a meno. Non siete in condizioni di serenità mentale adeguata. Lasciate perdere per rispetto di chi arriva o vorrebbe farlo.

In uno spazio pubblico come il nostro, tutti hanno il diritto di scrivere ed esporre le proprie esperienze, altrimenti che ci stiamo a fare qui?
Su chi, cosa e come viene moderato, abbi pazienza ma lo decido io. Ti informo anche che è grazie agli utenti di vecchia data che questo forum è tutt'ora in vita e fonte preziosa di informazioni per chi vive o vuole trasferirsi in Tunisia.
Nessuno però ti obbliga nè alla lettura dei post nè a seguire questo forum.
Cosi giusto per essere chiari.

Buongiorno,
Da che momento scatta l'obbligo di presentazione della dichiarazione dei redditi per gli europei residenti in Tunisia?
Grazie a chi mi fornirà info.
Per ciò che riguarda la supposta eccessiva burocrazia e corruzione vorrei riportare che nel giugno 2017 sono tornato per lavoro in Italia dopo 15 anni di Africa occidentale e Centrale e nel settembre 2018 l'ho lasciata senza rimpianto e anzi con retrogusto amaro e disgustato.
UnPessimopaese, non Belpaese e vi assicuro che non sono mancate le occasioni per vergognarmi di esserne cittadino.
Ho operato come amm.re unico di società europee in vari paesi africani, e quindi conosco la materia come diretto interessato, e posso affermare con tranquillità che il degrado morale, la corruzione e la burocrazia che ammorbano l'Italia sono pari agli ultimi paese del terzo mondo.
La Tunisia non è esente da tali malesseri, ma a raffronto dell'Italia è una verginella e i suoi cittadini sono delle persone civili e molto spesso educate e gentili, se poi c'è qualcuno si è fatto fregare e grida allo scandalo io credo che lo sarebbe stato anche nello Stato del Vaticano.

:thanks:

glauco2013 :

Buongiorno,
Da che momento scatta l'obbligo di presentazione della dichiarazione dei redditi per gli europei residenti in Tunisia?
Grazie a chi mi fornirà info.
Per ciò che riguarda la supposta eccessiva burocrazia e corruzione vorrei riportare che nel giugno 2017 sono tornato per lavoro in Italia dopo 15 anni di Africa occidentale e Centrale e nel settembre 2018 l'ho lasciata senza rimpianto e anzi con retrogusto amaro e disgustato.
UnPessimopaese, non Belpaese e vi assicuro che non sono mancate le occasioni per vergognarmi di esserne cittadino.
Ho operato come amm.re unico di società europee in vari paesi africani, e quindi conosco la materia come diretto interessato, e posso affermare con tranquillità che il degrado morale, la corruzione e la burocrazia che ammorbano l'Italia sono pari agli ultimi paese del terzo mondo.
La Tunisia non è esente da tali malesseri, ma a raffronto dell'Italia è una verginella e i suoi cittadini sono delle persone civili e molto spesso educate e gentili, se poi c'è qualcuno si è fatto fregare e grida allo scandalo io credo che lo sarebbe stato anche nello Stato del Vaticano.

Glauco2013,  Caspita!  Grazie per questa disanima della situazione.  Sic e oibó, non avrei immaginato e questo, avendo vissuto in paesi soprattutto del nord dove ciò era erba(ccia) ben rara. Ma neppure in Spagna ho vissuto di queste cose, pur essendoci vissuta per div. decenni e pure essendo che determinate situazioni e modi di procedere erano cambiati proprio negli ultimi 15-20 anni (in meglio). Non mi riferisco però di certo al ciarpame politico (con le connivenze e le grandi opere atte soltanto a garantirsi posticini al caldo e voti) e a comode leggi improvvisate ad hoc, per rimpolpare talune casse spagnoleggiani... a danno dei suoi cittadini (me inclusa - ed eccomi qua).   :D

laviniavirginia :

:/ Eh certo che....          seppoi venissero meno italiani in Tunisia (ma quando maaaai  :blink:  ), ecco che le agenzie di servizio potrebbero persino considerare che pure sarebbe giunta  l'età del pensionamento anche per  loro, ovvero per i titolari...    :lol:  :D  :lol:  :D  :whistle:

ma a te che prude? :whistle:  :offtopic:

:/  Niente, Live, proprio niente salvo forse un piede (non avendoli tutti ben fissi sul territorio, ma senza colpe di e per nessuno.  Questioni di gusti e umori; destini e momenti della vita. E voglia di pure scherzarci sopra un pochino  ...)      :unsure  :shy  ;)

glauco2013 :

Buongiorno,
Da che momento scatta l'obbligo di presentazione della dichiarazione dei redditi per gli europei residenti in Tunisia?
Grazie a chi mi fornirà info.
Per ciò che riguarda la supposta eccessiva burocrazia e corruzione vorrei riportare che nel giugno 2017 sono tornato per lavoro in Italia dopo 15 anni di Africa occidentale e Centrale e nel settembre 2018 l'ho lasciata senza rimpianto e anzi con retrogusto amaro e disgustato.
UnPessimopaese, non Belpaese e vi assicuro che non sono mancate le occasioni per vergognarmi di esserne cittadino.
Ho operato come amm.re unico di società europee in vari paesi africani, e quindi conosco la materia come diretto interessato, e posso affermare con tranquillità che il degrado morale, la corruzione e la burocrazia che ammorbano l'Italia sono pari agli ultimi paese del terzo mondo.
La Tunisia non è esente da tali malesseri, ma a raffronto dell'Italia è una verginella e i suoi cittadini sono delle persone civili e molto spesso educate e gentili, se poi c'è qualcuno si è fatto fregare e grida allo scandalo io credo che lo sarebbe stato anche nello Stato del Vaticano.

Dai Glauco, ammetto che hai delle amarezze e che operando in Paesi del terzo mondo hai avuto modo di scontrarti anche con problematiche nazionali ma il nostro Paese è un'eccellenza mondiale sotto i più svariati aspetti oltre ad essere tra i 7 paesi industrializzati, insomma non siamo tutta sta schifezza che ci hanno voluto far credere e vivendo all'estero lo vedi, per questo perdonami ma non mi permetto lontanamente di dire che la Tunisia è una verginella nei confronti dell'Italia, la corruzione ci sta dovunque ma qui in Tunisia se ti muovi in modo differente dalla quotidianità del pensionato tipo la vedi realmente e vedi tutto lo schifo che ci sta dietro come conosci le tante persone che la combattono giornalmente.
Poi ti rispondo come ho risposto già a Live, qui non siamo sul forum Italia ma su quello Tunisia e non serve polemizzare su ciò che ci sta in Italia, in Cile e in Angola ma è opportuno informare i nostri connazionali che vogliono espatriare sulle varie situazione che si possono verificare e sulle persone che si possono incontrare compresi italiani truffatori.

Per la precisione ad Hammamet agenzie regolarmente iscritte alla camera di commercio e con partita Iva siamo solo tre, tutte le altre  che si spacciano per agenzie non sono nient'altro che pensionati che vogliono arrotondare le loro già alte pensioni, qualcuno di loro è già stato denunciato all'INPS, consiglierei a tutti coloro che si affidano a qualcuno di queste fantomatiche agenzie di chiedere loro i documenti.

Nuova discussione