Situazione del traffico in Tunisia

Buongiorno,

Quali sono le condizioni del traffico nella città della Tunisia dove vivi?

Quanto tempo impieghi per andare al lavoro/per gli spostamenti in generale, e che mezzo usi?

Come si muove la maggior parte dei residenti:  auto o mezzi pubblici?

Sono in atto delle misure per ridurre traffico ed inquinamento? Quali?

Ci sono abbastanza parcheggi? Sono gratuiti o a pagamento?

Qual è il limite di velocità nei centri urbani in Tunisia, ci sono autovelox?

Grazie del contributo,

Francesca

Qui a Hammamet c'è un traffico abbastanza caotico dovuto, probabilmente, al fatto che la cittadina non è ben amministrata essendoci un commissario governativo al posto del sindaco e degli organi di governo cittadino. Gli automobilisti parcheggiano le loro auto in doppia fila non curandosi delle strozzature che producono al traffico viario, oppure si producono in spericolate inversioni ad U per evitare le lunghe file che si creano soprattutto in corrispondenza con gli orari di apertura e chiusura delle scuole. I vigili urbani si vedono poco in giro e, quando ci sono, piuttosto che dirigere il traffico e scoraggiare gli indisciplinati, si limitano a stazionare nei pressi del mercato municipale per impedire la fermata dei taxi all'imboccatura della via che scorre dietro la casa comunale.

Ritengo che tale situazione sia riferibile a Hammamet e non estensibile alle altre città in quanto ho notato un comportamento più consono alle norme (anche qui vigenti) che disciplinano la circolazione stradale visitando le altre città della Tunisia. Addirittura, nelle altre cittadine del Capo Bon, ho  notato i vigili urbani ai crocicchi delle strade urbane sino a tarda sera intenti a controllare il regolare traffico ed anche ad individuare eventuali utenti sospetti da segnalare con le radiotrasmittenti alle pattuglie della Gard National sempre presenti nelle arterie di accesso ed uscita dai centri cittadini.

L'unica regola che, anche a Hammamet, si rispetta (quasi sempre) è la precedenza alle rotonde che, in genere sono ben progettate e contribuiscono molto a snellire il traffico veicolare.

Il traffico sulle autostrade e sulle principali vie di comunicazione tra i vari governatorati è abbastanza disciplinato ed anche i limiti di velocità sono, in genere, rispettati, ma non dai louage che, invece, sembra abbiano una sorta di licenza di infrangere ogni limite e compiere sorpassi laddove non sarebbe consentito dalla segnaletica orizzontale.

Mi hai letto nel pensiero Francesca, proprio in macchina pensavo che servirebbe una discussione sulla viabilità.
Le casistiche sono tante per iniziare i limiti principali (se non diversamente segnalato) sono 50 Kmh nei centri urbani, 70 Kmh sulle strade extraurbane e su quelle a scorrimento veloce e 110 Kmh sulle autostrade. Le rilevazioni vengono effettuate sia con autovelox fissi (di norma sulle autostrade) che con telelaser (autostrade ad opera della Guardia Nazionale e strade urbane ad opera della Polizia della Viabilità), in questo caso la violazione viene notificata immediatamente, può succedere che quando stranieri ci si scusa dicendo magari di non essersene resi conto e il poliziotto di turno con un sorriso augura "Benvenue" e vi fa cenno di procedere, i tunisini mi hanno detto che la polizia con loro non è così benevola, di norma queste rilevazioni sono effettuate da un ufficiale (tenente o capitano). La viabilità invece è contro ogni logica e buonsenso europeo (infatti non siamo in Europa), premetto che ho guidato in tutta l'Italia, isole comprese con abilitazioni alla guida veloce e ai mezzi tattici oltre che blindati, quello che raccomando sempre in Tunisia è andare piano, guardate bene dove dovete andare e siate prudenti, le rotatorie sono rispettate dagli automobilisti ma non dai pedoni che le attraversano tagliando centralmente o camminando davanti le auto che stanno girando, gli stessi pedoni evitano di transitare sui marciapiedi preferendo la carreggiata stradale, nel contempo è facile incontrare veicoli a trazione animale, motorini con intere famiglie che procedono a 35/40 Kmh, motorini che trainano un carretto pieno di bottiglie di plastica vuote, cammelli (realmente sono dromedari ma qui li chiamano cammelli) con il relativo cammelliere a passeggio, autovetture, motorini e camion che per far prima percorrono tratti di strada in contromano, insomma situazioni al limite (se non oltre) del codice stradale come lo possiamo intendere noi.
Per le autostrade il discorso va visto sotto un altro punto, lungo la corsia di emergenza si trovano venditori di camaleonti, frutta, tabuna (una specie di pagnotta), nelle aree di servizio i venditori dei telefonini di dubbia provenienza (consiglio di non dare confidenza, di non fermarsi a chiacchierare e soprattutto di non prendere mai in mano qualcosa anche se viene passata), percorrendole si incontrano anche persone che le attraversano, motorini (anche con poliziotti della guardia nazionale) che la percorrono sulla corsia d'emergenza in contromano, mezzi carichi in modo assurdo che sfidano le leggi della fisica, equilibrio e attrazione terrestre. Tutto quanto ho riportato avviene sia di giorno che di notte quindi attenzione, una sera che percorrevo l'autostrada da Sousse in direzione Tunisi ho avuto la percezione di qualcosa di anomalo davanti, ho alzato i fari giusto in tempo per schivare un gruppo di disgraziati che attraversavano in diagonale l'autostrada. Ripeto, tanti tunisini non hanno la benché minima cognizione di viabilità stradale quindi... prudenza, cinture allacciate sempre e velocità adattata alle condizioni della strada e a quelle psicofisiche del conducente.

