Costo della vita in Romania - 2018

Buongiorno,

Chiediamo il vostro contributo per un aggiornamento sul costo della vita e sull’aumento dei prezzi in Romania nell’ultimo anno.

Qual’è il vostro budget mensile e quanto spendete per:

> L’affitto (o acquisto) di appartamento o casa

> Le utenze (luce, acqua, gas)

> L’abbonamento telefonico ed internet

> Il trasporto pubblico o la benzina se avete la macchina

> I generi alimentari come pane, pasta, latte, pesce, carne, frutta e verdura
> L’assicurazione sanitaria, le visite specialistiche, il dentista, i medicinali

> I figli: scuola e materiale, attività extracurriculari

> Palestra, cinema, pranzo/cena nel vostro ristorante preferito

La lista è indicativa, aggiungete tutti gli elementi che volete!

Mi raccomando di specificare la zona/città dove abitate e il numero di persone che compongono il nucleo familiare.

Grazie alla vostra testimonianza possiamo aiutare chi sta per trasferirsi in Romania.

Francesca

Posso dare il mio contributo considerando che soggiorno in Romania da 5 mesi circa, pertanto non posso essere molto di aiuto se l'intento era quello di paragonare quanto da me sottoscritto con il costo della vita di un anno fa.
Vivo con la moglie, non abbiamo figli e viviamo in Constanta oppure in Galati.

Energia Elettrica: 5,6 volte in meno rispetto all'Italia ( €/Kwh 0,14 tutto compreso contro €/Kwh 0,74 tutto compreso che pagavo in Italia con E.ON Luce). Se non si consuma non si paga nulla.
Carburante: €/lt 1,10 ( circa il 20% in meno rispetto l'Italia )
Autostrade: con circa 30 euro l'anno puoi percorrere tutte le autostrade, 24/24h, 365gg/anno. Su alcune autostrade è presente il pedaggio al costo di una mancia.
Parrucchiere uomo: 4€ ( 4 volte in meno rispetto al mio vecchio parrucchiere Italiano, eppure il taglio e il servizio è uguale ).
Pane: lo si acquista al pezzo, con 80 centesimi di euro ci si sfama in tre ( non posso omettere di scrivere che è migliore e mangiabile anche il giorno dopo, sempre riferito a quello che mangiavo in Italia ).
Medicinali: a riguardo posso solo informare che non si è obbligati ad acquistare una intera confezione ma anche solo parte del contenuto; il costo viene semplicemente diviso.
Pizza: mi sembra di averlo già scritto in passato ma lo ripeto. In Italia ( al nord ) di pizze ne ho mangiate a bizzeffe ( in famiglia ne siamo ghiotti ) ma la miglior pizza, mi dispiace per Voi italiani rimasti in patria, me la sto gustando qui in Romania. Ci sono due catene di pizzerie che sfornano delle vere opere d'arte ad un costo proibitivo di 3,80euro.
Autolavaggio: con 8 euro lavaggio esterno a mano e pulizia interna della autovettura.
Internet e TV: 12euro è il fisso mensile per il servizio telefonico fisso+internet in fibra ( 902,3Mbps in down e 193,3Mbps in up ) + tv via cavo in HD.
Re-immatricolazione auto italiana in romena comprendente nuove targhe, carta di circolazione, competenze agenzia, controllo presso Motorizzazione, passaggio di proprietà alla moglie: circa 310euro.

Do anche io il mio contributo alla discussione, considerando che vivo da più di cinque anni in Romania.
Come già ricordato da Eurodani71 la più grande differenza tra Italia e Romania da un punto di vista dei costi è rappresentata dal costo dell'energia elettrica che in Romania è di circa 13/14 euro centesimi per kilowattora mentre in Italia è di circa 60 euro centesimi per kilowattora.
Segue il gas che costa tre volte di meno, ovvero circa 33 euro centesimi per metro cubo, mentre in Italia costa circa un euro a metro cubo. Da sottolineare, però, che nelle regioni del Sud Italia d'inverno si consuma molto meno gas che in Romania.
Il carburante costa poco di meno che in Italia, ma è vero pure che la rete autostradale rumena è quasi inesistente, quindi negli spostamenti extraurbani si consuma più carburante. La corrente per le auto elettriche, perlomeno a Iași dove abito, è gratuita ovunque.
Dal mese di marzo dovrebbe entrare in vigore un superbollo di 200 euro per le auto inquinanti che aumenterebbe enormemente la tassa di possesso per una buona parte delle autovetture.
La qualità ed il prezzo degli alimenti è comparabile con l'Italia, alcuni costano di meno in Romania, ad esempio i frutti tropicali, altri, come l'olio extravergine di oliva  di qualità costa di meno in Italia.
Venendo dal Sud Italia in Romania la pizza non la mangio nella maniera più assoluta, pur apprezzando tanto la cucina rumena.
Più convenienti che in Italia sono le tariffe delle schede ricaricabili, ad esempio io pago dieci euro al mese ed ho più di trenta giga e tanti minuti, nemmeno ricordo quanti perché non riesco mai a consumarli.
Per quanto riguarda il prezzo dei fitti, a Iași città ai confini con la Republica Moldova (stato veramente povero), con un'economia non così fiorente come a Cluj-Napoca o a Constanța, la media per il fitto di un monolocale di 30/35 metri quadrati in ottime condizioni oscilla tra i 230 e i 280 euro. Il prezzo sale se ci si avvicina al centro o alla zona universitaria della Ioan Cuza. E sale ovviamente se non si conosce il rumeno, nel qual caso salgono anche le spese condominiali.
Il litorale rumeno è veramente caro rispetto ai servizi che offre, la Riviera Romagnola al confronto è più conveniente.

