presentazione

Un  saluto grande a tutti. Sono (siamo) una coppia di diversamente giovani, over 70 ahimè ma non è mai troppo tardi per nulla se non per il passato. Intenzione: cambiar vita cercando nuovi stimoli ed esperienze, delusi dal nostro paese natale che, sperando di sbagliare, vediamo sempre più ostaggio di ignoranza e cattivi sentimenti. Non mi dilungo per non annoiare su cose ritrite.
Scopo di questa iscrizione è quello di un dialogo, una ricerca di consigli ed esempi di vita vissuta. Non conosciamo il Portogallo e siamo orientati a clima mite e abbastanza asciutto, tranquillità senza dimenticare una certa comodità ai servizi essenziali. L'aspetto finanziario è importante ma non imprescindibile, entrambi con pensioni decenti e proprietari di casa. Certo che incrementare le proprie entrate e vivere più agiatamente non schiferebbe ovvio.
Chiunque vorrà fornirci indicazioni utili ha da ora un sentito grazie come lo avranno anche coloro che parteciperanno in qualunque maniera.
Ps: non è il caso di dilungarsi sugli aspetti burocratici. Per vita vissuta e letture varie la cassetta degli attrezzi è abbastanza attrezzata.
Ancora un salutone che potrà anche diventare, spero, un abbraccio (se gradito lo ignoro) :D

Buongiorno giemme,

Ben arrivato su Expat.com e grazie per la presentazione.

Il nostro forum Portogallo è davvero ricco di informazioni e consigli sulla vita nel paese che sono state gentilmente inserite dagli utenti, alcuni già expat ed altri in fase/con progetto di trasferimento

Ti consiglio di iniziare con una lettura del materiale disponibile, ci vuole un po' di tempo ma ne vale la pena.

Un saluto  :)

Francesca
Team Expat.com

Grazie Francesca, in realtà essendo persona estremamente pignola (ai limiti del pedante, ahimè i difetti non li ha solo chi non li ammette) avevo letto tutto o quasi. Molto interessanti e utili in generale, mi auguro ne arrivino sempre di nuovi. Ottimo, ben frequentato e ben gestito sito, per inciso.
Un saluto Guido

buongiorno Giemme
sul sito troverai un sacco di amici disposti a darti informazioni
io ho scelto Porto ed il nord del Portogallo e divido la mia vita fra Porto, la Savoia e la Costa Azzurra
Il Portogallo, come l'Italia, é molto vasto con aspetti climatici diversissimi:
oceano, montagna, fiumi, campagna
clima caldo in Algarve, temperato nel centro e nel nord
città grandi, Porto e Libona, città d'arte medie e piccole, bellissime, Guimaraes, Sintra, Coimbra
un piccolo consiglio:
emigrare alla nostra età é una scelta di vita complicata
é mia modesta opinione che non deve
solo dipendere da fattori fiscali
i cui vantaggi sono reali ma che si avvertono veramente solo ad un livello almeno medio alto, tipo per chi é tassato al 30/40% in Italia
emigrare comporta un cambiamento di vita, non é come passare una vacanza
consiglio da emigrato giramondo da più' di trent'anni
il mio più' grande trauma, per me piemontese 4/4, fu passare il Ticino e da Torino andare a vivere a Milano negli anni 70
nonostante la koinè dell'italiano, in realtà lingua e mentalità diversa, usi diversi, gente diversa benché molto simile, quindi...
buon percorso e se necessiti informazioni siamo in tanti a disposizione
un caro saluto
ciao Dario

Grazie per le considerazioni. Certamente gli aspetti da valutare sono diversi e non solo quello delle tasse.

Buongiorno a tutti, sottoscrivo quanto rimarcato da Dario, ovvero che vivere in Portogallo non deve essere solo una scelta fiscale, ma una scelta di vita.
Sono in Portogallo da un mese e mezzo e, sinceramente, di benefici economici ne vedo pochi, ma sul fronte dello stile di vita molti più dì quanti ne immaginassi.
Dal vivere a Milano a vivere a Săo Martinho do Porto è stato un cambio radicale sotto ogni aspetto. E mi piace vivere qui, tra gente che per strada ti saluta e sorride (non proprio tutti) che il proprietario del negozio e del bar scambia volentieri due parole con te (il fatto che siano solo due è colpa del mio scarsissimo portoghese), che puoi camminare a piedi respirando aria e non smog, che trovi parcheggio davanti casa, che anziché il rumore caotico del traffico senti il suono delle onde dell'oceano. La vita ha un altro ritmo. Sia chiaro, non è il paradiso, ma un modo diverso di vivere la vita. E i benefici fiscali se non hai già una ricca pensione li avverti veramente poco.

Carissimi,
Riflessioni più che condivisibili. E' chiaro che sono scelte di vita che definire impegnative è un eufemismo e che su tutto sono improntate a necessità, tendenze, predilezioni che come tali afferiscono alla soggettività.
Vado sul personale: io amo maggiormente un natura verdeggiante e di conseguenza accetto la piovosità, la mia compagna (moglie ma non mi va chiamarla tale) all'opposto è felice nel secco che le fa pure bene alla salute.
L'orientamento è giocoforza, almeno in prima battuta, per il sud, di conseguenza esperienze di residenti sarebbero benvenute.
I vantaggi economici concordo non possono essere la ragione primaria. Molti coetanei scelgono paesi come Bulgaria e Romania e simili. Io non lo farei neppure se mi decuplicassero le entrate. Tuttavia quando la convenienza è dell'ordine di circa il 35% sarebbe, a mio vedere, sciocco non tenere l'aspetto nella giusta considerazione. Questo non perché ciò consente di figurare o di esibirsi (nulla di più distante dal mio modo d'essere) ma in quanto una relativa agiatezza offre maggiori opportunità sia rispetto all'ordinario vivere quotidiano, sia per muoversi, conoscere, inserirsi in contesti culturali più interessanti. E il sottoscritto che ama tanto la terra e lo sporcarsi le mani con essa, quanto arricchire il sapere in ogni sua declinazione non vorrebbe fare il pensionato sereno ma nullafacente per quel che gli resta della vita.
Ancora un ringraziamento e scusate se vi ho annoiato, ci riesco spesso.
Guido

concordo su tutto

Nuova discussione