Per i parcheggi di norma ci si ferma dove c'è posto ma attenzione, a Tunisi la sosta è regolamentata da parcometri (come quelli italiani) e girano i carri attrezzi a me presero la macchina italiana, una signora gentile ci aiutò a trovare il deposito chiedendo in giro dove portavano le macchine (ci sono molti depositi nella stessa zona), alla fine per levare le ganasce, pagare il carro attrezzi e la multa per divieto di sosta spesi l'enorme cifra di 35 Dt (quasi quasi la lasciavo lì finchè non finivo i giri che dovevo fare). A Sousse è un po' più tranquilla, non ci sono parcometri, di norma si trovano i parcheggi (basta girare un angolo) e... attenzione che hanno preso i carri attrezzi anche qui, li ho visti in funzione oggi.
I tunisini si muovono principalmente con i louage (taxi collettivi) o in taxi, poi ci sono quelli che girano a piedi, con motorini e con auto privata...
L'inquinamento? Grazie Francesca... non ci possiamo lamentare :D

Riprendo questo post, mi sembra il  più idoneo per consigli sulla viabilità in Tunisia.
Oltre a quanto già riportato nelle discussioni precedenti ho potuto riscontrare che addentrandosi nell'interno del paese e procedendo verso sud/ovest cambia sensibilmente l'ambiente, si passa dalle campagne più o meno coltivate al deserto con numerosissime piante di ulivo disposte in file regolari e innaffiate con autobotte, la strada è sempre scorrevole interrotta di tanto in tanto da piccoli agglomerati urbani, in questi luoghi sono stati creati dossi di rallentamento prima e dopo le scuole, non sono segnalati né con segnaletica orizzontale e neanche con quella verticale, può succedere quindi di prenderli in velocità rischiando gravi danni all'auto, essendo costruiti "artigianalmente" alcuni sono particolarmente alti e ripidi, vanno percorsi a velocità moderata o ancor meglio fermarsi e sorpassarli lentamente (20 Kmh sono anche troppi), purtroppo la mancanza di segnali li rendono pressoché invisibili durante le ore notturne quindi è consigliabile percorrere queste strade pestando molta attenzione e possibilmente durante le ore di luce.
Un'altra insidia che abbiamo trovato è stata in prossimità di un paese 'Msaken, è stata realizzata una strada a scorrimento veloce di 2 corsie per senso di marcia con limite segnalato 70 kmh, l'asfalto nuovo assorbe la luce dei fari e non esiste illuminazione stradale, all'improvviso la strada ci è scomparsa davanti l'auto per una rotatoria in costruzione con cordolo alto davanti, siamo riusciti comunque a percorrerla (in frenata con ABS, ESR e ESP in funzione) passando all'improvviso sullo sterrato. Non c'era alcuna segnalazione e ribadisco nessuna illuminazione.
Questo è quanto abbiamo riscontrato ripromettendoci di fare tour turistici di giorno e anche se pianificati sulla carta prestare prudenza, l'essere approssimativi fa parte dei tunisini e sulla viabilità può essere distruttiva.

Nuova discussione