Buongiorno a tutti, vivo in Romania da 3 anni ormai (non sono per niente pentito della mia scelta). Partiamo con una base, per farvi capire megio i numeri che andrò ad elencare.  Qui una caposala di un ospedale prende in media 1200 / 1300 lei (circa 270 euro), io personalmente lavoro in un call-center il quale facciamo vendita al telefono (teleselling), e prendo 1400 lei fissi (circa 350 euro) al mese + i vari bonus e buoni pasto, per un totale di circa 2500 /3000 lei (550 / 600 euro). Considerando che 300 gr di pane costa 1 leu (25 centesimi circa), 1lt di latte 2.50 lei (50 centesimi circa), per quanto riguarda glu affitti dipende (come in tutti i paesi del mondo) dalle zone, ma se consideriamo che nel centro della capitale (il quale gli stipendi sono molto più alti) un appartamento di circa 60 / 70 mq costa piu o meno 1400 lei (300 euro circa) incluso acqua, luce, gas, e Internet). Per concludere, con uno stipendio di 550 / 600 euro al mese, si conduce una vita diciamo medio-alta (io personalmente credetemi non mi faccio mancare nulla). Spero di essere stato più chiaro possibile.  Resto a disposizione per qualsiasi vostra domanda o richiesta di info. Buona giornata a tutti.

@ giustino123 > Ciao! Tu dove vivi esattamente?

Buona sera, non sono in grado di dare informazioni perfette, comunque la vita non è aumentata più del 3% (sinceramente visti i prezzi competitivi non mi soffermo troppo su micro-aumenti). Gli affitti sono per lo più quelli, dai 150/200 euro ai 500/1000 euro al mese, dipende dalla zona e dalla metratura. Il prezzo degli immobili è in crescita come previsto, come pure gli stipendi, minimo 6/700 euro netti. E' in atto una importante riforma fiscale sia per persone fisiche che per società, ma non ho ancora reperito i dati. Per il resto, resta sempre un paese in crescita, vivibile e  con una sicurezza sociale nettamente superiore all'Italia. Mi dispiace dirlo, ma è così. I rumeni di qui non sono quelli che sono in Italia (non tutti....ovviamente).
Per ogni informazione, non esiti a contattarmi.
Cordiali saluti
                           Vito

Ciao, io vivo ad Arad (vicino Timisoara),
Vito

Ciao Francesca, sono precisamente nella città di constanta (sul mar nero)!

Anche io, Giustino, mi alterno tra Constanta e Galati.

Conosco galati, se vuoi qualche volta ci possiamo vedere per un caffè....

Certamente, sempre disponibile.

giustino123 qualcosa non mi torna. È vero che la vita in Romania costa qualcosa in meno che in Italia, ma non è tutto oro quello che luccica. Ad esempio, sia a Bucarest, dove ho vissuto un anno e mezzo, sia a Iași, l'acqua costa 7 lei (circa 1,60 euro) al metro cubo, mentre dalle mie parti in Italia costa 1,40 euro. È vero che il gas costa tre volte di meno in Romania rispetto all'Italia, ma è pur vero che in Italia Meridionale i riscaldamenti li tieni accesi molto meno che in Romania, dove fa più freddo. Il prezzo degli alimenti tra i due paesi è in linea di massima inferiore in Romania, ma gli alimenti di qualità (formaggi, oli, pasta) costano meno in Italia che in Romania.
Io sono stato a Mamaia (una cittadina subito dopo Constanța) ad inizio settembre e a meno di quaranta euro al giorno in una doppia in un hotel decente non si trovava nulla. A Rimini nello stesso periodo avrei speso di meno.
Non so come tu faccia a vivere con 600 euro al mese, se paghi il fitto.

Domanda... come possiamo fare per metterci in contatto? :)))

Allora, il discorso è questo, se una persona viene dall'Italia con la mentalità del turista (ossia tutte le sere al ristorante, discoteche, club, ecc...) non 600€ , neanche 6000€ al mese bastano, come ho scritto, per gli affitti dipende molto dalle zone, in risposta alla tua domanda, si io sono in affitto, pago 700 lei al mese (circa 170€) con utenze incluse, vivo in un appartamento di 70 mq con cucina, bagno, camera da letto, e una cameretta (se vuoi puoi venire a trovarmi,mi farà molto piacere averti come ospite) così ti farò vedere con i tuoi occhi, come si vive a constanta con 600€ al mese. Aldilà di tutto, non sto dicendo che la Romania è il paradiso terrestre, sto solo dicendo che se una persona decide di vivere qui, facendo una vita normale, ma nello stesso tempo (come faccio io), senza farsi mancare nulla, qui si sta più che bene...

giustino123 :

Domanda... come possiamo fare per metterci in contatto? :)))

Puoi usare la messaggeria privata di Expat.com cui accedi cliccando sull'icona a forma di busta che trovi in alto a questa pagina, lato destro.
In altenativa, dalla pagina del forum, fai doppio click sul nome utente da contattare e puoi clicca su "Invia un messaggio"

Giustino,  ti ho inviato tutto via messaggio privato.

Bonsoir je voulais partir vivra tulchia il paraît que la vie là-bas c'est moins cher je suis parti deux trois fois pour les vacances c'est le top de chez top j'ai besoin de quelqu'un qui vit à Constanta je veux un petit peu de contact si c'est possible

Salve, io vivo a Constanța, come posso aiutarti?

Ma scrivi in italiano (se possibile)!

Alain hajraoui :

Bonsoir je voulais partir vivra tulchia il paraît que la vie là-bas c'est moins cher je suis parti deux trois fois pour les vacances c'est le top de chez top j'ai besoin de quelqu'un qui vit à Constanta je veux un petit peu de contact si c'est possible

Bonjour, je vous invite à poster le message dans le Forum Roumanie francophone.
Ca c'est le forum dédié aux utilisateurs qui parlent et écrivent en italien.
Merci,
Francesca
Équipe Expat.com

A Bucarest con 200 euro trovi una stanza....

Salve, se sposto la mia sede legale in Romania è il conto corrente in Romania della mia SRL, ho agevolazioni fiscali se non ho residenza in Romania?

Se voglio fare cittadinanza Rumena, c è  bisogno anche di stabilirsi li in Romania?

Puoi ottenere la cittadinanza romena solo se sei residente in questo Paese da almeno 7 anni.
Se sei fortunatissimo ad essere sposato ( come il sottoscritto ) con una cittadina romena, i tempi si accorciano a 5 anni.
Inoltre:
- devi avere almeno 18 anni
- dimostrare di avere la fedina penale pulita, altrimenti non sei considerato degno di essere cittadino romeno
- dimostrare di avere mezzi necessari di mantenimento ( $$$$ )
- dimostrare la lealtà al popolo romeno
- dimostrare di avere le conoscenze elementari della lingua, cultura e civiltà romena, oltre che capace di integrarti nella società
- conoscere la Costituzione romena
In attesa di ottenere la cittadinanza romena, puoi tranquillamente vivere in Romania ( te lo consiglio da amico anche perchè, una volta qui, l'Italia sarà solo un brutto ricordo ).
Ricordati che per ottenerla non devi mai lasciare il Paese per più di 6 mesi consecutivi nell'arco dell'anno solare.
L'Italia e la Romania sono favorevoli alla doppia cittadinanza pertanto puoi mantenerle entrambe.

Salve, non serve avere la residenza, ma semplicemente il domicilio (per poter prendere il cnp, senza il quale non puoi fare praticamente nulla)

Salve Dani, scusami per non essermi fatto sentire, ma è stato un periodaccio....

giustino123 :

Salve Dani, scusami per non essermi fatto sentire, ma è stato un periodaccio....

Nessun problema, Giustino.
E' un periodo di impegni anche per me per via del trasloco da Galati al litorale.

Ciao, no, ti conviene aprire una nuova società in Romania (100 euro compreso traduttore), e paghi il 3% di tasse se sei solo, 1% se hai dipendenti.
Con la sede sociale qui puoi avere la residenza, e quindi paghi le tasse secondo le percentuali rumene sopra esposte.
Eventualmente qui fai una produzione e in italia lasci il commercio, se hai bisogno di altri suggerimenti scrivimi in privato a
Vito

Moderato da Francesca 9 mesi fa
Motivo : Per la privacy comunica contatto email tramite un messaggio privato - clicca su icona a forma di busta lettera che trovi in alto a questa pagina per accedervi

Ciao, obbligatoria prima la residenza e dopo 10 anni la cittadinanza,
Per la residenza devi avere un lavoro, aprirti una società e vivere almeno 6 mesi anche non consecutivi in Romania.
Vito

Ehilà ragazzi, ma l'avete letto il titolo della discussione???   :whistle:

Questo thread è dedicato al costo della vita, per parlare di qualsiasi altro argomento prego aprire una nuova discussione

Grazie

Informiamo che  autostrade sono solo 2/3 al sud tra bucharest-ploiesti-constanza. Se devi andare al nord , niente autostrade, solo statale, ben tenute , ma con limiti di velocità, e la polizia gli ti ferma.In quanto rumena, posso dirlo.

se vuoi cittadinanza italiana, dove devi abitare?
usa la logica.

cristina_v :

Informiamo che  autostrade sono solo 2/3 al sud tra bucharest-ploiesti-constanza. Se devi andare al nord , niente autostrade, solo statale, ben tenute , ma con limiti di velocità, e la polizia gli ti ferma.In quanto rumena, posso dirlo.

Purtroppo siamo ancora fuori tema; qui si discute di "costo della vita".

''Autostrade: con circa 30 euro l'anno puoi percorrere tutte le autostrade, 24/24h, 365gg/anno. Su alcune autostrade è presente il pedaggio al costo di una mancia.
Parrucchiere uomo: 4€ ( 4 volte in meno rispetto al mio vecchio parrucchiere Italiano, eppure il taglio e il servizio è uguale ).''

:offtopic:

Moderato da Francesca 8 mesi fa
Motivo : Usa messaggeria privata per stabilire un contatto

Per eurodani71
Ti faccio una domanda semplice, semplice:
perche tanti rumeni hanno emigrato in italia, e tanti ( come me) hanno scelto di rimanere gli?
Sono contenta e FIERA che Romania se sta riprendendo, è in grande crescita, ma c'è ancora strada .
Se sono in due in casa che lavorano con un 800 euro se vive bene, se invece la famiglia e più di due... lo vedo dura.
E posso farti un infinità di esempi.

Informo che gli ultimi post sono stati rimossi trattandosi di botta-risposta tra utenti che non erano inerenti al costo della vita in Romania.

Cari utenti, se volete parlare dei fatti vostri per cortesia usate la messaggeria privata di Expat.com a cui potete accedere cliccando sull'icona a forma di busta da lettera che trovate in alto a questa pagina, lato destro.

scusa Francesca.  :cheers:

Domanda tanto semplice quanto complessa, direi, considerando anche il fatto che io ho fatto il percorso inverso ( sono felicemente emigrato in Romania dall'Italia, con biglietto di sola andata ). Oggettivamente sarei la persona meno indicata per darti una risposta.
Sicuramente il motivo principale di coloro che emigrano è la loro povertà delle condizioni di vita in patria e la speranza di trovare un lavoro migliore all'estero. Molti romeni affermano che tornerebbero in patria, a condizione di poter trovare un lavoro che offra un salario superiore a quello attuale. Da qui si capisce tutto.
Sono occupate nel settore agricolo o turistico alberghiero, lavoro domestico e di assistenza alla persona, edilizio, metalmeccanico o in un lavoro stagionale.
Il fatto è che se in Italia hai un lavoro, ci devi pure pagare le tasse e sostenere i costi per poterti mantenere ( affitto, utenze, ecc ).
Credo che le badanti siano le più "agevolate" sotto questo aspetto e dal punto di vista del risparmio, visto che il vitto e l'alloggio è praticamente gratis.
Ma al contrario, conosco anche ragazzi che sono ritornati di corsa in Romania, specie negli ultimi tempi; l'intero loro stipendio italiano si dissipava per colmare i costi di mantenimento nel "bel Paese".
Professionalmente mi sono trasferito in Romania per fare impresa, non di certo per cercare lavoro alle dipendenze. Ne più, ne meno quello che facevo in Italia ma in tutto un'altro settore.
Alla base di tutto ciò, logicamente, c'e' la moglie che è nativa del Paese e senza di lei sicuramente non avrei fatto questa scelta di vita, ne avrei scoperto un litorale bellissimo..... tanto quanto lei.

Moderato da Francesca 8 mesi fa
Motivo : Contenuto fuori tema
Ti invito a leggere il codice di condotta del forum
Nuova discussione